Il genio della brutta copia e la tastiera assassina!

Buondì cari amici… anche se ormai è passato quel momento del giorno tale da poter dire “buondì”… ma a noi non importa! Vero?!

Comunque… eccomi qui a raccontarvi e a narrarvi e ad ammorbarvi (Ehm?) grazie alla cronaca in differita delle mie grane quotidiane! Che grane?! Ma niente… ho solo ricevuto un colpo… un altro colpo!

Non è il colpo della strega… neanche quello di frusta! E’ un colpo alla mia autostima! E per chi di voi si stesse chiedendo: “Ma quale autostima?! Perchè hai un’autostima?! Cos’è l’autostima?! E’ la stima dell’auto!?” e tutte le domande possibili e immaginabili… vi dirò… e io che ne sooooo!!!

Ehm… scusate! Dicevo… nonostante la mia autostima non sia mai stata delle migliori… un pizzico in un angolino recondito del mio cervello di sicurezza nelle mie capacità l’avevo!

Così avendo un po’ meno impegni a causa dell’imminente fine dell’anno scolastico mi sono buttata in una sorta di “pseudo-corso” per “pseudo-aspiranti” “pseudo-giornalisti”… sempre alla ricerca di colui o colei che mi darà il tanto agognato tesserino che ormai inseguo da anni ma che causa fatturazione inesistente non mi è possibile acchiappare… dicevo?! AH sì… ma visto che ho meno da fare rispetto al solito… mi sono detta: “Ma va là! Provaci! Non si sa mai!” anche perchè… visto che al corso erano ammessi solo coloro che avevano già esperienza sul campo ho pensato che potesse insegnarmi qualcosa in più!

Ed eccomi trovata alla succursale di Silycon Valley! Ehm… non volevo dire questo… ma erano tutte Barbie e tutti Ken… (e in quanto Ken, rigorosamente gay!) 😯 Vi dirò che il mio primo pensiero è stato: “Ma che ci faccio qui?!” il mio secondo pensiero è stato: “Eeeeeeeeeeeee ma il chirurgo ha preso proprio ad esempio Barbie giornalista e Barbie Hawaii e Barbie principessa… etc. etc.” il terzo pensiero è stato: “E se mi calassi dalle finestre per tentare la fuga?!”

Ad ogni modo… nel corso di questo corso… ehm! Quella sottospecie di prof./giornalista… anziano che ci fa da tutor… ci ha riunito in gruppi per fare qualcosa di “pratico”… e… e… il “mio gruppo” era molto eterogeneo… c’ero io! E insieme a me:

1) Barbie pensionata (l’unica che superi i 50 ma rigorosamente “plastificata”!)

2) Barbie country! (o non saprei proprio che ci fa in giro con quegli stivaloni a Giugno!)

3) Barbie giornalista! (ehm… su quest’ultima vi dirò molto!)

Il compito era semplice… almeno per me… almeno credevo… così ho stimato i tempi di consegna e mentre gli altri urlavano: 1 ora… etc. etc. io ho detto sicura: 20 minuti!

Non avevo fatto i conti con le colleghe Barbie… ehm…

Barbie Country… ha incominciato a chattare non so con chi… credo fosse Bufalo Bill ma non ne sono sicura… dopo un sonoro: “Io con la scemetta (alias Barbie Giornalista) non ci lavoro!”

Intanto io scalpitavo e incitavo: Sriviamo! Scriviamo! Scriiiiviaaaamooo!!!

Barbie pensionata ha subito dichiarato la sua età… e di non saper fare nulla… si rimetteva però nelle mani di Barbie Giornalista!

Intanto io scalpitavo e incitavo: Sriviamo! Scriviamo! Scriiiiviaaaamooo!!!

Barbie Giornalista ci ha fatto un pistolotto sul fatto che aveva TANTA esperienza sul campo! Io ne sono stata lieta…

Intanto io scalpitavo e incitavo: Sriviamo! Scriviamo! Scriiiiviaaaamooo!!!

Barbie Giornalista però mi ha detto… “Non possiamo scrivere!”

Intanto io scalpitavo e incitavo: Sriviamo! Scriviamo! Scriiiiviaaaamooo!!! Anzi presa da un raptus ho incominciato a scrivere per davvero! La tastiera del pc mi chiamava… e io non riuscivo a trattenermi!

E lei con somma sicurezza mi ha bloccata… e mi ha detto quello che sarebbe stato il primo di una serie di colpi!

Che ha detto: “Dobbiamo fare la brutta copia!” e detto questo ha preso foglio e penna… e si è messa a scrivere un paio di pagine! 😯 Vi ho già detto che dovevamo scrivere solo 1000 battute? (e “battute” non è nel senso di barzellette… ma nel senso di lettere e spazi!) Un paio di pagine?!

Io le ho detto: “Scusami Barbie Giornalista… ma un paio di pagine sono troppe!” E lei… “Non capisci nulla… poi le riassumiamo!” 😯 Ma ci voleva il doppio del tempo!!!!

Così… ho ricominciato a scrivere… dicendole: “Abbiamo tutto il tempo per aggiustarlo dopo averlo scritto!”

Ed ecco che lei ha inferto il colpo finale… “Fai così solo perchè evidentemente non sai scrivere… la scrittura è una cosa seria! Come puoi pensare di dare il meglio di te se scrivi senza aver fatto una brutta copia!”

Mmm… vero è che io la brutta copia non la facevo nemmeno a scuola quando facevo i temi… credo di averla abbandonata in prima media! Peròòòò… è colpa della tastieraaaaaa!!! La tastiera voleva che scrivessi!

Ma non c’è stato verso… l’unico modo che avevo di metterci a lavoro… a lavoro veramente sarebbe stato… iscrivere Barbie Country a un Rodeo… mandare Barbie Pensionata alla Posta per ritirare la pensione… e SOPRATTUTTO… lanciare Barbie Giornalista dalla finestra!

Mmm… probabilmente io non saprò scrivere… però è anche vero che alla fine altro che 20 minuti… il nostro è stato l’unico gruppo che non è riuscito a far nulla! E a me non è andata proprio a genio… già… genio… forse quella non era Barbie Giornalista… ma Barbie Genio della Brutta copia… infatti se non ricordo male… Barbie Giornalista aveva un computer… ed era in tempi in cui si usavano ancora i piccioni viaggiatori!

Mah! Forse è la tastiera del pc che ha una cattiva influenza su di me… forse non dovrei sprecare altro tempo… peròòò… peròòò ci sono rimasta male a sentirmi dire che non so scrivere, anche perchè parola mia tutti questi puntini sospensivi, ovviamente non li metto in un articolo… e poi… perchè Barbie pensionata rideva?! Ok… so perchè lo faceva Barbie Country… evidentemente Bufalo Bill le aveva proposto una serata al Ranch… ma Barbie Pensionata?! Perchè rideva e annuiva quando Barbie giornalista faceva l’elogio della brutta copia?! E mi diceva: “Secondo me ha ragione lei… non vedi come è scrittrice… ha la penna!” 😯 Che c’entra… anche  i pellerossa dei film hanno la penna… e non ricordo che qualcuno di loro abbia mai avuto fama di “scrittore”! Mah!? Fatto è che ora mi domando… PERCHE’ nessuno mi ha mai detto di fare la brutta copia?!?!? Ed ecco che la mia autostima è sotto i piedi!

Gente di Dublino… domande, risposte, U2 e vampiri vari!

Non temete… non è la seconda parte della “SAGA DELL’ASSATANATA VECCHIETTA INCONTRATA IN AEREO”… e per i suoi fans… arrendetevi perchè non ho intenzione di riincontrarla!

I vampiri di cui parlo? No! Non sono neanche quelli di Anne Rice, Lestat (che detto tra noi è molto più affascinante nei libri), Louis, e Armand (che detto tra noi Antonio Banderas è molto più affascinante di un libro).

Ma allora quali saranno questi vampiri? Gli impiegati dell’Avis il giorno della donazione del sangue? NOOO! Anche se devo ammettere di aver avuto un paio d’incontri ravvicinati piuttosto inquietanti con i collaboratori Avis i vampiri di cui parlo sono quelli “classici e tradizionalisti” insomma i Dracula con le varie concubine di Bram Stoker!

Allora che ci azzecca Dublino? Dovevi forse scrivere Romania o Transilvania e ti sei sbagliata avendo sempre avuto un rapporto conflittuale con la tastiera?

Eh no! Perchè uno dei posti che mi è piaciuto di più a Dublino è il Writer’s Museum… vabbè forse mi piaceva anche quello che ci lavorava, ma questo non vi riguarda… e visto che una bella saletta era dedicata a Bram Stoker, creatore del più sexy maniaco omicida della letteratura, sorbitevi questo post! Tratto da una storia vera (non la parte riguardante i pipistrelli e i canini e i nonmorti… spero) la storia di Drak l’impalatore è stata trasformata nel bel librone dell’orrore aggiungendovi alcuni elementi del Beowulf (non quello con Angelina Jolie e Russel Crowe… quello vero!) dove uno  dei nemici di Beowulf si chiamava Drak…

I primi vampiri non erano un granchè!

I primi vampiri non erano un granchè affascinanti!

 

Comunque dopo essermi assicurata di non aver succhiotti del collo… con un certo rammarico, decisi di affogare il mio dolore nella “Guiness”!!! E quindi mi iscrissi al Pub Crawl… chi non è stato in Irlanda non saprà cos’è il Pub Crawl… e solo i più alcolizzati di quelli che sono andati in Inghilterra ne avranno sentito parlare… Il pub Crawl è una specie di “gioco”…  ci si organizza in gruppo e si entra ed esce da tutti i Pub, con l’obbligo di bersi qualcosina in ogni bar nel quale si entra! Penserete… più che gioco ci sembra “una sbronza ambulante” di gruppo! In realtà il gioco c’è: tutti i pub devono avere un “tema comune” e chi ti guida attraverso questi pub ti fa domande sull’argomento… se sbagli… paghi tu il giro nel pub davanti al quale sei stato interrogato!

L’argomento nel mio caso erano i libri e la “gente di dublino” ossia gli autori famosi… quali Wilde… Shaw… Beckett (ahahah a me è capitata proprio una domanda su di lui e capirete che non potevo sbagliarla! O non mi sarei fatta chiamare Godot!)… etc. etc.

Comunque dopo aver bevuto tanto… ma tanto… e per fortuna non aver pagato nulla… me ne tornai al mio alloggio per farmi le mie tre buone ore di sonno! Solo tre ore di sonno?! Sì perchè il giorno dopo avevo tutta l’intenzione di andare a caccia degli U2 (senza fucile o carabina) solo con un indirizzo… quello del loro studio di registrazione! Ovviamente loro non erano neanche in Irlanda… ma mi ricordo ancora quella sensazione… la sensazione di vedere quel palazzone così da vicino e pensare… mbè ma è tutto qui? Mi scuserete ma all’epoca ero ancora giovane e senza un tappeto rosso e le maniglie del portone in oro 18kt non mi sembrava un posto degno di nota!

Qualche anno dopo ci sono tornata… e mi è piaciuta sempre tanto Dublino… però non sono andata più a caccia di Bono Vox e compari… al Pub Crawl ci sono tornata… argomento… Fantasmi e Vampiri (ancora!) e ancora una volta non ho pagato neanche una birra! Non è che io sia spilorcia ma, con le pensioni che ci aspettano, mi sto allenando per andare a passare la vecchiaia ai Quiz Televisivi!