C’erano una volta i blog!

Eh già, perchè è un’impressione che ho avuto da un po’ di tempo… poi mi è stato detto che quasi sempre va a periodi, ma il periodo è diventato moooooooooolto lungooooooooooooo. E così… insomma… che fine hanno fatto i miei vicini di blog?! Che Piero Angela li abbia rapiti per farne fossili da presentare a SuperQuark?! Che Maurizio Costanzo li abbia iscritti a una delle trasmissioni della mogliettina?!

Non mi lamento delle visite… non m’interessano… ma quando poco più di un anno fa ho aperto questo blog, diciamo che sono stata attratta dall’idea di comunicare, giocosamente, con persone “matte!!” quanto me.

Ma i manicomi son stati chiusi da un pezzo… e i blog stanno facendo forse la stessa fine?!

Lungi da me farmi gli affari vostri (EHM… sapeteeeeeee che non sonooo nononono curiosa… ma se mi dite che è successo vi affitto questo blog a pagamento!) però noto che i commenti e i VOSTRI aggiornamenti sono molto in calo, se non addirittura assenti.

Ma io mi sento solaaaaaaaaaaaa “bloggosamente” parlando. Mi divertivo di più quando nei miei giri trovavo SEMPRE qualcosa di nuovo… ora invece gli aggiornamenti si contano sulle dita di una mano! E la solitudine è tanta… che temo che la Pausini ne scriverà una canzone… un’altra!!! 😯

Quindi?! Che fine stanno facendo i blog… e i blogger, almeno quelli di mia conoscenza?!

Che si siano evoluti alla specie successiva… quella dei facebookatori… che io aborro perchè non ho facebook e mi sento esclusa!!!  ❓

Magari tra qualche decennio (o anche meno) ai vostri figli racconterete:

C’erano una volta… in un tempo lontano lontano i blog… che andarono dalla nonna, che pigiò il tasto “DELETE”  e poi si mangiò il lupo (la nonna aveva fame) e della pelle se ne fece una pelliccia… che poi vendette alla fiera dell’Est e che mio padre comprò… 😯

Ok… ho nuovamente sclerato! :mrgreen: la domanda resta peròòòòò: Che fine avete fatto?!

Little Red Riding Hood… Pulp! Ehm!

Once upon a time… ops! 😯 Scusate… ho sbagliato lingua… è che il “PULP” mi viene molto meglio in inglese! :mrgreen:

C’era una volta una bambina… oh ma che carina! 😯 Ehm… no… effettivamente non è molto Pulp!

Forse va meglio così: Continua a leggere

CronIca di una favola!

Salve a tutti! 😀 Rieccomi qui! Dopo tanto vagare e tanto sclerare!

Per le newentries che nel mio periodo di assenza mi hanno commentato finendo in moderazione… mi presento RIPRESENTO… sono Godot! E sono leggerissimamente fuori di testa! 😉

Comunque… giusto per farvi capire come passo le mie giornate… sappiate solo che qualche giorno fa ho fatto un’altra delle mie. Questo bel tipo, ridendo e scherzando mi ha sfidata… a raccontare una favola… solo in modo poco favolistico!

E così… se ricordate quanto successo qualche tempo fa con quella gatta morta di Biancaneve… ecco quanto mi è uscito! 😯

Continua a leggere

UNO: Unione Nemici Orche!?

Buondì!!! C’era una volta UNO… e questo UNO aveva una grande passione per l’insalata di Tonno! 😯

Voi direte: Ma non è la storia ce ci aspettavamo… e io vi dirò… è solo il prologo!

Questo UNO era Single… al secolo ZITELLO! E un suo amico, Zitello anch’esso che usciva con una tipa Zitella anch’essa… chiese a questa anch’essa Zitella se non le avanzava una Zitella per questo UNO zitello!

La Zitella avanzata ero io! E così la Zitella anch’essa (al secolo mia cugina) con un destro gioco di parole mi disse: “Usciamo con degli amici?” e io: “Sìììììììììììììììììììììììììììììììììììììì!!!” perchè ignoravo che gli “amici” non fossero nè amici miei nè amici suoi… ma Zitelli! Quando mia cugina però ha telefonato a 30 minuti circa dall’uscita “con amici” e ha detto: “Che ti metti?!” e poi: “No, i jeans no! Mettiti carina!” e poi: “MMM… qualcosa di più scollato?!” ho capito che “gli amici” non erano affatto amici!

E mi incavolai come un’orca alla quale Mastro Geppetto è andato storto… inguaiandole la digetione!!!

Ma ormai era troppo tardi! E così… UNO Oggi … un UOVO domani… eh?! BOH!? Comunque… mi ritrovai con gli Zitelli anch’essi (lui e lei) e con UNO zitello… che era quello che spettava a me… Zitella anch’io… e già di umore nero! Nero come quello di una Orca arrosto!

E fu a questo punto… che… che… che… INIZIO’ LA CONVERSAZIONE!!! 😯

😯 UNO… incomincia con un’Omelia… sulle falsità dell’ambientalismo! Che potevano suonar più o meno così:

1) E il buco dell’ ozono è una ciambella riuscita col buco!

2) E le auto catalitiche sono solo un modo dei rivenditori di vendere… uguale discorso per quelle elettriche!

3) Gli alberi non producono solo aria pura… ma anche resina sulla carrozzeria!

4) E le petroliere non perdono veramente petrolio… ma quello è solo un modo degli ambientalisti di fargli cattiva pubblicità e guadagnare così con “magliettine ambientaliste!”

E infine, questa volta parole testuali:

5) MA quali animali in estinzione?! Qui siamo pieni di bestie… e le Orche… lo dice il nome, anche nelle favole erano cattive… e io, dovrei farle sopravvivere per poi farmi fare la pelle da loro?!

😯 EHM??? 😯 Eh già… ero a cena con Pollicino… visto che aveva paura delle Orche! O quelle erano le orchesse?!?!? Mmmm…

Comunque… dopo aver tolto la mano dalla spalla all’uscita dal pub e dopo averli salutati… e dopo la telefonata minatoria a mia cugina: “PAROLA MIA CHE SE MI APPIOPPI UN ALTRO BORIOSO DEL GENERE TI METTO LA VERNICE SPRAY AL POSTO DELLA LACCA!” 👿

Ehm! Dicevo?! Ah già… dopo tutto ciò… e anche più… ho rifiutato le telefonate di UNO (Unione Nemici Orche) come fossi appunto un’Orca… o era Orchessa?! E mi sono trovata a pensare: Ma perchè… perchè perchè perchè… non mi capita mai un tipo decente!! Uno… ne voglio solo UNO! Che sia decente!!!!! E voi… a UNO decenti come state?!

P.S. gli zitelli e le zitelle citati in questo post non hanno subito danni morali o psichici… e posso anche dimostrarlo essendo io una di quelle… non “una di quelle” in QUEL senso… ma nel senso di Zitelle… che sarà anche politicamente scorretto… ma dopo una serata con UNO … anche voi vi sentireste zitelli/e… e non più Singles!!!

La volpe e l’uva?! Una storia d’amore!

Welcome alla terza puntata del nostro Jukebox! Il terzo post richiesto da CieloLibero è… è… dedicato a tutti “i cieli incatenati!”… il titolo è quello che vedete scritto grande qualche rigo più su… e l’argomento è: “più vuoi bene a una persona, più la tratti male!”

Bene… beh… insomma!!! Se fosse così allora io e Samuel… saremo anime gemelleeeeeeeeeeeeeee!!! Ma andiamo con ordine… o meglio andiamo per esempi!

Esempio 1)

C’era una volta una volpe… che voleva tanto bene a un grappolo d’uva… ok… forse non voleva poi così bene al grappolo d’uva perchè se lo voleva pappare… ma è una metafora quindi diciamo che la volpe voleva tanto bene al grappolo d’uva! Ma il grappolo d’uva non si filava manco per caso la volpe… cioè è un grappolo quindi pur volendo non poteva filarsela… ma è sempre una metafora! E così la volpe che fece?! Disse al grappolo d’uva che non gli voleva più bene… ricordate?! Metafora!!! Il grappolo d’uva affranto… si uccise diventando Chardonay! 😯 Ok! Forse mi è sfuggita una metafora di troppo!

No! Diciamo che quella più che una storia d’amore è una storia di uno spuntino mancato! E al diavolo le metafore!

Esempio 2)

Ah sì… ricordate la canzone “Teorema” che fa: “Prendi una donna trattala male!” ??? La ricordate?! Bene, scordatevela o vi si querela subito!

Esempio 3)

C’era una volta Willy il Coyote… che innamorato di quella strana bestia di Road Runner (noto a noi italiani un po’ cialtroni in inglese come BeepBeep!)… innamorato follemente… le faceva sempre trovare mangime esplosivo… qualche candelotto di dinamite per una cena romantica…

No… anche in questo caso era una questione di appetito… perchè la cena romantica con Road Runner, Willy il Coyote la voleva fare… ma voleva il Road Runner come portata principale!

Esempio 4)

Medea amava non poco Giasone… certo amava molto meno i figli… No! Allora… Fedra amava non poco Ippolito… No!

Esempii sbagliatissssssssimiiiiiiii!!!

Esempio 5)

Didone amava non poco Enea… quel dongiovanni inveceeeee… amava tutte le pulzelle che gli stavano attorno! Voi direte… ma per trattarla una “sosa” a questa maniera Didone… che veramente Enea ha flirtato, e non solo, con tutte, e non solo!… ah già per trattarla così male… ricordate il dolore di Didone (e non DiTone come disse un mio compagno di scuola… che credo sia ancora ripetente dopo buoni 10 annni)… dicevamo per trattarla così male ne doveva essere innamoratissimoooo… mah a me non pare… comunque… sarà… ma Didone?! Ma non era meglio che si affittava un Gigolò?!!

E questa volta non ci sono spuntini… anche se dipende dai punti di vista!

Esempio 6)

In questo escursus storico/letterario… arriviamo a due personaggi famosi… Godot e il prof. di ed. fisica! 😯

Il prof. di Ed. Fisica, quella bestiola che cammina all’urlo di “Uno due! UnduTre!” rischia spesso di essere linciato da questa tale Godot… nell’ultimo capitolo… effettivamente i due convolano a giuste nozze… nell’epilogo però a conVolare è il prof. di ed. fisica… fuori dalla finestra…

Esempio non valido perchè il matrimonio è stato d’interesse!

Esempio 7)

Godot e Samuel…

… Bwahahahahahaahahahahhahahahahhahahhahahahahahahha! Ok… mi do un contegno!

Bwahahahahaahahaahahhahahahhhahahaahahhahahahhhahahahahahahahhahhaah!

Finito!

Esempio 8)

Godot e l’uomo occhialuto… ricordate Padre Ralph… in uccelli di rovo!? Scordatevelo perchè non c’azzecca nulla… quello tra Godot è l’omino occhialuto è un veeeeeroooo amooooreee… un amore in cui lui 8) tratta malissimo lei… di cui non abbiamo un ritratto… inserendosi in tutti i suoi post e rovinandoglieli!!!

Mmm… non so perchè ma mi pare che questa cosa degli esempi non sia andata questo granchè!

E allora al diavolo anche gli esempi! La verità!? E’ vero quello che dice CieloLibero che spesso quando c’è una simpatia ci si tratta una ciofeca come non mai… è la sindrome delle trecce e della gomma di masticare! Ossia il classico dispetto da prima elementare… seconda al massimo… con la differenza… che oggi come oggi i bambini non se li fanno più quando “si piacciono” ma quando si schifano! Oggi quando si piacciono se lo dicono chiaro e tondo… a volte con velate minaccie… ma chiaro e tondo lo stesso!

Noi invece siamo una generazione… o un paio di generazioni così “idioti” da incartarci da soli! Eh lo so… è capitato anche a me!!! Mah che confusione!

Comunque… gli esempi ci sono…ecco la regola:

P+C+T+G=Amore

Dove P sta per Presa per i fondelli oppure Paccheriata Generale

Invece C significa: Calcio in uno stinco oppure Carognata megagalattica

T invece sta per: Tradimento oppure Tanto non me ne può fregare di meno

G indica Gelosia ingiustificata oppure Ganasce alle ruote della macchina previa chiamata ai Vigili Urbani!

Il risultato è lo stesso… mmm… Meglio un Gigolò!

Sotto il segno di Godot…

Data la richiesta di psicosi (e i pazzi si sa! Si accontentano!) e soprattutto visto che mi era già balenato per la mente di scrivere una bagianata del genere prima o poi… oggi parliamo di: OROSCOPI! 😀 E con questo entriamo nella categoria di blog… che si deve fa’ pe’ campa’!

Chi di voi non ha mai visto/letto/sentito un oroscopo??? A me è capitato… e mi sono ritrovata a pensare: “Certo che chi scrive gli oroscopi del giorno… deve avere una gran bella immaginazione, oltre a saper rivoltare la frittata come nessun altro!”

Ora, se siete tra quelli che hanno pensato: “Frittata! Buona!” è evidente che il vostro stomaco sta mandando segnali al vostro cervello: Vuole essere riempito! Andate a nutrirvi e poi se vi va tornate a leggere…

Se siete tra queli che hanno pensato “Frittata? Ma non parlavamo di oroscopi!” Allora potete continuare  a leggere il post anche a digiuno!

Rigirare la frittata sì! Perche gli “astrologi” indovinano quasi sempre le previsioni… e non perchè lo dice Saturno/Plutone/Marte o la stella cometa! Semplicemente perchè gli oroscopi… sono di quanto più ambiguo ci possa essere, facendovi convincere che “hanno detto il giusto” mentre hanno solo detto “tutto e niente”… e se dico “tutto” è impossibile che non indovini “niente”!

Non ci credete??? Beh! Ve lo dimostro con un piccolo esperimento… sarò io la vostra astrologa del giorno! 😀 Dopo ovviamente essermi vestita da un incrocio tra odalisca e chiromante… 😉

Sembra più la ruota della fortuna ma bisogna accontentarsi...
Sembra più la ruota della fortuna ma bisogna accontentarsi…

L’oroscopo “Sotto il segno di Godot” è sponsorizzato da… chiunque abbia voglia di mandarmi un vaglia postale!

ARIETE: Ottima giornata lavorativa per voi, ammesso che voi lavoriate, se invece vi siete presi un giorno libero… la giornata lavorativa potrebbe essere pessima. In amore Venere è in opposizione,ciò significa che potrebbero esserci litigi con il partner nel caso ci sia un motivo per litigare, altrimenti serata infuocata!

TORO: Mercurio ti porta grandi guadagni, amico del Toro, sempre che tu non decida di comprare casa, investire o perdere il portafogli in tal caso prevedo perdite di contante. Se la tua squadra del cuore è il Toro, oggi ti piacerà indossare una maglia color granata…sennò no. Se senti un peso sulla testa… non farci caso e conformazione!

GEMELLI: Tutti e due, voi gemelli, potreste avere una bella giornata sempre che non capiti qualcosa di brutto che ve la rovini. Se i vostri amici ci vedono doppio… tranquillizzateli e ditegli che siete due!

CANCRO: Brutta giornata in amore sempre che tu non sia innamorato e che sia anche corrisposto, in tal caso Venere smette di essere in opposizione!

LEONE: Il ruggito del re si fa sentire.  I parenti non ti lasciano un attimo di tregua sempre che tu non sia solo al mondo! Bella giornata lavorativa se non sei un precario se invece lo sei… rallegrati mal comune mezzo gaudio.

VERGINE: Che tu sia vergine non ci crede nessuno… quindi anche se sei single sarai felice e contenta… sempre che non sia una giornata no, in quel caso sarà una brutta giornata.

BILANCIA: Che schifo di giornata, a meno che non sia una bellissima giornata per voi del segno della bilancia. Nettuno ti aiuta a risolvere i problemi, ma Urano te ne crea altri quindi chi può sapere quanti problemi avrai???

SCORPIONE: Certo dopo quella carognata fatta alla rana nessuno si fida di te ma Marte è dalla tua parte. Giornata non brutta ma nemmeno bella tutto dipende da come andrà!

SAGITTARIO: Quante frecciatine telefoniche, amici del Sagittario! Atenti però a non perdere le freccie o la bolletta sarà alle stelle, certo se hai un contratto stile Infostrada o Tele2 non avrai problemi!

CAPRICORNO: Lavoro Lavoro Lavoro, sempre che tu non sia disoccupato, caro amico del Capricorno, in quel caso Relax Relax Relax! Se senti un peso sulla testa, consiglio di chiedere al Toro se percaso non abbiate la stessa fidanzata

ACQUARIO: Controlla il filtro dell’acqua o potresti avere problemi di salute, specie se mangi male, dormi poco, lavori tanto. Se invece sei un salutista… scoppi di salute!

PESCI: Se Giove ti prospetta giornate poco favorevoli negli affari, Mercurio ti prospetta giornate favorevolissime negli affari… chi ci avrà azzeccato? Se non sa nuotare… problemi di salute!

Visto!? Non era mica difficile! Poi ovviamente c’è il 13esimo segno dello zodiaco… Quale? Il Godot!

GODOT: Cari amici del Godot, oggi si prospetterà un post piuttosto insipido sugli Oroscopi. Giove è in opposizione e ti crea una pesantezza alla testa, ma potrebbe anche essere colpa dei bagordi di ieri. Marte invece vi fa essere litigiosi sempre che non siate pacifisti. Venere è con voi… e si fa quattro risate alle vostre spalle, se incontrate un bel ragazzo che vi fa l’occhilino, state tranquilli, è un TIC. Sul lavoro tutto bene, ma non aspettatevi guadagni… in fondo non si può avere tutto dalla vita. Se vi arriva “la chiamata” datevi per dispersi!

C’era una volta… un autore di favole! Ossia la verità sulle favole per bambini che non avreste mai voluto sapere!

Stanchi delle mie lagnanze??? Ok! Oggi vi racconto una favola! 😀 (e con questo post il blog entra automaticamente nel vietato ai maggiori di 3 anni!!)

C’era una volta… circa tra il 1628 e il 1703… un giovincello… anzi essendo francese un garçonello (ehm) di nome Charles… il cui gemello morì a sei mesi. Ma il caro Carletto non era solo aveva altri 10 fratelli e il padre, che era molto povero, li portò a sperdere nel bosco ma Carletto aveva delle molliche di pane allora….

allora… ho sbagliato scusatemi… dicevo Ma il caro Carletto non era solo, aveva 2 fratelli e essendo nati in una famiglia ricca… il primo Pierre da grande divenne un avvocato… il secondo Claude divenne medico… e visto che non era contento anche architetto… disegnando niente popo’ di meno che “La facciata del Louvre!”

Carletto da grande divenne favolista… famoso per i Racconti di Mamma Oca… che non era la mamma di Charles che faceva l’oca con gli altri uomini… era Oca nel senso dell’animale!

Beh? Direte voi… tutto qua? No!!! Ora inizia il racconto… a tinte piuttosto torbide!

Il fratello di Charles… Claude… era molto ma molto ma molto bravo come architetto… però era una vera schiappa come medico! Tra i suoi POVERI pazienti… ci fu anche un certo Nicolas Boileau… ragazzotto di debole costituzione che in un intervento per mano di Claude… diciamo che… diciamo che… si giocò la possibilità di avere eredi!!!! Ehm! E oggi il suddetto intervento lo farebbero in day-hospital! Figuratevi!!!

Comunque… destino volle che Charles e Nicolas Boileau… si incontrassero all’Académie Française… dove Nicolas era soprannominato niente di meno che “Le législateur du Parnasse” per la sua autorità in quanto critico letterario! Ora i due incominciarono a “querelarsi” non nel senso giuridico del termine ma nel senso che furono coinvolti nella famosa Querelle des Anciens et des Modernes… Ovviamente non potevano stare dalla stessa parte… e quando durante una disputa… Nicolas disse qualcosa a Charles del tipo che era uno scrittore serio quanto il fratello era un bravo medico… Charles rispose con…  rispose con: “Pollicino”!!! Ma non si fermò lì… ma non vorrei scendere nel triviale! Ehm! Quindi? Tutte quelle belle fiabe per bambini che sono presenti nella raccolta di quell’oca della mamma… sono frecciatine a un povero… “impotente”.

Boileau risposte a sua volta con “L’art poétique”… ma quella non la leggiamo ai bambini… o no?

Comunque c’è un lieto fine anche qui… Carletto e Nicoletto dovettero anche abbracciarsi in pubblico: Era il 30 Agosto del 1694, la querelle era finita e loro come “capi” dovevano rappacificarsi… quindi vissero tutti felici e contenti! O quasi!

una faccia non proprio raccomandabile!

Perrault: una faccia non proprio raccomandabile!

 

Ed ecco Pollici... ehm... Boileau!

Ed ecco Pollici... ehm... Boileau!