Napoli vs. Roma… sfida all’ultimo caffè!!! E se il barista è a lutto… allora…

Ciao a tuttiiii… nuovo post per il Jukebox… il primo post di questo nuovo Jukebox tenta di accontentare la richiesta di Frappy di celebrare i caffè… Non la bevanda (che pure ci piace assai! ma che celebrammo in un altro post tempo addietro)… i locali… e forse forse cerca di accontentare anche Luisa… che voleva un po’ di SANO humor noir… e  chi sa… che non si strappi un ghigno lontanamente simile a Cupo…

… tutti e tre al momento di dedicare questo post a qualcuno si sono prodotti in mail di protesta per dire: “Ma è un post a richiesta o una gita di gruppo!?!?!?” 😡

Cavaliere Errante poi si è infiltrato e ha chiesto: “Un gelato al pistacchio visto che andiamo al bar!!!” 😯

Ecco a voi, separando il tutto per le solite categorie a me tanto care, la mia “schedina” dei caffè!! E dei rispettivi barisiti!!!

E ora ecco a voi… quindi:

NAPOLI – ROMA: Una sfida all’ultimo caffè!

Il caffè dell’ALBA: E’ quel caffè dove ovviamente si va a prendere il caffè all’ALBA!!! Perchè a tutti noi capita di prendere qualche caffè all’ALBA… e con ALBA intendo ALBA!!!

  • NAPOLI: Il barista del mattino di Napoli di solito mi vede… annuisce e urla: IL SOLITOOOOOOO!!
  • ROMA: Il barista dell’ALBA di solito mi vede e urla: “WEEE WEEE c’è a Juagliona E’ Napulèèèè… facimme nu cafè strettooo strettoooooo!!!

Il fatto che urlino entrambi mi farebbe dare un bell’ICS! Anche se al Barista Romano ho dovuto dire di essere napoletana… altrimenti non l’avrebbe mai capito… quindi… anche se per un brevissimo scarto…

Napoli-Roma: 1 a 0 palla… anzi… TAZZINA di caffè al centro!

E possibilmente “in fronte” al prossimo barista che mi urla alle 5 del mattino svegliandomi dal torpore, utilissimo per recarsi a lavoro! :mrgreen:

Il caffè letterario…dove si può scrivere… leggere… anche da soli seduti al tavolino… senza che nessuno ti guardi strano!

  • NAPOLI: Ho un mio caffè letterario preferito… mi ci incontro di solito con Jerry per un caffè e per chiacchierare e vado alle  sue presentazioni… ma oltre che un’alta frequentazione di scrittorucoli e presunti tali come la sottoscritta… devo dire… ha poco di letterario!
  • ROMA: Ne ho visti 2 … uno aveva addirittura libri da prendere in prestito mentre si prendeva il caffè… e la cosa mi è piaciuta un sacco!!!

Per questo motivo: Napoli-Roma: 1-1 Tazzina di caffè di nuovo al centro!

E libro in mano! Perchè non è una bella cosa leggere sbirciando il libro del vicino di tavolo da dietro le sue spalle! 😯

Il caffè della sera… bar per prendere il caffè dopo cena… o dopo locale… o dopo qualsiasi cosa!

  • NAPOLI:  tutti i bar sono pieni, anzi straripanti fino a Mezzanotte… a volte troppo… a volte ti pare di giocare a Twister! E non sempre è gradevole… o può esserlo molto… dipende da con chi stai!
  • ROMA… beh direi che ci sono altri tipi di locali… e che i caffè passaano in secondo piano dopo il tramonto… Ci sono eccezioni ma non sono straripanti come da noi… e non sono tutti ma proprio tutti i bar…

Per questo motivo… Napoli-Roma: 2-1… di nuovo tazzina al centro!  

E mano sul “rosso destro” e piede sul “giallo sinistro”! 😕

Il caffè in compagnia… è quel locale dove vai volentieri con gli amici… provvisto di vasto spazio per sedere e chiaccherare… e far baldoria!

  • NAPOLI: Di solito c’è una divisione tra i bar che ti portano il caffè al tavolo e quelli che ti invitano a portartelo… la differenza è soprattutto nel prezzo (piccolo trucco per non farti pagare il servizio che i baristi napoletani fanno volentieri)… alla fine resti seduto lì per ore a ciarlare!
  • ROMA: Devo dire che ne conosco pochi… sono solo un paio i caffè dove mi è capitato di accomodarmi con quei pochi amici romani per molto tempo… insomma per il tempo che supera di molto il tempo di bersi il caffè! Sono comunque spesso genitlissimi… anche se un po’ beh… “snob” ma magari è un’impressione!

Napoli-Roma: ICS… perchè non posso giudicare quello che non conosco completamente!

Il caffè del barista piacione… c’è sia a Napoli che a Roma la credenza che il barista con le clienti femminili non accompagnate da OMACCIONI nerboruti debba fare il cascamorto (NO Luisa… cascamorto che ci prova… non che è morto! Non è ancora il momento!!!)

  • NAPOLI: Il caffè del barista piacione è quasi sempre moooolto belloo… perchè altrimenti scapperesti terrorizzata all’idea che sia un maniaco… quasi sempre anzi urla “LUUUSSOOOO!!!!” Il barista più piacione di Napoli l’ho infatti incontrato in un bar molto importante… dove sono spesso ospiti personalità di vario genere… la sua battuta d’approccio: “Mia cara?! Che ti porto…” per poi girarsi e urlare: “Un caffèèèèèèèè per la bella ragazza al banco!!!” … puoi esser anche racchia … ma lo fa!
  • ROMA: Il barista diventa piacione al secondo giorno che ti vede… perchè è come se entrasse in confidenza… quasi amico… nel giro di una settimana se non ve la squagliate il barista si trasforma da PIACIONE a PIAGNONE… e si lamenta di Moglie, suocera, figli… e della SQUADRA DEL CUORE!

Napoli-Roma: 1-1 perchè non sono la miglior giudice dei PIACIONI di tutto il mondo! :mrgreen: Però… l’ultimo tipo di barista ci introduce automaticamente alla nuova categoria…

Il barista in lutto… o in lutto stretto! (per la gioia di Luisa!)

  • NAPOLI: Da noi esiste solo il barista in lutto stretto! Il lutto è stretto quando è vicino… il barista in questione ti piange nel caffè… ti singhiozza in faccia… si morde il labro emettendo mugolati di dolore e sofferenza… tu pensi… “Oh poverello!!!” e lui scuote la testa mentre tu giri lo zucchero nella tazzina… e tu allora non puoi far a meno di dire: “Che è successo…?” e allora lui con un singhiozzo…
  • ROMA: Il barista è a lutto… è affranto e si vede… dice agli altri che c’è ancora speranza… che non credeva sarebbe finita così… che un dolore così grande non se l’aspettava proprio… che non riesce a sopravvivere con questo groppo in gola… la lacrima c’è… ma non si vede… si gira e serioso ti dice pressocchè singhiozzante: “Ma che ti porto?!” Tu con un po’ di riverenza gli chiedi il solito caffè… e lui annuendo va… ti prende il caffè te lo porta e tu non puoi fai a meno di dire: “Che è successo?” e allora lui scuotendo la testa…

PER LA SERIE: OGNI MONDO E’ PAESE… entrambi i baristi ti risponderanno: “Ma l’hai visto l’arbitro quel @#[%[&]$£!!! E’ un vendutaccioooo…..e noiiiiiiiiiiiiii!? Con che faccia affronteremo la partita di ritornooo!?!?!?

Eh già… parlavano entrambi della squadra del cuore… NAPOLI o ROMA che sia! (i laziali mi perdoneranno… ma non ne ho ancora incontrati di baristi lazialI!)

… ed entrambi avrebbero barattato volentieri un rene, o qualche altra frattaglia per avere un rigore all’ultimo minuto… il cane per un gol da centrocampo… la casa con il mutuo ancora da pagare per un attaccante del Sud AMmerica… una suocera per… beh… per qualunque cosa! Ma quella è un altro post! Oppure no!?

Altro Jukebox… o meglio il sequel del Jukebox!

Ecco a voi un altro Jukebox, perchè molti dopo aver letto la richiesta dello scorso post hanno commentato: “Uff… non sono arrivato/a in tempo!!”

E mi è dispiaciuto che fossero dispiaciuti!

Quindi?! Le regole sono le stesse di sempre… quelle a lato, nella casellina Jukebox… eccetto… eccetto!

Potete chiedere quello che volete… ma facendolo dovete citare un altro post vecchio almeno un mese… in poche parole come avrete capito dal titolo… voglio che mi chiediate: “Un sequel!!!!” di un post… o un aggiornamento su un determinato argomento che ho già citato… o… boh!!!!

Come al solito ogni richiesta verrà presa in esame dal mio cervello contorto non garantendo un post coerente con se stesso… ma quando mai un post di questo blog è coerente?! :mrgreen:

Quindi!? Chiedete chiedete chiedete!!! Potete scegliere un personaggio, un post, un argomento… l’importante è che l’abbiate già incontrato qui… sempre su questo blog! 😉

Blog che vai vicino che trovi!

Benevenuuutii a questa ennesima edizione del Jukebox… oggi accontentiamo Anto… che non ha potuto dedicare questo post a nessuno… perchè si è intromesso Aquilotto urlando: “Ma io volevooo un post osèèèèèèèèèèèèèè!!!” il tutto tra le ole di apprezzamento di Ser Bruno… new-entry… e vicino di blog senza blog! ❓

Non potendo elencare tutti i vicini di blog… ho pensato di andare per categorie… quindi ecco a voi…

la classifica dei vicini di blog che non avreste mai pensato di avere!

8) All’ottavo posto l’omino occhialuto… perchè son certa che dietro quei blog apparentemente innocui pur un omino occhialuto si nasconderà! 8)

7) Il blogger megagalattico… è il blogger che parla di scienze e simili… così addentrato nella materia che oltre a scriverti post su tutte le galassie in ordine alfabetico e su tutte le costellazioni dalla più grande alla più piccola… fa anche i baffi a Piero Angela… a tortiglioni! 😯

6) Il blogger cucinoso… ossia quello che parla di ricette e manicaretti che La prova del cuoco ti sembra una prova del pupo tanto gli sono inferiori… è un blogger dal quale è meglio stare alla larga a ora di pranzo… o scendi giù in mensa e ti pappi tutto… perfino il cameriere! 😡

5) Il blogger filosofico… quello che riflette sui grandi quesiti della vita… e il guaio è che fa riflettere anche te… e poi tu vorresti fare harakiri… all’urlo di: “Ma che ci faccio io su questa terraaaaaaaaaaaa!!!”… MA SPESSO interviene il blogger megagalattico con qualche formula sulla forza di gravità… oppure interviene il quarto blogger di questa classifica…

4) Il blogger ottimista! Non so perchè ma il blogger ottimista è quel blogger in grado di rallegrarti… spesso a prescindre di quel che scrive… tu leggi la frase: “Sono molto depresso” e in realtà pensi: “Wa! Troppo divertente!” 😯 Le incomprensioni sono grandi… ma spesso non contano perchè è il tuo vero amico di blog… quello che ti impedisce di fare harakiri! :mrgreen:

3) Il blogger taciturno… è un blogger che scrive poco sul suo blog… e commenta anche meno sul tuo… ma non importa perchè ogni suo post e ogni suo commento chissà perchè è sempre ad effetto… e tu vorresti andargli a dire… “MAAA VUOI SCRIVERE UN PO’ DI PIUUUU???????!!?!?” spesso la risposta arriva sotto forma di post… e tu sei contento per gli altri 6 mesi che restano!

N.B. Di questa categoria è una sottocategoria il blogger senza blog…

specie di blogger in evoluzione qui ne abbiamo già ammirati un paio…

e tu vorresti dirgli… mettetiii un blooog cosìììì ti leggooooo!!!!

2) Il blogger ignoto… quel blogger che ancora non conosci… ma che vorresti conoscere… è il vicino di blog che non hai mai incontrato nell’ascensore del blog (ossia un blogroll!) potreste un giorno incontrarvi e diventare amici… ma questo non potrai mai saperlo se non lo incontri!

1) E infine… il blogger amico! E’ un blogger che non importa che tipo di blogger è per gli altri… per te è semplicemente un amico che ti fa piacere leggere… e commentare… e ti fa ancor più piacere quando ti legge e ti commenta! Perchè?! Boh!? Non c’è un perchè… MISTERO delle amicizie tra blogger! 😉

Jukebox… perchè è un bel po’ di tempo che non mi esercito!

Ciao a tutti… nuovi e vecchi vicini di blog! Visto che è un bel po’ di tempo che non mi esercito… ho pensato di indire una nuova edizione del Jukebox!
Per i nuovi arrivati sarà meglio spiegare… voi … scegliete l’argomento per un post… o molti argomenti per molti post… e io cerco di accontentarvi! Per quanto possibile…

… chi bazzica da queste parti già da un po’ di tempo saprà già che i risultati spesso sono stati impensabili! :mrgreen: Ma noi ci divertiamo così! 😉

Per sapere bene le “regole”… andate alla barra laterale… e cliccate su “Juxobox” (ehm… è un po’ ripetitivo questo post!) Poi ritornate qui… in questo post… e CHIEDETE CHIEDETE CHIEDETE!!! E sarete accontentati… o almeno si spera!

Viaggio nel tempo… ossia un post di ricordi… e saggezza!

Ciao a tutti… ebbene sì è arrivato il momento del post per Esteruccia… la piccola blogger che vuole sapere: “Come si fa a fare gli occhi da cerbiatto al ragazzo che ti piace in pullman senza rischiare di fare la faccia da pesce lesso?!” 😯

La risposta è: “BOH!” Ehm… ok… come non detto… però devo scavare un po’ nei ricordi! Però senza esagerare, vabbè che non sono proprio più una ragazzina, ma Matusalemme ai miei tempi era già anziano! Insomma… ho ancora meno di 30 anni… pur mi ricorderò come fare il filo al ragazzo carino sull’autobus no?! E allora… cara Esteruccia tu sarai la nostra  cavia… prova così:

Tentativo n°1: Il tentativo più classico è quello dell’attaccabottone… FERMA CON QUELL’AGO! non intendevo di attaccargli bottone… ma del coinvolgerlo in una conversazione più o meno scialba… ma che ti possa dare l’occasione di parlare con lui una prima volta. La possibilità che lui sospetti le tue vere intezioni è alta… ma non ne avrà mai la certezza… quindi dovesse andar male potresti sempre ritirarti con l’onore integro! La più gettonata frase d’attaccabottone è quella dell’ora: “Scusa la sai l’ora?!” ma ormai è abusata… invece sedersi vicino a lui e commentare sul libro, giornale o simile che sta leggendo può essere un modo carino! Ovviamente non devi attaccare a parlare per 2 ore di fila… un commento quando finisce di leggere perchè il pullman è quasi arrivato… e se scendete alla stessa fermata chissà che non possiate farvi un tratto di strada insieme! 😉

Ai miei tempi n°1: Ma quando ero giovane io il miglior approccio era far cadere il fazzoletto e dire: “TOH Come sono sbadata da quando mi hanno promessa in sposa a un conte cattivo che io non amo! Me lo raccogli baldo GIOVINE!!!”

Tentativo n°2: Sperare nell’imbranataggine di qualche altro passeggero… una battuta detta al momento giusto e nel modo giusto conquista più di tutti i trucchi e belletti di questo mondo! Senza ovviamente infierire… se uno casca non è che corri e gli salti allo stomaco! Sii spiritosa… ma con garbo… sorridi… non scoppiare a ridere indicando il malcapitato… se il malcapitato è anziano… AIUTALOOOOOO!!! Se invece l’imbranataggine di qualche altro paseggero è nei tuoi confronti… allora scherzaci pure senza ritegno… sempre senza esser perfida! Del tipo: Se un controllore arriva ed è sgarbato e magari fa una gaffe… ZAC colpisci e sorridi!!! 😀 Magari gli strappi una risata e una chiacchierata!

Ai miei tempi n°2: Non usavo molto questa tecnica… perchè c’era il rischio che il baldo giovine di cui sopra finisse per lo scontrarsi in duello dietro la cattedrale… all’alba… però quando Maria Antonietta disse la famosa frase: “Dategli delle brioches” (nota di prof. Godot: che poi veramente non fu così ma se l’inventò Rousseau!) io conquistai non pochi giovani deridendola!

Tentativo n°3: Sii imbranta TU… ma non troppo… farti cadere qualcosa da mano e farti aiutare è un ottimo modo per iniziare qualcosa… l’importante è che tu non faccia cadere una bomba a mano… una penna una matita… non esagerare! Fai cadere una cosa e fatti aiutare, giocando a essere imbarazzata, ma non troppo, sorridendogli e chiedendogli scusa… ma non chiudendoti a riccio… ovviamente… se prendi il tuo zaino, lo apri e lo metti a testa in giù finchè non è vuoto e poi dici: “OPS!” allora spera che lui non abbocchi… perchè sennò è veramente tonto!

Ai miei tempi n°3: Aspettavamo tutti che ci organizzassero matrimoni… quindi non era necessario far tutto ciò! :mrgreen:

E questo è tutto… spero che Esteruccia e chiunque avesse bisogno di una mano in fatti “amorosi” abbia trovato utile questo post… che poi è un postino per quanto è piccolo… ma sapete com’è alla mia età!!! 😉

“Non oltrepassare la linea gialla” VS. “Mind the Gap!”

Ovvero… ecco il posticino sulle regole chiesto dall’aquilotto pennutoso per il Jukebox! L’aquilotto dedica il post alla fatina dicendo: “Ma quale richiesta!? Io ho solo detto che me ne impippavo delle regoleeee!!!” 😡

E quindi per farlo contento…ehm… eccovi un bel post regolamentare! 😯

Le regole sin dall’antichità sono quella cosa che è tanto ma proprio tanto antipatica a noi esseri umani!

Ma chi meglio del nostro caro amico (EHM) Piero Angela potrebbe spiegarcelo?! E così…

… gli Speciali di SuperQuark presentano…

Non oltrepassare la linea gialla e il suo epico scontro con Mind The Gap”

Cari amici e amiche… nemici e nemiche… amici e amiche dei nemici e delle nemiche… e nemici e nemiche degli amici e delle amiche… sono sempre io Piero Anglea! (EHHM…) Benvenuti a questa nuova puntata di SuperQuark…

Sin dai tempi della pietra… poco dopo che venne inventata la ruota l’homo sapiens era noto per la sua allergia alle regole… la loro era una battaglia contro la regola di tutte le regole… ossia “Non oltrepassare la linea gialla”… così infatti morirono tanti ma proprio tanti homi sapiens… proprio perchè quando leggevano “Non oltrepassare la linea gialla” l’oltrepassavano senza pensarci due volte… e così… cadevano in burroni vari, perchè durante il paleolitico tutti i burroni erano contornati da linee gialle!

I tempi passavano… morivano anche i dinosauri, sempre perchè avevano passato la linea gialla… era una moria generale! Ma chissà come alcuni homi sapiens erano sopravvissuti!!! Evidentemente non avevano mai letto il cartello “Non oltrepassare la linea gialla”… forse non sapevano leggere!

Ma poi fu inventato l’altoparlante… giusto dopo la ruota! E così nelle grandi vallate incominciò a risuonare questa sorta di profezia… un singolare anatema: “Non oltrepassare la linea gialla!” e gli uomini non potevano fare a meno di… oltrepassare… perchè gli uomini si sa quando sentono dire di “Non fare” una cosa… allora DEVONO FARLA!!!

E così passa il tempo… e tranne gli analfabeti e i sordi migliaia e migliaia di uomini cadevano in burroni e crepacci… finchè non decisero di togliere questa linea gialla…

… secoli dopo… fu inventato il treno… e dopo il treno le stazioni… e all’interno delle stazioni i binari, con le rispettiva banchine (con la b non la p!) Ma la gente evidentemente sovraffollava troppo le stazioni… perchè qualche mente malefica decise di… ebbene sì… risuscitare l’antico nemico del mondo… la linea gialla!!!

E così ancora oggi… in tutte le stazioni italiane possiamo notare questi fossili gialli… le linee gialle… e sentire l’eco di quelle antiche minacciose profezie… “Non oltrepassare la linea gialla!” eppure…

… Mi spiegate perchè tutti quando sentono l’annuncio “Non oltrepassare la linea gialla!” inevitabilmente l’oltrepassano… non erano “Oltre” la linea un minuto prima… ma appena lo sentono… ZAC… uno o due passi e sono OLTRE la linea gialla… che sia ancora quella vecchia allergia alle regole?! Probabile… è un’allergia al “NON” che è nel DNA umano!

Voi direte… “E’ italiano… non tutti fanno così!” E invece io vi dico… che il segreto è nel NON! In Inghilterra… infatti è noto, per le magliette etc. etc. il “MIND THE GAP” che si legge e si sente all’arrivo dei treni… ma “STAR ATTENTI” non significa “NON!” e quindi tutti stanno a sentire… è un consiglio… non una regola!!!

E io che sono Piero Angela (EEHHHMMM!) non capisco perchè ho fatto questa puntata di SuperQuark… ah già… mi era stato detto probabilmetne di NON farla! :mrgreen:

Eh sì… Questa era la puntata di SuperQuark… ehhhhhhmmm… e ora una piccola riflessione…

… perchè è vero che siamo più propensi a seguire un consiglio che una regola… vale per le piccole cose come il non oltrepassare la linea gialla… e per quelle più grandi… e allora forse, non sarebbe il caso di far finta che le regole siano in realtà consigli?!

Allora ho un consiglio per i potenti del mondo, consiglio perchè non uso la parola “NON” e non uso l’imperativo:

  • Forse sarebbe meglio evitare di rubare e appropriarsi dei beni pubblici, anche perchè forse così la gente potrebbe apprezzarvi di più…
  • Posso chiedervi di dire la verità?!
  • Posso chidervi di seguire la legge?! Giusto per fare bella figura, mica per altro!
  • Sarebbe carino ogni tanto giocare a fare i politicamente corretti…
  • Divertente anche star a sentire la gente… e accontentare le loro esigente…
  • E’ poi uno spasso mettere in secondo piano i propri interessi… almeno provateci, solo una volta!!! L’avete mai fatto… credo vi potrebbe piacere!
  • Posso consigliarvi di farvi processare se c’è qualcosa per cui si richiede GENTILMENTE il processo?! Sarebbe gentilissimo da parte vostra!
  • Vorrei farvi notare che la libertà di opinione, di stampa, di informazione è importante… voglio solo farvelo notare… nient’altro!

Questi sono i miei CONSIGLI… non sono ORDINI… non sono REGOLE… poi vedete un po’ voi!

5000!

5000 commenti per questo blog! Sono contenta… i commenti sono la cosa che preferisco di più del blog, è un modo per fare 2 chiacchiere e fare conoscenza con i miei “Vicini e amici di blog!”

E così quando stasera aprendo il blog ho trovato che eravamo arrivati, tutti insieme, a 5000 commenti ho pensato… “GIUBILOOOOOO!!!” poi però mi sono ricordata… devo portare avanti il jukebox di questa settimana… domani ci penso! E non faccio alla Totò che dico “Domani” e “domani” non arriva mai… perchè oggi non è domani e domani sarà oggi mentre oggi sarà ieri! 😯 EHm… dicevo?! AH sì… domani incomincio con i post chiestimi per il Jukebox… e se avete ancora idee… chiedete chiedete chiedete… siete ancora in tempo! 😉

P.S. Grazie mille per l’amicizia e per i commenti… e per quelli di passaggio che sono un po’ timidi per commentare… beh, che aspettate?! Non vedete che siamo solo una banda di matti, che si divertono tanto!? Commentate anche voi!!! 😀 Ed entrate a far parte di questo gruppo di amici di blog! 😉

Jukebox??? Giusto per dare il benvenuto ai nuovi arrivati!

Ebbene sì… ci sono diverse new-entry in questo blog… perchè tutti voi vicini di blog fate parte un pochino di questo blog…

… ma le new-entry, giustamente, non sanno che i primi “autori” di questo blog siete proprio voi… e così…

… VENGHINO SIGNORI VENGHINO… ancora una volta inauguriamo una nuova edizione del Jukebox!

Le regole sono le solite… quelle a lato nella pagina JUKEBOX… voi chiedete e io scrivo… ovviamente a modo mio! 😀

Forza e coraggio new-entry… provate a partecipare… e per i “veterani” di questo blog… chiedete anche voi, così le new-entry si renderanno conto che non è uno scherzoooo!!! :mrgreen:

Storia di una CapaTosta! Ossia: Ciò che i vostri cognati/e non vogliono capire!

Ebbene sì… torniamo alle richieste Juboxose che mi sono state fatte… Ami … che ha un rapporto speciale con la famiglia (prima la suocera… poi i cognati/e) mi ha chiesto di scrivere del: “Rapporto con i cognati” dedicandolo… “A tutti i miei cognati/e… con tanto affetto… e che li possino!” 😯

Ehm… ok! Sebbene io non sia provvista di suocera… ho cognati! 😀

E mi bastano e mi avanzano! 😡

I cognati si possono dividere grazie a diverse metodologie… la prima è di tipo sessuale… maschi e femmine… la seconda di tipo anagrafica… giovani e veccchi… la terza è di tipo CARATTERIALE!

L’unica cosa che hanno in comune tutti questi cognati/e è che NON CAPISCONO quel che dite!!! Insomma… CapaToste come i cognati/e non c’è nessuno!

Ma andiamo con ordine ad analizzare le categorie… voi scegliete da ogni tipo di suddivisione… la caratteristica che si confà al vostro cognato/a… sommate le risposte e… beh… boh!?

Differenze di Genere: Maschi o femmine!

COGNATI MASCHI: Il cognato Maschio è una sorta di fratello… ha un’ottimo rapporto di solito con la cognata femmina in età avanzata… perchè quest’ultima alla prima occasione… al primo chilo messo sù dal marito… incomincia a smerciargli vestiti e capi di vestiario vario… GRATIS… rifornendogli il guardaroba…

NON CAPISCE CHE: Così il marito della cognata andrà presto in giro in mutande!

COGNATA FEMMINA: Non ha un ottimo rapporto con la cognata… anche se… all’apparenza si adorano… vanno in giro a fare shopping… si scambiano le ricette… criticano il di lei marito e il di lei fratello… peccato che poi prese a sole sparlino dell’altra su tutto… dal giro vita al numero di scarpe… dal colore di capelli al brufolo mattutino!

NON CAPISCE CHE: No in realtà a non capire è il di lei fratello e il di lei marito… che continua a dire in giro: “Mmaaammmmaaa come vanno d’accordo… a volte penso di essere di troppo quando incominciano a parlare!” … beata ignoranza!

Differenze di età: Vecchi vs. Giovani

COGNATO/A VECCHIO/A: Ha lo scopo di erudirti… indifferentemente dal grado di istruzione… tuo o suo… ogni cosa che dice è il VERBO… non in senso grammaticale! E continua a voler spartire con te ricordi di infanzia…

NON CAPISCE CHE: Quando c’era il fiorino come moneta nazionale… tu non eri ancora nata!

COGNATO/A GIOVANE: Ha lo scopo di farsi sfamare… vestire… etc. etc. coccolare!!! E di dividere particolari della sua vita sessuale… pre-marito… con te!

NON CAPISCE CHE: 1) Non potrebbe fregartene di meno… 2) 5 anni non fanno di te sua madre… 3) Non potrebbe fregartene di meno!

Differenze di Carattere:

COGNATO/A REMISSIVO: All’apparenza… dice sempre sì… anche quando tu gli dici: “Ohibò buttati giù da un ponte!” ma effettivamente… è più che altro un po’ ebete! 😯

NON CAPISCE CHE: Probabilmente neanche che siete sua cognata! Essendo ebete… non capisce nulla!

COGNATO/A DISPOTICO: Probabilmente il suo destino è una carriera militare… si muove in casa vostra come fosse un campo di battaglia e urla: “PRENDIMIII il SALEEE!!!”

NON CAPISCE CHE: Troppo Sale gli fa male alla pressione!

COGNATO/A GATTA MORTA: Che sia maschio o femmina… il pulzello o la pulzella si fanno sempre salvare da qualcuno… dandovi altamente sui nervi…

NON CAPISCE CHE: Fare il cambio di stagione non è un pericolo per la sua vita… può anche farlo senza aiuto!

COGNATO/A ONNISCENTE: Nume di saggezza… sa tutto… può tutto…

NON CAPISCE CHE: A voi non può fregar di meno della migliore tecnica per ammazzare la zanzara estiva… o per far uscire l’aria dal termosifone d’inverno!

COGNATO/A PERFETTO: E’ il cognato che ha tutti queste caratteristiche… (non i 2 generi e i 2 tipi di età… o sarebbe bizzarro… diciamo solo queste caratteristiche caratteriali!) … ed è lì che scatta l’omicidio… perchè questo… o questa… è l’originale…

CAPATOSTA!

E allora si salvi chi può! 😯

3×1: basta matematica è solo un post al risparmio! :D

Salve… oggi sono di nuovo qui… da 3 giorni a questa parte più Daily che mai! 😀

E così… ho pensato… ma quasi quasi inglobo 3 delle richieste in un post solo! 😀 Giusto per non sprecare tutta la “verve” creativa in un colpo solo! 😀

E così con questo post accontentiamo le richieste fatte al Jukebox di:

  • Cieluzzoche aveva chiesto una capricciosa una birra e 2 crocchè!
  • Karmuzzo che aveva chiesto una pizza… (anche se non sapeva se la pizza dovesse essere alimentare o fisica o “tediosa”!
  • Frap (non ho aggiunto “uzzo” per ovvi motivi!)  che aveva chiesto un post sul vorrei e non vorrei!

Ognuno dei tre lo dedica agli altri due dicendo: “Ma che taccagna… mo ci inglobi anche in un post soloooo!!!!” 😯

Ehm… vi dirò di più… per aiutarci in questo post… chiameremo una delle comparse storiche di questo blog… PIERO ANGELA… che dal mio “abbandono” praticamente non ha fatto nulla se non girarsi i pollici e grattarsi la pancia (se le due cose fossero fatte contemporaneamente non è dato sapersi!)… quindi… è con un po’ di commozione che… annuncio la…

SIGLA DI SUPERQUARK

Cari amici e amiche di SuperQuark eccomi qui… Piero Angela al vostro servizio… perchè in Rai non mi pagano come che su questo blog (ehm… la prego dott. Angela non mi quereeeeeeeliiii… )

Oggi parliamo dell’attitudine umana davanti a quello che vuole… ma non vuole ammettere di non volere e quello che non vuole ma non vuole dire di volere!

Sin dall’antichità gli uomini preistorici si dividevano in categorie precise… ma tutte le categorie potevano essere inglobate (questa è la parola del giorno!) in 2 categorie… legate alle abitudini alimentari: gli Hominis che vojonos tuttos ma si fannos pregares e gli Hominis inappetentes che non sapiens dir di no!

I primi gli Hominis che vojonos tuttos ma si fannos pregares vivevano ripetendo da mattina frase molto simile a un “MUMBLEMUMBLE!” che in realtà stava a significare nella loro lingua paleolitica: “Sono a dieta… perchè ho il colesterolo alto e i tricliceridi alle stelle… quindi quel crocchè fatto di radici di pino non me lo mangio!”

Mentre i secondi gli Hominis inappetentes che non sapiens dir di no vagavano sollevando massi e strascicando i piedi mentre la loro “femmina” cucinava per poi dire, al momento del piatto pronto sulla tavola… anzi… sul sasso… si avvicinava apparentemente controvoglia e mentre vede la capricciosa farcita con cosciotto di brontosauro tagliato a listarelle fini fini… mormora un “MoMbleMoMble!” che nell’antica lingua paleolitica sempre quella… stava a significare: “Mi piace… ma non lo preferisco… anzi quasi quasi non me lo mangio… e se ho un figlio ciottociotto (ossia in carne!) quasi quasi la faccio mangiare a lui… e se non ho il figlio quasi quasi la faccio mangiare al cane preistorico!” 😯

La particolarità di queste due categorie di uomini preistorici, cari utenti di SuperQuark è che nessuno aveva quel che voleva… nè in un senso nè in un altro… così vivevano in un costante patema d’animo… finchè la moglie non gli dava una pizza… intesa come schiaffo… e urlando: “ç°é&$é%&ç*:_§é#ç@°” che nella lingua antica paleolitica stava a significare: “Eh che pizza (nel senso di noia!) mo di questa pizza e questi 2 crocchè che ne faccio… o ti becco sotto il tavolo per un attacco glicemico… o ti stai digiuno… io sta roba mo a chi la dò??!”

La tradizione degli Hominis che vojonos tuttos ma si fannos pregares e gli Hominis inappetentes che non sapiens dir di no continua ancora oggi… guardate il vostro vicino di casa… anzi… guardate come vi guarda… sembra affamato?! Allora appartiene alla prima categoria… attenzione… potrebbe mordervi! Sembra schifato?! Allora appartiene alla seconda… attenzione potrebbe invitarvi a pranzo… e poi farvi stare digiuni!

Questo è tutto per oggi… alla prossima puntata di SuperQuark speciale…

E questo è tutto per oggi anche per il blog… al prossimo “post risparmioso!” :mrgreen:

Ok! Post matematico per accontentare aquilotto… ricominciamo con il Jukebox!

… SALVE! Comunque… Non ho ancora trovato il modo di aggiornarvi via mail senza crearmi una mail del tipo: XFGGIOSALO@Franco.it  😯 Ehm… non so perchè WordPress ne ha appena fatto un link! :mrgreen:

Comunque… ricominciamo da dove ci eravamo lasciati… ossia dal Jukebox! Le richieste erano state tante… e io non ho ancora accontentato nessuno… quindi… partiamo dall’inzio e andiamo con ordine… il primo a chiedere un post è stato aquilotto… che voleva sapere… “Quanti treni hai cambiato per scansare il tuo corteggiatore con il fischietto?!”

Dedica ovviamente questo post a: “Tutti i rivenditori di pollo allo spiedo della mia zona! E ovviamente a Paolino Paperino!” 😯

Bene e ora rispondiamo alla domanda… mmm… sembra un problema di quelli che facevo alle elementari! Quindi

DOMANDA:

Quanti treni hai dovuto cambiare per evitare il tuo corteggiatore con il fischietto?!

DATI:

  1. C’è un corteggiatore con il fischietto… o forse ero io a doverlo scansare con il fischietto?! BOH?!
  2. C’è un numero indefinito di treni (o sennò che problema era!)
  3. Il numero di fischietti è inversamente proporzionale alla velocità dei treni… ossia più veloci sono i treni meno treni ci sono perchè SCHIZZANO verso un’altra stazione… senza dare la possibilità al capostazione di fischiare!
  4. La quantità di ritardi è direttamente proporzionale al nome del treno! (c’è un treno di F.S. che si chiama Minuetto… e va a tempo di Minuetto!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! 😯  )
  5. La quantità di Lui e Lei trovati sul treno è sempre quella… ma la quantità di sonno arretrato è di più!
  6. Il nuovo posto dove vado non ha parcheggio quindi non riesco ad arrivarci con il fido catorcio… che mi sta diventando fido fannullone!
  7. Il numero di treni cambiati da Godot (cioè io!) è uguale se non maggiore al numero di mele che il contadino (quello solito!) ha venduto al mercato!
  8. 8)  l’omino occhialuto è la nostra prova del nove!

ESEGUO:

2+2= i più riferiscono che sia 4! Anche se c’è chi ha da ridire… leggi ad personam sono previste per chi non è d’accordo! 🙄

3×3= 9 :mrgreen:

4×4= odio chi va in giro in fuoristrada 4×4 anche in città… quella macchina è per la montagnaaa… al massimo per la campagnaaaa!!! 😡

1/2= chilo di pane

Sale q.b.

😯 ehm… credo di essermi persa!

Vabbè… la risposta al tanto agongnato post di Aquilotto è… mmm… non so… ho perso il conto! 😀

Cronaca in differita di una domenica sera in diretta!

Ciao a tuttiiiii!!! Per accontentare Riccardo nella sua richiesta della cronaca di una domenica partenopea, richiesta fatta per il Jukebox… ecco a voi…

La cronaca in differita di una domenica sera in diretta… ossia…

ciò che nell’immaginario di tutti un napoletano deve fare!

Salve a tutti… di nuovo! Ehm… oggi parliamo della perfetta domenica sera della perfetta famiglia napoletana…

è ovvio che mentre il babbo fa il presepe… anche a ferragosto… i figli prima suonano il mandolino, poi mangiano la pizza, e poi concludono la serata a babà e limoncello! 😯 Ehm! No?!

Vabbè andiamo con ordine… la domenica qualora non ci fossero partite in tv, cosa rara… molto rara… è passata in gruppo… in un grande gruppo… diciamo in un gruppone! O groppone che dir si voglia! Che include tuttttttttttttttttti ma proprio tuttiiiiiiii i familiari partenopei della famiglia partenopea!

Di Domenica Sera: Gli anziani partenopei che commentano su roccocò e simili…

Di Domenica Sera: i non tanto anziani partenopei che ammirano i primi passi da teppisti dei primi nipoti! (una zia all’ennesima scarpa tirata contro una vetrina di cristallo da parte del nipotino di 2 anni… ha esclamato:”uh assomiglia tutto al nonno!!” che sinceramente non sapevo tirasse scarpe alle vetrine!)

Di Domenica Sera: gli anziani genitori senza nipoti partenopei si lagnano del non avere nipoti…

Di Domenica Sera: quelli  che sono i non tanto giovani genitri partenopei urlano ai figli: “PASQUALE GENNAROOOOO A CASAAAAAAAAAA!!!”

Di Domenica Sera: I non tano giovani NON genitori partenopei… beh… sopportano i genitori che si lagnano perchè loro non sono “giovani genitori partenopei!” 😕

Di Domenica Sera: Di sera i giovani genitori partenopei… si sentono dire di genitori che sono diventati genitori troppo presto!

Di Domenica Sera: I giovani NON genitori partenopei si sentono dire dai genitori che non diventeranno MAI giovani genitori… o vecchi… o di mezza età!

Di Domenica Sera: I giovani adolescenti partenopei… mangiano la pizza… al taglio… ma non suonano il mandolino… però spesso suonano ai citofoni di sconosciute abitazioni e poi scappano! 😯

Di Domenica Sera: I giovani pargoli partenopei si lagnano con i genitori perchè non possono stare fuori fino a tardi come i giovani adolescenti partenopei… mentre i genitori… vanno a rispondere al citofono… tanto non sarà nessuno, solo qualche adolescente a loro sconsciuto!

Di Domenica Sera: I pargoletti partenopei… giocano con le costruzioni… ma a differenza degli altri pargoli costruiscono pizze, e mandolini! 😯

Ehm… forse è meglio evitare… sto scendendo troppo nel folklore :mrgreen:

Allora parliamo della perfetta domenica sera della perfetta famiglia bergamasca… 😯 EHm! NO! Come non detto… sarda!? No, nemmeno… mmm… anche se Riccardo in questo potrebbe darci una mano!!! No?! :mrgreen: