Un giorno di bastardissima follia!

Eh già… oggi mi sento bastardissima … dentro, fuori e tutto intorno! 👿

Ma non scappate… non sono cattiva … è che mi dis… ehm… 🙄 scusate… volevo dire “Ma non scappate… non sono cattiva… se non mi provocate e mi lasciate stare”.

Avete presenti quei gatti bastardissimi che li guardi e dici: “Oooooh carinoooo che tenerezza…” e poi vi avvicinate e lui vi squarta la mano!?

Ecco… non avvicinatevi e la vostra mano sarà integra… forse! 👿

Che è successo? Sono alla frutta… 25 articoli (e crescono ogni ora) da scrivere entro domenica notte… per essere consegnati entro lunedì mattina…

Considerato che la giornata è fatta di 24 ore… e mi mancano poco più di una settantina di ore… ho meno di 3 ore ad articolo per finire tutto in tempo… senza contare le ore di sonno… e cibo… e “professitudine” di inglese a scuola… e famiglia e … ROMPISCATOLEEEE!!!! >_<

La cosa più divertente è vedere come passano le ore e invece di finire gli articoli da consegnare aumentano…

… e aumentano…

Già… è la dura vita del settore settimanali e magazine… il settore meno organizzato del circondario… abbiamo settimane intere… come facciamo ad arrivare sempre agli sgoccioli non lo so!!! >_<

Ad ogni modo… complice il poco sonno… il poco cibo… e l’alta quantità della rottura di scatole che mi arriva ogni giorno per posta prioritaria da amici e parenti… mi sono scoperta bastarda come non mai… ne volete un paio di esempi?

Eccovi serviti… prima che io mi accinga a rigarvi la macchina come antistress… anzi a questo proposito ditemi dove avete parcheggiato nei commenti!

BASTARDISSIMA BASTARDATA N°1: Certo come no che mi interessa questa cosa inutile che mi stai segnalando! 

Uno dei colleghi più amabili e amorevoli del mondo da sempre segnala le cose SOLO A ME … sempre e SOLO A ME! Perché si fida… e di solito fa bene. Non in questi giorni devo confessare! Infatti un paio di giorni fa mi ha segnalato una delle cavolate più megagalattiche mai sentite… una cosa tipo: “Sai che Micky Mouse si fa i baffi a tortiglione per celebrare l’inizio dell’Expo…

… ora io sono sempre disponibile a segnalare cose… ma … i baffi a tortiglione di Topolino no! In questi giorni così stracolmi di lavoro… e lui lo sa… e lui lo sa… >_<

Ecco che … in un momento di sincerità estrema mi è scappato un “E CHE PALLEEEE I BAFFI DI TOPOLINOOOOO!!!!!” 😯

OPS… lo so… quasi mi piangeva in piazza mercato a Napoli… ma non ci posso fare niente… sono SUPERPRESSATA!!!

>_< Non soppressata… quello è un salume!!! 👿

BASTARDISSIMA BASTARDATA N°2: Spia e lasciami fare la spiona! 

Tra le varie cose di cui mi sto occupando c’è un articolo su una Non-Poco-Nota azienda delle mie zone… oggi dopo giorni e giorni di attesa perché l’ufficio stampa mi rispondesse per fissarmi un’intervista con il presidente… la tizia in questione mi risponde e mi dice: “Ah ma dovevi fare la richiesta almeno 5 giorni fa! Sai la nostra azienda è Non-Poco-Nota! e ci vuole l’autorizzazione dei vertici!”

😈 Con calma serafica le ho detto: “Ma non c’è nessunissimo problema… ” ho attaccato … ho fatto un altro numero e ho chiamato il suo diretto superiore… 😈 30 minuti dopo avevo anche già sentito il presidente… la tizia? Non ne ho idea… ho iniziato con il dire al suo capo che la tizia non solo non mi aveva mai risposto in quasi una settimana di tentativi quando poi non si era nemmeno scusata per non avermi risposto e non si era neanche degnata di “provare” a farmi avere l’intervista…

Una bastardissima bastardata che mi si ritorcerà contro? Non importa… la prossima volta passo l’articolo a qualcuno con una giornata meno stressatissima della mia! 👿

BASTARDISSIMA BASTARDATA N°3: NON SEI IL MIO TIPO!!! Anzi… non sei nemmeno un tipo! 

E in questo tour de force di bastarderia applicata alla mia vita ci è andato di mezzo anche C. C. è un collega decisamente racchio e decisamente gentile…che fa il cascamorto un pochino con tutte… a dire dei colleghi con me in particolare.

No… non è il prof di Ed. Fisica … lui almeno sebbene mignon ha sembianze umane… mentre C. sembra il figlio segreto di Shrek e Capitan Uncino (a causa dei lunghi capelli boccolosi…)

Ad ogni modo C. oggi mi incrocia e come al solito sfoggia uno dei suoi migliori sorrisi… con il tartaro in bella mostra… e mi dice: “TOH GODOT… bello incontrarsi per caso!”

E io: “Mi hai invitato tu alla conferenza stampa!”

C: “AHAH vero… ma l’ho fatto apposta… per rivederci…”

E io: “Meglio non vederci troppo spesso!” 👿

C. “Ah sei un’estimatrice del detto lontano dagli occhi… lontano dal…”

E io: “No… sono un’estimatrice della praticità… ci sono 2 colleghi dello stesso giornale seduti due file più in là!” 👿

C. “OK! lo confesso… ho fatto il furbetto… ti offro la cena dopo per farmi perdonare!”

E io: “No. Non vado a cena con i colleghi…”

C: “E con gli amici? E magari con i corteggiatori?”

E io: “Si … ma ci vogliono anni e molti regali MOLTO MOLTO costosi prima di diventare anche solo lontanamente miei amici! Alla lontana! Oppure bisogna essere particolarmente carini e simpatici… cosa rara!” 👿

C 😥

E un altro scocciatore è andato via! Tzè! 👿

Dite la verità? Avete paura!!! 👿

Non temete… se non mi date altri articoli da fare… potreste anche salvarvi… devo solo passare indenne la nottata…. che passerà domenica a quest’ora! Forse… ma in fondo resterò sempre “Bastardissima Me!”

E ora lasciatemi andare… manca poco all’ora X!

P.S. Dite che sono stata troppo bastardissima? 😯

Le interviste (telefoniche) impossibili!

Dagli autori di “La paura corre sul filo” e del “Postino suona sempre due volte”  un nuovo sconvolgente thriller…

“Le interviste telefoniche impossibili” … la storia di una giornalista che ogni volta che alza il telefono per intervistare qualcuno non sa mai cosa si sentirà rispondere! 😥

Protagonista assuluta Godot nel ruolo di Godot…. comparse varie ed eventuali tra assessori consiglieri parlamentari manifestanti professori ed esperti!

INTERVISTA n°1!  L’ingegnere CONGIUNTIVATO!

Godot: Pronto è l’ingegner tal dei tali?

ING: Sì?

Godot: Sono Godot una giornalista del giornale “TITOLO FASULLO!”!

ING: Ah sì che piacere lo lessi spesso… Dichi mi dichi pure!!!

Godot 😯

Fine intervista

INTERVISTA n° 2! Il dottore PROBLEMATICO!

Godot: E’ quindi come avete intenzione di gestire la situazione?

DOTT: Ah non lo so è un vero Proplema!

Godot 😯 Ehm perchè?

DOTT: Perchè è un Proplema irrisovvibbile!

Godot 😯

Fine intervista

INTERVISTA n°3! Il prof INFORMATICO!

Godot: Certo se preferisce mandarmi il tutto via mail!

PROF: Sì mi dice il suo indirizzo?

Godot: Sì certo, èunindirizzofasullotantoperfareunesempio@gmail.com

PROF: EMAIL?

Godot: NO… GMAIL!

PROF: CCIMAIL?

Godot: 😯 No… GMAIL CON LA G!

PROF: AH il famoso GMAIL!

Godot 😯

Fine intervista

INTERVISTA n°4 IL TESTIMONE OCULARE!

Godot: Quindi lei ha visto l’incendio?

TESTIMONE: Io ero nell’incendio!

Godot: WOW! E sta bene vero?

TESTIMONE: Certo l’incendio era almeno a 1 chilometro di distanza da me forse anche 2!

Godot: 😯 Ma ha visto l’incendio?

TESTIMONE: Ma se le ho detto che ero proprio nel bel mezzo dell’incendio!!

Godot 😯

Fine intervista

INTERVISTA n°5 Il politico ZEPPO-ROTA-BALBUZIENTE!

Godot: So che lei ha fatto delle dichiarazioni forti in merito… me le conferma?

POLITICO: I/Io ve/veVa/veVamente/te §o/§ono n/no a/aanzi §a/§a/§a/§aVò fe/fe/fefe/feVi/feVice diVi/Vipe/Vip/Vi/VipeteVVi tutto!

Godot 😯

Fine dell’intervista… dopo 2 ore e mezza e 4 parole! 👿 

Ma dico io… ma li scegliete con il lanternino i portavoce che ovviamente rispondono SOLO a telefono e non sono mai disposti a incontrarti di persona??? MA insomma!!! 🙄

Ah già… comunque… CIAO A TUTTI! :mrgreen:

Le ULTIME parole Famose!!!

“Domani quasi quasi scrivo un post sulle ULTIME PAROLE FAMOSE!”

Ehm… Erano proprio le ULTIME PAROLE FAMOSE! Ok… non proprio Ultime e non proprio Famose ma dopo quantiiii giorniiii e mesiiii e anni sono tornata??? BOH! :mrgreen:

Comunque Salve a tutti voi passanti e passeggiatrici (ops)

Eccoci al post a più alto contenuto di cazzimma che ci sia… il post in cui la sottoscritta… cioè io… cioè me medesima di persona… rinfaccia a dei poveri morti da 2, 3 o anche una ventina o un centinaio di generazioni… cosa rinfaccio??? Beh mi pare ovvio!

LE LORO ULTIME PAROLE FAMOSE!!!

Perchè al mondo non c’è niente di più umiliante che morire dopo aver detto una boiata pazzesca!!! Non puoi neanche ritrattare o spiegarti meglio! Tzè! E la gaffe peggiore che ci sia… capitasse a me ne morirei… 😯 AH già! Nel caso è evidente che sarei già morta! 🙄

Sembra che Napoleone ad esempio abbia detto “Capo dell’esercito!” 😯 Quale esercitoooo??? Sei solooooo!!! Sei in esilioooo!!! Mah!

Non era sola invece Coco Chanel che alla sua dama di  compagnia disse: “Vedi? E’ così che si muore”… mi domando se la ragazza abbia preso appunti??? 😯

A quanto dicono Oscar Wilde avrebbe detto: “Io e la carta da parati stiamo combattendo all’ultimo sangue… uno di noi deve semplicemente andar via!” Capirete che la carta da parati è rimasta dove era! E chissà che non sia ancora lì… lercia magari… fuori moda di sicuro… ma viva! Cioè si fa per dire!

“Non saprebbero colpire un elefante a questa distanza” …disse John Sedwick il generale Americano alla Battaglia di Spotsylvania… pochi secondi prima di essere colpito da un cecchino! 😯 No ma questa è jella… non c’è altro da dire!!! Anche se tecnicamente, l’elefante in effetti non l’hanno colpito!

Chi invece la iettatura l’ha lanciata a qualcuno è John Adams che morendo disse “Thomas Jefferson è ancora vivo” … ovviamente Thomas Jefferson morì anche lui quello stesso giorno! Credo dopo aver mandato un biglietto di “ringraziamento” alla famiglia di Adams per la iettatura!

E sapete cosa disse pochi secondi prima di spirare Papa Alessandro VI: “Aspettate un attimo” Cosa??? … No sul serio… cosaaaaaaaaaaa??? Non lasciarciiii quuiiii con questa suspance… e invece ci ha lasciati!

E il povero George Bernard Shaw??? E’ morto dicendo “Voglio dormire!” 😯 Evidentemente è stato accontentato… o qualcuno l’ha preso molto alla lettera!!!

Elizabeth Browning invece si sentiva una “Meraviglia”… l’ho disse anche al marito che le chiese come stava… poi schiatto lì due secondi dopo! No ma dico io… capisco che dire “OPS sto morendo!” può risultare banale… però neanche esagerare con l’ottimismo!

Non definirei un pessimista nemmeno Franklin.D. Roosevelt che disse “Ho un leggero mal di testa” prima di collassare… Vede presidente Roosevelt… lei lo chiamerà mal di testa… Tutti gli altri lo chiamano aneurisma! 😳

E vogliamo poi parlare del “Non preoccupatevi non è carica” del chitarrista dei Chicago Terry Kath prima di spararsi accidentalmente con quella pistola… ehm “Non carica”??? Era proprio un tipo sveglio Kath!!! E come mettere un braccio nella vasca con gli squali e dire: “Tanto ci sono solo pesci rossi!!!” 😯

Voltaire invece era parecchio sveglio… infatti pochi minuti prima di morire al confessore che gli chiedeva di “ripudiare satana” disse: “Non mi pare il momento di farsi nuovi nemici!” Eh beh, direi che come ragionamento non fa una grinza! Anzi oserei quasi dire che sono le ULTIME PAROLE FAMOSE più sensate che io abbia mai sentito!!! :mrgreen:

E voi??? Ne conoscete altre ULTIME PAROLE FAMOSE???

Il procacciatore di firme imbustato… e il venditore di calzini imbucato!

Salve a tutti.

Benvenuti a un nuovo fantastico meravigliosissimo strainsuperabile post. 😯 Ok. Dite che sono troppo su di giri… macchè!

Comunque siamo qui per due motivi. Il primo è parlare in prima persona plurale sentendoci più che importanti.

Il secondo è farvi fare la conoscenza di due loschi figuri… che poi più che loschi sono ROMPI… ma questo è un dettaglio!

Dopo l’ennesimo litigio con il sindacalista di cui sopra (anche se essendo un blog dovrei dire di cui sotto… visto come scorre la pagina… ehm… vabbè)  mi sono messa ancora più con la testa e con il pensiero a cercare una redazione più “stabile”… ma questo è un dettaglio… tra tutti questi detagli ecco che finalmente ieri il capo di una di queste redazioni mi chiama…

… è impegnatissimo… è gasatissimo… è nordicissimo! Tanto che quando mi ha chiamato pensavo fosse uno di quei beoti dei miei amici che a 30 anni passati mi fanno ancora scherzi telefonici…

… figuratevi che uno mi “licenziò” telefonicamente non so neanche da cosa… prima di rivelare la sua identità… cari ragazzi… che soffriranno le pene dell’inferno appena mi capiterà l’occasione! :mrgreen:

Dicevo? Ah sì… il tipo … è SUPERIMPEGNATO!!! Così SUPERIMPEGNATO che mi dice: “Possiamo incontrarci al porto alle 8, alla stazione alle 12 o all’aeroporto alle 19”

… ovviamente mattiniera come sono ho scelto le 19! :mrgreen:

Così mi agghindo in stile colloquio di lavoro (ossia professionale ma non troppo per non intimorire … e cose del genere) e vado all’aeroporto…

… arrivo parcheggio… faccio due telefonate… entro nella zona “partenze” e mi avvicina LUI… non il LUI di blogghiful… LUI…

IL PROCACCIATORE DI FIRME IMBUSTATO!!!

vai con la Sigla di SuperQuark!

Il procacciatore di firme imbustato è quell’essere, solitamente di genere maschile, tra i 26 e i 35 anni che va in giro per i punti di ritrovo sin dall’età della pietra… indossa di solito una pettorina di plastica fosforescente… color evidenziatore, e camuffato da evidenziatore cerca di procacciare il cibo per lui e la sua gente fingendosi un attivista…  a difesa delle balene che vogliono dimagrire, dei pinguini che vogliono ingrassare, dei magiordomi che vogliono un giusto processo… e così via… ovviamente lui e la sua gente si nutrono di firme!!!

 Poi saltuariamente cercano anche di catturare la preda… oltre alla sua firma… facendo i piacioni ignari che il loro … per nulla discreto fascino … sia ancor più… per nulla discreto… grazie alla pettorina color uniposca!

Già! Mentre aspettavo il tizio del colloquio ho dovuto sventare prima l’attacco alla mia firma… sebbene modesca comunque mia… e poi alla mia persona… altrettanto modesta e altrettanto mia! Ecco il dialogo che si è svolto appena entrata in aeroporto… con le porte automatiche che facevano ancora FRUSH FRUSH perchè non mi ha nemmeno fatto muovere da dove c’era il sensore di movimento!

PFI (ossia procacciatore di firme imbustato): CIAO!!!! :mrgreen: <- era sul serio il suo colorito… visto il riflesso della pettorina!!!

IO: NOOOOOO!! Non oraaaaaaaaaaaaaaa … ho firmato già tuttooooo!!!

PFI: Non è possibile!

IO: Sììììììììììììì inveceeeeeeeeeeeeee!!! >_<

PFI: Avanti dimmi cosa hai già firmato!

IO: La petizione a favore dei clown dislessici, quella a favore delle suore con i baffi, poi c’erano i cani sociopatici e i gatti psicolabili, le mucche con l’aviaria e i polli con il morbillo!!! (Ehm… 😳 )

PFI: Capisco… ma ti rubo un momento!!!

IO: NOOOOOOOO!! Ho detto nOOOOOOo… e poi ho da fare!!!

PFI: Non vedo valigia… viaggi leggera!

IO: Non viaggio sono qui per un colloquiooooo … devoooo andaaaaaaaaaaaaaaaaaaareeeeeeeeeeee!!!

PFI: OH che bello… ma stai tranquillaaaaaaaa andrà benissimoooo!

IO: -_-

PFI: Dai quanti anni hai?!! <- notate che è cambiato l’argomentooooo!!!

IO: 🙄 Tanti ragazzino… fammi passare!! >_< (era piantato davanti a me!)

PFI: Non puoi averne più di 23!!

IO 🙄 23? E  sarei già a fare colloqui? Non sai che c’è crisi!!! Vuoi firmare la petizione contro i 23enni costretti a fare colloqui di lavoro?

PFI: 24… 25… non dirmelooo non dirmellooooooo indovinoooo indovinooo!

IO: Guarda che non te lo dico… voglio solo passare…

PFI: No… devi averne di più… perchè hai fatto una faccia… come a dire “Figurati!”

IO: No è la mia faccia per dire “VOGLIO PASSARE!!!”

PFI: 28!!! HOOOO INDOVINATOOO CHE BELLOOO HO INDOVINATOOOOO!

IO: No! Se ti dico l’età mi fai passare???

PFI: Noooo non dirmellooooo voglioooo indovinaaaaaaaaaare voglio indovinaaaaare!!!

IO 😥 Se vuoi firmo… ma fammi passare!!

PFI: Macchè figurati… era una fregatura… 29, no???? WAAAAAAAa 30!!! MA non è possibileeeeeeeeeeeeeeee!!

IO: 31… e non fai una bella figura a dire che era una fregatura… mi fai passare?!?!

PFI: MAaaaaaaaaaaaaa è fantasticoooo io ne ho fatti 32 ieriiiiii!!!

IO: Auguri… mi fai passareeeeeeeeeeeee

PFI: Che segno sei?! :mrgreen:

IO:  😯 perchè se te lo dico mi fai i tarocchi???

PFI: Bwahahaaha sei simpaticaaaaaaaaaaa!!!

IO: GRAZIE … anche tu, ma posso andarmeeeeenee????

PFI: OK!!! Salutami quando vai via!!! ^_^

IO: CEEEEEEEEEEEERTO 🙂  <- notate la grazia che dimostro mentre mento spudoratamente!!!

… e infatti finito il colloquio me ne sono andata allegramente!

E poi stamattina … il secondo incontro del terzo tipo… in meno di 24 ore… ero al parcheggio vicino alla stazione… cercando una macchinetta per il pagamento automatico quando mi vedo chiamare da un parcheggiatore… lo riconosco dalla pettorina con il segno QUICK PARKING!

Mi indica la macchinetta… io urlo un grazie e vado per pagare… quando alle mie spalle… il tizio con la pettorina con il segno QUICK PARKING dice: “BUh!” :mrgreen:

… e io: “EH!?” 😯 E così inizia il secondo dialogo del terzo tipo

IO: Che c’è?!

TIZIO: Non sono un parcheggiatore… avevano lasciato qui sto coso qui <- intende la pettorina…

IO: EH?

TIZIO: Lo vuoi comprare un paio di calzini da uomo taglia 42?

IO: NOOOOO ma ti sembro un uomo!!
TIZIO: No…

IO: TI sembra che io abbia 42 di piede?

TIZIO: NOOOO!!!

IO: E alloraaaaaaaaaaaaa?!?!

TIZIO: No così perchè sono un affare…

IO: Vabbè quanto stanno…

TIZIO: 10 euro!!!!

IO 😯 Ma che sono di cashmere?!?

TIZIO: No sono di polisterolo!! <-credo intendesse dire di poliestere ma non ne avremo mai la certezza!! Mondo infame!

IO: Guarda che 10 euro da buttare non li ho! Se vuoi tieni 1 euro comprati un caffè… non mi devi dare neanche niente… ma di più non posso!

TIZIO: No figurati… io ho provato, ma non accetterei mai 1 euro così… perchè sai a vita è difficile… ieri ad esempio un signore è entrato qui… mi ha preso per un parcheggiatore <- mi chiedo come mai!!!

IO: EHm… sì…

TIZIO: Poverino ha pagato 89 euro di parcheggio… WANEMA stava quasi per mettersi a piangere… allora gli ho regalato un paio di calzini!

IO 😯 EHm… ho capito… vuoi i 10 euro!

TIZIO: No veramente … mi faceva piacere dirlo… guarda arriva un altro che ha parcheggiato… vedo se mi scambia pure lui per un parcheggiatore… BUONA GIORNATA…

… e così è andato via…

😯 No sono senza parole!! Ma capitano tutti a me!?!?

Di giornalismi… perchè a Blogghiful non è che pettiniamo le bambole…

Buondì a tutti! Son mica qui a pettinare le bambole che poi con il TEMPO mi diventano anche pelate! Eh no… più  che altro in redazione passiamo il nostro TEMPO a questionare! Di cosa!? Di giornalismo…

… andiamo con ordine. Tra un tentativo di approccio da parte di LUI e un caffè con L’ALTRO e una spettegolata con LEI e un anatema inviato ai danni dell’inconsapevole ZOMBIE… ehm… tra tutto questo forse “Non sapete chi sono io!” 😯 ehm… scusate mi è venuto spontaneo citare l’addetto stampa del post precedente che, ieri, in un momento di foga ha esclamato questa cosa a un giornalista che continuava a fare la domanda che lui aveva detto di non fare… ehm… io! 🙄

Comunque… io e buona parte dei tizi che gravitano attorno alla redazione di Blogghiful siamo o precari del giornalismo o praticanti in attesa del passaggio da pubblicisti a professionisti.

Ora, diciamo che io in particolare sono un’insegnante 2 mattine a settimana (contro le 4 dell’anno scorso) e schiava personale dello ZOMBIE ( ehm suona male?! 😯 ) per il resto del TEMPO.

Già… il TEMPO! In teoria il giornalismo ha delle regole d’onore, una missione quasi sociale … ok… io sono proprio Alice nel paese delle meraviglie… che penso ancora agli ideali a 30 anni… ma che volete che vi dica? Spesso mi ritrovo a pensare tra me e me che nel giornalismo ci debba essere qualcosa di utile, altrimenti tutto questo egocentrismo (lo scrivere di tutto e su tutto e di tutti) sarebbe altamente ingiustificato!

Ora proprio su IL TEMPO una pseudo giornalista come probabilmente sono anche io…. ha definito i Napoletani (popolo a cui appartengo) popolo di straccioni.

😯 Di cosa parlava? Della vittoria contro la supersquadra inglese del Chelsea … come si fa a fare un parallelo tale!? Come si fa a esprimere su un giornale un tale pregiudizio senza pagarne le conseguenze? Di chi è parente questa PSEUDO giornalista? Perchè le permettono di scrivere tali cavolate!? Ok… IL TEMPO è un giornale troppo conservatore per i miei gusti… ma in teoria sarebbe un quotidiano storico… un minimo di “mestiere” per lavorarci lo si dovrebbe avere?!

Che prove, la pseudo giornalista,  ha per fare una tale affermazione? Ha verificato le fonti? Che titolo ha per scrivere quello che sembra un articolo di fondo (ossia un’opinione, un commento!?) Ve lo dico io… lei E’ NESSUNO. Fino a quando non ha scritto l’articolo in questione. Poi il web l’ha fatta diventare qualcuno. Ecco… un esempio di EGOCENTRISMO e IGNORANZA fini a se stessi, fini a guadagnare un minimo di notorietà. Un esempio, permettetemi dire di “straccionismo applicato”.

La giornalista, se così si può definire è il tipico esemplare di “bue che dice cornuto all’asino”. Con la differenza che.. non se l’è presa con un asino (tra l’altro simbolo del calcio napoli) … non se l’è presa nemmeno con una squadra (le fedi calcistiche spesso non guardano in faccia a nessuno) … se l’è presa con un popolo. E in maniera anche piuttosto sgrammaticata… alla fine cosa dice? Cosa si capisce di quella sottospecie di articoletto?! Nulla… non parla di Calcio, se non per un breve riferimento alla partita e a “Dieguito”… eh? 😯 “Dieguito”? E chi sarebbe?! Maradona?! Ma se proprio vuoi parlarne chiamalo Pibe d’oro… Dieguito?! a parte che non si scriverebbe neanche così… ma come le è venuto in mente di usare un finto diminutivo?! E’ la sorella forse!?

E poi un susseguirsi di orrori … come detto… l’articolo inizia con un “MA!” … ok… un MA ha il suo perchè…. ma “MA” cosa?! Hai appena iniziato l’articolo!!! E poi espressioni come “Manco” & co. che io manco  morta userei in un articolo! Per dire cosa?! Che tra “camorra” (ok… c’è… è innegabile… ) “disoccupazione” (che nell’articolo sembra quasi appannaggio di noi napoletani… cavolo… è il resto delle persone che protestano sui tetti di mezza Italia?! Ah però quanti napoletani ci sono nel mondo!) l’occupazione nazista… tesoro … te lo dico con il cuore… fascismo e nazismo sono una vergogna per tutta l’Italia… non solo per noi…

… che dire!? Mi sto preparando da un po’ all’esame di idoneità professionale… non potete immaginare quale caterva di libri… su come funziona l’Ordine… la deontologia… addirittura il modo di scrivere (che premettiamo non è ovviamente lo stesso che uso qui insieme a voi amici di blog!) e poi… poi mi cascano le braccia… quando vedo questi scempi…

… e quando vedo Il GIORNALE dire che Berlusconi è stato prescritto perchè non “poteva essere condannato”… 😯 E’ come dire che … no … sono senza parole… ma SANNO che la prescrizione NON è assolutamente una forma di ASSOLUZIONE?!? Sanno che è solo l’ennesimo risultato del giocare a melina con la  giustizia di Ghedini e degli altri avvocati di Berlusconi?! Non so se sperare che lo sappiano… e facciano finta di nulla per i loro porci comodi… o pensare che sono … non mi viene modo per definirli che sia “politicamente corretto”.

Vabbè… sono due quotidiani che hanno opinioni politiche e non solo, diverse dalle mie… ma il giornalismo allora è solo OPINIONE?

… cavolo… io studio per diventare una giornalista professionista e distinguermi dai pubblicisti… ma leggo queste cose e penso tra me e me…

… vuoi vedere che sto studiando per il provino a “LA SAI L’ULTIMA”? Perchè se queste non sono barzellette… non so proprio cosa siano!

 

Forum per una notte!

Sto per vedere RaiX1Notte in streaming…

… il programma di Santoro sarà trasmesso anche da skyNews24 (Murdoch ora mi sei molto più simpatico!) e da RaiNews24 (Mineo mi sei simpatico anche tu!)… per la serie quando c’è News e quando c’è 24 c’è anche Santoro!

Santoro ha tanti vizi, tanti difetti, forse molti gli vengono dal fatto di essere un ex-attore pirandelliano (Pirandello mi sei molto più simpatico!) Ma in assolutooo non si può negare il diritto d’informazione!

Quindi?! Quelli di voi che guardano RaiX1Notte… e hanno voglia di commentare… beh, commentate… questo post per tutta la durata della trasmissione sarà un po’ forum… almeno per una notte!

“Non oltrepassare la linea gialla” VS. “Mind the Gap!”

Ovvero… ecco il posticino sulle regole chiesto dall’aquilotto pennutoso per il Jukebox! L’aquilotto dedica il post alla fatina dicendo: “Ma quale richiesta!? Io ho solo detto che me ne impippavo delle regoleeee!!!” 😡

E quindi per farlo contento…ehm… eccovi un bel post regolamentare! 😯

Le regole sin dall’antichità sono quella cosa che è tanto ma proprio tanto antipatica a noi esseri umani!

Ma chi meglio del nostro caro amico (EHM) Piero Angela potrebbe spiegarcelo?! E così…

… gli Speciali di SuperQuark presentano…

Non oltrepassare la linea gialla e il suo epico scontro con Mind The Gap”

Cari amici e amiche… nemici e nemiche… amici e amiche dei nemici e delle nemiche… e nemici e nemiche degli amici e delle amiche… sono sempre io Piero Anglea! (EHHM…) Benvenuti a questa nuova puntata di SuperQuark…

Sin dai tempi della pietra… poco dopo che venne inventata la ruota l’homo sapiens era noto per la sua allergia alle regole… la loro era una battaglia contro la regola di tutte le regole… ossia “Non oltrepassare la linea gialla”… così infatti morirono tanti ma proprio tanti homi sapiens… proprio perchè quando leggevano “Non oltrepassare la linea gialla” l’oltrepassavano senza pensarci due volte… e così… cadevano in burroni vari, perchè durante il paleolitico tutti i burroni erano contornati da linee gialle!

I tempi passavano… morivano anche i dinosauri, sempre perchè avevano passato la linea gialla… era una moria generale! Ma chissà come alcuni homi sapiens erano sopravvissuti!!! Evidentemente non avevano mai letto il cartello “Non oltrepassare la linea gialla”… forse non sapevano leggere!

Ma poi fu inventato l’altoparlante… giusto dopo la ruota! E così nelle grandi vallate incominciò a risuonare questa sorta di profezia… un singolare anatema: “Non oltrepassare la linea gialla!” e gli uomini non potevano fare a meno di… oltrepassare… perchè gli uomini si sa quando sentono dire di “Non fare” una cosa… allora DEVONO FARLA!!!

E così passa il tempo… e tranne gli analfabeti e i sordi migliaia e migliaia di uomini cadevano in burroni e crepacci… finchè non decisero di togliere questa linea gialla…

… secoli dopo… fu inventato il treno… e dopo il treno le stazioni… e all’interno delle stazioni i binari, con le rispettiva banchine (con la b non la p!) Ma la gente evidentemente sovraffollava troppo le stazioni… perchè qualche mente malefica decise di… ebbene sì… risuscitare l’antico nemico del mondo… la linea gialla!!!

E così ancora oggi… in tutte le stazioni italiane possiamo notare questi fossili gialli… le linee gialle… e sentire l’eco di quelle antiche minacciose profezie… “Non oltrepassare la linea gialla!” eppure…

… Mi spiegate perchè tutti quando sentono l’annuncio “Non oltrepassare la linea gialla!” inevitabilmente l’oltrepassano… non erano “Oltre” la linea un minuto prima… ma appena lo sentono… ZAC… uno o due passi e sono OLTRE la linea gialla… che sia ancora quella vecchia allergia alle regole?! Probabile… è un’allergia al “NON” che è nel DNA umano!

Voi direte… “E’ italiano… non tutti fanno così!” E invece io vi dico… che il segreto è nel NON! In Inghilterra… infatti è noto, per le magliette etc. etc. il “MIND THE GAP” che si legge e si sente all’arrivo dei treni… ma “STAR ATTENTI” non significa “NON!” e quindi tutti stanno a sentire… è un consiglio… non una regola!!!

E io che sono Piero Angela (EEHHHMMM!) non capisco perchè ho fatto questa puntata di SuperQuark… ah già… mi era stato detto probabilmetne di NON farla! :mrgreen:

Eh sì… Questa era la puntata di SuperQuark… ehhhhhhmmm… e ora una piccola riflessione…

… perchè è vero che siamo più propensi a seguire un consiglio che una regola… vale per le piccole cose come il non oltrepassare la linea gialla… e per quelle più grandi… e allora forse, non sarebbe il caso di far finta che le regole siano in realtà consigli?!

Allora ho un consiglio per i potenti del mondo, consiglio perchè non uso la parola “NON” e non uso l’imperativo:

  • Forse sarebbe meglio evitare di rubare e appropriarsi dei beni pubblici, anche perchè forse così la gente potrebbe apprezzarvi di più…
  • Posso chiedervi di dire la verità?!
  • Posso chidervi di seguire la legge?! Giusto per fare bella figura, mica per altro!
  • Sarebbe carino ogni tanto giocare a fare i politicamente corretti…
  • Divertente anche star a sentire la gente… e accontentare le loro esigente…
  • E’ poi uno spasso mettere in secondo piano i propri interessi… almeno provateci, solo una volta!!! L’avete mai fatto… credo vi potrebbe piacere!
  • Posso consigliarvi di farvi processare se c’è qualcosa per cui si richiede GENTILMENTE il processo?! Sarebbe gentilissimo da parte vostra!
  • Vorrei farvi notare che la libertà di opinione, di stampa, di informazione è importante… voglio solo farvelo notare… nient’altro!

Questi sono i miei CONSIGLI… non sono ORDINI… non sono REGOLE… poi vedete un po’ voi!

Censura?! No, grazie!

 Una breve riflessione prima di ricominciare con i soliti post. Sono una giornalista anch’io… pseudo, per nulla  seria, ma la questione parcondicio sinceramente mi riguarda. Comprendo la parcondicio, veramente, e se una regola c’è la si rispetti… ma la CENSURA PREVENTIVA non è parcondicio, e quanto scoperto grazie a intercettazioni e simili l’ha dimostrato. Chiudere dei programmi interi, perchè hanno idee diverse dalle nostre non è parcondicio… è un cerotto sulla bocca! Una censura che ricorda tanto altri tempi, tempi che si sperava fossero finiti. Quindi?! Beh, non ho fatto nomi, non ho parlato di partiti, sono stata più politically correct di quanto un qualsiasi politico lo sarà mai… però dico NO alla CENSURA!

Polpette vs. Spigole… uno scontro all’ultimo contorno!

Ciao a tutti oggi mettiamo da parte la mia vita sociale (ammesso e per niente concesso che io ne abbia una!!!)

Piuttosto facciamoci una domanda: Ma in che mondo viviamo?! Mentre a Bolzano dei ladri si autodenunciano alla polizia, chiedendo aiuto nei confronti dei derubati… per evitare un paliatone… tipico termine del bolzanese… c’è chi patisce la fame… e c’è chi si abboffa! (Altro termine nordico! Ehm!)

Di che parlo!? Andiamo con ordine… qualche giorno fa si è chiuso il processo contro l’ex comandante delle Fiamme gialle Speciale… che le fiamme gialle forse le voleva usare per cuocere delle spigole (freschissime!) a fuoco lento… dove?! Guarda caso vicino Bolzano!

Il comandante è stato assolto sebbene avesse usato mezzi della Guardia di Finanza per portare delle spigole (sempre freschissime!) in vacanza con lui in motagna… no… spigole non sostituisce il termine escort… spigole è proprio l’alimento! Mi chiedo a questo punto a cosa sia arrivato per avere un buon contorno!? Forse si sarà rivolto alla borsa nera?! BOH!?

Comuque… il fatto non costituisce reato… evidentemente… era a rischio la sicurezza nazionale… e dello stomaco degli invitati alla festa!

E qui casca l’asino… o la spigola… visto il fatto! Ieri sono venuta a conoscenza della notizia più fantozziana che ci fosse…

Una donna di 59 anni, presa da un colpo d’appetito si è mangiata una polpetta… risultato?! E’ stata licenziata! 😯

Ok! La polpetta era del suo capo… e lei segretaria fidata da più di 30 anni avrebbe dovuto sapere che il capo quando ha fame ha fame e non guarda in faccia nessuno! Insomma… avrebbe pure potuto evitare di mangiarsi la polpetta (e un paio di panini… ma la polpetta fa più effetto! Mi domando perchè?!) Questa volta il fatto non è successo a Bolzano… ma a Dortmund, Germania! Mmm… non vi ricorda la scena classica di Villaggio che mangia le polpette di nascosto?! (Totò mangiava biscotti di nascosto nel Ratto delle Sabine ma effettivamente la polpetta fa più effetto!) A me… SI!!!

Ora però mi chiedo… e la giustizia?! La poveretta è stata licenziata, ora farà causa e forse la vincerà… ma… vi pare giusto?!
Insomma… non è tanto una questione di contorni… che la poveretta non ha avuto il tempo di papparsi prima di essere licenziata… la questione qui è: Ma il mondo è proprio sottosopra?!

Estremi in un senso o nell’altro!

1) Ladri che chiamano il 113 VS. Cittadini che non chiamano il 113!

Domanda: Forse avevano una promozione più conveniente con il cellulare?!

2) Spigole VOLANTI VS. Polpette infami!

Domanda: E se Speciale avesse scarrozzato per i cieli spigole… sarebbe stato ancora tanto “Speciale”?

3) E un noto capo di governo che… beh… lo sapete no?! Diciamo solo che il paragone del Times tra la situazione e Animal Farm era più che adeguato! :mrgreen:

Domanda: mmm… rimando alle 10 domande di repubblica!

Questo è quanto… ma insomma… quando torneremo a un mondo “normale”??? Mah!

Notizia dalla “Repubblica che non c’è più!” e dal “Paese dei contrari!”

C’era una volta un paese dove la libertà d’espressione era fondamentale. Questo paese si chiamava “la Repubblica che non c’è più!”… il capo di un paese vicino… il “Paese dei contrari!” decise di conquistare il paese dove non esisteva censura… e dove le menzogne, sebbene esistessero e fossero molto comuni, erano reato.

Il “Paese dei Contrari” invece si comportava come una banderuola… adattandosi all’umore del suo capo… così che se oggi il capo diceva: “E’ un giorno triste” tutti piangevano… se dopo due minuti il capo diceva: “Non ho mai detto che è un giorno triste… perchè è un giorno felice!” tutti ridevano e davano la colpa di quella “fandonia” a un’opposizione che non c’era.

Nella “Repubblica che non c’è più” i ragazzi potevano andare a scuola… senza differenza di razza, ceto etc, etc, perchè l’istruzione era la prima cosa…

Nel “Paese dei Contrari” il capo si era comprato anni addietro una laurea… e così decise che se l’aveva fatto lui potevano farlo tutti… e chi non aveva abbastanza soldi… beh… poteva essere tacciato d’ignoranza… nel “Paese dei contrari” i ragazzi che provenivano dai paesi vicini non potevano andare a scuola… a meno che i loro papà non fossero eroi nazionali… e gli eroi nazionali nel “Paese dei Contrari” erano coloro che andavano in giro con una palla al piede 9o minuti a settimana circa!

Nella “Repubblica che non c’è più!” se si stava male si poteva andare all’ospedale… magari si moriva o non ti si curava… ma almeno avevi  diritto di fare la fila per schiattare in compagnia di un dottore!

Nel “Paese dei Contrari” se avevi il medico privato eri salvo… ma se venivi da un paese vicino non solo non ti si curava… non ti si faceva neanche compagnia mentre schiattavi e per di più ti mandavano a morire in gattabuia!

Nella “Repubblica che non c’è più!”  se non avevi casa eri trattato dall’alto al basso… ma comunque eri definito uno sfortunato… nessuno si avvicinava per darti un tozzo di pane… ma almeno spesso ti lasciavano solo… anche troppo solo!

Nel “Paese dei Contrari” invece non ti si lasciava solo… se non avevi un tetto sulla testa… il tetto sulla testa non ti veniva dato… però avevi diritto a una bella foto segnaletica personalizzata!

Nella “Repubblica che non c’è!” i giornali potevano dire tutto o quasi tutto e i giornalisti facevano il loro dovere o almeno ci provavano!

Nel “Paese dei Contrari” il capo aveva buona parte dei giornali… tranne un paio… giusto per avere 2 testate a cui dare la colpa per le dichiarazioni da lui fatte… ma che poi non avevano valore in quanto smentite…

Nella “Repubblica che non c’è!” chi diceva A e poi B rischiava di essere definito PAZZO! o quantomeno SCEMO!

Nel “Paese dei Contrari” i ritrattatori erano eroi e i voltagabbana persone d’onore!

Nella “Repubblica che non c’è!” se si va con i minorenni si fa reato… quindi se sorge qualche sospetto le forze dell’ordine controllano… e a ragione!

Nel “Paese dei Contrari” no! Ma tanto si è amici dei genitori!

Nella “Repubblica che non c’è!” esisteva una legge chiamata Costituzione, garante della popolazione e dei diritti dell’uomo!

Nel “Paese dei Contrari” si smembra questa legge… per garantire invece i diritti dell’UOMO! Di un solo uomo… il capo!

Nella “Repubblica che non c’è!” le persone di stato e quelle di una certa età avevano un certo rigore… un orgoglio… e i giullari se giovani erano giullari! Se anziani erano vittime di demenza senile!

Nel “Paese dei Contrari” i giullari sono capi… e le persone con un certo rigore sono visionari!

Nella “Repubblica che non c’è!” il lavoro veniva pagato!

Nel “Paese dei Contrari” è un altro tipo di lavoro a venire pagato… anche se i tribunali avrebbero qualcosa da ridire!

Nella “Repubblica che non c’è!” onde evitare un regime dittatoriale c’era un Parlamento… che aveva una qualche voce!

Nel “Paese dei Contrari” il Parlamento c’è… ma non ha voce… è solo un teatro dei burattini!

Nella “Repubblica che non c’è!” c’era libertà d’espressione… io potevo pensarla in maniera diversa da te… e soprattutto mi potevo dissociare da idee malsane… quali le discriminazioni e le ingiustizie!

Nel “Paese dei Contrari” se io non sono d’accordo rischio di “passare un guaio!”

Credo che abbiate capito tutti a cosa e CHI mi riferisco… le mie idee politiche sono sempre state abbastanza palesi… ossia di sinistra… ma certo non sono una bolscevica… almeno nei “modi”, visto che credo nel dialogo… credo però nella libertà d’espressione che sempre più spesso mi viene negata… credo nei diritti dell’uomo… che sempre più spesso vengono calpestati… credo in tante cose… e oggi sembro una folle… perchè in quelle cose non ci crede più nessuno!

Di solito non scrivo di politica… le volte che l’ho fatto si possono contare sulle dita di una mano! Però Stella mi ha segnalato questo… sotto segnalazione di Raperonzola (che devo esser sincera non conosco) e dove è scritto in maniera molto più chiara quanto vi ho voluto dire con questa piccola “fiaba dell’orrore!”

La morale?! SVEGLIAMOCI! O finiremo in gabbia!

prigione221

Sua eccellenza si fermò a censurare!

Ieri vi sarete chiesti chi fosse ***… a meno che non aveste letto la mia risposta al commento di Stellaaa capendo che *** erano effettivamente “gli assessori locali”! E a questo proposito…

BRAVO PSICOSI TU VINTO BAMBOLINA!

Comunque… eh sì… in una delle mie duplici vesti…ma che dico duplici… triplici… anzi multiple (e qui il “ci” finale non ci va!) dicevo nella mia veste di aspirante pseudo-giornalista… ho spesso a che fare con gli assessori locali!!! TADADADAN! O meglio… diciamoci la verità… non ho a che fare con gli assessori locali quantovorrei/dovrei! MA ANDIAMO CON ORDINE!

Ieri dopo la scuola… vado in redazione… dove bazzicando e andando a zonzo vengo fermata dal direttore… che mi dice: “GODOT!” E io: “Sììììììììììì” (sempre con aria speranzosa perchè spero che la sua frase successiva sia “ora ti stacco un assegno!”) E lui: “Brava! Mi è piaciuto l’articolo di ieri!” Ed io: “Sììììììììì” (sempre con aria speranzosa perchè spero che la sua frase successiva sia “ora ti stacco un assegno!”) Poi si gira e se ne va… e la mia faccia era molto meno speranzosa… poi si ferma… e dice: “GODOT!” E io: “Sì!” (un po’ incavolata perchè ormai avevo capito che non potevo sperare in soldi e soldicini!) E lui: “Ho pensato… sai di quanto è successo a ***! Sai dove! Sai chi!” Ed io: “Sì!” E lui: “GODOT!” E io gli ho detto ancora: “Sì!” ma avrei tanto voluto dirgli: “Guarda che so come mi chiamo… non esaggerare che mi consumi il nome!” E invece come ho detto… gli ho detto: “Sì!” E lui: “Trovami gli assessori C*** e F*** e chiedigli un’opinione!” (Non fatevi viaggi mentali su chi siano gli assessori… perchè sto parlando della provincia e non di Napoli) E io gli avrei voluto dire anche no… ma lui era rientrato nella sua stanzetta… e così mi sono girata e ho visto tutta la redazione guardarmi così:

😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯 😯

Sono quasi certa che i più religiosi si siano fatti il segno della croce… e che dop che io presa il giubbottone impermiabile sono uscita dalla redazione… qualcuno di loro… quelli che si sono più affezionati a me… beh… loro avranno anche ordinato una bella coronciona funebre di gruppo con la scritta: “In ricordo di Godot dai precari sconsolati”

Perchè?!! Perchè! Perchè trovare, fermare, intervistare un assessore… è estremamente difficile!!! Voi direte… ma come sono sempre su giornali e tv… e io vi dico… sì… ma quando gli pare a loro!

Volete anche voi diventare assessori locali… beh… se dovesse mai diventare assessore e non sapete come fare e cosa fare ve lo spiego io!

1) Chiamate i giornali locali una o due volte a settimana dicendo frasi del tipo: “Ho convocato una conferenza stampa… tra 5 minuti!”

2) Preparatevi quindi una serie di frasi da poter “sciorinare” ai giornalisti locali del tipo: “Stiamo lavorando per voi!”

3) Abbiate sempre una decina di progetti da presentare alla stampa locale… ponti, palazzi, bonifiche… l’importante è la frase che segue ogni presentazione di progetto: “DA QUI A 10 ANNI!” … perchè “da qui a 10 anni” o se lo sono scordato tutti… o sarà già cambiata la giunta!

4) Quando ci sono i giornalisti… fatevi fotografare… dopo aver detto però almeno una volta: “Non è proprio il caso!”

5) Se la foto di repertorio di quel solito giornale vi piace potete anche azzardare con un sorriso di compiacenza la frase: “Ma tanto l’avete la mia foto… e poi oggi non sono andato dal barbiere e ho i capelli in disordine” (e parola mia una volta mi è stata detta la stessa cosa dall’assessore più calvo che io avessi mai conosciuto!)

6) Camminate per strada sempre con qualcuno che possa dire per voi… “Va di fretta… ha tanto da fare!” Così che gli accidenti se li possa prendere lui!

7) Quando camminate per strada e vi fermate a prendere un caffè guardatevi le spalle… una giovane aspirante pseudo-giornalista potrebbe essere in agguato… allora prendete il caffè come se fosse vodka tutto di un sorso poi giratevi verso di lei e dite “Mi Sfpiaze z’ho tantfo da fzare!” Non avete la zeppola… ma vi siete ustionati la lingua con il caffè!

8) Devo dire che raramente ho visto assessori locali con occhiali da sole… e forse dovrebbero portarli… per rinnovarsi un po’ il look!

9) Spegnete il cellulare dopo che l’aspirante pseudo-giornalista vi ha telefonato… così che lei capisca che l’avete fatto appoooostaaa!!!

10) Riaccendete il cellulare solo a notte fonda!!!

11) Quando l’aspirante pseudo-giornalista vi chiamerà lo stesso… nonostante l’ora partite con la scusa: “Sono a ROMA! E sono impegnatissimo non posso rispondere!”

12) Quando lei dirà: “Non fa nulla… solo una domanda…” Voi dite… “Chiedi all’addetto stampa!”

13) Quando lei dirà “Ho già chiesto… non mi ha saputo dir nulla!” Voi dite: “Non so molto sull’argomento!”

14) Quando lei dirà: “Le dico tutto io!” Voi dite: “So già tutto!”

15) MA SOPRATTUTTO… quando lei vi farà la famosa domanda… voi rispondete incolpando un altro assessore!!! E se fosse stato lui a incolparvi… ripiegate su qualche ente locale!

Questo per dire… che io ODIO gli assessori locali! Ieri ho passato tutta la giornata alla ricerca dei due splendidi C*** e F***! Che prima con un diversivo… hanno chiuso i telefoni… Allora ho chiamato i rispettivi addetti stampa… che hanno detto di “Essersi dimenticati di chiedere ai rispettivi assessori!” questo dopo che li ho chiamati 5 volte a testa … per ricordargli di chiedere ai rispettivi assessori! Poi telefono all’ufficio… e i tirapiedi mi dicono… sono a telefono… telefono… chiamo dopo 2 minuti d’orologio e mi dicono: “Non sono ancora rientrati!!!” Ma come… se prima erano a telefono!!! Ma io non mi arrendo… li chiamo al cellulare.. uno è ancora spento… l’altro… è acceso… e deve rispondere… DEVE!!! Risponde e mi dice: “Sono a ROMA!” Ma fuori al comune c’era la sua macchina… e dopo la conversazione telefonica dove lui ha accusato l’altro assessore… è uscito dal comune per andarsi a prendere un caffè!!!! CAVOLO DA ROMA PER PRENDERSI UN CAFFE’!!! E al mio: “Asssssesssssore!!” Ha bevuto il caffè alla russa… ossia tutto di un sorso… evitando, però, di buttare la tazzina a terra… e ha biascicato qualcosa… io ho detto: “OK!” E sono andata via… tanto una dichiarazione me l’aveva fatta… e l’ho bastonato per bene (da notare che il mio non era un attacco a una parte politica diversa dalla mia! L’assessore è di sinistra… e io sono di sinistra! Ma se sbagli sbagli!) … ma poi il direttore e uscito e ha detto:

“GODOT!” E io “Sìììììì!” (sempre con aria speranzosa perchè spero che la sua frase successiva sia “ora ti stacco un assegno!”) E lui: “Bell’articolo!” E io: “Sìììììììììììì!” (sempre con aria speranzosa perchè spero che la sua frase successiva sia “ora ti stacco un assegno!”) E lui: “Però ora censurati… almeno un pochetto… ha telefonato l’assessore F*** ha detto che aveva avuto una brutta giornata e di essere caritatevoli!” E io: “NO!” E lui: “GODOT!” E io: “MA DAI!!!” E lui: “GODOT!” E io: “NON E’ GIUSTO!!!” E lui: “GODOT solo un po’!” E mentre erano ricominciate le prenotazioni dei fiori da riporre sulla mia tomba… io ho dovuto cedere… alla fine meno di quanto voleva il direttore… ma comunque… l’alternativa sarebbe stato tutto il pezzo tagliato!

Stamattina però quando mio padre ha letto il pezzo e ha detto: “Bello!!! Li hai bastonati!” Io ho detto come la ballerina del film di Totò: “Figurati che Mi hanno tagliato la parte!” E mio padre a tono: “Che parte?” Ed io: “La migliore!”

Delitto e Castigo… o legge del Karma?

Oggi ero a scuola… per le mie buone orette di lezione… e mi sono resa conto di una cosa… “Il prof. di Ed. Fisica m’infelicita l’esistenza!!! Anche quando non c’è!” 😦

Spieghiamo subito… si sa che io e i prof. di ed. fisica non siamo mai andati troppo d’accordo! In generale… Ma tra me e il prof. di Ed. Fisica dei Salesiani… c’è un’INSANA ANTIPATIA! Ehm! O cielo… veramente l’antipatia è più dalla mia parte… ma lui fa di tutto per rimanermi antipatico e così! 😀

La cosa che odio di più????? Il fatto che mi chieda “Perchè ti sono antipatico… perchè non mi sopporti? Che ti ho fatto! Io non ho fatto niente… sono sempre così gentile… ti porto anche il caffé… non ho fatto niente io!” Mettetegli un guscio d’uovo in testa e praticamente è ugualeuguale a Calimero! (che tra l’altro è uno dei cartoni più politicamente scorretti e più razzisti della storia… con quel fatto che quando Calimero si lagna gli viene detto: “Non sei nero SOLO sporco!” Ehm???!!! E da quando il fatto che Calimero non si faccia una doccia evidentemente da 5 o anche 6 anni è un SOLLIEVO!?)

Comunque non tergiversiamo… io in definitiva non ho una vera e propria antipatia per lui… se non fosse che mi chiede sempre perchè mi è antipatico e allora visto che sono MOLTO suggestionabile… ORA mi è antipatico!

Lo so che il fatto che sappia fare le capriole a molti potrebbe farlo sembrare simpatico… ma è sempre in ritardo… e la sua frase del giorno è: “L’educazione fisica è una materia seria come le altre!” No aspettate non mi ero spiegata… quando parlavo di “frase del giorno” io intendevo di TUTTI I GIORNI! Io gli rispondo “Sì, sì” E lui…”Non mi prendi seriamente… perchè ti sono antipatico????” Aredaglie!

Capisco che il fatto che sappia giocare a calcio per molti di voi possa farlo sembrare un grande amicone… ma è sempre inopportuno… dopo che ero riuscita a svincolarmi senza dare spiegazioni dalla gita di gruppo (insegnanti-bidelli) SENZA, e ripeto SENZA, dare spiegazioni… lui arriva e dice: “Perchè non vieni??? Che devi fare quel giorno? Perchè ti sono antipatico???” Aredaglie 2!

Immagino che il fatto che sia praticamente alto come un PUFFO… possa farvelo scambiare per uno dei bambini… e quindi voi possiate dire: “Ma te la prendi con un bambino!”… ma è sempre troppo mieloso… la gente troppo mielosa non mi convince… arriva in classe e dice… “State a sentire la prof. Disturbo? No ho pensato di entrare per portarti il caffé, ora vado in seconda… Dici la verità… ora che ti ho portato il caffé ti sono meno antipatico???” Aredaglie 3!

Credo anche che il fatto che fosse in lacrime quando una volta in preda a 5 minuti di violenza inopportuna ho detto: “Prof! Se non la smetti di far rimbalzare quel pallone per le scale te lo buco!!!”… e lui abbracciandosi il pallone… ha esclamato: “Non lo faccio più!!!” Poi è andato dai bambini e ha detto: “Ma sapete perché sono antipatico alla prof.?” I bambini hanno riferito a me… ma lui non contento è andato dai colleghi e ha detto: “Perché sono antipatico a Godot?” Beh… la verità è che lui è antipatico a tutti!!! 😀

Così ecco più o meno le risposte che i colleghi gli hanno rifilato…

PROF. MATEMATICA: Ci credo sei sempre in ritardo!!!

PROF. ITALINO: Con me è sempre gentilissima… credo che il problema sia proprio tu… non credo tu sia molto popolare!

PROF. DI SOSTEGNO: E a te che ti frega… mica dovete fare un patto di sangue… le sei antipatico? Bene! Smettila di ammorbarci tutti per sapere perchè le sei antipatico!

PROF. DI RELIGIONE: Ma mi sembra strano… prova a chiedere a lei… provate a chiarirvi… (poi mi hanno detto che la suora… appena lui si è girato ha strabuzzato gli occhi in chiaro segno di noia!)

PROF. DI STORIA: Beh se posso essere sincero sei antipatico anche a me! 😀

PROF. DI TECNOLOGIA: Idiota! (allora sembra che lui abbia chiesto “Chi?” Pensando che si riferisse a me… ma lei l’ha prontamente corretto!) TU! IDIOTA!

PROF. ARTISTICA: C’è sempre un perchè!

PROF. MUSICA: E’ la legge del Karma… in una vita passata devi aver fatto qualcosa di male… e questa è la  tua punizione! (beh mi sembra un po’ esagerato definire un’antipatia una punizione… ma chi lo sa!)

Lui non contento è andato a chiedere al personale ATA…

Personale ATA: E’ sempre così allegra… sei sicuro che parli di lei… 😀

Personale ATA2: A me lei è simpatica… 😀

Personale ATA3: Io lavoro alle materne… non so neanche di chi parli! Anzi tu chi sei?

Così oggi… lui è arrivato in classe mi ha guardato e ha detto: “Ho capito ti sono antipatico! Così antipatico che sei andata a dirlo a tutti nella scuola!” Io ho negato, ovviamente VISTO CHE NON L’HO FATTO!

Allora lui ha continuato: “Sì lo hai detto a tutti…lo sapeva anche il preside! E con lui non ne avevo parlato!”

Allora IO con tanta calma ho detto: “Scusa ragazzo! A chi lo avresti detto… eccetto il preside?”

Lui: “A tutti, voglio sapere perchè non ti sono simpatico!”

Io: “Se lo hai detto a tutti… non mi sorprende che qualcuno sia andato a dirlo al preside… dovesse chiederlo a me gli risponderò come ho fatto finora… dicendogli che sei un paranoico!” Mi sono girata e me ne sono andata! 😀 Non credo fosse in lacrime… ma ora… ehm… ho appena scoperto che IO e il PROF. DI ED. FISICA… saremo coloro che dovranno fare il prossimo verbale… Noooooooooooooooooooooooooo! Cielo! Due ore di “Perchè ti sono antipatico?” Ininterrotte! Il che significa anche un’immane quantità di gossip su di noi il giorno dopo! 😦

Mi sa che la legge del Karma ha colpito me… in un’altra vita devo aver ucciso un’usuraia e poi dopo essermela cavata… mi sono fatta sgamare dal commissario che ormai non credeva che io confessassi… facendo un autogol clamoroso e finendo in Siberia…

Siberia??? Ah già, scusate! Quella non sono io! E’ Raskolnikov! Quello non è un verbale… è Delitto e Castigo! 😀