Per i curiosi…

Cari amici di blog eccomi qui! La Godot del mistero! 😀 Infatti Arthur e Marta ancora sono nell’angolo commenti di “Forse non tutti sanno che…” a chiedersi chi io sia… chi io non sia… che cosa io sia! 😯

Ok! Questo mi pare eccessivo…

…. Comunque… i più anziani di voi (nel senso di frequentazione di questo blog) ricorderanno il Toto-Tutto… ossia il Mega-Quizzone dove dovevate indovinare chi/cosa/quando/quanto/dove/perché… eh… beh… diciamo, facendo un passo indietro che dovevate indovnare il più possibile su di me… GODOT!

Lo so! È un po’ da megalomani, ma che volete farci sono fatta così!

Ma un po’ come Paganini non mi ripeto… il Toto-tutto è uno, unico, inimitabile! 😯 Ehm… in realtà ce ne sono un paio in questo blog… ma DUE bastano! 

Quindi questa volta non vi faccio domande… non ci sono domande… MA! potete indovinare, nei commenti tutto quello che volete… io non vi correggerò se sbagliate… ma vi dirò ovviamente se indovinate… sono esclusi i tentativi di indovinare il mio vero nome! Perché si sa… che la donna del mistero non può avere nome! No!?

E allora commentate commentate commentate… e magari indovinate…

Consiglio Pratico n°?

Salve a tutti, visto il periodo un po’ nero (come la peste!!!)  diciamo che ho particolarmente bisogno dei vostri consigli…

… ma… visto il periodo un po’ nero (come la peste!!!) mi rendo conto che possa essere dispendioso per voi spremervi le meningi e pensare a un consiglio da darmi…

… così… visto il periodo un po’ nero (come la peste!!!) ho deciso di sottoporvi una richiesta di consigli… a scelta multipla!!! 😯

E così ecco a voi l’occasione per darmi un Consiglio Pratico!!! :mrgreen:

Consiglio Pratico n°1: Che fate se un collega, palesemente Gay, ma non dichiarato, fa la parte del macho con voi?

A Gli offrite i biglietti per Barbara Streisand per poi dirgli: “AHA! Beccato!” e poi offrirgli un caffè! 

B Gli offrite il caffè e quando questo dice “No grazie il caffè mi rende nervoso” dite… “AHA!!” La cosa non ha una grande coerenza ma che c’importa?! 

C Gli offrite di diventare la sua moglie copertura?!

Consiglio Pratico n°2:  Che fare se hai tanta voglia di conoscere gente ma non ne hai il tempo?

A Vi mettete a parlare con ogni sconosciuto incontrate sull’autobus, treno, al casello autostradale, vicino al semaforo… etc. etc.

B  Vi mettete a parlare con ogni sconosciuto che incontrate… ah già il punto è proprio che non incontrate nessuno!

C Vi licenziate! La vostra vita sociale per un paio di settimane ne guadagnerà… poi tutti vi abbandoneranno a voi stessi perchè siete poveri!!! 😥

Consiglio Pratico n°3: Che fare se dei colleghi cercano di mettervi in cattiva luce con i capi?

A Comprate delle azioni Enel?!

B Comprate delle lampadine a risparmio energetico

C Fate la spia… andando a lamentarvi dai capi

D Non fate la spia… e vi rodete il fegato!

Consiglio Pratico n°4: Che fare se avete bisogno di un consiglio pratico, diciamo come il n°3… a caso?! 

A Scrivete un post sui consigli pratici

B Strappate una margherita e rinnovate la vecchia versione del “m’ama non m’ama!”

C Boh?!

Consiglio Pratico n°5: Che fare se lo Chanel n°5 non vi è mai piaciuto e quindi non vi siete mai tolte lo sfizio di dire “n°5”?

A Scrivete un post sui consigli pratici e provvedete di arrivare fino al n°5

B Fate in modo di non dire che non vi piace lo Chanel n°5° ma sottilineate che vi piace un profumo altrettanto costoso

Bene… questo era il nostro test… e voi che avete risposto?!

Mi sono chiesta spesso: “Perchè Sanremo è Sanremo?”

C’era una volta tanto tempo fa… in una striscia di terra lontana lontana… un posto chiamato Sanremo… e sebbene nessuno sapesse bene se era una sola parola… o due… non importava… perchè nessuno ci andava mai!

In questo posto lontano lontano… vi erano fiori… mai visti altrove… o meglio… si trovavano da ogni fioraio… ma all’interno di quel appezzamento di terra non si trovavano altrove e quindi!

Sempre lì un giorno un gigante… che non era una corsa di bicicletta, e nemmeno una gara di sci… fece costruire una cosa strana… un Casinò… con l’accento sulla o perchè altrimenti sarebbe stata un’altra cosa…

e vicino al Casinò, sempre con l’accento sulla o fece costruire l’Ariston! Senza accenti!

L’Ariston senza accenti, non era la nuova marca di un forno ventilato… e nemmeno una lavastoviglie… o una lavatrice… ma era un teatro… piccolo piccolo… eppure grande grande… non si è mai capito… a volta sembra piccolo, a volte sembra grande!

E visto che avevano il teatro, i fiori… il casinò sempre con l’accento sulla o… dovevano in qualche modo sfruttare tutta sta roba!

E così… TADADAN… cosa si inventano!? Il Festival della canzone Italiana… anche se non si capisce perchè… visto che sono ben pochi, mi pare, i cantanti nati in mezzo ai fiori… ma poco dopo venne l’epoca dei figli dei fiori… e allora nessuno ci fece più caso!

Un giorno… circa una settimana fa… un “principe”e un nanerottolo si presentarono al festival… in realtà… la loro canzone faceva così schifo… ma così schifo che ci fu persino chi minaccio lo sciopero della fame… ma soprattutto c’era tanta gente che vomitava appena accendeva la tv e li sentiva!

Ovviamente fecero secondi… anticipati solo da un sardo… amico di una tal Maria, moglie di un tal Maurizio… che caso strano si trovava a Sanremo… così… per comprarsi delle camice con i baffi! E… e… e… NIENTE!

Già NIENTE! Non sono bigotta… non mi frega l’incredibile quantità di relazioni amorose del Pupattolo, (anche perchè per me hanno del paradossale… e non sono ancora sicura che non fossero film di fantascienza… comunque!) Non mi frega neanche che il suddetto Pupattolo sia una creatura RAI e quindi beh… lievemente favorito! 

Non mi frega niente del fatto che il vincitore sia amico di una che amica mia non lo è mai stata! Non mi frega niente che Toto Cutugno per la prima volta in vita sua non abbia fatto SECONDO (perchè si sa che fa sempre SECONDO!)

Non mi frega neanche che… no aspettate… forse non mi frega, ma non lo capisco… perchè un Savoia, cacciato dall’Italia visto il TRADIMENTO che i suoi avi avevano compiuto su di noi, prima pretende di rientrare per ammorbarci con la sua presenza… poi fa causa agli Italiani perchè… TOH nella fuga l’avo si era scordato di portarsi, oltre tutto il resto anche i palazzi! Poi fa finta di rinunciare… ma poi effettivamente si fa rimborsare via CANONE RAI… come?!

BEH! Prima fa un paio di passi di danza… poi sbaglia qualche congiuntivo e qualche avverbio a Porta a Porta… e ora… e ora… CANTA?! Che poi… dategli una sedia… fatelo salire e fategli dire la poesiola di Natale! Ok siamo quasi a Pasqua… ma meglio che sentire quell’obbrobbio lì!

Sono anni che non vedo Sanremo… perchè!? Perchè questo è solo l’ultima delle scelleratezze che la RAI paga con il nostro Canone… che poi… prima il CANONE, poi il digitale che non garantisce la visione di tutto e tutti… beh… ci sono un po’ di incongruenze, no?!

Ma quella è un’altra storia… quello che mi sono però chiesta spesso è: Ma Principe di cosa?! Se non ha terra o regno?!

E soprattutto… “Perchè Sanremo è Sanremo?!” almeno che il motto non stia veramente a significare:

Sopporta le loro boiate, tanto una settimana l’anno è! E intanto facciamo campare i fiorai di quel posto lontano lontano in un pezzetto di terra ancora più lontano lontano… etc. etc. etc.

Gli utilissimi utili consigli utili dell’utile nonna Godot!

Eh già… cioè no! Ma in realtà sì! 😯 Ehm… andiamo con ordine… Psicosito i cui post mi fanno sempre un pessimo effetto insieme con la piccola giovanissima Ester e la Piccola Perla… infatti si chiama Perlina! Dicevo?! Ah già… tutta questa bella combriccola mi ha fatto avere una visione di uno stralcio del mio futuro… quello di nonna… o di PROzia, nel caso PROBABILE che io resti zitella!

Ma come sarà Godot a 100 anni?! Sempre sperando che sia ancora viva!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Vedo il mio futuro in Rosa… nel senso che sarò vestita con un completo rosa confetto (bleah!) e truccata, anche maluccio con ombretto e rossetto (anche un po’ sbavato!) Rosa confetto… (Bleah!) e magari avranno sbagliato a farmi la tinta facendomi i capelli Rosa Confetto… beh… meglio che azzurro turchino! (visto che se dei calzini turchesi sono stravaganti… figuriamoci dei capelli!) Rosa anche gli occhiali MULTIfocali e il deambulatore… in tinta con l’anca d’acciaio… la dentiera NO… non nel senso che non l’avrò ma nel senso che sarà bianca e non rosa confetto! 😀

Ovviamente la mia faccia avrà una leggera plastificatura… ma quelli son dettagli! 😀

Eppure… dispenserò perle a destra e a manca… non perle vere, perchè sarò povera e vivrò con il sussidio di povertà… ma perle di saggezza! Le stesse perle di saggezza che dicono tutti i nonni, e i prozii zitelli… di questo mondo! Quali… ecco una classifica delle perle di saggezza ALIAS utilissimi utili consigli utili dell’utile nonna Godot! 😯

1) Per non far rovinare i libri… mettete tra le pagine delle foglie di lauro… che poi dove trovarle non lo so… sono nonna Godot mica una botanica!

2) Per far durare di più i fiori in un vaso dovete bruciarne l’estremità… non quella con i petali però… sennò sai che tristezza… se poi ve li dimenticate sul fuoco… beh… sono nonna Godot mica un vigile del fuoco!!!

3) Hai la cellulite… mettiti una guaina streeeeeeeeeeeettaaa streeeeeeeeeeeeeettaaa non fa nulla che poi straborda tutto… l’importante è l’effetto d’insieme! Non respiri?! Beh… avrai capito che sono nonna Godot mica una bombola d’ossigeno!!!

4) In amore vince chi fugge… specie se non è innamorato… o se il palazzo è in fiamme! 😯

5) Per pulire le scarpe si usano le bucce di banana 😯 ovviamente non sotto la suola altrimenti è come se vi mettesse lo sgambetto da soli!!!

6) Non vai d’accordo con il tuo/a fidanzato/a moglie/marito??? CAMBIALO!!! Sono nonna Godot non un’esperta di terapia di coppia!

7) La vita  è fatta a scale c’è chi scende e c’è chi sale… ma se rimani chiuso in ascensore non chimare ME sono nonna Godot non il tecnico dell’ascensore!

8) Se un omino occhialuto ti compare in tutti i post… RASSEGNATI!

9) Quando bollite la verdura… scolatela in modo da conservare l’acqua da riutilizzare una volta raffreddata per annaffiare le piante! Vi siete dimenticati di farla raffreddare?! BENE più verdura bollita per voi… il cactus non si mangia?! Beh… sono sempre Nonna Godot mica uno chef!

10) L’amore fa soffrire… le scarpe con i tacchi anche… quindi l’amore è una scarpa con un tacco 15! 😀 Anche se forse è il caso di specificare che sono nonna Godot, non un calzolaio!

11) Per non schizzarvi con l’olio mentre friggete buttatevi degli stuzzicadenti… ATTENZIONE però a non portarli a tavola commensali affamati potrebbero mangiarli e lamentarsi di non digerire la frittura… e io sono sempre nonna Godot non un gastrenterologo!

12) Avete una tovaglia sporca di vino?! Provate a versarci dell’acqua frizzante e poi lavarla… non funziona… mettete sopra la macchia un centrotavola! 😯 Non sono una lavandaia ma sempre nonna Godot!

13) Avete voglia di avere altri consigli o rimedi?! CHIEDETE GENTE! Nonna Godot è qui per accontentarvi… però non aspettatevi troppo… ho la mia età… voi avete la vostra… loro la loro… e così via… ognuno la sua… certo io non potevo avere l’età dell’altro… comunque… direi che è tutto… ora vado che c’è il coprifuoco all’ospizio! 😯

Polpette vs. Spigole… uno scontro all’ultimo contorno!

Ciao a tutti oggi mettiamo da parte la mia vita sociale (ammesso e per niente concesso che io ne abbia una!!!)

Piuttosto facciamoci una domanda: Ma in che mondo viviamo?! Mentre a Bolzano dei ladri si autodenunciano alla polizia, chiedendo aiuto nei confronti dei derubati… per evitare un paliatone… tipico termine del bolzanese… c’è chi patisce la fame… e c’è chi si abboffa! (Altro termine nordico! Ehm!)

Di che parlo!? Andiamo con ordine… qualche giorno fa si è chiuso il processo contro l’ex comandante delle Fiamme gialle Speciale… che le fiamme gialle forse le voleva usare per cuocere delle spigole (freschissime!) a fuoco lento… dove?! Guarda caso vicino Bolzano!

Il comandante è stato assolto sebbene avesse usato mezzi della Guardia di Finanza per portare delle spigole (sempre freschissime!) in vacanza con lui in motagna… no… spigole non sostituisce il termine escort… spigole è proprio l’alimento! Mi chiedo a questo punto a cosa sia arrivato per avere un buon contorno!? Forse si sarà rivolto alla borsa nera?! BOH!?

Comuque… il fatto non costituisce reato… evidentemente… era a rischio la sicurezza nazionale… e dello stomaco degli invitati alla festa!

E qui casca l’asino… o la spigola… visto il fatto! Ieri sono venuta a conoscenza della notizia più fantozziana che ci fosse…

Una donna di 59 anni, presa da un colpo d’appetito si è mangiata una polpetta… risultato?! E’ stata licenziata! 😯

Ok! La polpetta era del suo capo… e lei segretaria fidata da più di 30 anni avrebbe dovuto sapere che il capo quando ha fame ha fame e non guarda in faccia nessuno! Insomma… avrebbe pure potuto evitare di mangiarsi la polpetta (e un paio di panini… ma la polpetta fa più effetto! Mi domando perchè?!) Questa volta il fatto non è successo a Bolzano… ma a Dortmund, Germania! Mmm… non vi ricorda la scena classica di Villaggio che mangia le polpette di nascosto?! (Totò mangiava biscotti di nascosto nel Ratto delle Sabine ma effettivamente la polpetta fa più effetto!) A me… SI!!!

Ora però mi chiedo… e la giustizia?! La poveretta è stata licenziata, ora farà causa e forse la vincerà… ma… vi pare giusto?!
Insomma… non è tanto una questione di contorni… che la poveretta non ha avuto il tempo di papparsi prima di essere licenziata… la questione qui è: Ma il mondo è proprio sottosopra?!

Estremi in un senso o nell’altro!

1) Ladri che chiamano il 113 VS. Cittadini che non chiamano il 113!

Domanda: Forse avevano una promozione più conveniente con il cellulare?!

2) Spigole VOLANTI VS. Polpette infami!

Domanda: E se Speciale avesse scarrozzato per i cieli spigole… sarebbe stato ancora tanto “Speciale”?

3) E un noto capo di governo che… beh… lo sapete no?! Diciamo solo che il paragone del Times tra la situazione e Animal Farm era più che adeguato! :mrgreen:

Domanda: mmm… rimando alle 10 domande di repubblica!

Questo è quanto… ma insomma… quando torneremo a un mondo “normale”??? Mah!

Se l’uomo è cacciatore…allora noi donne… mmm?

Ciao a tutti!!! Come va?! Notate una mancanza di verve (non il gruppo, ma il sentimento!) nel mio modo di fare?! Beh, effettivamente stavo pensando, e più penso più mi deprimo, più mi deprimo più penso e più mi deprimo! 😯

Ehm… ok! Lasciando perdere questi giri di parole di pensieri e depressioni, secondo voi, a cosa potevo mai pensare di così deprimente da farmi deprimere?!

Molti di voi penseranno: La scuola!

Altri di voi penseranno: Che ci frega?!

I più astuti tra voi saranno tornati a leggere il titolo e avranno urlato: GLI UOMINIIIII!!!

I MENO astuti tra  di voi sono tornati a leggere il titolo e hanno urlato: I CACCIATORI! 😯

Eh già! Poco più di un anno fa dichiaravo la mia singletudine (L’essere single nel dizionario Godot-Italiano) e vi dicevo che non me ne importava un granchè! Ed effettivamente è vero…

… quello che mi manda in bestia non è l’essere una neo-zitella… nel XXI secolo “single”… è la carestia di uomini interessanti… in carne e ossa, chi vuol cogliere colga… che mi fa deprimere…

… e il carne e ossa non si riferiva ai più “grassi” e nemmeno ai più “magri”… ma semplicemente alla reale disponibilità di molti di voi maschietti! (come sono brava a sminuirvi con questa parola!!!!!!!!!!!!!!! EH?! ah già continuo…)

Voi direte… “ma perchè tutto ciò?!” E anche se so che in realtà molti di voi in realtà si sono chiesti: “Ma perchè leggere tutto ciò?!” io… vi rispondo lo stesso!!!! 👿

Perchè becco sempre gli uomini sbagliatiiiiiiiiiiiiii 😥

Non parlo di UNO… o forse sì! Ma parlo in particolare di quelli che MI piacciono…

Ora, l’effetto Godot è un po’ come l’effetto serra… solo molto più letale… anzi… non c’azzecca proprio niente con l’effetto Serra! L’effetto Godot è quella sorta di catena di sant’Antonio un po’ sgarrupata… che fa si che a me piacciono quelli a cui io non piaccio… o almeno non abbastanza… e che io piaccia agli UNO… che a me non piacciono!

In poche parole?! Io sono “Il tipo” di scalmanati, pazzoidi, depressi, auto-lesionisti! 😯 Mentre non sono “il tipo” degli uomini NORMALIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!!

Ora voi direte… ma cerca di conquistarlo tu… l’uomo “normale” che ti piace tanto! E che fa dududdùdù 😯 ehm… non era questo che volevo dire… dicevo? AH sì…io vorrei pure accaparrarmi l’uomo normale che mi piace assai (meglio così per non ricascare nel vortice dei caroselli!) ma non ne sono in grado!!!

Perchè?! Perchè ci sarà un motivo se è opinione comune che l’uomo sia cacciatore… evidentemente noi donne non lo siamo! NO???

Effettivametne i miei abbordaggi (non arrembaggi! Quelli li fanno i pirati!!! 😡 ) non sono mai riusciti troppo bene… a meno che… già… a meno che non fossero del tutto involontari!

E così si rivelano vari scenari:

Abbordaggio volontario 1) Io tento di parlare e balbetto… LUI prende e se ne va!

Abbordaggio INvolontario 1) Lui tenta di parlare e balbetta… io per gentilezza non me ne vado… LUI in mezz’ora è convinto che io sia cotta… visto che non me ne sono andata!

Abbordaggio volontario 2) Io tento di parlare e gli verso qualcosa addosso… LUI si offende e se ne va alla ricerca di una lavanderia! 😥

Abbordaggio INvolontario 2) Io non gli sto parlando ma gli verso senza volere qualcosa addosso… LUI si convince che sia un metodo di abbordaggio… e non me lo scollo più per tutta la serata! 😥

Abbordaggio volontario 3) Io parlo parlo parlo parlo… ma non so che dico… LUI cade in catalessi…

Abbordaggio INvolontario 3) Io parlo parlo parlo parlo… LUI trova tutto interessantissimo! 😥

Abbordaggio volontario 4) Io NON parlo… per evitare gaffe… LUI pensa che io sia una presuntuosa e se ne va!

Abbordaggio INvolontario 4) Io NON parlo… perchè non interessata… LUI pensa che io sia timida… e mi promette eterno amore! 😥

Abbordaggio volontario 5) Io lo guardo da lontano… LUI pensa che io sia sovrappensiero (o non mi nota nemmeno!) e non ci incontriamo MAI!

Abbordaggio INvolontario 5) Io guardo il termosifone… pensando ai fatti miei… LUI vicino al termosifone (o anche lontano!) pensa che lo stia guardando e si avvicina dicendo: “Mi stai guardando! 😉 ” Io no ho il coraggio di dirgli: “NO!” e LUI è convinto che io sia affascinata dal suo stile! 😥

COME VEDETE… non c’è speranza per meeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!! 😥

Ora non credo che sia perchè sono una donna… ma semplicemente perchè IO non sono una cacciatrice!!! Certo non sono neanche preda… e allora qui urge una domanda esistenziale necessaria… che sono?!!

Una domanda intrinseca dell’animo umano: “Chi è l’ultimo?”

Saaaalveee a tuttiiii… come va? A me una mezza schifezza… comunque… oggi attendevo il mio turno dal dottore di turno… attendevo e riflettevo… riflettevo e attendevo… le ore passavano… i minuti ticchettavano… le tartarughe in sala d’attesa facevano un baccano immondo… quando… all’improvviso SI APRE LA PORTA! 😯

Entra un omino e preso fiato chiede a voce alta: “Chi è l’ultimo?!” Ora voi penserete: “Ma quanta saggezza in una domanda!!!” altri ancora penseranno: “Ma quanta demenza in un post!” e i più curiosi penseranno: “Chi sarà l’ultimo???”

E mentre l’omino attendeva una vecchietta indica un vecchietto e dice: “LUI!”

Ed è qui che casca l’asino… o meglio l’omino… perchè il vecchietto invece di annuire ribatte: “NO! E’ arrivato per ultimo il signore!!”

Bene! Penserete che ci fosse stata confusione nella fila, invece no! Il vecchietto indicava proprio l’omino che aveva fatto la fatidica domanda: “Chi è l’ultimo?” 😯

E così l’omino paciosamente ha risposto: “Sì, ma io ho chiesto chi è l’ultimo!” E il vecchietto acido: “VOI! Siete arrivato per ultimo… e non si scavalca la fila…”

L’omino si siede e già meno pacioso dice: “Noooo!!! IO chiedevo chi fosse l’ultimo!” E il vecchieto sempre più acido: “Vi ho detto che siete VOI!” 😯

L’omino molto molto meno pacioso… anzi proprio incavolato nero… dice: “LO SO!!! Intendevo dire, chiedendo chi fosse l’ultimo…” ma viene interrotto dal vecchietto che dice: “Ma avrete visto che non è arrivato nessun altro… quindi siete sempre VOI l’ultimo…”

A questo punto l’omino si è stato zitto… il vecchietto anche… e l’aria nella sala d’attesa era più o meno questa:

😡 😯 👿

Ai due lati… omino e vecchietto… al centro io… visto che uno era alla mia destra e uno alla mia sinistra!!!

Ed ecco che quando nessuno se l’aspettava più… “CHI E’ L’ULTIMO!?” entra una signora facendo questa domanda!!! 😯

Omino e signore sbuffano… la vecchietta di prima non fiata consapevole di aver creato un pandemonio… io sto zitta impaurita dall’aura malvagia dei due litiganti… e la signora ci guarda così: 😯

Si gira… e… e… e… VA VIA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Eh già… evidentemente non poteva sopportare di vivere l’attesa per il dottore nell’ignoranza… senza risposta alcuna a quella domanda che tanto ha tormentato le nostre vite:

CHI E’ L’ULTIMO?????

Le parole che NON ti ho detto… ossia come sarebbe la mia vita se solo riuscissi a contare fino a 10!

Buondì a tutti… che oggi praticamente è solo CieloLibero! 😆

Oggi parleremo di un’abitudine della sottoscritta! Una pessima abitudine della sottoscritta! Un vizio della sottoscritta! Ciò che ha probabilmente condannato la sottoscritta alla dannazione eterna… o alla solitudine eterna… o… vabbè avete capito!

Oggi su questo blog la Godot lingua biforcuta! Ehm… cioè… triforcuta… cioè… partiamo da un presupposto!

Il presupposto è il fatto che quando ero bambina e dicevo una balla colossale mi arrivava in direttissima un cazziatone da uno dei genitori! Soprattutto mio padre… a 3 anni quando dicevo una balla per validarla dicevo sempre che me l’aveva detto lui e lui faceva davvero una figura meschina! Così scappellotto domani… cazziatone oggi… a 3 anni e mezzo ho smesso di dir balle… anche troppo!

In che senso?! Ehm… diciamo che mi si è innescato il meccanismo inverso… dico sempre e solo quel che penso! Non riesco a trattenermi… e spesso questo va a mio discapito! Che io non sia mai stata una cima in matematica ormai si sa… ma almeno saper contare fino a 10 poteva tornarmi utile!

Da questa mia incontinenza parlatoria ovviamente vanno esclusi segreti e omissioni che invece sono il mio forte… a volte riesco a star zitta che è una meraviglia… ma quando parlo… ahiahiahi faccio certi guai!

E così mi sono chiesta… ma se io fossi stata capace di contare fino a 10… la mia vita oggi sarebbe migliore?! Mmm… prendiamo in esame alcuni casi di cose che ho detto… e vediamo cosa sarebbe successo se solo avessi contato fino a 10!

1)  Avevo 3 anni quando mentre una mia zia parlava parlava parlava sull’uscio di casa con i miei… tutto questo intervallato dai suoi: “Ora vado… ma ti ho detto che…” “Mi aspettano giù… però volevo dire che…” dopo una mezz’ora, notando la poca coerenza tra le sue parole (ME NE VADO) e i fatti (BLABLABLA) le dissi: “ZIA! Ti aspettano!” 😯

Contando fino a 10: non avrei detto la frase di cui sopra e avrei fatto bene… mi sarei risparmiata una punizione e la risata in faccia da parte di quella zia… e l’imbarazzante narrazione dell’episodio a ogni festa comandata e non: Natale/Capodanno/Pasqua/Ferragosto!

2) Durante la gita del 5° anno delle superiori dissi all’omino dell’albergo e al prof. di filosofia che ci accompagnava, in seguito a un casino con le prenotazioni che ci avrebbe fatto dormire sui divani dell’atrio dell’albergo: “Non è nostra competenza… noi siamo gli studenti… è competenza del prof. che è responsabile di una marmaglia di minori e dell’albergatore risolvere il casino! Quindi risolvetelo… o una bella lettera al preside la scrivo sin da qui… modello cartolina!”

Contando fino a 10: Il prof. di filosofia sarebbe stato molto più buono con me all’esame di stato… eh già fu una carogna!!! Per questo andate a vedere i miei ricordi di scuola… peròòò… devo dire che l’albergatore apprezzo… porzione doppia di patatine al mio tavolo ogni giorno e un dolce la mattina della partenza… “Per il viaggio!” come disse lui! 😉

3) Avevo 7 anni quando… dopo aver cambiato scuola una settimana prima e scoperto che la 3 elementare in cui ero appena stata iscritta era tartassata da quelli “grandi” della 5 elementare… dopo aver signorilmente strattonato il capoclasse di quinta per il colletto della giacca dissi: “Beh! Abbiamo tutti fratelli più grandi anche di voi! E ora che vogliamo fare?! Ci lasciate in pace?!”

Contando fino a 10: Avrei potuto fare la ragazzina dolce e tenera come aveva detto la maestra la settimana prima… poi divenni la napoletana! Però… che soddisfazione essere salutata con rispetto da quelli della quinta!

4) A poche settimane dalla laurea dissi al mio prof. della tesi, in risposta al suo invito a rimandare di qualche mese la seduta: “Lei non riesce a darmi certezza di laurearmi mai… è un anno che aspetto! Voglio laurearmi ORA!”

Contando fino a 10: Probabilmente avrei avuto il dottorato che mi era stato promesso… sapevo dicendo quella frase di rinunciarvi… però… la paura di stare lì altri 10 anni in attesa di laurearmi… non sarei riuscita a controllarla neanche contando fino a 100!

5) Alla bulletta del liceo che chiedeva soldi per comprarsi penne quaderni e quanto più le piaceva… e che tentò di mettermi in difficoltà davanti a un prof. molto carino sgamando le mie uscite del sabato risposi: “Certo tu no… per te deve esser difficile… non esser mai invitata!”

Contando fino a 10: Il suo odio si sarebbe forse placato!? Chissà… certo che il prof. carino le scoppiò a ridere in faccia a questa mia risposta! Anche lui avrebbe potuto contare fino a 10!!!!!

6) A una mia amica che sospettò che il ragazzo che le piaceva aveva una cotta per me… cosa che lui mi aveva confessato una settimana prima, venendo rifiutato dalla sottoscritta per  “Lealtà”… risposi con un istantaneo: “NO!”

Contando fino a 10: Forse sarei risultata più credibile… infatti non mi credette e se la prese anche con me!!! 😦

7) Alla prof. di francese dell’università più fetente che ci fosse (Bocciò una ragazza perchè francese di nascita!!! E non ho mai capito il perchè!) in risposta a una domanda non presente in nessun libro (infatti era sulla bibbia e noi non portavamo la bibbia) e al suo successivo:”VABBE’ MA BASTA COSI!”  risposi con: “Vero è che ci sarà un motivo se nessuno riesce mai a passare quest’esame con più di 23… vediamo… ora tutti noi abbiamo in comune solo una cosa… l’insegnante!”

Contando fino a 10: Avrei potuto fare anche un secondo esame con lei… mentre cambiai piano di studio… però… devo dire… che almeno riuscì a beccarmi il suo 23, se non altro perchè l’aveva già scritto! 😆

8) Non ho mai detto niente contro gli omini occhialuti!

Contando fino a 10: potrei dirvi che è perchè anch’io porto gli occhiali! 8)

9) All’esame di maturità quando il suddetto prof. di filosofia mi questionò sull’uso della parola Gerosolomitani nel tema d’italiano gli risposi con un sonoro: “Si vede che lei non ha cercato mai la parola sul dizionario Zanichelli!”

Contando fino a 10: Nulla… quella risposta mi valse il massimo all’orale ma non servì a farmi rialzare il voto al tema abbassato proprio per QUELLA parola! Questo ovviamente però solo perchè… il dizionario zanichelli era a scuola e consultatolo (Eh già il prof. di filosofia si era proprio incavolato!) trovò il termine proprio nell’accezione da me usata! 🙂

10)  All’ennesima persona che mi ha detto di iscrivermi a Facebook ho risposto con un sonoro: “Dammi delle argomentazioni che siano all’altezza di una persona che dice di avere la tua cultura e che non siano solo la solita esclamazione: Ma ce l’hanno tutti!

Contando fino a 10: Avrei evitato di sentirmi definire acida e simili… eh già… perchè la richiesta di argomentazioni o un’opinione contraria fa sempre sì che la persona a chiedere queste  spiegazioni sia acida o altro… se poi è una donna torniamo alla famosa strega di Biancaneve! No?!

Eh sì… forse dovrei addolcirmi un po’… però se chi dice una cosa la dice perchè ha un’argomentazione valida allora la esponga! Non si può aver paura di spiegare le proprie idee e opinioni… almeno che… già… sempre che queste idee e opinioni non siano personali ma solo dettate dalla società… dall’omologarsi senza remore a quello che dicono gli altri…

… in francese si dice Faire les moutons! In poche parole?! Siamo pecore che facciamo una cosa solo perchè la fanno tutti e la diciamo solo perchè la dicono tutti e la PENSIAMO solo perchè la pensano tutti!?

Quando si pensa e si dice qualcosa di diverso da quello che pensano e dicono gli altri veniamo subito accusati di essere ARRETRATI… ma l’arretratezza mentale non è nel fare tutto ciò che ci viene detto senza mai fermarci a pensare un attimo: PERCHE’ ❓