Dito… mano e frattaglie varie!

E dopo un anno di assenza … tadan! Eccomi qui. :mrgreen:

Ci siete? Non ci siete? Chissà. Molti di voi, lo so per certo, sono migrati su altri lidi. Addio vecchio blog, benvenuto Twitter, Google+, Fb, Instagram e PINTEREST!!!! (che cavolo è Pinterest?)

Eppure ogni tanto, come un giramondo che torna in porto… eccomi qui! A scaricare addosso a chiunque passi paturnie e paranoie della mia folle folle giornata!

YEEEEEEEEE!!! Ehm… scusate…

E quindi new-entry… e vecchie entry… udite udite! Questa era la mia giornata “relaxosa!” tra i miei mille lavori… tutti rigorosamente precari e poco pagati! Anzi quasi sempre niente-pagati! -_-

In principio, ossia stamattina alle 8, c’è stata la Scuola… stamattina sono andata al consiglio scolastico in vista dei colloqui di mezzo-quadrimestre e gite e affini … mia ferma intenzione era annuire a tutto… e fare segno di no con la testa quando appena qualcuno avesse detto:

“Godot potresti per favore… ”

ERO CARICA… mentalmente mi dicevo anche se avessero insistito avrei finto di esser entrata in letargo … se avessero insistito ancora … avrei finto uno stato di catalessi…

-_- e invece ho mostrato una scarsa coordinazione cervello -testa! 😥

E infatti appena il prof di matematica mi ha detto:

“Godot potresti per favore…” ho fatto segno di sì e mi sono trovata nel giro di 5 secondi netti…  con tutti i verbali da compilare !!! T_T

Infami! I professori … e anche un po’ i verbali! 👿

Ma in definitiva siamo tutti ultra-precari e tra il decreto “Scarsa-scuola” e concorsoni vari probabilmente questo sarà uno degli ultimi verbali scolastici che mi toccherà fare … e quindi … combattendo l’impulso di fare cuoricini sulle “i” e riempire il tutto di punti esclamativi “!!!!” ho completato il mio lavoro sotto lo sguardo compiaciuto del preside che poi ha guardato il verbale e ha detto…

… “Godot visto che non ti dispiace mi vai a fare le fotocopie!”

… chi ti ha detto che non mi dispiace??? Comunque non ha neanche finito di dirlo che ero già sulla via della fotocopiatrice … in maniera sommessa e taciturna… fino a quando il preside non ha detto: “Veloce!” e ho iniziato a trotterellare verso la segreteria! -_- Infame! Il preside e la fotocopiatrice!

Una volta finite queste peripezie scolastiche mi sono avviata verso il mio catorcio 2.0. (ossia la versione aggiornata del vecchio catorcio… ossia un nuovo catorcio, ma pur sempre catorcio) e sono sfrecciata verso nuovi lidi …

… secondo lavoro … Un amico di un amico di un nemico di Jerry mi ha chiamato per chiedermi una mano con una traduzione … io non volevo… lui ha insistito… io ho detto che non potevo… lui ha insistito e gli ho gli ho dato la suddetta mano a una condizione:

“Deve essere una cosa veloce, rapida e indolore!” -_-

Il fatto che mi sia trovata davanti una traduzione di 15 pagine sulle verruche non vi dico di che genere è tutto dire… vabbè ormai l’avevo detto … e poi il tizio non si è più tolto dai piedi… chiedendo frasi… titoli… contro-titoli … subtitoli… e ogni volta consultandomi e mettendo in dubbio quello che traducevo…

… alla fine per la dura legge del Karma (che non è Karmaburning che mi manca tantissimooooo) c’era un refuso nell’ultima versione della 4 frase … niente di trascendentale se chiedete a me … un PUNTO (.) a cavolo in mezzo a una frase … che non sono neanche certa di aver messo io, visti i numerosi copia e incolla e ricicla e “riciccia” … e lui:

“Si però se non volevi farlo il lavoro potevi anche dirmelo” … lavoro… gratis … visto che non mi ha ancora pagato… ma comunque… io in maniera molto zen gli ho detto: “Comunque ora abbiamo tolto il PUNTO!” e lui: “Ok mi traduci due o tre frasi che posso usare per condividere il link della mia ricerca?” … ma porca!”)%)£%£(%()))(£$)(£$ EHM…

😯

ZEN! Costui non sa dire “Grazie” ma ciò non significa che io debba afferrare la sua barba spelacchiata e fargli una ceretta in mezzo alla strada! No?

Continuando la mia giornata di “relaxitudine” ho deciso di fare un salto al giornale … un salto… oggi non dovevo far nulla… ero in ferie… ero altrove, impegnata tra scuola e verruche varie! BLEAH!

Ehm dicevo? Ah sì… non ero al giornale! In teoria… in pratica ero lì e mi hanno visto e così ho scritto 4 articoli di cui 2 gratis … ho fatto 2 telefonate per altri collaboratori che a quanto pare erano sull’orlo della crisi di nervi!

Io cercavo di finire e scappare … ma appena finivo arrivava qualcuno che in teoria avrebbe dovuto lavorare e invece chiacchierava e mi bloccava quasi sempre sull’uscio per raccontarmi la loro giornata VUOTA … e così arrivava qualcuno che urlava:

“GODOT! AIUTAMI” e io accorrevo… tentavo la fuga di nuovo … e venivo bloccata … questo per 4 o 5 volte … e alla fine mi sento dire da uno dei capi: “Eh Godot ma domani vieni prima però! Possibile che uno debba sempre aspettarti!”

Domani vieni prima? 😯 IOOOO OGGI NON CI DOVEVO PROPRIO PASSAREEEE!!! 👿

Zen-Zen-Zen-Zen-Zen come sono Zen-Zen-Zen-Zen!

E infine mentre stavo uscendo  DRIIN e con un certo terrore ho deciso di rispondere:

“Pronto?”

“Godot al volo al volo al volo … mi tradurresti un po’ questa frase …”

&%$£òç°ç@#@][¶¶§ç@#@][¶¶§$£òç°ç@#@][¶¶§ç@#@][¶¶§ 👿

Infame lui… e tutti quelli che chiedono il dito e si prendono la mano… e anche le frattaglie varie! 👿

Godot e l’approssimazione professionale!

Ciao a tutti… sebbene all’appello manchino molti di voi i cui blog… ahimè… sono stati chiusi o messi in standBy durante la mia assenza.

Ad ogni modo lo sapete oramai… più scrivo più sono stressata!!!! T_T è come un circolo vizioso…

Io mi stresso e voi vi sorbite le mie paturnie.

Ebbene? Ebbene dopo un periodo particolarmente placido lavorativamente parlando sono un paio di mesi che vengo stracaricata di impegni assurdi e che… in teoria… e anche in pratica… non sarebbero di mia competenza.

Ma ormai si sa… tutto il mondo è paese. Tutti sono TUTTOLOGI e si aspettano che sia tuttologa anche io!

Io non sono d’accordo… sono più per il bertinottiano Lavorare Meno Lavorare Tutti.

Non tanto dal punto di vista delle “quantità” visto che sono un moderna stakanov… ma per quanto riguarda le “competenze”… beh sì! IO NON SO FARE LA PARRUCCHIERA!! Se vuoi tagliarti i capelli non venire qui… potresti pentirtene amaramente!

Bleach_hawk2

No… ok… era un modo di dire… nessuno mi ha chiesto di fare la parrucchiera! :mrgreen:

Ma da un po’ di tempo mi si chiede di fare tutto il possibile per non fare il mio lavoro… o meglio … i miei lavori!

A Scuola, le cui ore mi si riducono sempre più drasticamente… mi si è chiesto di fare una lezione di italiano… ora… dico io… ok… quello che volete… so parlare in italiano… ma NON POSSO FARE UNA LEZIONE SULLA DIVINA COMMEDIAAA!!! >_<

E invece sì… ok… non è un problema… nessun danno… forse… la prof era in ritardo e io ho incominciato e lei poi ha concluso… DUE ORE DI LEZIONE FATTE DA ME DOPO! >_<

Comunque… è il mondo della BUONA SCUOLA… una scuola così buona dove ci possono essere i tablet e le lavagne luminose… ma poi ti cadono i calcinacci addosso e la prof d’Italiano si ritrova con la polmonite perché non funziona il riscaldamento! -_-

Tutto fa gioco…

Ma quello che mi urta più di tutto è la TUTTOLOGIA applicata al mio secondo lavoro… che in realtà è il primo… il giornalismo.

Si lo so… vedo colleghi in Tv trasformarsi in criminologi e in psicologi… in esperti assaggiatori di vini e finger food e fare delle “GIANNINATE!” spacciandosi per esperti economisti laureati con 110 e lode… (loro non lo dicono mai badate bene ma tu lo pensi perché uno che parla sempre di economia sarà pur preparato… e invece no!)

Ad ogni modo in questa TUTTOLOGIA generale vogliono per forza gettare anche me. Così prima mi mettono a scrivere di cose che non capisco nemmeno se me le spiega Einstein in persona… ad ogni modo dopo il mio articolo su LA FISSIONE NUCLEARE 😯 ehm… dopo una serie di articoli sui quali non sapevo molto (lo confesso) il capo Superrimo (cioè il contrario di Miserrimo) mi chiama… e…

CAPO SUPERRIMO!!! : Godot!

Io: Sì? 🙂

CAPO SUPERRIMO!!! : Godot ti devo affidare un importante REPORTAGE!!!

Io: Ok…

CAPO SUPERRIMO!!! : Un reportage sulla vita ai tempi del  colera ( :mrgreen: è un esempio… ma l’assurdità è reale)

Io: Ehm… non ero nata!

CAPO SUPERRIMO!!! : Lo so… intervista qualcuno che è morto di colera!

Io: EH? 😯

CAPO SUPERRIMO!!! : Ma soprattutto… vai con la telecamera!!! Che ci serve per il sito…

Io 😯 Eh?

CAPO SUPERRIMO!!! : Vai con la telecamera!!! Che ci serve per il sito…

Io 😯 Come?

CAPO SUPERRIMO!!! : Vai con la telecamera… Che ci serve per il sito.. 😈

Io: Ehm… ma io non ho telecamera!!!

CAPO SUPERRIMO!!! : Nessun problema… la chiedi a un cameraman! 

Io: Ehm… non potrei prendermi anche il cameraman?

CAPO SUPERRIMO!!! : Non c’è bisogno… so che tu te la puoi cavare anche senza! 

Io: Ehm… scusa capo superrimo come ti è venuto in mente ciò? Io sono una giornalista… di quelli che scrive… non faccio video!

CAPO SUPERRIMO!!! : Ci riuscirai… e mi raccomando… tante interviste alle persone morte di colera!

Io 🙄

Alla fine… più o meno riesco nell’impresa… recupero il mio morto di colera… lo faccio sembrare sofferente… e via intervistona… poi vado… credevo che il peggio fosse passato… e invece …

CAPO SUPERRIMO!!! : Godot!

Io: ODDIO DI NUOVO?

CAPO SUPERRIMO!!! : Cosa?!

Io: Ehm… niente… che c’è?

CAPO SUPERRIMO!!! : Godot! Ti devo dare un incarico fondamentale!!!

Io: Un altro?

CAPO SUPERRIMO!!! : Certo! Devi fare un focus sull’uso di dentiere tra gli adolescenti! (:mrgreen:)

Io 😯 Eh?

CAPO SUPERRIMO!!! : Ci vedrei benissimo un infografico… con tanti dati… tipo chi mette i denti d’oro… chi ha la dentiera e il piercing… chi usa il Polident… chi prende in prestito la dentiera del nonno!

Io 😯 Ehm…  quindi devo raccogliere tanti dati!

CAPO SUPERRIMO!!! : Anche ordinarli! E farci un bel grafichino, magari 2 o 3!

Io: Capo Superrimo ma io non sono un grafico!

CAPO SUPERRIMO!!! : Godot sono certo che riuscirai nell’intento… mi raccomando… una cosa professionale deve sembrare fatta da un grafico!

Io: Capo… scusa …. abbiamo i grafici… perché non farlo fare a loro?

CAPO SUPERRIMO!!! : Perché so che puoi farlo! Puoi riuscirci! Sono certo che farai un mega-grafico… ora considera… che la pagina sarà per 3/4 occupata dall’infografico… e l’articolo sarà una didascalia!

Io 😯 Ehm… ma iooooo sono una giornalista non un grafico!!!

CAPO SUPERRIMO!!! : Godot… vai… c’è un grafico che ti aspetta!

Io 😥

Ce l’ho fatta… sembrava un disegno di un bimbo in terza elementare… ma alla fine … barando clamorosamente e chiedendo una mano al grafico… ce l’ho fatta! :mrgreen:

Pensavo fosse finita qui… e invece…

CAPO SUPERRIMO!!! : Godot!

Io NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!

CAPO SUPERRIMO!!! : Godot!

Io NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!

CAPO SUPERRIMO!!! : Godot! Ho un incarico per te… fondamentalissssssssimoooooo!!!

Io: Ok… devo fare un video di un grafico? 😥

CAPO SUPERRIMO!!! : Ma che dici! Certo che no… non sei mica un cameraman o un grafico!

Io: EVVAIIII Sì… ok… che devo fare!?

CAPO SUPERRIMO!!! : Un bel reportage fotografico… per il nostro settimanale!

Io: OK… (di solito la foto dei miei articoli la faccio comunque io!)

CAPO SUPERRIMO!!! : Godot! Voglio anche che fai la foto della copertina del nostro magazine!

Io 😯 Eh?

CAPO SUPERRIMO!!! : Copertina! Quel foglio plastificato con una bella foto a tutta pagina!!! Ricordi?

Io: Ma… non la fanno i fotografi quella?

CAPO SUPERRIMO!!! : Di solito sì… ma siamo sotto Pasqua… e i fotografi sono in ferie!

Io 😥

CAPO SUPERRIMO!!! : Godot! Sbrigati… che voglio passare Pasqua in famiglia e non ad aspettare la copertina!

Io 😥

Racconti di blatte, nerd milionari e sputafuoco!

Salve a tutti… in attesa della tanto paventata querela la mia vita scolastica continua con correzione di compiti e affini e con la battaglia interna con il presidente di commissione (infamone!) … e intanto anche la mia vita giornalistica continua… con i soliti incarichi assurdi. Vi ricordate di quando mi fecero intervistare l’imbianchino e il titolare del sexy shop? Tzè… era niente a confronto! 😯 

Proprio un paio di giorni fa arriva il direttore e urla “GOOOOODOOOOOOT!!!” e io contrastato l’impulso di nascondermi nell’armadio dell’archivio per non farmi trovare … convinta che venisse di persona a notificarmi la querela e la cacciata dal paradiso (ehm… questo è sarcasmo!) Dicevo? Ah sì. Contrastato l’istinto di sopravvivenza che mi suggeriva una rapida fuga mi avvicino con aria innocente (in caso di notifica di querela la mia reazione sarebbe stata “CHI? IOOO!?) e gli chiedo cosa voglia. 

La sua risposta è schietta e inaspettta. “Il marito della sorella della cugina della zia di mia moglie… ha una sorella”

Godot 🙄

Direttore: Chiedimi cosa ha fatto!!! Coraggio!

Godot: Cosa ha fatto? 

Direttore: Un’invenzione meravigliosa di cui tu ti occuperai per il nostro giornale… ha anche vinto un premio!

Godot: WOW! Certo… che ha inventato?

Direttore: INDOVINA!!! 

Godot: Ehm… riguarda il campo tecnico, informatico, medico?

Direttore: Diciamo medico!

Godot: Qualche tipo di medicinale!?

Direttore: Fuochino! Un uccidi blatte istantaneo! :mrgreen:

Godot: 😯 Ma che schifo!

Direttore: Cosa? 👿

Godot: Ehm… le blatte non l’invenzione! (mentendo spudoratamente… perchè fanno schifo entrambi)

Direttore: Ah ecco… mi credevo! Questo è il suo numero… intervistalo sul sempiterno problema della blatte! :mrgreen:

Godot: Sempiterno! Ok! 

E ho passato 2 ore e 3/4 a parlare di blatte e blattoidei, scarrafoni e scarafaggi, zecche e affini! 😯 Dopo quasi quasi invece dell’articolo scrivevo una petizione per l’installazione di una doccia in redazione… Bleah! 😕

Poi però mi è giunto all’orecchio un altro urlo:

GODOOOOOOOOTTTT!! 

Sono corsa nella stanzetta di uno dei capi e lui: “Ti ricordi il Nerd milionario che ha inventato quel gioco di ruolo incasinatissimo e abbastanza scemo? Ha vinto una competition! Ti aveva in simpatia… intervistalo!”

Ho passato 2 ore e 1/2 a cercare a telefono il Nerd milionario… dopo tanti tentativi lui mi risponde: “PRONDO!?” 

Godot 😯 Ehm.. Nerd milionario?

NM: Zi… zono io! Ghi è? 

Godot: 😯 Godot…la giornalista… ma tutto ok? Ha una voce strana… (mi sarei pentita amaramente di questa domanda superficiale! 😥 )

NM: Zono raffreddado… zoffro dando… dandissimo… colpa dei convegni… hanno l’aria condizionada al mazzimo… e io non zoppordo l’aria condizionada! Zoffro… zoffro dando… dandissimo! 😥

Godot: Ehm… mi dispiace … ma… 

NM: Za cosa è peggio?

Godot: No?

NM: La gende non capisce quando zoffro! (Quando non so se fosse “quando” o un “quanto” raffreddato… mah!) 

Godot: Ehm… si… mi spiace però…

NM: Ho prezo due confezioni di Dachipirina… eppure ancora niente… ho bevuto tea con il miele… niente… zoffro! 

Godot: Ehm… si… però… la chiamo per la competition XXX … è vero che ha vinto? 

NM 😥 Non me ne parli… abbiamo perzo… ma raffreddado come sono ho sbagliado… e ho mandado il comunicado sbagliado… quello che avevo preparado in caso di viddoria e non quello in caso di sconfidda o piazzamendo!

Godot: EHM! OKEY! Allora magari la chiamo più in là così mi aggiorna sulle ultime news…  mi raccomando guarisca presto! 

NM: Lo spero… lo spero davvero dando! Dandissimo! 😥

E quando ho riferito al capo dell’errore il capo ha risposto: “E perchè non hanno vinto?” … il mio sospetto? Gli organizzatori hanno voluto tenere il nerd alla larga! Tzè! 

Ero quasi al sicuro… da tutto e tutti… ero pronta a sorbirmi la mia querela… ad affrontarla con coraggio supplicando in ginocchio l’azienda di querelare il direttore o il capo invece di me… quando… 

… quando… 

GGGGOOOODDDDOOOOTTT!!

Un altro capo mi chiama… “Devi intervistarmi questo performer eccezionale… è un tipo fantastico che ora viene in tour anche dalle nostre parti. E’ uno degli artisti più famosi del suo genere… gettonatissimo… richiestissimo… amatissimo. Al sud viene veramente poche volte…”

Godot: Ehm… scusa ma questo nome non mi dice niente. Cosa fa nella vita? 

Altro capo… LO SPUTAFUOCO! :mrgreen:

Godot 😯

Allora ditelo che le cose più strambe le assegnate a me… lo fate apposta! >_<

Smaturandi… quando il neologismo è “storico”!

Eh sì. Giovani lettori lì fuori… STACCATEVI SUBITO DAL COMPUTER E ANDATE A STUDIARE!!! 😈 Bene. E ora che se ne sono andati… Eh sì… non più giovani lettori lì fuori! Il momento è quasi giunto… un nutrito gruppo di ragazzi si sta appropinquando a dare l’esame di maturità.

ODDIO! Maturità è una parola grossa… chiamiamolo “Esame finale di 5 anni intensi!” 5 anni in molti dei casi passati tra trucco e parrucco, calcio e Xbox, pizze e bizze, amori e dissapori… e tanti tanti tanti tanti orrori ortografici e non che … beh… “Scialla io dico così!” 😯

Già… caro ragazzo/a, però sappi che così al commissario che leggerà il tuo compito d’italiano verrà il coccolone. Un colpo apoplettico. Schiatterà in sala professori lasciando vedova e figli a chiedersi: “Perchè il destino ce l’ha portato via????” Beh sappi che “Il destino” sei tu… SMaturando!

Questa nuova consapevolezza mi è venuta  dando un’occhiata ai termini di ricerca digitati per arrivare al mio blog…

… un rivelatorio “COME SI SCRIVE PUODARSI” mi ha fatto prestare più attenzione all’italiano dei 2 ragazzi + 1 (una cugina alla quale ovviamente faccio lezione gratis e a orari improbabili) che preparo per l’inglese e/o il francese per l’esame di maturità e il successivo test d’ingresso all’università…

Voi chiederete come faccia a esser sicura che sia stato uno SMaturando a cercare PUODARSI

Lo so, sì. Perchè solo un ragazzo ha la sagacia di andare a cercare una cosa su internet… un adulto che non lo sa, prima si lascia andare a sudorazioni fredde di vario tipo e poi fa una figuraccia madornale chiedendolo a qualcuno di sua conoscenza… ma non lo cerca…

… e visto che non è che tu SMaturando non hai chiesto a Mr Google come si scrive esofagodermatodigiunoplastica o anche un più semplice mietitrebbiatrice! allora… beh la situazione è grave!!! Ma grave grave grave grave grave! 😥

E oltre al dettaglio che ho trovato anche tra le parole di ricerca “Riassunto Arosto“… e o è un secondo così sciapito da avere una sola R… o ti sei distratto un po’ troppo in classe! Voi direte che è un errore di battitura…

… beh… spiegatemi allora perchè c’è anche chi ha cercato:

1) “Valletta nata a Malta” … no… Valletta è una città!!! Capisco che siate confusi… ma è una città!!! 😥

2) “Abbraccio di Giuda, tesina”… no… in realtà era un bacio!!! E non c’era nessuna tesina! 🙄

3) “Contro il Timone compito maturità” … no… timoRe con la R. Quello con la N è per il conseguimento del patentino nautico! 👿

E come se non bastasse… poi sono arrivati in ordine mia cugina e i miei 2 studenti… tutti e 3 reduci da un anno di bagordi e con la necessità di “recuperare” nel giro di un mese scarso…

… a questo punto NOTA A MARGINE… anche voi però genitori… non chiamate l’insegnante a fine maggio per far recuperare i figli entro la fine dell’anno!!! 🙄

FINE NOTA A MARGINE! :mrgreen:

Dicevo… i miei 2 studenti + 1! OK! Per non offendere nessuno… un aneddoto a testa! Che poi gli “stracagnerei” l’enciclopedia sulla testa… ma è un dettaglio!

STUDENTE n°1… maschio 20 anni, già ripetente, gomma da masticare all inclusive e  rapporto conflittuale

con lo shampoo, tendenza a mixare calcio e cultura, autori e cantanti!

In un momento di pausa…

N°1: Che poi prufessurè non so che portare come percorso!

Godot: L’argomento che preferisci…

N°1 Il Napoli???

Godot: Magari qualcosa che non porterà mezza classe…

N°1 Cavani???

Godot: Ok. Partiamo dal calcio… ma non puoi parlare solo di calcio… che altro ti piace???

N°1 Guerra e Pace!!! :mrgreen:

Godot 😯 FANTASTICO!!! L’hai letto dunque <- non credeva sapesse leggere…

N°1 No, perchè era taroccato e quindi il libretto non ce l’ho!

Godot: Quale libretto???

N°1 Quello del cd… Guerra e Pace…

Godot: Di quale Guerra e Pace parliamo scusa???

N°1 Del Cd di Fabri Fibra… perchè?

Godot: 😥 pensavo ti riferissi al libro!

N°1 WAAAAA Figata hanno scritto un libro sul cd???

Godot: Credo che si sia lui ispirato al libro!

N°1 Noooo quello è vecchissimo il cd… è STORICO è dell’inizio dell’anno!

Godot 😥

STUDENTE n° 2 (è la +1) femmina 19 anni, non ripetente per grazia ricevuta, testa rasata

da un lato e rosa dall’altro, urla “Non è colpa miaaaaaaaaaaa!” appena le si fa una domanda di storia!

Godot: Scusa +1 ma non ti sembra un po’ disordinata la tesina?

+1: Tanto ora con la forbice aggiusto tutto!

Godot: Con la i!

+1: ForbiCIE…

Godot 👿 SENZA e!!! Forbici è pluraleeeeeee!!!

+1: EH ma non è colpa miaaaaaaaaaaaaaaaaa!!! Quelli mica mi hanno mai detto che si dice così, wà e poi mica fanno caso a certe cose!

Godot: In teoria sei una liceale. una maturanda. dovrebbe essere un dato di fatto che le forbici sono plurali!

+1: Si dice al singolare ora… è un neologico!

Godot 😯 Al massimo neologismo!

+1: Come sei puntigliosa! 🙄

Godot: 😥

STUDENTE n° 3… femmina 18 anni non ripetente, capello  come la + 1 visto che ne condivide il macel… ehm…

il parrucchiere tende a ripetere “Tu sei la cugina della +1” appena sto zitta per più di 2 secondi !

 N°3: Ehm…

Godot: Can you tell me more about the text?

N°3: Ehm…

Godot: Just a little bit… please?

N°3: The author is a man!

Godot 😯 OKEY! Let’s take a little break!

N°3 Ehm.. ma tu sei la cugine della ò1! Vero! Waaaaa anche io volevo una cugina prof… invece la mia fa la parrucchiera.

Godot 😯 Non è che mi ha preso al mercato. Le sono capitata. And then, couldn’t you talk to me in English?

N°3 Ehm! “Hello…” il resto non lo so dire!

Godot 😯

…..

No vabbè… e il resto è anche peggio! 😥 Mi sa che anche a me verrà il colpo apoplettico prima di finire con questi 3! 😥

 

Mosca cieca! Trova il lavoro a occhi chiusi… What HR want?

Lo so… non commuovetevi… mettete via i fazzoletti… 2 post in così poco tempo… lo so… è un’emozione troppo grande…

… non rassegnatevi magari sparirò subito di nuovo!

Comunque. Salve a tutti!!! 😀

E bentornati su questo blog che meno blog non si può! Oggi vi pongo un quesito… (oddio… fa tanto Marzullo dire una cosa del genere)

Che pensano i responsabili alle RISORSE UMANE di tutto il Globo???

No sul serio. Io in quanto precaria, nonostante molti miei colleghi dicano che non posso lamentarmi… continuo a cercare qualcosa di meglio… qualcosa di più… qualcosa che finalmente mi faccia tirare un sospiro di sollievo e dire… “FINALMENTE!!!”

Ma in attesa di ciò, diciamolo, facendo parte dell’immenso e sconfinato popolo della partita IVA mi accontento di tanti piccoli lavori per arrotondare…

… ma… vi sembra facile trovarli??? NO! E ok. Non c’è lavoro. Non ci sono prospettive di crescita. Il mio è un lavoro estremamente settario (e con la scuola presto mi andrà anche peggio) etc. etc. etc.

Il punto è… che io … alcune offerte di lavoro le trovo! Anche perchè dedico a questa ricerca in media 1 ora al giorno!

Il punto è che… le offerte di lavoro sono paradossali!!! Tanto paradossali che… i tipi di offerte di lavoro che ho trovato meritano di entrare a far parte di una delle MEGACLASSIFICHE di questo blog… e quindi ecco a voi…

MEGACLASSIFICA OFFERTOSA… ossia l’OFFERTA CIECA che non ti saresti mai pensato di trovare!

1) Offerta di Beneficenza… la Beneficenza sia ben chiaro… non la fate ai poveri… ma al datore di lavoro. Si deve esser giovani ma avere esperienza decennale, di bella presenza ma non volgari, professionali e… non farsi pagare neanche un soldo! Quasi sempre viene definito STAGE… diciamoci la verità… dopo 3 mesi dall’università… non è più STAGE… è lavoro… anche perchè si fa di tutto. E anche se si porta caffè e si fanno fotocopie… dovrebbero pagarti per portare caffè e fare fotocopie… ah già… ma è Beneficenza… mica un lavoro!

2) Offerta ASPIRANTE… non nel senso che aspiri a lavorare. Nel senso che quando parlano di Aspiranti… che siano giornalisti, traduttori, insegnanti, rugbysti … quando c’è la parola ASPIRANTE significa che… è AGGRATIS!!! Cioè? Non vi pagano… nemmeno qui. Voi vi chiederete dove è la differenza? Ve lo dico io. Qui non dicono di non pagarvi… non vi pagano e basta. Anzi non parlano MAI del compenso. Non è necessaria (ma preferibile) un’esperienza decennale. Non è necessaria (ma gradita) un’elevata professionalità. Ma potete anche aspirare ad avere esperienza decennale  e professionalità… l’importante è che la vostra aspirazione sia Gratuita! Alle volte, addirittura, ti chiedono di essere pagati per FORMARTI… sei aspirante… devi formarti… quindi lavori gratis… e a lato ci paghi il corso di formazione. MAH!

3) Offerta ambigua… anche detta offerta del maniaco dei piedi… o del feticista. E’ l’offerta che probabilmente farà avere un picco di visite a questo blog. E quindi preferisco chiarire… è un blog… non un club di scambisti… ma mi è capitato sul serio. Trovare un’offerta di lavoro che … udite udite… proponesse DENARO… soldi… CONTANTI… dinero… CASH… money! Ehm… scusate l’entusiasmo ma non capita spesso… dicevo? Ah sì. Offre una retribuzione… in cambio… di mettere in mostra piedi o affini! Eh sì. In giro c’è un nutrito gruppo di uomini (ma magari ci sono anche donne) che promettendo massima serietà e professionalità ti chiedono: “Vuoi farmi fotografare i tuoi piedi? Magari a casa mia. Di sera perchè di mattina lavoro… ovviamente massima professionalità e pagamento in contanti!” 😯 Ehm… ora … a parte il fatto che varie di noi sono state sul serio tentate allettate dal miraggio del denaro… ma… OK! I gusti son gusti… ma inserisci questo annuncio tra le offerte di lavoro???

4) Offerta eterna. Capita spesso e volentieri… che c’è qualche addetto alle risorse umane che ti offre lavoro… pubblica un annuncio chiaro. In cui parla di compenso… tempistica… scopi comuni e non… di quello che cerca… e poi? E poi, essendo su uno dei siti più “seri” di trovalavoro tu vedi il progredire del tuo CV (No feticisti… no … Cv è un foglio dove si scrivono le esperienze… non è una pratica bondage! Quindi VIA da questo blog!) Ehm? Dicevo? Ah sì. E vedi che TU, proprio TU stai proseguendo nella selezione… e prosegui… e prosegui… e… vedi giorno dopo giorno i candidati aumentare invece di diminuire… e se all’inizio l’azienda che offriva lavoro selezionava e smistava CV ogni giorno… poi iniziano a farlo 1 volta a settimana… poi ogni 2 settimane …e i CV si accumulano… TU prosegui nella selezione… ma sai… già sai… che la selezione non finirà mai!

5) E infine… OFFERTA CIECA!!! I Responsabili alle Risorse Umane spesso e volentieri si lanciano in ricerche di personale NON BEN DEFINITO… chiedono referenze, nel mio caso copie di articoli già pubblicate su determinati argomenti… chiedono la disponibilità a trasferirsi o a viaggiare, l’esperienza pregressa… idee su determinate cose… ti chiedono se in rubrica hai già i numeri che contano… e intanto… intanto non ti dicono cosa cercano! O “per cosa cercano”. Potrebbero cercare un giornalista, uno chef, una colf a mezzo servizio… tu non lo sai. Così rispondi alla cieca sperando che le risposte siano quelle giuste, e che soprattutto il lavoro sia quello giusto. E così rispondi a decine e decine e decine di offerte… fino a quando… non senti la fatidica frase: “Ah ci siamo scordati di  dirle che abbiamo un budget molto limitato!” … no! Veramente vi siete  scordati  di dirmi tante altre cose…

… ma visto che IO sono quella che cerca lavoro e voi no… direi che per VOI… è solo un dettaglio!

Di Giornalismi e precariati… quando Sindacalista è sinonimo di Capitalista!

Ciao a tutti. Come va?

A me benino… se non fossero per le battaglie intestine (no… non “intestino” quella è un’altra cosa) che si tengono tra giornalisti con contratto a tempo indeterminato… altri con contratto INTERMINABILE vista la loro età che più che rispettabile è da ospizio di campagna… altri a tempo Determinato… da chi sia determinato non so… e poi ci sono i sostituti… i precari… i collaboratori… e chi più ne ha più ne metta fino alla settimaaa generazione! 😯 ehm…

E poi ci sono i sindacati. Già … croce, e mi ritrovo a dire probabilmente meno delizia dell’Italia lavorativa.

I sindacalisti non me ne vogliano ma spesso e volentieri sono al centro di una battaglia tra poveri che non fa altro che dare forza ai capitalisti… spesso corrotti o comunque senza scrupoli… perchè? Perchè per i sindacati non tutti sono uguali…

… quelli iscritti sono più uguali di tutti gli altri  … al secondo posto vengono quelli con contratto  indeterminato che sono meno uguali degli iscritti ma più uguali di altri … poi determinato e così via… fino ai precari…

… e in ultimo, anzi in ultimissimo… anzi direi quasi non pervenuti…  quelli che sono disoccupati… o occupati a intermittenza come capita nel giornalismo con i collaboratori come la sottoscritta! 😥

Già… ora piangiamo tutti per la mia triste sorte … il pianto deve durare minimo 10 minuti altrimenti non vale… massimo 30 minuti altrimenti si rischia di avere gli occhi troppo arrossati per leggere il resto del post! 😯

Comunque… La stessa cosa me la sono ritrovata nel mondo della scuola, mio secondo lavoro, dove i patronati scolastici oltre a dare le info base a tutti, questo sì per carità, scopro molto più informati di quanto facciano sapere alla sottoscritta come ha dimostrato il confronto di “informazioni ricevute” da me e da una mia collega tesserata… entrata una 2 minuti prima e una 2 minuti dopo nell’ufficio dello stesso identico sindacalista!!

E vogliamo parlare del CONCORSO!?!?!? >_< No… ok… meglio evitare… ma mi si spiega perchè anche al Concorso si fa distinzione tra “figli e figliastri”? Insomma… un Concorso dovrebbe essere accessibile più o meno a tutti… ok… non a mio nipote di 5 mesi… ma a tutti gli altri si… ok… nemmeno alla figlia della vicina di casa che ha 7 mesi… ma a tutti gli altri sì… ok… vabbè avete capito! 🙄

Ma voi direte: “Come mai tanta acidità? Che Godot sia diventata uno yogurt intero con lo o,o5% di grassi e tanti fermenti lattici vivi?!” 😯 Ehm. No non sono uno yogurt.

Allora voi vi chiederete: “Che Godot sia diventata una bottiglia di latte intero che si ricorda l’epoca di Garibaldi?” 😯 Ehm. No.

Allora voi mormorerete: “Che Godot sia come la panna acida senza Goulash o Borscht? O come quelle coppette di latte che ti danno negli starbucks che la mucca l’hanno vista solo in foto!?” Ehm. 😯 Ok. Confesso che sto degenerando.

Riassumiamo. Come sapete recentemente ho cambiato redazione. Ma non situazione contrattuale. Collaboratrice precaria ero. E collaboratrice precaria sono rimasta. Dopo un inizio con il botto, visto che sono stati loro a cercare me, mi sono giocata a terno tutta l’estate, rinunciando anche al viaggio che avevo programmato a Londra durante le Olimpiadi, per lavorare lavorare lavorare lavorare.

… tutto bene. A settembre sembrava che mi adorassero. Ma alla fine della seconda settimana di settembre è tornato il rappresentante sindacale del consiglio di redazione. 😯

E dopo un sorriso molto naturale dal quale traspariva la gioia di vedermi lì dopo che lui, gran lavoratore si era fatto 3 mesi di vacanze

Ehm… notate quel meraviglioso fioccho BLU e la camicia arancio!!! 😯 Ehm…

… 😯 no è una somiglianza sconvolgente… voi non potete rendervene conto ma io sì!

Comunque dopo questo meraviglioso sorriso a 89 denti (notate il numero dispari!!!) ha iniziato a darmi battaglia neanche io fossi Batman… 😯 Cioè… neanche io fossi la fonte di tutti i suoi problemi.

Così ho iniziato a defilarmi lavorando soprattutto in esterna. Però dopo 1 settimana circa mi chiamano dalla redazione per dirmi: “Sei sparita? Torna!”

E io torno… e lui ancora più felice

Il giorno dopo mi arriva voce di non andare e lavorare in esterna. Il giorno dopo ancora mi si chiede di fare 8 articoli (no non sto scherzando!) per uno degli inserti settimanali. Li preparo. Li firmo in parte, li siglo in altra parte, li “pseudonimo” in altra parte…

… e il giorno dopo ancora mi arriva la telefonata: “Tu scrivi un po’ troppo!” E poi tanto per fare filotto mi dice anche che sono “vecchia” per essere agli esordi… sebbene lui abbia iniziato quando aveva 2 anni in più di quanto ne abbia io ora… e sebbene io non sia agli esordi come dimostra il fatto che LORO mi hanno chiamato … non sono IO ad averli cercati! >_< 

E poi aggiunge… “E non hai nemmeno parenti che fanno questo mestiere!” … beh… non pensavo fosse una componente… anche se… guardate bene i cognomi dei giornalisti in giro… spesso caso strano si assomigliano… fino all’ultima lettera! 🙄

… scusate… ma si parlano tra loro? 😯 No perchè uno mi dice di fare una cosa e uno di fare un’altra…

… beh due o tre giorni fa comunque ho fatto l’impensabile… ho preso 2 giorni di festa. Il fatto che mi chiamassero da destra e manca per farmi segnalazioni per il giornale è un dettaglio. Il fatto che sia quando ieri sono tornata a lavoro tutti erano contenti è un altro dettaglio. Il fatto che oggi quando sono andata a lavoro mi hanno detto “No meglio che torni in esterna”… mi fa pensare…

… io sarò una stakanovista, sebbene io non sia un krumiro… anche perchè il krumiro con la crisi Alitalia è andato perdendosi nei meandri della Bistefani… ehm… dicevo? Ah sì… ma voi siete completamente pazzi!?!!! 🙄 E molto poco coerenti! Non vi è chiaro? Riassumo:

  • Vogliono prendersi tutti i 3 mesi estivi di ferie… ma non vogliono che li si sostituisca!
  • Vogliono notizie originali… ma quando li si chiama per dargliene dicono “No dobbiamo mettere i comunicati e le agenzie!”
  • Vogliono che non ci sia… ma che ci sia… ma che non ci sia! 😯

Eh già! E questo è tutto… almeno credo! 😀 Ma quel che mi chiedo… ma vogliono che il giornale si scriva da solo? 😯

Battibecchi numero 1, 2 e 3… qualcosa di futile!

Salve a tutti…

eccomi qui… dopo giorni e giorni di internato lavorativo (l’influenza me l’hanno fatta pagar cara!) e dopo un po’ di maretta che c’è stata per una cosa che vi racconterò domani…

… oggi… eccomi qui! Ancora al lavoro, ma oggi finalmente mi sono presa un po’ di permesso per andare a fare shopping… in realtà è shopping matrimoniale!

NOOO! Non temete non sono io a sposarmi… ma sapete com’è… inizia la stagione matrimoniale e i vestiti da cerimonia finiscono!

Così oggi decido di andare a fare spese prima di andare a lavoro (redazione) … e dopo essere andata a lavoro (scuola)!

Recupero mia madre perchè aveva detto ieri a mezzanotte quando mi ha intravisto per la prima volta da giorni: “UH Godot mi hanno detto che c’è un atelier con bei vestiti!”

Ma il posto era in un posto sperduto… così mi sono fatta guidare da lei che conosceva il posto anche se non il negozio!

Arriviamo e… aspettiamo per un quarto d’ora che si liberi la tizia…

… la tizia si libera e saliamo al piano di sopra! La signora poi si gira e dice: “E’ per un matrimonio!” al nostro sì dice: “E dov’è questo matrimonio? Quand’è?! Chi si sposa?”

Godot madre che è un po’ come me le risponde: “Esiste la privacy… lo sa?”

La signora insiste e così… battibecco 1!

Signora: “Ho molti matrimoni!”

Godot-madre: “La sua vita privata non ci interessa… vorremmo vedere dei vestiti!”

Signora: “Che ha capit! Intendo dire che servo molte persone che vanno a matrimoni vari!”

Godot-madre: “Lo spero per lei… è il suo lavoro!”

Signora: “Ma io devo assicurarmi che non ci siano abiti uguali!”

Godot-madre: “Ma non erano abiti unici!?”

Signora: “Unici si… ma ce ne sono di simili!”

Godot-madre: “Allora facciamo che se lei ci trova il vestito noi le diciamo tutto!”

Primo battibecco si è concluso con il punteggio: Signora 0 – GodotMadre 1! Palla al centro! :mrgreen:

Vediamo qualche vestito… me ne provo qualcuno… alcuni sono carini altri no… solite cose… finchè non vediamo sia io che mia madre un vestito… bellooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo! 😯

Chiediamo alla Signora se posso provarlo… ok! Lei prende la taglia… e… provo il vestito… MI PIACE!!! Il prezzo però è un po’ caro… e… e… ha il bordo inferiore, la cintura e la stola bianchi! E la cosa non mi convince… il resto del vestito è colorato, ma può sempre sembrare che uno voglia mettersi in competizione con la sposa mettendo qualcosa di bianco! Così io tentenno… anche mia madre tentenna… il prezzo poi – MOLTO ALTO – ci fa tentennare ancora di più… io sto dicendo il classico “Ma dovrei pensarci un paio di giorni” quando la signora e mia madre ricominciano…

… Battibecco numero 2!

Signora: “Guarda che noi non teniamo da parte nulla!”

Godot-madre: “Non gliel’abbiamo chiesto!”

Signora: “Se viene qualcuno…”

Godot-madre: “Glielo venda… glielo venda”

Signora: “Ma poi sua figlia…”

Godot-madre: “Eh son tragedie che succedono…”

Signora: “No, le va benissimo… io preferisco che se lo tenga addosso un altro po’ ma che poi si convinca… ora se volete scusarmi un attimo…”

Fine battibecco 2… senza punteggio per abbandono di una delle due concorrenti che va a parlottare fuori la saletta di prova mentre io e mia madre ci consultiamo… e la… sentiamo effettivamente parlottare!

Dopo un po’ rientra… sogghignante… e dice: “Allora… io ripeto, è un vestito molto molto corteggiato!!!”

Ed ecco che succede il patatrac… quello che non sarebbe mai dovuto succedere… entra un’altra commessa e dice: “Ma quel vestito… sì quello che ha addosso la ragazza c’è la signora che 2 settimane fa l’aveva provato che lo voleva comprare!”

Mmm… la Signora dice: “Ma lo prova la ragazza e non si convince… certo che se lo vuole comprare la ragazza … beh … lo ha addosso quindi, lo diamo a lei!” poi si gira e dice: “Ti sei decisa?”

Eh già… il vestito era un sogno… non mi convinceva del tutto per via del bianco… ma era molto bello! E voi penserete… ecco che lo compra! E invece ecco le espressioni mie e di Godot-madre che la Signora si è trovata dopo la fatidica domanda: “Ti sei decisa?” 👿 😈 E poi rientra un’altra commessa e dice: “C’è una ragazza che vuole provare QUEL vestito…” e non specifica quale… intende il vestito della discordia!

BATTIBECCO 3!!! La sfida finale!

Signora: “Vedete, neanche a farlo apposta! E’ un vestito d’alta moda la gente lo cerca”

Godot-madre: “Beh, allora vendeteglielo!”

Signora:  “Ma per carità se la ragazza lo vuole comprare!”

Godot (IO!) : “Ma no… ma no… vendetelo vendetelo!”

Godot-madre: “Sì vendetelo vendetelo!”

Signora: “Ma no… la ragazza lo stava provando!”

Godot: “Ma l’ho tolto… e poi ho provati tanti! Non ne vendete più nessuno?!”

Godot-madre: “Coraggio portatelo alla signora!”

A quel momento entra di nuovo la commessa di prima e dice: “Ma quel vestito!” E la signora reagisce con stizza e dice: “VATTENE!” 😡

Ed è lì mentre io rientro in camerino e mi rivesto che sento mia madre dare alla Signora il colpo di grazia… dicendole:

“Signora… noi a differenza di tanti altri… siamo abituate ad andare in negozi BUONI… siamo anche abituate a pagare… e tanto se ne vale la pena… ma sicuramente non siamo abituate ad accettare certi giochini di potere…”

Signora: “Ma no… ma io!”

Godot-madre: “No no io non dico nulla… ma tanto lo sappiamo tutte e 3 cosa è successo… lei ha provato a far la furba e ha perso la vendita!”

Signora: “Ma non ho provato a far la furba… io… dico solo che…”

Godot (cioè IO!) : “Fattooo mi sono cambiata possiamo andare!”

Godot-madre: “Vede!? Mia figlia è come me… ha capito… e lei?! Ha capito!?”

Salutiamo… e andiamo via…

… credo che la Signora sia ancora lì, che piange abbracciata al vestito… peròòò com’era belloooo!!! E pensare che se non avesse fatto la furba, magari solo proponendomi una stola non bianca mi avrebbe convinto!

Comunque non temete… niente panico… uscite da lì, mentre ci sbellicavamo perchè nonostante i toni siano rimasti bassi e mia madre fosse comodamente seduta in poltrona e sorridevamo tutte e due mentre calcavamo la parola: “ARRIVEDERCI” mentre andavamo via… siamo andate in un altro negozio e… tadadadan! C’era un altro vestito di mio gradimento (non bello come il primo, ma costava anche la metà, ma comunque bello!)… ma non l’ho comprato! Mi son girata verso la commessa del nuovo negozio e ho detto: “Ci devo pensare!” e lei (Alleluia!) con il sorriso sulle labbra ha detto: “Ok! Ti lascio il bigliettino così che se ti convinci mi chiami e lo mettiamo subito da parte!!” AH! Così si fa!

Secondo voi ho fatto male?!?! Mah!