My life… o meglio no!

C’era una volta in un paese lontano lontano… anche se era praticamente a 20 minuti di macchina dal centro… una giovane eroina… la nostra eroina… l’eroina si riconosce perchè è quella che passa sempre qualche guaio… a cui non va bene nulla… così che noi abbiamo di che scrivere… sennò che eroina è?!

Comunque… questa eroina si chiamava Godot… toh! Ma che strano nome! Ovviamente Godot era un nome finto… il suo nome era molto più strano… girava voce che si chiamasse Geronima! Qualcuno spergiurava di averla vista firmarsi Attila… ma comunque noi la chiamiamo Godot perchè ci piace!

E mentre questa giovane era avvolta da tutto questo mistero… avete presente la fetente dei tre moschettieri che va sempre in giro con un velo sulla faccia?! Ecco… non c’azzecca nulla… perchè il velo non l’aveva anche se alcuni suoi detrattori l’invitavano spesso…anzi spessissimo a indossarlo! Dicevamo?! Ah sì… questa giovane misteriosa… era così misteriosa che non avremmo avuto nulla da scrivere… visto che non avremmo saputo nulla al suo riguardo… finchè… lei non decise, per combattere quella solitudine che la coglieva nell’ora della merenda dei ragazzi… di affiliarsi a una setta… Questa setta… che si chiamava la “Setta dei Sette Precari”… raggruppava tutti gli insegnanti precari della zona… ok! Forse non erano tutti… ok… erano solo 7… ma fossero stati di più il nome non sarebbe suonato altrettanto bene! All’interno di questa Setta… c’erano riti segretissimi… quali: “La compilazione compulsiva del registro”… “La celebrazione del solstizio del secondo quadrimestre”… e soprattutto… “Il sacrificio del gesso espiatorio”… cosa ne veniva da questi riti?! Vi chiederete voi… NIENTE! Nemmeno una lira… un euro… uno yen…etc.etc. o non sarebbero stati più precari… ma quante belle ulcere che riuscivano a conquistarsi con tanto impegno e determinazione…

Comunque… un giorno… Savonarola… sempre lui… decise di annientare questa setta… forse era un preside e non Savonarola… ma era uguale uguale… quindi?! Quindi… dopo che tutti gli altri precari furono messi al rogo… davanti al provveditorato… e dopo il rogo… non contenti… furono costretti a ritrattare la loro fede di precari… senza risultati visto che erano stecchiti e arrostiti… dicevamo?! Ah sì… lei si riuscì a salvare… spacciandosi per giornalista… ma questa è un’altra storia… o meglio no! E’ sempre quella… infatti…

… Infatti… nel corso delle sue giornalistate… pseudogiornalistate… la nostra impavida Eroina “Sì come no!” forse era questo il suo nome… comunque… la continuiamo a chiamare Godot… conobbe un tale… che tale non si sa… comunque si sa che da cosa nasce cosa… e alla fine mentre continuava a rifiutarsi a dedicarsi alla cronaca nera… fu la cronaca nera che si dedicò a lei… come?!

C’era un tale… sempre lo stesso “tale”… che conoscendo la nostra eroina… giusto perchè era a conoscenza del fatto che lei fosse un’eroina… quindi doveva avere qualche guaio… o sarebbe stata squalificata dalla gara tra eroine di blog… decise di cambiare lavoro… così mentre prima il tale un tal Samuel, faceva lo psicopatico, anche se sui documenti per modestia aveva scritto “psicologo” (o forse era il contrario!?) decise di cambiare lavoro, come avevamo detto… diventando Serial-Killer!

Il lavoro di Serial-Killer si sa richiede un grande impegno… lo sapeva anche Samuel che quindi tentò di farsi strada… così decise, in quanto Serial-Killer di scegliere la sua categoria di vittime, perchè il Serial-Killer ha sempre una categoria di vittime, e il suo modus operandi, perchè il buon Serial-Killer ha sempre il suo modus operandi… voleva scegliere le eroine dei post del blog… fortuna che un colloquio con la nostra eroina gli fece cambiare idea… allora decise di uccidere tutti i figli del milite ignoto… che in gioventù doveva essersi dato un gran da fare!!! Il modus operandi?! Decise di farli morire di noia… eh già! Ora gli serviva solo la prima vittima… così si recò davanti a tutte le tombe dedicate ai militi ignoti… ma erano ignoti… così ignoti che nemmeno i figli sapevano chi fossero…

Finchè… non conobbe l’unico figlio di milite ignoto consapevole di essere figlio di milite ignoto… chi sarà mai?! Riccardo potrebbe a questo punto alzare il dito e zombettando esclamare:

“Io lo so IO lo so Io LO so Io lo SO!”

Ma non sarebbe valido visto che questo post l’ha chiesto in qualche modo lui… o meglio no!? Ovviamente il figlio ignoto del milite ignoto era l’ignoto editore… quale editore?! Ovvio… l’editore ignoto!

Comunque… fatto sta che Samuel, il buon Serial-Killer riuscì nel suo intento di uccidere il figlio del milite ignoto grazie al suo modus operandi, ossia la noia… e dopo uno sbadiglio l’editore schiatto tra atroci sofferenze!

E la nostra eroina?! Boh! Temo che fosse un’eroina un po’ pezzottata/taroccata… insomma… un’eroina a tarallucci e vino! Tanto per essere chiari… o meglio no! Perchè di chiaro in questo post non c’è proprio nulla! Ma infondo ci piace così! O meglio no?!

The End o meglio no?!

Questo post fa parte ancora del Jukebox… dopo che il gentilissimo Riccardo è corso in mio soccorso dopo l’attacco di blocchite acuta… accorrete gente… accorrete! E chiedete o meglio richiedete post folli/seri o come vi pare! L’importante è che chiediate il più possibile!

La Signora in Giallo presenta… Come dare buca a Piero Angela!

Potremmo definire questo post appartenente alla categoria Jukebox… visto che anche se non chiesto palesemente… dovrebbe comunque tornare utile alla vita sociale di Psicosito!

Comunque… c’era una volta… in un paese lontano lontano… la Signora in Giallo! La Signora in Giallo che portava abbastanza male, dato il buffo binomio: Festa/omicidio… nel senso che ogni volta che andava a una festa c’era un omicidio… andò per l’appunto a una festa! 😯 E mentre tutti gli invitati non bevevano e mangiavano per paura di venire avvelenati… non parlavano tra di loro per paura di essere poi incolpati di qualche omicidio… non ballavano per timore che il lampadario di cristallo di boemia gli cadesse sul cranio… non facevano praticamente nulla… la Signora in Giallo si rivelò l’anima della festa… anche perchè gli altri erano immobili quindi!

Fu tanto il suo fascino quella serata che un uomo se ne invaghi follemente… era Piero Angela… l’unico oltre la Signora in Giallo a non stare immobile… perchè lui con i cadaveri ci faceva i servizi speciali di SuperQuark… a circa 100 anni dopo la morte… ma era un uomo paziente!

Così paziente che l’avvicinò e le disse:

“La Signoras in Giallos è una specie rara e altamente iettatrice che porta male a chiunque abbia qualche scheletro nel cassetto/armadio/bagno… e si rechi a qualche festa… infatti questo individuo diventa subito: “Individuos stecchitus grazies alla presenTia della Signoras in Giallos al Partyus dellittuosus!” Onde però evitar confusioni, cari amici di SuperQuark… vi dirò che la Signoras in Giallos a me piace un sacco anche per quel suo aspetto leggermente mummificato che mi ricorda tanto Tutankamon!”

E dopo questa bella chiacchierata le chiese di uscire… pazientemente perchè si sa che Piero Angela è un uomo paziente…

Era un uomo paziente… ma vivo… quindi alla Signora in Giallo interessava ben poco… così poco che decise di dargli buca… rifiutando e bocciando le sue numerose richieste di “appuntamenti galanti”… a.k.a. “Rendez-vous!”

Non si sa perchè non volesse cedere alle “Lusinghe” di Piero Angela… forse il suo paragonarla alla mummia di Tutankamon l’aveva messa in imbarazzo… forse il chiamarla iettatrice aveva fatto sì che si montasse la testa… fatto sta che non voleva saperne di uscire con lui… così convocò tutti gli invitati alla festa nella biblioteca e cominciò:

“Miei cari qui, in questa festa è stato commesso un invito! E a commettere questo invito chi è stato!? Potremmo supporre che sia stato lo sceriffo… che mi ronza sempre intorno e che sembra non avere famiglia sua… e allora io potrei accettare per dover parlare di tutti i delitti commessi… Potrebbe essere stato il dottore… e visto che ho un’età un appuntamento dal o con il dottore mi fa sempre comodo!

Nel caso però… che sia stato Piero Angela… sono costretta a rifiutare dato che:

1) Quella sera devo fare da babysitter al figlio del fratello del cognato del cugino della sorella della mamma di mio nonno!

2) Quella sera devo scrivere l’ultimo capitolo del mio ultimo libro giallo dal titolo: “Chi ha incastrato Roger Rabit!”

3) Quella sera devo farmi la manicure!

4) Quella sera ho lezione di Yoga… dopo la lezione di Yoga ho lezione di Yomo… ossia come si fa lo Yogurt!

5) Quella sera ho già un appuntamento con lo sceriffo… dopo con il dottore… richiama di qui a 5 anni… e forse riesco a liberarmi per 5 minuti!

6) Quella sera devo piangermi addosso perchè sono appena uscita da una storia importante che è finita male quando Lui, il maggiordomo, è stato arrestato per l’omicidio di una mia cara amica che aveva dato una festa in casa sua e sai com’è…

7) CofCof! Quella serà avrò l’influenza! E anche la tosse e il mal di gola… quindi non posso proprio uscire con te!

8) Quella sera verrà a trovarmi l’omino occhialuto… ci siamo messi d’accordo 5 minuti fa… se l’avessi saputo prima che volevi invitarmi a uscire … non avrei mai accettato… ehm… di uscire… ehm… vabbè!

9) Quella sera non esco perchè alla TV trasmettono SuperQuark… non me ne perdo una puntata!

Quindi caro Piero Angela sono costretta a rifiutare il tuo invito… ma come mi dispiaceeeeeeee!!!!”

Il povero Piero Angela allora giratosi verso la telecamera… anche se in realtà non c’era… disse: “Questa è l’ultima fase della mutazione genetica in Homos Scaricatus con un bernoccolus sulla frontes dopo quel palus che ha presus!”

Stava andando a casa… afflitto quando all’improvviso si udì un urlo… la padrona di casa era stata trovata morta… tutti incominciarono a preoccuparsi di essere condannati… ma la Signora in Giallo si fece largo tra la folla e disse:

“Nonostante il suo non mangiare o bere per ore potrebbe portare alla conclusione che sia morta per disidratazione e fame… io so già chi è stato! Ovviamente il maggiordomo… quindi arrestatelo!”

E così mentre il maggiordomo veniva ancora una volta arrestato… e La Signora in Giallo si “ciaciava” nella sua gloria… Piero Angela sparì all’orizonte… come fanno i cowboy che hanno preso un palo dalla ballerina del Saloon nei film western, con tanto di musichetta in sottofondo… e intanto pensava: “Signora in Giallo chissà se alla prossima festa riuscirò ad avere il tuo numero!?”

Delitto a Carnevale… ogni scherzo vale per la Signora in Giallo!

Oggi… è l’ultimo di Carnevale… quindi preparatevi gente… per strada vedremo belve feroci quali leoncini e tigrotti… di solito di meno di 2 anni! Pirati e banditi… dai 3 anni ai 6 anni! Ninja e cowboy dai 7 anni ai 10 anni! E chi più ne ha più ne metta! Eppure da bambina… si sa che non ero troppo normale… questo giorno mi metteva una tristeeezzaaa!! Ma una tristeeezzaaa… che non potete rendervi conto! Why?! Semplice… tutta colpa di una maestra che disse una frase del tipo: “Oggi è il giorno della morte di Re Carnevale!” 😯

Ora io… creaturella all’epoca alquanto bizzarra… pensai e chiesi… “Chi l’avrà ucciso!?” La maestra mi corresse e disse: “No si è ucciso da solo con il troppo mangiare… per questo mangiamo tutti tanto in questo periodo!” Mmm… al momento non chiesi altro… perchè tutti si raccomandavano di non fare domande troppo strane… ma oggi… se quella maestra per puro caso dovesse passare dal blog le chiedo quello che avrei voluto chiederle allora:

“Non capisco… è morto lui abboffandosi e dobbiamo schiattare per questo anche noi?! C’è qualcosa che non mi quadra mi sa tanto di un suicidio montato ad arte per dissimulare quello che in realtà… è un OMICIDIO!”

Verifichiamo i fatti… c’è la scena del delitto… ossia la tavola… dove è stato trovato Re Carnevale… morto (oh ma com’è allegro questo post!) Arriva la polizia da telefilm e con il gesso disegna la sagoma… poi si porta via il cadavere per fare i suoi “accertamenti”! La polizia… arriva alla conclusione che sia stato un suicidio… ma in realtà…

Fortuna che di passaggio c’è La Signora in Giallo… che probabilmente è solo una bambina vestita da Ape Maia… di qui il giallo… ma per quanto possiamo saperne noi… potrebbe essere anche La stessa Signora in Giallo a essersi vestita da Ape Maia… (brrr… non so perchè mi vengono i brividi al pensiero! E pensare che se i traduttori fosseo stati più fedeli al titolo “Murder She Wrote” tutti questi equivoci sul “Giallo” non ci sarebbero!) Comunque… ovviamente la Signora in Giallo era parente della vittima… e qui tutti ci chiediamo ancora una volta… “Ma portasse male essere imparentato con la Signora in Giallo?! No, perchè muoiono come mosche!”

A questo punto l’Ape Maia vestita da Signora in Giallo… o forse era l’opposto… prende in rassegna i sospettati:

1) T come Tigro… che zombettando zombettando potrebbe aver fatto andare di traverso la castagnola a Re Carnevale… ma T come Tigro ha un…

… Alibi! All’ora del delitto la mamma gli stava cambiando il pannolino!

2) Cenerentola… che mollata dal principe che le ha preferito una cubista… ha cercato di sposare Re Carnevale… cucinando di tutto un po’ e facendolo così “annozzare!” letteralmente… ma anche lei ha un…

…Alibi! All’ora del delitto i topolini le stavano prendendo le misure per un nuovo vestito!

3) Samuel… maschera amata da tutti i bambini psicopatici… potrebbe aver tentato di psicanalizzare Re Carnevale… spingendolo così a mangiare per la depressione… e morire… ma anche Samuel ha un…

…Alibi! All’ora del delitto stava rompendo le scatole a Godot!

4) Il poliziotto… o anche il carabiniere… dipende da che disponibilità c’era al negozio… è armato! Ma anche lui ha un…

…Alibi! All’ora del delitto stava sparando  a qualche nonno che faceva finta di morire!

5) Il nativo Americano… perchè chiunque ha visto un film western sa che DEVONO essere cattivi! Peccato che anche lui abbia…

…Alibi! All’ora del delitto stava legando il nonno per dargli fuoco dopo cena!

6) Il cowboy… lui DEVE essere buono… ma Re Carnevale per quanto ne sappiamo noi poteva benissimo essere il capo dei Sioux! Ma anche il cowboy ha un…

…Alibi! All’ora del delitto stava prendendo al lazzo il cuginetto “nativo americano” mentre questo legava il nonno!

7) Il personaggio dei cartoni animati… con la sua arma segreta qualunque essa sia… potrebbe benissimo aver ucciso il povero Re Carnevale… ma lui ha un…

…Alibi! All’ora del delitto era in TV per un’altra puntata del suo cartone!

8) Omino occhialuto… il costume più amato dai bloggers e affini… avrebbe potuto accecare Re Carnevale con il riflesso del sole sui suoi occhiali, il povero Carnevale allora si è fatto andare di traverso quello che mangiava morendo sul colpo o quasi… ma non è possibile perchè anche lui come tutti gli altri ha un…

…Alibi! All’ora del delitto stava comprando un altro paio di occhiali!

9) Il pirata BarbaNera BarbaBlu BarbaRossa BarbaMulticolor (sempre secondo la disponibilità del negozio!) con il suo uncino potrebbe aver fatto fare al povero Re Carnevale una brutta fine… peccato che abbia un…

…Alibi! All’ora del delitto stava assaltando la nave dell’Ammiragliato… di qualsiasi paese!

10) Barbie… potrebbe aver ucciso Re Carnevale con l’arma da fuoco di Barbie non contenta averlo investito con l’auto di Barbie e averlo seppellito con la Bara di Barbie… ma ha un…

…Alibi! All’ora del delitto stava pedinando Ken che non vuole proprio saperne di pagarle gli alimenti!

11) Ken… pur di pagare gli alimenti a Barbie potrebbe aver ucciso Re Carnevale in seguito a un tentativo di rapina… ma non è possibile… ha un…

…Alibi! All’ora del delitto si stava ossigenando i capelli… scordandosi irrimediabilmente delle sopracciglia che gli rimarranno nerissime!

12) Il ninja… con la sua lama rotante e qualche altra arma ninja per lui sarebbe stato un gioco da ragazzi uccidere Re Carnevale… ma anche il ninja ha un…

…Alibi! All’ora del delitto stava dicendo al suo sensei che in realtà lui è un KOKEN!

Ma allora voi direte: “Era vero che si era ucciso da solo?!” No! Perchè alla Signora in Giallo… anche quando è vestita da Ape Maia non si sfugge… è stato l’ultimo indiziato:

13) IL MAGGIORDOMO! Non sappiamo come e perchè… all’ora del delitto aveva anche qualche impegno… ma è Maggiordomo e in quanto tale il colpevole!!!

Eh! Quante volte volete che la povera Signora in Giallo ve lo ripeta!!! Il colpevole è sempre il Maggiordomo… e se così nn dovesse essere che importa… possiamo sempre fargli credere che la “carcerazione preventiva” sia uno scherzo… e si sa che a Carnevale ogni scherzo vale! No!?! 😉

Pronti… partenza… via! Vince chi…

Eh già… sono un pochetto preoccupata per la gita di domani… per diversi motivi:

1) Riusciranno i nostri eroi (ossia io e il prof. di ed. fisica) a non perderci i nostri studenti?

Vince chi… se ne perde di più e nei modi più originali… io ho già in mente di pedermene un paio lanciandoli nel bidone di latte appena munto!

2) Riusciranno i nostri eroi (ossia io e i ragazzi) a non farci coinvolgere dal prof. di ed. fisica nei suoi balli latino americani…  HITS di tutti i viaggi in pulman con il suddetto?

Vince chi… riesce a far credere al prof. di ed. fisica che il mal d’auto sia una nuova mossa del meneito!

3) Riusciranno i nostri eroi (ossia io e il prof. di ed. fisica) a non far taccheggiare tutto il taccheggiabile al bullo di seconda?!

Vince chi… riesce a far istallare alla fattoria biologica un metal detector e il segnalino anti-taccheggio su tutte le mucche!

4) Riusciranno i nostri eroi (ossia io… e tutte le mie personalità!) a non strangolare il prof. di ed. fisica quando questo ci dirà (sempre a me e a tutte le mie personalità) che si è perso 50 pargoli su 30!? (No…non mi sono sbagliata… proprio 50 su 30… segno che si è perso anche qualche ragazzo di qualche altra scuola presente all’agriturismo)

Vince chi… riesce a bere al posto del prof. di ed. fisica il “latte appena munto con stricnina” che gli avrò versato! 

5) Riusciranno i nostri eroi (ossia io e l’autista del pulman) a portare in tempo il prof. di ed. fisica all’ospedale… dopo che MALAUGURATAMENTE… sarà caduto nel concime biologico (bleah) rimanendo senza aria per 5 minuti!?

Vince chi… riesce ad attaccare al collo del prof. di ed. fisica un arbre magique!

6) Riusciranno i nostri eroi (ossia io e i dottori del pronto soccorso) a far assumere all’ospedale George Clooney nei panni del dottor Ross?!

Vince chi… riesce a farlo passare per un sosia del noto attore e a fargli dire qualcosa di più di “What else”… BONUS per chi riesce a convincerlo a sposarmi! *____*

7) Riusciranno i nostri eroi (ossia io e il redivivo prof. di ed. fisica) a tornare sul pulman senza rimanere a congelarci fuori l’autobus mentre l’autista finisce di farsi la sua pennichella di 5 ore!?

Vince chi… convince il bullo di seconda a fregare le chiavi del pulman all’autista così da poter partire senza svegliare il suddetto autista!

8) Riusciranno i nostri eroi (ossia io e il misterioso omino occhialuto) a far infiltrare il suddetto omino occhialuto in un altro post?

Vince chi… capisce perchè a volte compare e a volte no!

9) Riusciranno i nostri eroi (ossia io… e solo IO) a non farsi trascinare sull’orlo di una crisi di nervi!?

Vince chi… boh! Ai posteri l’ardua sentenza! (badate bene ai “Posteri” e non ai “poster”… come dice ogni volta il bullo di seconda!)

Suspance: Quei loschi figuri di qualche mese fa!

Oggi a casa Godot è arrivata una telefonata.

La telefonata era niente di meno che della cugina della suddetta Godot! Le parole sono state telegrafiche:

“Hanno trovato W.”

A Godot è scappata una lacrima… per la commozione… e poi ha chiesto: “Come sta? E’ tutto intero!?”

Alla risposta affermativa… alla conferma dell’amico W. rimasto illeso da quell’evento terribile… la cugina e Godot si sono lasciate trasportare dalle emozioni… scoppiando in una clamorosa risata! 😀

Dite che non capite di che parlo? Non è che sia una novità… ma per darvi una chance di comprendere… è meglio fare un salto indietro… a Novembre!

(se questo fosse un film e non un blog… ora ci sarebbe un minimo di sfumatura ad indicare il flashback!)

Godot e la cugina di Godot che chiameremo d’ora in avanti “mammina” (essendo da un anno diventata mamma) sono state sempre molto legate… così quando “mammina” ha convinto il coniuge ad occuparsi del pargolo per una sera… lei e Godot sono andate a spasso per negozi e poi al cinema facendo tappa per uno spuntino, dopo che Godot aveva sapientemente nascosto il suo catorcio nel garage della cugina e questa aveva deciso di scarrozzare entrambe in giro… serata divertente… era un anno che “mammina” non si allontanava per più di 2 ore dal pargolo… se non per lavoro… ed aveva proprio bisogno di ricaricare le energie.

Era notte fonda… ma non così fonda… diciamo che erano le 23… circa… quando Godot e “mammina” si ritirano a casa di quest’ultima… dove Godot avrebbe recuperato il suo fido macinino e si sarebbe ritirata nel suo angolo sperduto di Campania… eravamo fuori al suo palazzo… aspettavamo che il cancello si aprisse… quando… QUANDO… due loschi figuri hanno bussato ai finestrini… uno per parte…

8) 8)

Eh già… entrambi con occhiali da sole… alle 23 passate… diciamo che abbiamo subito capito che il giorno dopo “mammina” sarebbe andata a comprarsi la macchina nuova! Godot regisce in maniera molto molto matura dicendo: “NOooooo la macchinaa noooo!” La cugina, “mammina”, invece si raccomanda a Godot di lasciar stare… “usciamo zitte zitte… e andiamo a casa!”

E così fanno… escono… e quelli dicono: “Dateci la macchina!” Noi annuiamo… loro entrano in macchina, mettono in moto quando… quando… dall’ombra… anzi veramente… da vicino ai citofoni… compare CICCIO!!!

Ciccio è il vicino… leggermente sovrappeso, di mia cugina… che inizia a correre verso la macchina… che intanto inizia a scendere verso la strada… e inizia a urlare: “Mannaccia a chi tè muort!” Allora “mammina” e Godot iniziano a fargli il coro e iniziano a urlare e rincorrere la macchina pure loro! A un certo punto “mammina” inizia a urlare “W.W.W.! C’è W. nella macchina!!!” E noi corriamo ancora più veloce… Ciccio intanto correva e si sbellicava dalle risate e con il fiatone diceva: “Non ci posso credere!!! Sto inseguendo dei rapinatori!!!” E continuava a ridere… comunque la macchina era più veloce di noi! Chissà come mai? E alla fine ci ha seminati! Con mia cugina che gli urlava dietro “DABLIUUUUUUU!!!”

W. era nella macchina! Siamo andati dalle forze dell’ordine più vicine, tutti e tre, anche Ciccio… e abbiamo fatto la denuncia! ‘O comandant’ è stato gentilissimo… a sentire i nostri sproloqui… che erano più o meno così!

Godot: Mamma mia… che fregatura… due minuti prima… e saremmo state all’interno del cancello!

Ciccio: Uaneme! MA ci pensate che li ho rincorsi per mezza via XXX!?

“mammina”: All’interno della macchina c’era W.!

‘O comandant’: W.? Chi è W.?

“mammina”: W.? E’ un pupazzo… uno scimpanzè gigante… un metro e 50… maglietta rossa… si chiama W. perchè l’abbiamo comprato io e mio marito negli Stati Uniti durante il viaggio di nozze… lo abbiamo chiamato W. per via di Bush… avevano la stessa espressione poco sveglia!

‘O comandant’: Ho capito…altri segni particolari?!

“mammina”: Si… nell’orecchio c’è un’impronta di manina… sporca di cioccolato… sa com’è mio figlio!

‘O comandant’: No intendevo della macchina!

Godot: Beh… è una XXX normalissima… è nuova non ha ammaccature… però nel retro ci sono gli strumenti di A.? Non è vero?! (chiedo a mia cugina! A. ovviamente il marito)

Ciccio (che tra l’altro lavora con A.): Uanime… se lo sapevo correvo più forte… Comandant’!

“mammina”: Si… poi c’era il seggiolino… e ovviamente il sediolino di mio figlio… dove era per l’appunto seduto W.!

‘O Comandant’: E i ladri… li avete visti!

Godot: No era buio… avevano il berretto calato in faccia e gli occhiali da sole… poi sono stati velocissimi…

Ciccio: Confermo… non sono proprio riuscito a stargli dietro (e intanto rideva!)

‘O Comandant’: Accenti?

“mammina”: Non mi pare…

Godot: Neanche a me!

Ciccio: Per lo meno ho perso due chili!

Vabbè…in poche parole… denuncia fatta… tornate a casa… con Ciccio che continuava a ridere… anche noi ridevamo… perchè vedere Ciccio correre è stato un avvenimento!

Qualche ora dopo hanno tentato il cavallo di ritorno… ma noi li avevamo denunciati e quindi è andata male!

Poi stamattina… la telefonata… le forze dell’ordine hanno trovato la macchina… scassata… con molti pezzi in meno… ma soprattutto… hanno ritrovato W.! W. è rimasto per lo più illeso… temiamo che ora possa soffrire della sindrome di Stoccolma… ma dopo che le forze dell’ordine avranno finito potrà tornare a casa… all’amore della sua famiglia!

La cosa che ci ha fatto ridere… è che spesso le macchine, gli oggetti rubati non si ritrovano… eppure a noi, o meglio a mia cugina… è successo e non è neanche dovuta intervenire la Signora in Giallo… Ciccio ne sarà felice… W. è salvo! 😀

A.A.A. Cercasi saldo accessoriatissimo con mastercard!

Si salvi chi può! Mamma mia che folla! Ebbene sì gente! Sono appena tornata da una drastica mattinata di SALDI! Diciamoci la verità ogni antropologo prima di dedicarsi a qualche sperduta tribù aborigena dovrebbe studiare usi e costumi dell’acquirente in saldo! Non nel senso che ti compri l’acquirente al 50% ma nel senso che l’acquirente compra le cose in saldo!

Ovviamente tra i vari compratori possiamo dividere varie “categorie”… eccole qui!

1) Acquirente previdente… è amico di tutti i negozianti! Passa il giorno prima dell’inizio dei saldi e commenta: “Bello quel golfino! ME lo tieni da parte, cara!?” “Belli quei jeans! Puoi nasconderli nel retro! Bella?!” “Bello quel ragazzo… ah non è un ragazzo? E’ un manichino?! Beh non fa niente… mettimelo da parte lo stesso che mi può tornare utile!” Dopo questo “passaggio” previdente… il giorno dei saldi l’acquirente… va… ritira… paga, in saldo! Scavalca la ressa omicida di tutti gli altri compratori e paga con un sorriso a 78 denti… con Mastercard!

2) Compratore della domenica… i saldi li vede solo di domenica… durante il resto della settimana lavora…ed in ufficio commenta… “C’era quel maglioncino! Quel cappotto! Quelle scarpe!”  Ma ha poca speranza di riuscire a comprare qualcosa! Perchè di Domenica escono tutti e prima di avvicinarsi a “quel maglioncino… etc. etc.” deve assicurarsi di essere armato fino ai denti! A volte… riesce a comprare un bottone per il cappotto di tre anni fa… ma è ancora vivo… paga con un sorriso a 67 denti… perchè il cappotto vecchio gli va ancora segno che non è ingrassato… con Mastercard!

3) Il professionista… dottore/avvocato o qualcosa del genere… va per saldi che sembra un manichino… e deve difendersi dalla vecchietta di 90 anni che cerca di strappargli la cravatta per comprarla… in saldo… al figliolo al ventitreesimo anno fuori-corso… ma non deve temere… le commesse nubili lo difendono… sempre che sia stato attento a togliersi la fede dall’anulare… e lo scortano personalmente alla cassa… mentre paga sorride al 52 denti, pochi per lui… perchè ha paura che l’amica della moglie l’abbia visto comprare quel baby-doll per l’amante… con Mastercard!

4) La vecchietta di cui sopra! Dopo non essersi riuscita ad impossessare della cravatta di quello strano manichino umano… decide di comprare al figliolo al ventitreesimo anno fuoricorso… un pigiamINO… un maglioncINO… tutto INO anche la tintura di capelli per il figliolo ha il diminutivo… chiama “care” tutte le commesse nubili… perchè vorrebbe tanto trovare in saldo una moglie per il figlio… e paga sorridendo a 50 denti… grazie alla dentiera e a Maestercard!

5) La vecchietta che avevamo trovato in mia compagnia mesi fa sull’aereo per la Turchia! La belva assatanata di sangue umano! Si è trovata un amante di 70 anni più giovane di lei, professione Steward… lo porta a guinzaglio e lo veste griffato! Quando paga sorride  44 denti… il povero Steward no! Con Mastercard!

6) La mamma di famiglia… donnina amorevole… tramutatasi per uno strano scherzo del destino in una killer senza scrupoli… se ti avvicini al cappottino che voleva comprare per la figliola prima ti soffoca con la sciarpa comprata in saldo al 60% poi occulta il cadavere tra le ciabatte al 20% e presasi il cappotto sotto braccio compare in differente va alla cassa… sorridendo con 36 denti… e guardandosi attorno nella speranza che non ci sia la polizia… con Mastercard!

7) Il padre di famiglia… più che altro è un lacchè! Non sceglie… ha solo le braccia tese in avanti dove, moglie, suocera, figlia, figlio, e a volte anche il cane… buttano tutto ciò che lui andrà a pagare alla cassa sorridendo con 28 denti con Mastercard!

8) Omino occhialuto… cerca solo occhiali che siano in saldo oppure no… non sorride mentre paga con Mastercard… anzi non paga… perchè la commessa accecata dal riflesso di quel pallido sole sui suoi occhiali a specchio è svenuta… e lui ne approfitta per svignarsela!

9) La signora in giallo… compra tutto quello che è giallo… e scopre anche il vostro cadavere tra le ciabatte… incolpa il maggiordomo… che si era appena preso un foulard giallo… lui va in carcere, lei si impossessa della sciarpetta… paga sorridendo con 18 denti… perchè il dentista a sbagliato a farle la dentiera… con Mastercard!

10) Piero Angela… compra tutto quello che c’è dell’era paleolitica… metozoica… periodo edo… e illustra il processo di produzione della seta, del cotone e della lana alla commessa che cade in catalessi. Lui pensa che sia un omaggio alla sua sapienza e va via senza pagare… sorride sempre a labbra chiuse e tutti noi non sappiamo se abbia i denti oppure no!

11) Acquirente Samuel… va a psicanalizzare le commesse che non hanno messo il cartellino con il doppio prezzo vicino ai capi che gli interessano… crede che abbiano il “blocco del cartellino” paga sorridendo con 8 denti… gli altri glieli ha fatti cadere Godot mettendogli lo sgambetto nei camerini! Con Mastercard!

12) Compratore Koken… lui acquista tutto quello che c’è di ninja… poi arrivato alla cassa si ricorda di essere un koken e lascia tutto lì! La commessa è esperta di arti marziali e gli fa un “Paliatone esaggerato”… lui ci ripensa subito e compra quello che aveva preso prima… paga sorridendo con 1 dente…perchè gli altri li ha lasciati alla commessa in ricordo… con Mastercard!

13) Acquirente Godot… si sveglia e pensa di farsi uno zabbaglione di 12 uova per essere in forza… ma non ha le uova e si prende solo il solito caffè… esce agguerrita… guida come Mansell… parcheggia come un abusivo… si commuove alla vista del cartello 70%… si impossessa di tutto quello che le piace… e alla fine va in casa al verde… perchè non ha Mastercard!