A proposito di malelingue…

A proposito di malelingue… hm.. scusate non vi ho salutato oggi… Ciao! Ehm… dicevo?! Ah sì… oggi Cieluzzo commentando mi ha fatto dire la parola malelingue… e nel mio cervellino contorto l’associazione d’idee è stata istantanea… Malelingue… scioglilingua…

Gli scioglilingua sono stata sempre una mia fissazione da bambina… e ora… da insegnante li infliggo ai miei studenti che dopo ore… almeno una volta l’anno… rantolanti chiedono pietà!

E così ho pensato… perchè non infliggere la stessa tortura a quelli del blog???! Il perchè non mi è venuto in mente… e così ecco a voi…

Uno scioglilingua per ogni malelingua! :mrgreen:

Se la malelingua dovesse essere un taglialegna… ecco che voi potete dirgli:

Lucio dice a Licio:”Lascia l’ascia liscia sull’ uscio” 😯

Se invece i vostri problemi sono i calzolai:

Mi attacchi i tacchi tu che attacchi i tacchi? Io attaccarti i tacchi a te? Attaccati te i tuoi tacchi tu che attacchi i tacchi! 😯

Se è un cane quello che vi urta ecco che gli potete dire:

A portapalazzo c’è un cane pazzo. Toh, pazzo cane, ‘sto pezzo di pane.

Se Pazzi Pezze e Pizze vi tolgono il sonno ecco che:

Al pozzo di santa Pazzia protettrice dei pazzi c’è una pazza che lava una pezza. Arriva un pazzo con un pezzo di pizza e chiede alla pazza se ne vuole un pezzo. La pazza rifiuta, il pazzo si infuria e butta la pazza la pezza e la pizza nel pozzo di santa pazzia protettrice dei pazzi. 😯

Se andate a Lione poi:

Andavo a Lione cogliendo cotone, tornavo correndo cotone cogliendo.

A Rapallo:

Andavo a Rapallo cogliendo cristallo, tornavo ridendo cristallo cogliendo.

E alla famosissima Trento:

Trentatré trentini entrarono a Trento tutti e trentatré trotterellando.

E se vogliamo andare all’estero allora:

FRANCIA: Un chasseur sachant chasser doit savoir chasser sans son chien.

SPAGNA: Paco peco chico rico le gritaba como loco a su tío Federico y este dijo: poco a poco paco peco poco pico.

INGHILTERRA: How much wood could a woodchuck chuck, if a woodchuck could chuck wood? He’d chuck all the wood that a woodchuck could chuck, if a woodchuck could chuck wood!

GERMANIA: Fischers Fritze fischte frische Fische, frische Fische fischte Fischers Fritze.

PORTOGALLO: Três tigres tristes para três pratos de trigo. Três pratos de trigo para três tigres tristes.

E se non sapete che lingua scegliere… c’è sempre il PERENNEMENTE sperimentale

ESPERANTO: Al la apartamento parte apartenas aparta portaparato.

E i nordici tra voi mi perdoneranno… ma poi c’è sempre il NAPOLETANISSIMO:

P’a via ‘e Pavia, Pav’ia! 😯

 

 

La classifica più GAFFOSA che si sia mai vista!

Mi è venuto in mente rispondendo a un commento di CieloLibero… non vi ho mai detto di tutte le gaffes fatte dai miei studenti?! Ehm… diciamo che ce ne sono delle belle!!! E forse le più belle sono proprio quelle dei test d’ingresso alla scuola media 😀 Beh direi che possiamo benissimo stillare una classifica:

Le gaffes più belle (ossia peggiori) fatte dai pargoli!!!

10) Alla domanda a risposta multipla dove si trova la Francia, tra Europa e America: il 90% dei ragazzi mi ha risposto America… l’altro 10% ha confessato di aver risposto a casaccio!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

9) Alla domanda come si scrive Bianco?! 7 ragazzi mi hanno risposto: “What!” E io avrei voluto rispondergli “Bianco!” ma poi ho capito che la loro non era una domanda! Ma una risposta! 😦

8 ) Alla domanda del test d’ingresso scrivimi in Inglese una presentazione di te, nome, cognome, età, G. mi ha scritto: “Mai nom iZ G. Mentr Cognom iz F. I Hev 11 age!” Mmm… giorni dopo alla correzione di questa frase… E. il primo della classe esclamò: “Ma che bella ciuccia!!” Ma non si riferiva a G. bensì alla maestra d’inglese dell’elementari… trovandomi una classe in media così… non ho confermato… ma non ho avuto nemmeno il coraggio di smentire!

7) Alla domanda a risposta multipla nel test d’Ingresso: “Qual’è la capitale della Francia?!” 9 ragazzi hanno risposto VIENNA… uno Tokyo! Mmm… però!

6) Domanda del test d’ingresso: “Cosa sai dirmi della frase “Yes we can”, M. uno studente ha risposto: “Parla di una favola dove c’era un cane!” Ehm! O povero Obama!!!

5) Alla domanda sul test d’ingresso: “Chi era William Shakespeare?” 5 studenti hanno avuto il coraggio di rispondere: “Era un uomo!” 1 ne ha fatto “Il re d’InghilteRa” con una ErE!

4) Test d’ingresso domanda sui capi di vestiario in ìnglese, R. una ragazza mi dice: “Cappotto si dice Capòt!” E io “No!” e lei… “Ah già quello è francese!” 😯

3) Uno studente, A. una volta offertosi all’interrogazione d’inglese… dopo svariate insistenze da parte sua… perchè proprio non volevo interrogarlo… ha incominciato: “Je suis, tu es, il est…” ehm… quando gli ho fatto notare che era l’ora d’inglese… mi ha risposto: “allora forse è meglio se non mi offro più!”

2) Una ragazza, O, alla domanda “Cos’è il 25 Aprile?” mi ha giustamente risposto: “E’ la festa della Liberazione!” peccato che poi alla domada: “Liberazione da cosa?!” mi abbia risposto: “Dalla peste!” 😯

1) Un ragazzo, M., alla domanda  del test d’ingresso traducimi in Inglese queste parole ha risposto così:

Penna = Penn (e io pensai… Beh ha solo messa una N in più!)

Gatto = Gat (e io pensai… Beh… ha messo una G invece di una C)

Cane = Can (e io pensai… COMINCIAMO BENEEEEEE!!!!)

E fu proprio così! A volte mi chiedo… ma perchè fargli studiare Inglese e ultimamente anche francese alle elementari quando gli s’insegnano strafalcioni di ogni genere?! Non me ne vogliano le maestre elementari… forse sono stata io sfortunata a trovare classi provenienti da insegnanti così… certo è che E. mi fece vedere il suo quaderno… d’inglese delle elementari… ed era pieno zeppo di erroracci… soprattutto nelle pagine copiate dalla lavagna! Si salvi chi puòòòò! Rimango della mia fermissima idea… meglio insegnare da capo che dover rimediare a errori inculcatigli in mente da 5 anni consecutivi di ORRORI non corretti! Mah! C’est la vie… che come mi rispose un’altra ragazza sempre nel famigerato test d’ingresso significa: “C’è la via!” 😯

Ieri – Oggi – Domani: Qui urge un Toto-tutto BIS!

Ieri… rovinando un post di Tagliuzzo… ho nominato il famoso Toto-tutto con i suoi famosi e ricchi premi!

Domani… contatterò la famosa vecchietta assatanata di sangue umano e preferibilmente macho… per chiederle il favore di fare da premio a Taglia… a patto che lui da domani si faccia assumere come steward!

Oggi… OGGI! Oggi mi sono detta… ah certo che il Toto-tutto è stata proprio una genialata… ancora oggi… alcuni di voi hanno il sospetto che io sia il figlio illegittimo che Maurizio Costanzo ha avuto da Piero Angela… e non chiedetemi chi ha partorito oppure…

Come mai mi è venuta quest’ideONA!!??? Semplice… i miei poveri studenti… hanno colpito ancora!!! Eh già… perchè capisco che loro abbiano ancora una contorta visione spazio-temporale… ma non sapere di dove sono io!? Qui si esaggera… insomma… mandateli a ripetizioni di geografia… o che so io!!!

Ma spieghiamo ancora una volta le cose con una parvenza d’ordine!  Oggi come al solito sono andata a scuola… sono arrivata e con ghigno sadico… ho detto “Interroghiamo!!!” Anche se poi io “interrogo” e loro “rispondono” ma il plurale maestatis ci stava che era una meraviglia! 😀 Dopo averli visti impallidire… facendo finta di nulla… ho detto: “Non è che qualcuno vuole pensare di offrirsi!?” E li guardavo con occhi sbrilluccicanti! Poi mi hanno chiesto “In cosa?!” E i miei occhi sbrilluccicanti sono diventati opachi per la disperazione… non avrei mai potuto interrogarli in Tecnica… per quanto sadica… sempre il mio registro devo riempire…

Ho ribadito che avrei interrogato in francese… oggi era francese… e 2 mani si sono alzate… ho ricordato che come al solito il primo argomento sarebbe stato a piacere… altre 2 mani si sono alzate… io poi… con sguardo nuovamente sbrilluccicoso… e forse è meglio specificare che non ho la congiuntivite… e che non mi ero messa il collirio… era sbrilluccicoso naturalmente… ho chiesto: “Qualcuno che non sia stato già interrogato una decina di volte?!” Un’altra mano si è alzata… io ho allungato il collo per guardare tutta la classe… nella speranza che un’altra vittima sacrificale… EHM… un altro VOLONTARIO… si facesse avanti… e così è stato! Ahaha! Tutti alla lavagna inizia la tortura… ehm… no volevo dire l’interrogazione! Una domanda là… una domanda qua… quanti anni ha Alibabà!? Lì ho rimandati ai loro posti… tutti contenti… uno anche troppo contento… così contento che appena si è seduto mi ha chiesto di venire di nuovo… mmm… interessante… perchè l’avrei dovuto interrogare 2 volte in un giorno sullo stesso argomento?! boh! Dopo aver rifiutato… oggi gli ho detto di aprire i libri di civiltà… e… ho iniziato a leggere… dopo essermi raccomandata di segnare la pronuncia! Loro erano contenti… perchè in quanto prima media… hanno usato ancora poco il libro di civiltà che si usa soprattutto nei 2 anni successivi… io leggevo… e loro mi guardavano sorridendo 😀 Io leggevo e loro mi guardavano sorridendo un po’ meno 🙂 Io leggevo… e loro mi guardavano sconvolti 😯 io leggevo… e loro parlottavano… 😦 Io ho smesso di leggere… e loro hanno alzato in gruppo la mano! Mmmm… gli ho chiesto se avessero difficoltà a capire il senso… perchè per il resto c’è tempo… e loro hanno detto di no… volevano che andassi più lentamente? No! Gli ho ricordato: “Sapete già il verbo essere, avere, i verbi al presente… gli articoli… plurali e femminili regolari… potete capirlo il brano!” E loro hanno annuito… e allora, che volevano?!

E. il portavoce della classe… di origini Senegalesi… ha detto: “Noi ci chiedevamo già da un po’ di tempo una cosa… poi ieri ci avete letto il brano sul mostro di LochNess in inglese… oggi questo brano qui… in francese… MA VOI DI DOVE SIETE?!” Davanti alla mia faccia sconvolta… ha spiegato: “Parlate francese come una francese… però ieri parlavate inglese come un’inglese… allora siete francofona o anglofona?!” Gli stavo per rispondere “Italianofona”… ma suonava proprio male! E così ho detto: “Ragazzi sono di Napoli!” E loro… “EEEeeeeeeeeeeEEeeeEE!! Ma quando mai!!!” E intanto la prof. di sostegno se la rideva… e io: “Parola mia! Sono di Napoli!” E loro: “EeeeeEEEEeeeEE!!! Non ci crediamo proprio!!!” Allora ecco… qui urgeva un Toto-tutto… e ho detto: “e allora secondo voi di dove sono?!” Le proposte sono state stupefacenti… e visto che, a quanto pare io NON POSSO essere di Napoli… vi rigiro il quesito… con le spiegazioni associate!

Opzione 1) Sono francese… nata a Parigi… cresciuta a champagne e escargots… perchè parlo francese… e sembra che io abbia l’accento francese… anche quando parlo in italiano… anche se PAROLA MIA non ho la erre moscia ne arrotata!

Opzione 2) Sono francofona… quindi non nata in Francia… ma in un paese di lingua francese… perchè parlo francese… etc. etc.

Opzione 3) Vengo dal Regno Unito… e sono la figlia illegittima della regina Elisabetta Seconda! Quest’ipotesi la fece anche una mia amica un paio di mesi fa… che mi presentò con un: “Parla l’inglese che sembra la regina Elisabetta!” Ma io… per questioni estetiche… preferisco ripudiare l’appartenenza alla famiglia reale… anche se non disdegno un cappello a gennaio!

Opzione 4) Sono Canadese!!! Ehm… eh già… da quando gli ho detto che in Canada esiste il bilinguismo… loro sono convinti che io abbia inventato il bilinguismo!

Opzione 5) Sono spagnola… emigrata in Canada… dopo che parlando del Canada gli ho detto l’origine spagnola del nome: “Ca Nada” –> “Qua Niente!”

Opzione 6) Sono russa perchè un mio studente russo… vuole per forza che sia russa anch’io!

Opzione 7) Sono medio-orientale… perchè boh?! Non so come gli sia venuta in mente questa

Opzione 8) Sono di occhialiLandia… e ok… posso anche accettarlo… ma esiste?!

Opzione 9)  Sono Statunitense… perchè gli ho fatto una testa tanta con Obama!

Infatti è proprio Obama che mi ha convinto a farmi fare il bis di Toto-tutto… se lui ha “bissato” il giuramento… io posso ben “bissare” un post!

Fortuna per loro che non hanno indovinato!!! Peccato per me che mi hanno fatto venire un po’ di dubbi sulla mia persona… è tutto il giorno che dico “ErrRRRrrrRREEE!” per timore di avere la “r” arrotata! Ma alla fine… poi… di dove sono?! 😀

Momenti di Gloria… ma non ditelo ai miei ignari antagonisti!

Eravamo rimasti alla mia infanzia… ma prima di proseguire con questa lagna maliconica… facciamo un salto temporale e torniamo ad oggi… anzi a ieri… sera ore 20 e 30! Non chiedetemi quanti secondi perchè ho un normalissimo orologio senza cronografo!

Quindi… mmm… ieri sera è venuta da me G. una ragazza che aiuto con l’arduo compito di apprendere l’inglese… quando riesce a trovarmi! 😀 Scherzi a parte da Ottobre sta venendo da me una volta a settimana, di solito quando ho i giorni a scuola, perchè anche se vado a lavorare in redazione non mi inviano fuori sede.

La situazione di G. era tragica… Quando le chiesi di scrivere come si chiamava scrisse:

“Mai neim is G.”

E io capì che il mio sarebbe stato un arduo compito! Quano le chiesi quanti anni avesse… lei mi rispose

“I had got an old!”

E io immediatamente mi domadai se la mamma sapessse di questo vecchio “old” che la figlia aveva!

Poi le chiesi di dove fosse… e lei mi disse: “I go to the second Laiciii” (intendeva dire Liceo)

E io pensai che lei vivesse e fosse nata in quella scuola! Non so… forse i genitori l’avevano occupata o qualcosa del genere!

Quando per testare il suo livello di conoscenza della civiltà le chiesi: “Che sai della Gran Bretagna?”
Lei mi rispose… “Ho sentito parlare della Bretagna! Ma non so molto!”

Ehm! Io le chiarì: “La Gran Bretagna è l’isola dove ci sono Inghilterra, Scozzia, Galles, che insieme al nord dell’isola d’Irlanda formano il Regno Unito!”

“E l’America?” Chiese lei… mmm… no! Dissi… “No, quella è tutto un altro continente… parlo del Regno Unito… quello che ha la regina Elisabetta e i principi… ricordi?”

“Sì!” mi rispose e io fui contenta… poi però aggiunse: “Quella di Obama!” e io fui subito infelice!

Insomma questo per farvi il quadro generale della situazione. Voi direte CHE CIMA QUESTA RAGAZZA! Ehm… sicuramente non è molto preparata… ma poi ho saputo che la media in Inglese della sua classe è il “3”! E il dubbio mi è venuto spontaneo… ma non sarà colpa della professoressa?????????????

Effettivamente dopo due mesi di ripetizioni… G. sa chi è Obama, chi fa parte della famiglia Reale, sa la situazione dell’Irlanda/Irlanda del Nord…sa anche qualcosina su vari monumenti di Londra e compagnia cantando… etc.etc.

La conferma???? Eccoci arrivati a ieri sera… arriva G. accompagnata dalla mamma… un donnone alta un metro e 86 per 100 chili! Alla vista della madre infatti io ammetto di aver avuto un po’ di fifa! Arriva… si avvicina… mi abbraccia… anche se ci ho messo un quarto d’ora per esserne sicura perchè mi sembrava che cercasse di strangolarmi! Poi asciugandosi le lacrime agli occhi… e io riprendendo un colorito compatibile con il tasso di ossigeno nei miei polmoni… ha iniziato a dire: “GRazie Grazzzzziieee!Sono stata ai colloqui! I colloqui! Non posso crederci!!!! G. da 2 è passata a 6 e mezzo!!!!” Io allora ho contenuto il suo entusiasmo e ho detto: “Signora guardi che G. deve arrivare almeno al 7 per i miei standard!” Lei ha aggiunto: “La prof. è stata contentissima… ha consigliato di mandarla in Inghilterra perchè ha un gran talento (cofcof)… ha detto che in tanti anni mai una sua studentessa aveva superato il 6 (e io, Godot, mi domando perchè! Ma non è finita qui preparatevi per il gran finale) E’ contentissima la prof. perchè ha detto che qualche volta le era venuto qualche dubbio sul suo metodo d’insegnamento… ma che ora che G. sta iniziando a dare buoni risultati… La prof. sa! ha avuto la conferma di essere UNA BUONA INSEGNANTE!!!” … io non ho detto niente ma quando un’ora dopo G. è uscita di casa mia… la mia reazione è stata istantanea!

Bwahahhahahahahahawwwwhahahhahahahahahhhaahahahhaahhhahahah!

Ma come!? Ma non le è venuto il dubbio che una ragazza che a Settembre era la peggiore della classe… una classe la cui media era il “3”… sia diventata la “migliore della classe” (la cui media è rimasta al “3”) perchè sta andando a ripetizione!??????!!!!??!?!?!?!??!??!??!!!

Ovviamente la mamma di G. non poteva/doveva dirglielo… ma lei… dai capiscilo che c’è qualcuno che mina tutte le scemenze che dici (con l’abilità di non farlo capire a G. per evitare che poi si comporti male in classe) e le sostituisce con concetti giusti e soprattutto CHIARI!!!

Comunque per me è stata una discreta soddisfazione… anche se la mia antagonista non sa della mia esistenza! Altro momento di Gloria???

E’ stato quando quello strillone del prof. di Geografia della prima media che dopo giorni di note e rapporti disciplinari… ieri si è avvicinato a me… anche lui con le lacrime agli occhi… e ha detto:

“Che cari ragazzi… come li avevo giudicati male! Tu pensa! Hanno avuto la maturità di eleggere un portavoce, E., che mi dicesse quello che veramente pensano su di me. Gli da fastidio che io urli spesso… ma hanno capito perchè lo faccio… abbiamo fatto un patto io proverò ad abbassare il tono… loro a stare un po’ più in silenzio!!! Che cari Carissimi ragazzi!!!!”

Io ho annuito, mi sono asciugata la consueta lacrima… e ho detto: “Vai! Collega! Vai che ci puoi riuscire!!!”

Lui si è allontanato ancora commosso… io sono entrata in prima e la prima frase di E. è stata:

“PROF! ABBIAMO FATTO COME AVEVATE DETTO VOI… ABBIAMO ELETTO UN PORTAVOCE E ABBIAMO PROMESSO AL PROF. STRILLONE DI FARE I BRAVI… SE LUI PERO’ PROVA AD ABBASSARE LA VOCE QUANDO CI RIPRENDE… ABBIAMO FATTO COME AVEVATE DETTO VOI… GLI ABBIAMO DETTO CHE CI SPAVENTA E CI FA AGITARE QUANDO URLA… ABBIAMO FATTO PROPRIO TUTTO COME AVEVATE DETTO VOI!”

E i compagni di E. annuivano… eh già perchè all’ennesimo sbuffo dei ragazzi al momento di fare geografia… gli ho detto: “Parlate chiaro! Ma in maniera educata! promettete di stare più tranquilli e chiedetegli… quando è calmo! Di urlare di meno! Ditegli che vi spaventate quando urla!”

Eh sì! La prof. di G. e lo strillone di Geografia non lo sanno… ma sono stata io a manipolare le menti dei loro studenti! 😀 Che posso dirvi i burattini sono sempre stata la mia passione… ma non ditelo ai miei ignari (e anche un po’ ingenui) antagonisti! 😉