Si avvicina la fine… eccovi un post con un bel titolo apocalittico!!!

Ebbene sì… un titolo più apocalittico non potevo proprio trovarlo… beh… certo potevo chiedervi “Una precie” ma… quello sarebbe stato un titolo autoiettante… non apocalittico!

Di cosa parlo? Della fine… di quale fine? Pensate che stia parlando della fine del mondo!? Noooooooo!!! Pensate che stia parlando della fine di un grande amore?! Noooooooooo (anche perchè è un bel po’ che non mi capita un grande amore!) E allora, direte voi, di che stai parlando si può sapere?! Certo che si può sapere! Ehm… vabbè… la smetto e arrivo al punto…

Parliamo di… (rullo di tamburi…) di… FINE DELLA SCUOLA!!! 😯 Eeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee… e che sarà mai!?

Beh… diciamo che non è tanto la fine della scuola di per sè che mi preoccupa… quanto più le due settimane che precedono gli esami e la “vera” fine della scuola!

Ancora poco chiaro?! Beh… diciamolo chiaro e tondo… domani inizia quella che per molti studenti sarà l’ultima settimana, visto che molti di loro si ritireranno a fine maggio!

E che c’è di nuovo?! Direte voi… nulla… ormai più nulla… se non fosse che per tutto maggio ho dovuto lottare per far fare lezione perchè a detta dei ragazzi: “mancano 15 giorni alla fine della scuola!” Eh no!!! E proprio quello che ho detto io!

“Eh no! Ragazzi gli ultimi 15 giorni di scuola sono i giorni di giugno che voi sapientemente vi sgraffignate… ora non dico di non farlo… però… ora non venitemi a far le vittime che stanno sopportando fino alla fine… la fine è a metà giugno…non prima… i vostri 15 giorni anticipati di vacanza e relax… ve li siete già presi da soli… ora non pretendete di non far nulla… solo perchè siamo a maggio!!!” Vero è che i programmi ormai li ho finiti… ma… MA… le interrogazioni, soprattutto per alcune cime di rapa… quelle NO! Ma tanto si sa… che a meno che io non decida di andare sotto l’ombrellone con registro in mano… questi sapienti fuggitivi… non li beccherò mai!!!

Ma non è nemmeno questo… che mi fa avere il tono apocalittico… e nemmeno gli esami che si avvicinano… eh no… ciò che non mi fa trovare pace… è… è… la consapevolezza che almeno 2 o 3 ragazzi per classe verranno fino all’ultimo giorno!!! 😯

SI PREGA DI PRESTARE ATTENZIONE… non sono una fannullona… quindi andrò comunque a scuola… ma avrei preferito una classe piena… fosse stata anche fino ad agosto… rispetto a quei 2 che ti guardano con faccia sconvolta e ti chiedono: “E ora che facciamo?!!” e io che ne sooooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Tenere a bada, e non annoiati 2 ragazzi è molto più difficile che tenerne a bada tanti! Almeno dal mio modesto punto di vista… negli scorsi anni mi sono inventata:

1) Gioco da Tavola… tradotto sapientemente in Inglese… con l’EFFETTO COLLATERALE… che alla fine hanno dovuto pareggiare… altrimenti i 2 presenti se le sarebbero date di santa ragione! (“Santa” sempre perchè siamo ai salesiani!)

2) Il classico Impiccato… sempre in lingua straniera… e con argomento la scuola e noi prof. anche se c’è stato l’EFFETTO COLLATERALE che scrivevano solo frasi ossequiose nei miei confronti… per timore di avere un brutto voto!

3) Lettura di alcuni brani di Poe e Twain… con l’EFFETTO COLLATERALE che si sono spaventati del primo… e non hanno capito il secondo! (Ma voi Twain non lo leggevate alle elementari?! Io sì!)

4) Canzoni e varie con testi in Inglese o Francese… da sentire e cantare a squarciagola… con l’EFFETTO COLLATERALE che arrivò una suora dalla segreteria chiedendo di fare più piano!

5) Il Cruciverbone!!! Rigorosamente in lingua… con l’EFFETTO COLLATERALE che mi ci volle un’ora per disegnarlo alla lavagna!!!

Quindi… a causa di tutti questi effetti collaterali che ho riscontrato nell’ambito di questi tentativi… quest’anno ho deciso di fargli vedere qualche film… Peccato che…

Peccato che… a scuola ci sia ancora il videoregistratore e NON il lettore-dvd… e i suddetti film ci sono solo in dvd… in teoria… ci sono in dvd in teoria… perchè in pratica i suddetti film sono spariti da tutte le videoteche e simili… che siano per il noleggio… e  quindi comunque NON trasferibili su videocassetta… o per l”acquisto…

Ovviamente ingoiato il rospo di dover chiedere al prof. di ed. fisica di usare la palestra… perchè l’unico televisorone è lì ed è intrasportabile… mi sono messa a cercare questi film… e il mio contatto con i ragazzi dei rivenditori dei dvd (specifichiamo… dvd originali… non pezzottati!)… comunque… il mio contatto con codesti ragazzi… è stato del TERZO, QUARTO, QUINTO, ETC., ETC., tipo… 😯 perchè?!

Ho chiesto prima la Bisbetica Domata con Elizabeth Taylor… che io ho purtroppo solo in Inglese… il ragazzo dopo aver annuito mi ha portato “Il bisbetico Domato” con Celentano 😯

Poi ho chiesto Romeo e Giulietta di Zeffirelli… e mi hanno portato quello con Leonardo di Caprio… NOoooooooo!!!

Allora ho cambiato… e ho chiesto sempre qualche film tratto da Shakespeare con Branagh… e mi hanno portato “Look Back in Anger” sempre con Branagh ma che non aveva nulla a che fare con Shakespeare.

Ho pensato… perchè non Frankenstein sempre con Branagh… e mi ha portato The Rocky Horror Picture Show… vabbè… è “liberamente tratto da”… maaaaaaaaaaaa io ho chiesto un’altra cosaaaaaaaa!!!!!

Allora arrivata all’ultima videoteca con molta calma ho detto: “Sapete… sono un’insegnante… magari non sembra… ma è così… devo far vedere un film ai ragazzi… a cui è piaciuto mooltoo Shakespeare… quindi… ma non fa nulla… però… deve essere qualcosa di educativo… magari tratto da un libro… magari un classico!”

E l’ultimo commesso ha annuito e ha detto: “Certo! Che ne dici di High School Musical!” 😯

Ok! Mi arrendo!!! Perchè a questo punto non fargli vedere la Saga dei Puffi!?!?!?

Annunci

La valanga azzurra… così azzurra… che sembra un puffus sciatores!

OoooooooooKkkay! Dopo l’assaggino di ieri… è il tragico momento della verità… della verità sulle mie doti sciistiche! Per comprendere tutto ciò sarà meglio ricorrere a un nostro caro amicooo (e qui parte la querela!) Piero Angelaaa!!!

CLAPCLAPCLAP (sarebbero gli applausi che dovrebbero convincerlo a non querelarCI)

Benvenuti cari amici al nuovo speciale di Super Quark… oggi vedremo riti e abitudini della Godot sciatrice. La Godot sciatrice, il cui nome scientifico è: “Mi scamazzus contro il primo alberus che mi capita davantis!”, è un animale invernale che trova il suo habitat naturale sulle cime innevate. Solitamente migra verso le cime più nevose con un gruppo di “sciatores schiappas!” abili, anche più di lei nell’arte della discesa LIBERA! La Godot sciatrices ha manto Azzurro… con un’unico orecchio sul capo… a forma di ponpon BIANCO… che assieme al manto Azzurro… la fa tanto parere un puffus sciatores… ma non è così… la sua è solo una tecnica mimetica per sfuggire ai predatori locali dal nome scientifico: “Ragazzottis in snowboardus che sfreccianos come pazzus e se scapicollanos a valles perdendosis nella discesas qualche ossos!” La Godot sciatrices poi ha zampe intercambiabili… note scientificamente come “sci presi a noleggius!” che di solito giallo fosforescente o rosso ciliegia non ci azzeccano mai nulla con il colore del manto azzurro della Godot sciatrices. Dopo aver cambiato le sue zampe la Godot sciatrices arriva sulle piste… poi torna indietro di due passi per rialzare da terra una femmina del gruppo “sciatores schiappas” nota scientificamente come “Cuginas di Godotus scivolatas su una lastras de ghiaccios!” Il risultatos è che dopo due secondi anche la Godot sciatrices e un’altra bestia rara nota come “cuginas anzianottas” sono spaparanzate a terra… scivolate dopo il mancato soccorso… ma la Godot sciatrices si rialza… mostrando di essere una Godot tenaces e pure un poco idiotas visto che le conveniva di starsene lì a terra! Ma lei è contenta… è usando la sua velocità simile a quella del ghepardo di mare (noto a tutti come nuotatores coattos con costuminos leopardatos) sale in cima alla pista per poi esibirsi nel suo verso tipico: “MAmma mia quanto è altoooo!” Pure se la cima non è poi così cima… con lei l’animale più GANZO del colle… dal nome scientificos di “istruttores figacciones chissà come mai tutte le pulzelles voglionos far leziones con mes!?” la cui arma di difesa contro le PREDATRICI è il sorriso riflessante… che unito alla neve… acceca tutte le sciatricis truccates e abbigliates per l’abbordaggios uccidendole sul colpo! La Godot sciatrices e 3 sue cugines invece resistono… e mentre i maschi del gruppo si sfracellano allegramente dimostrando tutta la loro vilirità nel non aver voluto prenotare la lezione… loro per paura si attaccano all’istruttores figacciones come fossero polipi di mare! La Godot sciatrices però… camuffa il suo attaccarsi all’istruttore per terrore di sfracellarsi a valle… con la frase: “Me lo compro come souvenir! Fatemi la ricevuta!” Compratasi l’istruttores figacciones… ehm… la Godot sciatrices si ingaggia in una lotta terribile finchè l’istruttores non si fa lasciare… ed ecco che la Godot sciatrices incomincia la sua lenta discesa verso valle… quando… quando… alla prima curva… dal nome scientifico… “Curva infames a me piace il rettilineos!”… la Godot sciatrices come ogni volta che è andata a sciare (3 volte in tutto… 3 volte di 1 o 2 giorni l’uno!) si ricorda che lei e le curve non vanno d’accordo… e così si sfracellas a terras, trovandosi in compagnia di tutte e 3 le sue cugine sfracellatesi prima di lei! L’ipotermia presto porta il viso della Godot sciatrices… ad un blu che fa pendant con il suo manto azzurro… così pendant che non la si distingue più! Facendola diventare Godot mimeticas! Poco dopo lei e le sue cugine… che insieme formano un branco dal nome “scalmanates cadentis!” per la loro abitudine di fare un casino assurdo… rotolano velocemente verso valle… lasciando gli sci dove erano cadute… ehm… all’urlo di “Arrrriiiviaaamooooooo!” e completando la loro evoluzione diventando finalmente la nota “Valanga azzurra!” Moltissime ore dopo la Godot sciatrices e le sue scalmanates cugines… saranno al rifugios… lì appoggeranno gli sci affittati al muro con fare da provette sciatrici… onde poi camminare mezze zoppicanti per sedersi con una certa cautela al primo tavolo libero. Questo gente è il mistero della natura… quando tutto sembrava concluso… la natura ci sorprende con una nuova ed imprevedibile fase evolutiva… quella in “Aspirantes sciatricis color melanzanas grandi consumatricis di Lasonil!”

Beh… diciamo che non è stato proprio così… 😀 Mi sono sfracellata a terra giusto il necessario… e mi sono divertita tanto! Peccato però che alla partenza l’istruttores figacciones si sia rifiutato di farsi mettere nel bagagliaio… uffa… io l’avevo comprato però! Avevo anche chiesto la ricevuta!!! 😉