Godot … vs… Feltrinelli!

-_- sì…la mia è una dichiarazione di “guerra”! Questa è SPARTAAA!! Ehm 😯 Ok… calma e sangue freddo! Questa non è Sparta.  Questa sono io in cerca di regali estivi! Regali librosi … non lebbrosi sennò era un’altra cosa… Libri… qualche cd e dvd… ma soprattutto libri per grandi, piccini e anziani! -_- In cerca di qualche biglietto per qualche concerto estivo… per le categorie di cui sopra!

E la Feltrinelli… invece di assecondare le mie richieste… si è mostrata per quella che è. Un nemico! 👿

Un nemico capitalista che schiaccia le librerie vecchio stile… ma che a quanto pare non ha voglia di incassare il mio capitale… vi assicuro che i miei euro sono buoni come quelli degli altri. Ok. Ho l’abitudine di piegare e ripiegare i 50 euro… i 100 euro poi li ho visti solo in mano agli altri…. ho sentito storie sui 500 euro… ma non li ho mai visti! 😥 MAI! MONDO INFAME!

Ricordo che in tempi non sospetti evitavo la Mondadori come un untore in piazza Duomo ai tempi della Peste, per via del suo proprietario. Non mi andava che i miei soldi andassero spesi in festini e festoni (tutti rigorosamente elettorali)

E la Feltrinelli, nonostante il suo aspetto da Megastore, e le sue sorelle minori sparpagliate per la regione, era comunque un porto sicuro. Poi però c’è stata la trasformazione. Una trasformazione avvenuta poco per volta. Eppure irrimediabile. In principio sono cambiati i dipendenti che da librai si sono trasformati in commessi… e poi il male ha avuto la meglio!

Il male… >_< Karmuzzooooo non contraddirmi e allontanati lentamente da quella tessera “FELTRINELLI MULTIPIU'”! >_<

Ora che abbiamo allontanato Karmuzzo dal nemico per metterlo in salvo in una torre formata da libri e cd di Nick Cave…possiamo continuare. 🙄

Qui ci sono tanti fattori da tenere in considerazione…

1) La caduta libera delle piccole (e meno piccole) librerie… a Napoli ci sono state delle tragiche chiusure e se ne promettono altrettante. Una tra tutte la storica Guida con la saletta rossa amata dagli pseudo-intellettuali napoletani più competitivi… e poi la Loffredo… e tante altre. Certo ci sono anche progetti interessanti… ho persino sentito mormorare della nascita di una “libreria” collettiva ma la verità è che stanno scomparendo le piccole librerie, quelle con il libraio un po’ nerd che se gli chiedi “Mi dai una copia dell’Amleto” ti risponde “Di che anno?” come fosse una bottiglia di vino. OK! Uno di questi librai era anche un po’ pervertito… ma era un caso unico… e la fonte non so quanto fosse attendibile… Certo… in alcune di queste trovavi il libro impossibile del 1903 … e poi tra le novità trovavi “Piccolo Mondo Antico”! -_- Ma è un dettaglio!!!! IO voglio la libreria piccolaaaaaa!!!! Che una di queste aveva anche un libraio belloccio! UFFA!

2) La questione BIGLIETTOSA! All’inizio dell’estate Godot PADRE ha chiesto a Godot (che sono sempre io) di trovare dei biglietti per lui e Godot MADRE per uno spettacolo a Paestum… sempre per quella strana convinzione che Godot sia una sorta di “addetta alla clientela” della famiglia che trova biglietti, prenota visite dai medici, manda fax e fa fotocopie… ad ogni modo il mio primo pensiero è andato alla biglietteria online… il mio secondo pensiero però è andato alla mia carta di credito… e così ho deciso di fare un ulteriore passaggio… andando alla TICKETTERIA “Made in Feltrinelli” di Piazza del Martiri…

… ovviamente visto che il parcheggio più vicino a piazza dei Martiri è il Morelli che praticamente ogni ora di sosta è un rene venduto  al proprietario… complice tutta la storia delle ztl e l’impossibilita di scorrazzare per Napoli come un tempo… ho pensato… telefono per sapere se vendono questi particolari biglietti e il prezzo di prevendita…

… SIMPATICA la musichetta delle “LIBRERIE FELTRINELLI NAPOLI!” … praticamente ho sentito solo quella… ho chiamato a ogni ora del giorno… dopo colazione, prima del caffè di mezza mattinata. dopo il caffè, prima di pranzo, durante il pranzo, dopo il pranzo, nell’ora della siesta… etc. etc… NON RISPONDONO MAI!!!! Ergo?

Ergo sono andata di persona… ho lasciato il rene sinistro al Morelli e sono arrivata alla Feltrinelli… dove… TADAN! C’era il tipo della biglietteria… con tanto di telefono urlante… telefono urlante rigorosamente ignorato mentre parlava con 2 amici…

… mi avvicino e chiedo il biglietto… 7 euro di prevendita… esclusivamente Feltrinelli a cui andavano aggiunti quelli della prevendita normale…

… ora dico io… ma se mi devo salassare per “pre-comprare” … allora ditelo… ho lasciato già un rene al Morelli… ora posso anche lasciare l’aorta da voi! Cmq torno alla mia idea dell’online e vado via… risparmiando ben 7 euro a biglietto! 😯

3) Ma la mia avventura Feltrinellosa non è finita qui… ad Agosto ci sono una serie di feste e festicciole … compleanni, onomastici etc etc. Il mio regalo MUST è sempre il LIBRO! Al massimo qualche CD o DVD… ma il LIBRO è il regalo che preferisco fare…

… con sommo rammarico di mio fratello che a ogni occasione mette le mani avanti urlandomi “RICORDA CHE NON LEGGO!” -_-

Vado quindi alla ricerca di un libro… evito come la peste la Feltrinelli di via dei Martiri perché quando chiedi un’informazione loro ti guardano come fossi un tipo strano… e ti guardano anche un po’ schifati… e le signore alla cassa non mi hanno mai fatto un sorriso in tanti anni… ecco sparpagliarmi per le altre Feltrinelli della Regione… devo prendere un libro richiestomi da GODOT PADRE! Libro che chiameremo:

“L’apoteosi dell’incapacità per PC!”

Ecco il risultato!

GODOT ENTRA NELLA FELTRINELLI n° 1

Godot: “Avete l’apoteosi dell’incapacità per PC?”

Commesso: “Eh? Non so!”

Godot: “Ehm… potreste guardare?”

Commesso “Ha già guardato nell’area saggistica?”

Godot: “Ehm… no ho guardato in quella informatica e mi sembra che non ci sia…”

Commesso “Guardi in quella saggistica!”

Godot: “Non potrebbe controllare al terminale?”

Commesso “UFFA!”

Godot 😯

Ovviamente il libro non c’era… tempo di ordinazione 3 giorni con Mastercard… ma a me serviva entro il giorno dopo… e ho desistito!

GODOT ENTRA NELLA FELTRINELLI n° 2

Godot: “Avete l’apoteosi dell’incapacità per PC?”

Commesso: “Veramente stiamo chiudendo!”

Godot 😯 “Ma scusate non fate orario continuato? (era ora di pranzo)

Commesso “No in questo periodo estivo no!”

Godot: “Ok ma eccezionalmente…”

Commesso “Torni pure alle 4…”

Godot … … …

GODOT ENTRA NELLA FELTRINELLI n° 3

Godot: “Avete l’apoteosi dell’incapacità per PC?”

Commessa “Un attimino ora guardo!”

Godot (che quasi non poteva crederci!) “GRAZIE GRAZIE GRAZIE!”

Commessa: “No… però abbiamo l’apoteosi dell’uncinetto, il pc spiegato al telefonino, un telefonino per tutti, l’uncinetto per tutti, e il ricamo della nonna!”

Godot 😯 Ma a me non interessa niente di ricamo e uncinetto!

Commessa: “Oppure può cercare nell’area saggistica!”

Godot 🙄 Mi scusi ma se le ho chiesto un libro… non mi può dire se quello c’è o non c’è?

Commessa “Non c’è. Ma le proponevo delle alternative… abbiamo anche un libro di cucina molto interessante!”

Godot -_-

Ovviamente ho desistito anche lì.

Sconfitta sono tornata alla macchina… ma ho ricordato una di quelle poche piccole librerie ancora aperte… ho fatto inversione a U sfrecciando verso la meta… ho parcheggiato a spina di pesce controsenso e corsa verso il caro vecchio libraio (non il pervertito di cui sopra) ho chiesto:

“Avete l’apoteosi dell’incapacità per Pc!” e il libraio GIUBILO mi ha chiesto: “Quale edizione? Abbiamo quella del 2013 e quella del 2010!”

*_*

Mi aspettavo una catenina con un ciondolo… invece è arrivato un premio a Catena!

Ebbene sì… dopo il mio ritorno ecco che oggi salgo sul podio e come nelle migliori premiazioni ringrazio la mamma… il babbo… il cane e il gatto che non ho… gli amici… quel ragazzo che mi ha mollato quando ero una poppante… i produttori… registi… costumisti… parrucchieri e quelli del catering… e inoltre il noto stilista che mi ha agghingato per la serata! In maniera molto sobria come noterete dalla foto!

Ehm… e ora mentre diamo delle brioches al pubblico… ehm 😯 Ehm… cioè … vabbè… proseguiamo con il premio!!!

Il Versatile Blogger Awards mi è stato concesso gentilmente da P&P in questo post qui. La nostra perlinosa amica spiega che oltre a dare il premio a 7 bloggher devo anche dire 7 cose su di me!!! 😯 OH Noooooo così mi crolla la falsa identitààààààààààààààà! E’ una tragediaaaaaaaaa!!! Ehm… vabbè bando alle chiacchiere… e vai con …

The Versatile Blogger Award!!!

 

  1. Ho un amore CORRISPOSTO per cappelli, borse e accessori… a non amarmi è la MasterCard che spesso mi spegne gli ardori shoppingari!
  2. Sono una creatura della NOTTE (gnecgnecgnec <- risata malvagia) ehm… nel senso che dormo pochissimo… di notte… perchè la mattina quando prendo sonno non mi sveglia neanche la sirena dei bombardamenti stile Guerra Mondiale! 😳
  3. Non ho paura delle catastrofi naturali e affini… prendo aerei navi treni, con il terremoto mi sposto ma non urlo e nemmeno scalpito… ma una volta durante un incontro ravvicinato con una biscia mi sono arrampicata su un albero… e la biscia rideva… perchè LEI sapeva di sapersi arrampicare… infatti poco dopo mi ha seguito! 😥
  4. Scarabocchio quando parlo a telefono e se la telefonata dura davvero tanto prendo il foglio che ho scarabocchiato e lo inizio a ritagliare (facendo le collane di bamboline) e a farne origami… lo sooooo sono pazzaaaaaaaaaaaaaaa!!! Una volta l’ho fatto sul foglio sul quale avevo scritto l’intervista… è stata un’impresa recuperarlo! 🙄
  5. Amici e parenti quando camminano con me dopo un poco hanno il fiatone… cammino che sembro una maratoneta… la cosa ha poi effetti comici se vengono con me in vacanza… la velocità del mio “tallone punta tallone” aumenta se mi trovo in una città d’arte! :mrgreen: Mi chiamano Speedy Gonzales! 😳
  6. Ho la librite acuta… compro e compro e compro libri… e li leggo subito perchè ho una curiosità patologica di sapere come va a finire… quelli su Anobii non sono che una piccola parte dei libri che invadono librerie e borse del mio circondario!
  7. E’ una tragedia venire al cinema con me… se vedo un horror o un thriller o un giallo indovinerò la fine prima della metà provvedendo a riferirvela… qualsiasi sia il film al 70% sulla strada del ritorno imiterò i personaggi più assurdi e/o divertenti e/o ridicoli… animali compresi! ^_^

Eh già… dite la veritààààà avete pauraaaaaaaaaaaaaaaaaa di me ora?!?!??! E ora ecco i magnifici 7!!!

Io scelgo… TUTTO IL BLOGROLL!!! 👿 Voi direte che non sono sette e io vi dirò che non sono brava in matematica… e POI voglioooo sapere tutto di tuttiiiiiii… ovviamente è esentato chi ha già ricevuto il premio… 😈 Ma tutti gli altri… via… di corsa a scrivere!!!!

Storia di uno Scarpivendolo… e mezzo!

Ciaooo a tuttiiiii!!! Eccomi da un’altra assenza ma ero un attimino andata a … 😯 … comprare delle SCARPE!!! :mrgreen:

Voi non potete capire… ero andata a comprare TANTE SCARPE!!! Ma QUANTE SCARPE… TROPPE SCARPE! 😥

Le amiche di Blog donna… certo se fossero state amichE di blog uomini sarebbe stato strano… ma non impossibile! 😯 Ehm… non degeneriamooooo!!!

Dicevo?! Ah sì. Le amiche di Blog comprenderanno che dopo un paio di giornate pesanti il miglior rifugio per la psiche femminile è in un paio di scarpe… meglio se spropositatamente care!!! Ed è qui che entra in scena lo SCARPIVENDOLO!

Lo Scarpivendolo non è un semplice rivenditore di SCARPE… è uno psicologo molto più abile di Samuel. E’ meglio di Freud e Jung messi insieme… è un po’ ciabbattino un po’ spasimante… non importa se ha 90 anni e mezzo (il mezzo anno è fondamentale!) Lo SCARPIVENDOLO sa sempre cosa dire… e soprattutto… AHIME!!! Sa sempre qual’è la scarpa più caraaaaaaaaaaaaaaa!!!

Inoltre per lo SCARPIVENDOLO tutte le scarpe sono necessarie… all’ultimo grido (specie quelle con i tacchi! Che spesso sono anche al grido di quello sventurato a cui si pesta il piede! :mrgreen: )

Ed ecco che così… Godot in preda a un momento di depressione è tornata a casa con i seguenti esemplari di scarpe:

Paio di scarpe numero 1! Stivale alto con tacco largo e gomma opportunamente applicata perchè come ha detto lo SCARPIVENDOLO: “Signurì a gomm’ serve… perchè sennò sciuliate (trad. “scivolate!”)”

Certo ho pensato io… non potevo non usufruire di quel bellissimo stivaleeeeeeeeeeeeeeeeee ho una passione per gli stvali come ha detto lo SCARPIVENDOLO: “VOiiii con gli stivaliiii ci campaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaate!” 😯

OK! Mi ha convinta! Un paio di stivali non ha prezzo con MASTERCARD!

Ed ecco che mentre cercavo di andarmene… lo SCARPIVENDOLO si avvicina e mi dice: “Le volete provare questeeee?????”

Paio di scarpe numero 2! Decoltè perchè come ha detto lo SCARPIVENDOLO: “E se poi ne avete bisogno???” Ora gli avrei anche voluto dire che ne ho tanti… ma lui continuava a guardarmi con quegli occhi sbrilluccicantiiii… e così convinta le ho provate… e ovviamente… lo SCARPIVENDOLO non poteva non propormi altro se non l’unico paio di decoltè con cui si può correre la maratona di New York! Eraaaaaaaaaaaanooo comodissimeeeeeeeeeeee… non mi servono… ma sono comode… e quindi … vabbè… CON MASTERCARD!!!

Mi stavo avviando velocemente verso la cassa… quando lo SCARPIVENDOLO con l’aria di chi ha catturato la sua preda non mi dice: “UH Queste sono nuovissssssssssssssssssssssssssssssime!!!”

Paio di scarpe numero 3! Francesineeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee con tacco medio da mettere sotto i tailleur pantaloniiiiiiii!! 😥 E dopo aver comprato un cappello alla francese (ossia una Cloche!) non potevooo non abinarvi le scarpeeeeeeeeee francesineeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!! CON MASTERCARD!

Ma non è finita qui!

Paio di scarpe numero 4! Una scarpa stile regimental che fa sempre comodo… ed è vero… CON MASTERCARD… ormai lo SCARPIVENDOLO gongolava… poco mancava che si mettesse a saltellare da un divanetto all’altro… e iniziasse a dondolarsi dai lampadari! 😯 E lo SCARPIVENDOLOOO ha veramente 90 anni e mezzo! (L’ho detto che il mezzo anno è fondamentale???) Comunque sempre con MASTERCARD!

Ormai stavo andando alla cassa… domandandomi “Chissà che dirà lo SCARPIVENDOLO quando scoprirà  che non ho MASTERCARD!” 😯 Quando lui mi chiama e mi dice: “Eh ma signorì … voi non eravate venuta qui per uno stivaletto basso con suola di gomma per andare in montagna!?”

😯

😯

Paio di scarpe numero 5!

Così ormai mi sono trascinata verso la cssa… rantolando un “Baaaaaaaaaaaaaaaaasta scarpeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!” mentre lo SCARPIVENDOLO urlava al figlio “Gennàààààààààààààà facciamo un’attenzione alla signorina Godot che è clienteeeee!!!”

Attenzione leggasi sconticino… mi ha fatto sollevare un solo angolo della bocca… l’altro era paralizzato al pensiero del conto!

E mentre lo SCARPIVENDOLO spintonava il figlio Gennààààààààààààà via dalla cassa e iniziava a battere il conto la  rivelazione:

“L’ultimoooo paio ve lo regaloooo… e arrotondo per difetto!” 😯

:mrgreen:

Ora lo so che si è fatto una villa al mare con quello che ho speso con le scarpe… peròòòòò… che carinoooooooo!!! Mi ha fatto tenerezza con tutti i suoi 90 anni e mezzo!!! Lui si che è uno SCARPIVENDOLOOOO di cuoooooooooooooooore!!!

Comunque non vi ho detto una cosa… la cosa fondamentale… indovina il numero della gente ad occhio! Indovina persino il mezzo numero! 😯 E ve l’ho detto che il mezzo numero è importante?!

 

Scadenze scadenti!?

Salve vi ricordate di me?! Eh lo so… sono stata assente… ma… gnec…gnec… ho avuto da fare!

Vi ricordate quando vi dicevo che avevo tanto ma proprio tanto da fare?! Beh… era un EUFEMISMO!

Ho più scadenze io che una cambiale a 20 giorni! 😯 Che poi mi chiedo… esistono ancora le cambiali!?

Quindi?! Ah sì… chiedo scusa a Luisa per non averle trovato subito la classifica dei tipi da spiaggia… eccola QUI… e saluto la new Entry Marta… un saluto a tutti voi amici e vicini di blog di vecchia (e meno vecchia) data!

Vorrete sapere che ho avuto da fare?! O che siete venuti a far qui proprio non saprei!

Bene… vi dò una breve lista delle mie scadenze più… beh, SCADENTI! Con conseguenti “scleri”!

1) SCADENZA N°1 scadenza di tipo economica… dovevo pagare le tasse all’OdG (non è una sigla del mangiare biologico… è l’ordine dei giornalisti…) che per quanto si prende… diciamoci la verità dovrebbe ordinare moooltooo beneee!!!

CONSEGUENZE: Oltre a meditare una rapina in banca… o un matrimonio forzato con il banchiere (non il bancario che è quello dietro lo sportello e non ha soldi!) ho raccolto tutti i miei risparmi… e salutando i cocci  dell’ennesimo porcellino di ceramica sparsi sul pavimento… mi sono accinta a pagare! Con una lacrima… anche due! Magari, se avessi avuto Mastercard!!!

SCADENZA N°2: Scadenza di tipo Jerry. Vi ricordate quel noto volantino… per così dire… di carattere editoriale… di tipo… beh… avete capito!? La Scadenza era 2 giorni fa… ci sono riuscita… e sono anche stata pagata…

CONSEGUENZE: Sono stata a sentire Jerry… e forse mi sta tornando il pallino della scrittura… ma non so se ne valga la pena o meno… a me va… ma se poi mi va … ma non mi va… EHM… vabbè! C’è chi dice che la cosa potrebbe avere come conseguenza mesi e mesi di pistolotti psicosomniaci! Che significhi poi non lo so!

SCADENZA N°3: Scadenza di tipo giornalistico! Avevo un articolo da consegnare a una delle note redazioni carogne per cui lavoro… ci sono riuscita… ma faceva schifo!

CONSEGUENZE: Ho avuto per tempo 2 ore l’umore sotto i piedi… fortunatamente non porto i tacchi e quindi quando 2 ore dopo ho tolto l’umore da sotto i piedi era ancora integro… senza avere l’aspetto di una gruviera!

SCADENZA N°4: Scadenza di tipo giornalistico BIS! Avevo delle ricerche da fare… le ricerche sono ancora in corso!

CONSEGUENZE: L’umore di cui prima è uscito da sotto i piedi… adooorooo quando la gente risponde alle domande che faccio… probabilmente poi l’articolo farà schifo… e quindi l’umore tornerà sotto i piedi… fa sempre così questo umore!

SCADENZA N°5: Scadenza di tipo giornalistico TRIS! 😯 Ehm… ho ancora un articolo da scrivere… importante… molto importante… troppo importante… estremamente importante…

CONSEGUENZE: Sembro Miss Pacman… eccetto per il fiocchetto in testa e il colorito giallo ittero… vado avanti e indietro mangiando informazioni che mi possano tornare utili e nascondendomi appena vedo uno dei capi avvicinarsi neanche fosse un… mmm… come si chiamavano i cattivi di Pacman?!

SCADENZA N°6: The best Magazine… consegnato!!! Ma chiedo scusa a Sol e Arthur per esser scomparsa fino all’ultimo momento… sapete com’è?! Ero in crisi!

CONSEGUENZE: Beh, me le devono dire Sol e Arthur prima… e poi voi quando leggerete! :mrgreen:

SCADENZA N°7: Antonio sensei… e i suoi fidi padawan avevano un campetto da salvare… con un po’ di sforzo… ho postato il postabile sui siti postosi!

CONSEGUENZE: Avrei voluto aiutare di più… ma causa internet e tutto il resto non ho fatto abbastanza… mi sono ripromessa di impegnarmi di più! PAROLA DI KOKEN!

SCADENZA N°8: Scadenza scolastica… libri da scegliere per tutte le materie… sono giorni che i più sfacciati tra i rappresentanti dei libri mi telefonano…

CONSEGUENZE: Parola mia… se ricevo un’altra telefonata che mi chiede se “La prof. Godot” voglia adottare un libro “multimedia” nuovo… stacco tutti i cavi dei telefoni della scuola e ne faccio una parrucca di treccine da far indossare al prof. di ed. fisica durante la prossima gita!

SCADENZA N°9: Colloquio di lavoro per stage estivo… quest’estate andrò in una redazione “nazionale”… è andato bene, ma non me l’aspettavo!

CONSEGUENZE: Sono passata rapidamente dallo stato d’animo: “Non mi prenderanno mai!” 😥 al: “Magari sì!” 😕 al “Ma sicuramente no!” 😦 al “MA veramente mi hanno presa!?” 😯 al “Dove firmo!?” :mrgreen:  al “Ma dovevo leggere prima di firmare?!” ❓ al “OPS ho venduto l’anima?!” 👿

Inoltre ho un’altra importante scadenza per la prossima settimana… ossia un contratto di collaborazione che mi scade e devo cercare di farmelo rinnovare… inoltre conferenze e premi da seguire per scriverne… insommmmmmmaaa… io ho sonnoooO!O!OO 😡

Ciò non toglie che a detta di tutti… se non lo faccio ora… boh?! In realtà a dirlo è stato solo il preside… ma credo voglia utilizzarmi per far pubblicità alla scuola sui giornali… QUINDI… stendiamo un velo pietoso, alla prossima cari amici!!!

L’arte di scroccare un post!!! O anche l’arte del ping pong tra blog!

Erano mesi che aspettavo questa opportunità… l’opportunità di scroccare un post!

Sapete com’è con la storia del blocco e tutto il resto… aspettavo la scusa giusta per scroccare un post e dire: TOH! Vabbè… l’ho trovato… quindi… ora ve lo posto…

Il post che andrete a leggere è stato scritto dal caro Karma… per me Karmuzzo perchè una Z gli sta bene nel nome! Ed è un’attenta analisi 😯 di come acchiappare… eh?! Ehm… volevo dire… come conquistare il vostro pollo… ehm volevo dire la metà della vostra metà… che quindi sarebbe un quarto! 😯

Ma prima urge una recensione… senza Z perchè qui non ci va bene!!!

Partendo dalle origini della conquista (anche se manca Piero Angela!) … e poi … passando per il Tao (che sarà poi questo TAO… che sia un cantante pop cinese noto per le sue tecniche amatorie?!) e per Sun Tzu (ma che è una guerra???) arrivando all’analisi del terreno… (che sia un corso di agraria?) e finendo a tarallucci e vino… ossia con una canzone… non manca l’inseparabile Mastercard… unico metodo di conquista sicuro… almeno per tua sorella di 20 anni… ecco a voi il post di Karmuzzo Burginguzzo (perchè anche più di una Z ci sta bene!)

DE ARS CACCIATORIA
ovvero: come t’acchiappo il terrestre!
un scritto per tutti e per nessuno… o quantomeno per Marziani e Venusiane

Introduzione

Sin dalle origini, le forme organiche conosociute basate sul carbonio si danno la caccia… hmmm, forse la sto prendendo un po’ troppo alla lontana, ricominciamo… Tutte le specie hanno in comune due cose: nutrirsi e riprodursi…

Qui  potete trovare il Seguito!!! Perchè ho già scroccato abbastanza… 😀

A.A.A. Cercasi saldo accessoriatissimo con mastercard!

Si salvi chi può! Mamma mia che folla! Ebbene sì gente! Sono appena tornata da una drastica mattinata di SALDI! Diciamoci la verità ogni antropologo prima di dedicarsi a qualche sperduta tribù aborigena dovrebbe studiare usi e costumi dell’acquirente in saldo! Non nel senso che ti compri l’acquirente al 50% ma nel senso che l’acquirente compra le cose in saldo!

Ovviamente tra i vari compratori possiamo dividere varie “categorie”… eccole qui!

1) Acquirente previdente… è amico di tutti i negozianti! Passa il giorno prima dell’inizio dei saldi e commenta: “Bello quel golfino! ME lo tieni da parte, cara!?” “Belli quei jeans! Puoi nasconderli nel retro! Bella?!” “Bello quel ragazzo… ah non è un ragazzo? E’ un manichino?! Beh non fa niente… mettimelo da parte lo stesso che mi può tornare utile!” Dopo questo “passaggio” previdente… il giorno dei saldi l’acquirente… va… ritira… paga, in saldo! Scavalca la ressa omicida di tutti gli altri compratori e paga con un sorriso a 78 denti… con Mastercard!

2) Compratore della domenica… i saldi li vede solo di domenica… durante il resto della settimana lavora…ed in ufficio commenta… “C’era quel maglioncino! Quel cappotto! Quelle scarpe!”  Ma ha poca speranza di riuscire a comprare qualcosa! Perchè di Domenica escono tutti e prima di avvicinarsi a “quel maglioncino… etc. etc.” deve assicurarsi di essere armato fino ai denti! A volte… riesce a comprare un bottone per il cappotto di tre anni fa… ma è ancora vivo… paga con un sorriso a 67 denti… perchè il cappotto vecchio gli va ancora segno che non è ingrassato… con Mastercard!

3) Il professionista… dottore/avvocato o qualcosa del genere… va per saldi che sembra un manichino… e deve difendersi dalla vecchietta di 90 anni che cerca di strappargli la cravatta per comprarla… in saldo… al figliolo al ventitreesimo anno fuori-corso… ma non deve temere… le commesse nubili lo difendono… sempre che sia stato attento a togliersi la fede dall’anulare… e lo scortano personalmente alla cassa… mentre paga sorride al 52 denti, pochi per lui… perchè ha paura che l’amica della moglie l’abbia visto comprare quel baby-doll per l’amante… con Mastercard!

4) La vecchietta di cui sopra! Dopo non essersi riuscita ad impossessare della cravatta di quello strano manichino umano… decide di comprare al figliolo al ventitreesimo anno fuoricorso… un pigiamINO… un maglioncINO… tutto INO anche la tintura di capelli per il figliolo ha il diminutivo… chiama “care” tutte le commesse nubili… perchè vorrebbe tanto trovare in saldo una moglie per il figlio… e paga sorridendo a 50 denti… grazie alla dentiera e a Maestercard!

5) La vecchietta che avevamo trovato in mia compagnia mesi fa sull’aereo per la Turchia! La belva assatanata di sangue umano! Si è trovata un amante di 70 anni più giovane di lei, professione Steward… lo porta a guinzaglio e lo veste griffato! Quando paga sorride  44 denti… il povero Steward no! Con Mastercard!

6) La mamma di famiglia… donnina amorevole… tramutatasi per uno strano scherzo del destino in una killer senza scrupoli… se ti avvicini al cappottino che voleva comprare per la figliola prima ti soffoca con la sciarpa comprata in saldo al 60% poi occulta il cadavere tra le ciabatte al 20% e presasi il cappotto sotto braccio compare in differente va alla cassa… sorridendo con 36 denti… e guardandosi attorno nella speranza che non ci sia la polizia… con Mastercard!

7) Il padre di famiglia… più che altro è un lacchè! Non sceglie… ha solo le braccia tese in avanti dove, moglie, suocera, figlia, figlio, e a volte anche il cane… buttano tutto ciò che lui andrà a pagare alla cassa sorridendo con 28 denti con Mastercard!

8) Omino occhialuto… cerca solo occhiali che siano in saldo oppure no… non sorride mentre paga con Mastercard… anzi non paga… perchè la commessa accecata dal riflesso di quel pallido sole sui suoi occhiali a specchio è svenuta… e lui ne approfitta per svignarsela!

9) La signora in giallo… compra tutto quello che è giallo… e scopre anche il vostro cadavere tra le ciabatte… incolpa il maggiordomo… che si era appena preso un foulard giallo… lui va in carcere, lei si impossessa della sciarpetta… paga sorridendo con 18 denti… perchè il dentista a sbagliato a farle la dentiera… con Mastercard!

10) Piero Angela… compra tutto quello che c’è dell’era paleolitica… metozoica… periodo edo… e illustra il processo di produzione della seta, del cotone e della lana alla commessa che cade in catalessi. Lui pensa che sia un omaggio alla sua sapienza e va via senza pagare… sorride sempre a labbra chiuse e tutti noi non sappiamo se abbia i denti oppure no!

11) Acquirente Samuel… va a psicanalizzare le commesse che non hanno messo il cartellino con il doppio prezzo vicino ai capi che gli interessano… crede che abbiano il “blocco del cartellino” paga sorridendo con 8 denti… gli altri glieli ha fatti cadere Godot mettendogli lo sgambetto nei camerini! Con Mastercard!

12) Compratore Koken… lui acquista tutto quello che c’è di ninja… poi arrivato alla cassa si ricorda di essere un koken e lascia tutto lì! La commessa è esperta di arti marziali e gli fa un “Paliatone esaggerato”… lui ci ripensa subito e compra quello che aveva preso prima… paga sorridendo con 1 dente…perchè gli altri li ha lasciati alla commessa in ricordo… con Mastercard!

13) Acquirente Godot… si sveglia e pensa di farsi uno zabbaglione di 12 uova per essere in forza… ma non ha le uova e si prende solo il solito caffè… esce agguerrita… guida come Mansell… parcheggia come un abusivo… si commuove alla vista del cartello 70%… si impossessa di tutto quello che le piace… e alla fine va in casa al verde… perchè non ha Mastercard!

Perdete ogni speranza voi che parcheggiate!

Eh già! Si sa… nel periodo infra-festaiolo… ossia tra Natale e Capodanno… chi abita fuori torna a casa… a visitare parenti e amici! Peccato che i condomini più indisciplinati approfittino di ogni famiglia “fuori-sede” per appropriarsi di tutto lo spazio che risulta essere “parcheggiabile” e spesso anche di quello che non lo è!

Chi non è campano probabilmente non si rende conto di quel che parlo… andiamo con ordine.

Prima di tutto devo dire di essere contenta… nel momento del parcheggio di non vivere più a Napoli… perchè spesso parcheggiare a Napoli equivaleva a vincere al bancolotto… ritrovare la macchina poi… specie in certi quartieri… era vincere la lotteria di Capodanno! E specifichiamo… io sono proprio originaria di quelle zone!

Quindi ecco che la famiglia Godot qualche anno fa si è spostata… più volte… e ha messo radici… sotto forma della fidazata del Godot-fratello… in un’altra città campana! Non nel senso che ha forma di campana… in senso della Campania! Ed è qui il problema!!! Non ai livelli di Napoli ma il problema parcheggio esiste un po’ ovunque… l’unica differenza è che nelle altre città gli appartamenti li vendono veramente con il garage e non devi salassarti e fare messe nere per avere un box auto!

Ma il box auto… si sa… non basta!!! O meglio… basta… ma non ti risolve tutti i problemi della vita… ok… forse questo è abbastanza ovvio… ma non ti risolve neanche tutti i problemi di parcheggio! Specialmente quando il garage è come il MIO!!! Ancor di più quando si vive in un condominio come il MIO!!!

Di che parlo… del fatto che per scendere nel mio garage ci sono 3 curve a 90 gradi con una pendenza di circa 70 gradi… facendo del garage una sorta di bolgia infernale… se Dante fosse stato uno dei miei condomini l’avrebbe denominata “la bolgia dei parcheggianti” o “il girone di quelli che si hanno la macchina NUOVA!” E così stamattina Godot si sveglia… esce perchè è leggermente claustrofobica… e appena arrivata in garage sente una sfilza di improperi provenienti dal pacatissimo condomino del 5 piano… si affaccia e… frantumi di fanalino a terra CON MASTERCARD! Si avvicina e lo saluta chiede se può essere di aiuto… lui sorride… risponde “No grazie” con l’aria di chi vorrebbe dire “NON C’E’ PIU’ SPERANZA!!!” si rimette in macchina… e parte… SBAM! Specchietto destro sfasciato… con Mastercard! E ovviamente un altra serie di insulti contro “cotanto geometra” che costruì la palazzina!

Intanto Godot va verso il suo box ma si blocca… l’inquilino del 2 piano ha messo ancora la macchina di traverso davanti alla porta… essendo il garage piuttosto piccolo e avendo tutti i condomini almeno un box da due posti auto… ovviamente le macchine non si possono mettere FUORI dal box e NEL garage! Ma l’inquilino del 2 piano se ne infischia! Godot sale al 2 piano… bussa… l’inquilino è in mutande e dice… “vabbè ma l’avevo appoggiata solo un attimo! Ieri sera” Mmm… Godot con aria seccata gli fa notare che se è “Ieri sera” e ora è “Stamattina” non è propriamente “un attimo”

Lui sbuffa ma poi scende… arriva e dice… “ma potevi passare di lato” “NOOOOOOO NON posso passare di lato senza giocarmi anch’io lo specchietto!” Alla fine la sposta… ma non la mette nel suo box… neanche fuori… neanche davanti al SUO box… la mette davanti al box di mio zio! Ma mio zio è un pezzo d’uomo… e il condomino del 2 piano è un metro e 40… mio zio avrebbe saputo cavarsela quando dopo un quarto d’ora sarebbe sceso per andare a lavoro!

Godot esce… Godot torna… con grande abilità… riesce a non perdersi nessun fanalino durante la fatidica discesa agli inferi! Esce dalla macchina… e sente urlare!!! Chi avrà perso il fanalino!!???

Non era per un fanalino che si stava urlando… era il condomino del 4 piano… quel militare che poverino con moglie e figli piccoli sta sempre in missione da qualche parte e mai a casa… tornato per le feste… ha trovato davanti al suo box l’inquilino del 2 piano! Ma dico io… ma perchè non parcheggia direttamente nel suo box!? Boh! Questi sono quei misteri che nessuno sa mai come spiegarsi…

Comunque il militare è chiaro… urla al condomino del 2 piano: “Ora mia moglie e i bambini sono già saliti… io vado a fare la spesa… SIG. XXX ha capito? LA SPESA!!! CI metto mezz’ora! Mezz’ora d’orologio!!! Quando torno voglio la porta del mio box libera… voglio tutto il garage perchè voglio divertirmi a fare manovra!!! La macchina sua la metta dove vuole… ma non davanti alle porte dei box altrui!!! Allora tra mezz’ora torno!!!” Si gira… mi vede… mi fa un cenno con la mano… io ricambio… e lui commenta: “Signorina ma come si deve fare??!! Mi ha risposto che non mi posso lamentare perchè non ci sono mai!” Io rispondo: “Non se la prenda sergente! Piuttosto faccia gli auguri anche se in ritardo a moglie e bambini!” Lui entra in macchina… parte e SBAM! Rigatura della portiera sinistra con mastercard!

Perchè un’ammaccatura per  un meccanico non ha prezzo ma per parcheggiare non c’è mastercard!