Godot … vs… Feltrinelli!

-_- sì…la mia è una dichiarazione di “guerra”! Questa è SPARTAAA!! Ehm 😯 Ok… calma e sangue freddo! Questa non è Sparta.  Questa sono io in cerca di regali estivi! Regali librosi … non lebbrosi sennò era un’altra cosa… Libri… qualche cd e dvd… ma soprattutto libri per grandi, piccini e anziani! -_- In cerca di qualche biglietto per qualche concerto estivo… per le categorie di cui sopra!

E la Feltrinelli… invece di assecondare le mie richieste… si è mostrata per quella che è. Un nemico! 👿

Un nemico capitalista che schiaccia le librerie vecchio stile… ma che a quanto pare non ha voglia di incassare il mio capitale… vi assicuro che i miei euro sono buoni come quelli degli altri. Ok. Ho l’abitudine di piegare e ripiegare i 50 euro… i 100 euro poi li ho visti solo in mano agli altri…. ho sentito storie sui 500 euro… ma non li ho mai visti! 😥 MAI! MONDO INFAME!

Ricordo che in tempi non sospetti evitavo la Mondadori come un untore in piazza Duomo ai tempi della Peste, per via del suo proprietario. Non mi andava che i miei soldi andassero spesi in festini e festoni (tutti rigorosamente elettorali)

E la Feltrinelli, nonostante il suo aspetto da Megastore, e le sue sorelle minori sparpagliate per la regione, era comunque un porto sicuro. Poi però c’è stata la trasformazione. Una trasformazione avvenuta poco per volta. Eppure irrimediabile. In principio sono cambiati i dipendenti che da librai si sono trasformati in commessi… e poi il male ha avuto la meglio!

Il male… >_< Karmuzzooooo non contraddirmi e allontanati lentamente da quella tessera “FELTRINELLI MULTIPIU'”! >_<

Ora che abbiamo allontanato Karmuzzo dal nemico per metterlo in salvo in una torre formata da libri e cd di Nick Cave…possiamo continuare. 🙄

Qui ci sono tanti fattori da tenere in considerazione…

1) La caduta libera delle piccole (e meno piccole) librerie… a Napoli ci sono state delle tragiche chiusure e se ne promettono altrettante. Una tra tutte la storica Guida con la saletta rossa amata dagli pseudo-intellettuali napoletani più competitivi… e poi la Loffredo… e tante altre. Certo ci sono anche progetti interessanti… ho persino sentito mormorare della nascita di una “libreria” collettiva ma la verità è che stanno scomparendo le piccole librerie, quelle con il libraio un po’ nerd che se gli chiedi “Mi dai una copia dell’Amleto” ti risponde “Di che anno?” come fosse una bottiglia di vino. OK! Uno di questi librai era anche un po’ pervertito… ma era un caso unico… e la fonte non so quanto fosse attendibile… Certo… in alcune di queste trovavi il libro impossibile del 1903 … e poi tra le novità trovavi “Piccolo Mondo Antico”! -_- Ma è un dettaglio!!!! IO voglio la libreria piccolaaaaaa!!!! Che una di queste aveva anche un libraio belloccio! UFFA!

2) La questione BIGLIETTOSA! All’inizio dell’estate Godot PADRE ha chiesto a Godot (che sono sempre io) di trovare dei biglietti per lui e Godot MADRE per uno spettacolo a Paestum… sempre per quella strana convinzione che Godot sia una sorta di “addetta alla clientela” della famiglia che trova biglietti, prenota visite dai medici, manda fax e fa fotocopie… ad ogni modo il mio primo pensiero è andato alla biglietteria online… il mio secondo pensiero però è andato alla mia carta di credito… e così ho deciso di fare un ulteriore passaggio… andando alla TICKETTERIA “Made in Feltrinelli” di Piazza del Martiri…

… ovviamente visto che il parcheggio più vicino a piazza dei Martiri è il Morelli che praticamente ogni ora di sosta è un rene venduto  al proprietario… complice tutta la storia delle ztl e l’impossibilita di scorrazzare per Napoli come un tempo… ho pensato… telefono per sapere se vendono questi particolari biglietti e il prezzo di prevendita…

… SIMPATICA la musichetta delle “LIBRERIE FELTRINELLI NAPOLI!” … praticamente ho sentito solo quella… ho chiamato a ogni ora del giorno… dopo colazione, prima del caffè di mezza mattinata. dopo il caffè, prima di pranzo, durante il pranzo, dopo il pranzo, nell’ora della siesta… etc. etc… NON RISPONDONO MAI!!!! Ergo?

Ergo sono andata di persona… ho lasciato il rene sinistro al Morelli e sono arrivata alla Feltrinelli… dove… TADAN! C’era il tipo della biglietteria… con tanto di telefono urlante… telefono urlante rigorosamente ignorato mentre parlava con 2 amici…

… mi avvicino e chiedo il biglietto… 7 euro di prevendita… esclusivamente Feltrinelli a cui andavano aggiunti quelli della prevendita normale…

… ora dico io… ma se mi devo salassare per “pre-comprare” … allora ditelo… ho lasciato già un rene al Morelli… ora posso anche lasciare l’aorta da voi! Cmq torno alla mia idea dell’online e vado via… risparmiando ben 7 euro a biglietto! 😯

3) Ma la mia avventura Feltrinellosa non è finita qui… ad Agosto ci sono una serie di feste e festicciole … compleanni, onomastici etc etc. Il mio regalo MUST è sempre il LIBRO! Al massimo qualche CD o DVD… ma il LIBRO è il regalo che preferisco fare…

… con sommo rammarico di mio fratello che a ogni occasione mette le mani avanti urlandomi “RICORDA CHE NON LEGGO!” -_-

Vado quindi alla ricerca di un libro… evito come la peste la Feltrinelli di via dei Martiri perché quando chiedi un’informazione loro ti guardano come fossi un tipo strano… e ti guardano anche un po’ schifati… e le signore alla cassa non mi hanno mai fatto un sorriso in tanti anni… ecco sparpagliarmi per le altre Feltrinelli della Regione… devo prendere un libro richiestomi da GODOT PADRE! Libro che chiameremo:

“L’apoteosi dell’incapacità per PC!”

Ecco il risultato!

GODOT ENTRA NELLA FELTRINELLI n° 1

Godot: “Avete l’apoteosi dell’incapacità per PC?”

Commesso: “Eh? Non so!”

Godot: “Ehm… potreste guardare?”

Commesso “Ha già guardato nell’area saggistica?”

Godot: “Ehm… no ho guardato in quella informatica e mi sembra che non ci sia…”

Commesso “Guardi in quella saggistica!”

Godot: “Non potrebbe controllare al terminale?”

Commesso “UFFA!”

Godot 😯

Ovviamente il libro non c’era… tempo di ordinazione 3 giorni con Mastercard… ma a me serviva entro il giorno dopo… e ho desistito!

GODOT ENTRA NELLA FELTRINELLI n° 2

Godot: “Avete l’apoteosi dell’incapacità per PC?”

Commesso: “Veramente stiamo chiudendo!”

Godot 😯 “Ma scusate non fate orario continuato? (era ora di pranzo)

Commesso “No in questo periodo estivo no!”

Godot: “Ok ma eccezionalmente…”

Commesso “Torni pure alle 4…”

Godot … … …

GODOT ENTRA NELLA FELTRINELLI n° 3

Godot: “Avete l’apoteosi dell’incapacità per PC?”

Commessa “Un attimino ora guardo!”

Godot (che quasi non poteva crederci!) “GRAZIE GRAZIE GRAZIE!”

Commessa: “No… però abbiamo l’apoteosi dell’uncinetto, il pc spiegato al telefonino, un telefonino per tutti, l’uncinetto per tutti, e il ricamo della nonna!”

Godot 😯 Ma a me non interessa niente di ricamo e uncinetto!

Commessa: “Oppure può cercare nell’area saggistica!”

Godot 🙄 Mi scusi ma se le ho chiesto un libro… non mi può dire se quello c’è o non c’è?

Commessa “Non c’è. Ma le proponevo delle alternative… abbiamo anche un libro di cucina molto interessante!”

Godot -_-

Ovviamente ho desistito anche lì.

Sconfitta sono tornata alla macchina… ma ho ricordato una di quelle poche piccole librerie ancora aperte… ho fatto inversione a U sfrecciando verso la meta… ho parcheggiato a spina di pesce controsenso e corsa verso il caro vecchio libraio (non il pervertito di cui sopra) ho chiesto:

“Avete l’apoteosi dell’incapacità per Pc!” e il libraio GIUBILO mi ha chiesto: “Quale edizione? Abbiamo quella del 2013 e quella del 2010!”

*_*

Guida al MakeUp dal Mattino alla Sera! Quasi un manuale di sopravvivenza mondana!

Salve a tutti voi… oggi parliamo di un argomento di estremo interesse per tutti i “maschietti”… il MAKE UP! 😯

Vabbè… come non detto… forse non gli interessa molto… ma ASPETTATE v’interesserà! Fosse anche solo per capire quell’angolino del cervello di noi donne che fa sì che ci aspettiate ORE E ORE E ORE agli appuntamenti… Infatti ecco a voi…

Guida al MakeUp dal Mattino alla Sera!

Ecco la nostra Godot versione cavia per il MakeUp che al mattino scende per andare a comprare tutto ciò che le serviva per non sembrare uno zombie all’uscita serale con gli amici! Perchè si sa… lo zombie può anche piacere… ma certo non  è il caso di uscire così!

E così anche se Godot non è nota per andare in giro con un mascherone di roba sul viso… va alla profumeria più vicina… e:

CommessoDiligente: Pooosso aiutarlaa?!

Godot: Ehm… no! Magari tra un po’ voglio solo dare un’occhiata in giro…

CommessoDiligenteInsistente: Sììì… ma ci sono dei nuovi arriiiviiii…

Godot: Ehm… no! Grazie… magari le chiedo io dopo…

CommessoDiligenteInsistenteAsfissiante: Ma veramente c’è quel Fondotinta…

Godot: EHM… non uso fondotinta!

CommessoDiligenteInsistenteAsfissianteDelirante: Ma è un Fondotinta che non sembra un Fondotinta! Non si vede proprio!

Godot: Scusi… allora che si mette a fare?! 😯

Commesso: 😯

Così Godot cavia sempre per questo esperimento di MakeUp… cambia profumeria… e appena entra nell’altra all’avvicinarsi del commesso dice:

Godot: Voglio la cipria di XXX n°1! Grazie!

CommessoSecondaProfumeria: Ma perchè non usa la cipria di YYY è buona uguale… e…

Godot: No grazie… voglio la cipria diXXX n°1! Grazie!

CommessoSecondaProfumeria: Ma scusi… perchè non vediamo un prodotto analogo ma…

Godot: No grazie… sono un soggetto altamente allergico… Voglio la cipria di XXX n°1! Grazie

CommessoSecondaProfumeria: Ma i prodotti sono tutti testati…

Godot: Sì infatti essendo testati hanno la lista degli ingredienti… e io sono allergica! Voglio la cipria di XXX n°1 Grazie!

CommessoSecondaProfumeria: La vuole la n°2?

Godot: Ho chiesto la 1?!

CommessoSecondaProfumeria: Non c’è! 😦

Godot: 😦

CommessoSecondaProfumeria: Ma se vuole posso consigliarle un buon prodot…

Godot: NO!

CommessoSecondaProfumeria: E’ fuori produzione!

Godot: Eh?! Scusi… ma com’è che ogni volta che non avete qualcosa è fuori produzione?!

CommessoSecondaProfumeria 😳

Godot cavia per il MakeUp a questo punto esce e va in una TERZA profumeria:

Godot: Voglio solo… soltanto… senza dubbio… la cipria di XXX n°1!

CommessoTerrorizzatoDallaSottoscritta: OK!

E Godot esce con la cipria di XXX n° 1!

Lezione n°1 di questa guida: Se andate in profumeria e il commesso vi si mette alle calcagna… guardatelo male… forse forse … riuscirete a quel punto a liberarvene e a comprare un qualche prodotto che si abini al vostro incarnato e non al SUO! Se il commesso poi cambia argomento… significa che il prodotto non c’è… se il prodotto non c’è pur di non farvi andare da qualche altra parte vi sparerà la balla del “Fuori Produzione!” non fidatevi!!! MAI!

Godot torna a casa… con il suo bottino nella borsa… e nessun campioncino… e non perchè sia stata scortese o capricciosa… (Con il suo :VOglio Voglio Voglio!) ma perchè molti commessi della suddetta profumeria Smerciano i campioncini al mercato… ma infondo a Godot non frega nulla… lei HA La cipria di XXX n°1! E non c’è altro che le importi!

Il tempo passa… e dopo doccia e tutto il resto Godot deve iniziare quel quarto d’ora che ci mette a truccarsi… vi ho detto che non metto molto!? No?!

Incomincia con il legarsi i capelli… e piazzarsi davanti allo specchio grande del bagno quando… DLIN DLON! 😯 Ok! Ora spiegatemi perchè… devono sempre bussare quando inizio a prepararmiIIIIiiiiiiiiiiiii?!??!?

Comunque dopo aver fatto il caffè se è mia zia… e aver mandato a quel paese tutti gli altri… ritorno in bagno… con una rapida occhiata all’ora… è il momento della verità… Godot deve aprire la cotanto combattuta Cipria!

La famosa (ormai) cipria di XXX °1! E mentre apre la confezione con i denti per non rovinarsi la manicure… e perchè con i piedi era proprio difficile aprirla… pensa:

Lezione n° 2 di questa Guida: Quando comprate un prodotto apritelo subito o vi ritroverete con il terrore di rovinarvi lo smalto poco prima di uscire!!!

Messa la cipria… Godot passa rapidamente e in successione: all’ombretto… all’eyeliner… alla matita per le labbra… poi… cipria di nuovo… perchè con questo caldo!!! Poi mascara… al secolo Rimmel (a causa della nota marca e della nota canzone!)… e lucido… TADAAAAANNNNN!!! In 13 minuti Godot è pronta…

Lezione n°3 di questa Guida: Cronometratevi… per sfizio non per altro! 😀

Sta per uscire quando…

Lezione n°4 di questa Guida: Ricordarsi di VESTIRSI dopo essersi truccate!

Si sta per vestire quando… TOH! Il lucidalabbra… Godot si toglie il lucidalabbra si veste e si rimette il lucidalabbra…

Lezione n°5 di questa Guida: Ricordarsi di mettersi il lucidalabbra solo DOPO essersi vestite!

Allora non le rimane che rimpinzare la borsa di tutto ciò che le serve… chiavi… soldi… cellulari… e…

Lezione n°6 di questa Guida: Portare sempre con se il necessario per darsi un’aggiustatina al MakeUp… NON LO FARETE MAI!!! (Almeno io non lo faccio!) Ma anche solo la consapevolezza di averlo con voi… vi rasserenerà!

Uscite e… contrariamente a quanto diranno i maschietti sarete in perfetto orario… io sono sempre in perfetto orario!!! Come?!

Lezione n°7 di questa Guida: Anticiparsi di un paio d’ore quando iniziate a prepararvi… altrimenti… con tutti i disguidi e le interruzioni che riceverete non riuscirete mai a preparvi in tempo! E se i signori “uomini” stanno sbuffando ed esclamando: “Ma quali disguidi!!!???” si sappia che a noi “signore” nessuno ci “stira” il vestito all’ultimo momento o ci prende le scarpe… e ci sceglie la biancheria!!! Tzè!

E con questo si conclude questa Guida al MakeUp dal Mattino alla Sera… tzè… un argomento così mondano non l’avevo trattato mai! 😀

Il commesso venuto dall’Inferno!!!

Buondì cari amici… per la serie Godot una ne fa e cento le capitano… ma insoooooooommmaaaaaa qui mi ci vuole un ferro di cavallooooo!!!

Che è successo?! Beh… riassumo in due parole… Anti-Taccheggio! 😯

Capito?! Pensate che mi sia data al furto di circostanza (nel senso che uno frega quello che ha in mano appena gli capita la circostanza) ? NO!!!!!!! Parlo proprio di quegli affarini dell’Anti-Taccheggio… che oggi mi hanno coinvolto in un equivoco non poco imbarazzante!

Ma come al solito: Andiamo con ordine o non si capisce nulla… e giusto perchè non lo faccio da un po’ di tempo… parlerò di me stessa in Terza persona… giusto per dare un tocco di vitalità al mio Ego! 😀

Godot ha spesso e volentieri la sindrome dello shopping compulsivo… ma oggi no! Oggi non era proprio il caso… anche perchè l’ultimo attacco di Shopping Convulsivo mi è costato un po’ troppo! Dicevo?! Ah sì… non è questo il caso!

Oggi Godot va a scuola… e chiacchierando chiacchierando con una delle poche colleghe che può definire anche un’amica… le chiede: “Ah ma il pargolo di F. non dovrebbe fare un mese a giorni?!” e lei: “SìSì!”

F. è un’altra nostra collega-amica… quella con cui andai a parlare al sindacato… quando aveva già un pancione prominente!

Godot &co. chiamano insieme F. per sapere quando è il giorno del complimese… e lei con le sue solite delicate maniere urla: “Teste di Rapa era il mese scorsooooo!!!” 😯 Ehm! E poi ha aggiunto: “Vabbè per farvi perdonare tutte e due a prendere un caffè! Da me!” 😀 E così siamo rimaste d’accordo per andare da lei nel primo pomeriggio!

Ma il tempo era tiranno per le nostre due eroine… così decidono… “C’è quel negozio… a pochi isolati da qui… se corriamo riusciamo a tornare a scuola alla fine dell’ora di spacco!” Ora che era appena iniziata! E  così… Godot &co. corrono… verso la libertà… ehm… e possibilmente anche verso un completino per il pargolo di F.!

Così sempre le nostre due eroine… di cui una… non Godot, l’altra… correndo correndo si era praticamente massacrata un piede… visto che aveva i tacchi… e… in 30 minuti precisi mettono a soqquadro (ma sapete che è la seconda volta che uso questa parola… ma è un successone usare la parola soqquadro tante volte in un blog?!) Dicevo?! Ah sì… Mettono a soqquadro tutto il negozio… quello è blu… quello è caldo… quello non è cotone… quello non MI piace… quello non LE piace… quello non CI piace… alla fine… però… il pagliaccetto della concordia… che è l’opposto della DIScordia… carinocarinocarinocarinocarino!!! Le due eroine Godot &co. scambiano uno sguardo d’intesa… guardano l’orologio… annuiscono e dicono: “OK!!! Pacchetto regaloooooooooooo!!!!!!” E mentre il commesso… eh già… presente per tutto il tempo… che le guardava storto non perchè strabico ma per il disordine imperante… dicevo… ah sì… e mentre il commesso impacchettava Loro pagavano alla cassa!!!

Pagano alla ragazza alla cassa… si girano verso il commesso prendono il pacchetto messo GIA’ nella busta… e DINDINDINDINDIN! No! Non era una slot machine… non era il campanello della porta… era il METAL DETECTOR!!!!!!! Arriva il commesso… quello di prima che chiede: “Prego vorrei controllare il contenuto della busta!” 😯

MA!!! Scusate… ma la busta l’aveva preparata LUIIIIIIII!!! Controlla… e ovviamente c’è solo il pacchetto… 😯 ovvio che non aveva tolto l’Anti-Taccheggio!!! Ma lui NO! “Aprite le borse!” Ci mancava il “maninalto!” e l’avremmo scambiato per un rapinatore… e intanto la collega diceva: “Ma scusi… ma lei… no perchè!” Ovviamente ha rovistato in tutte le nostre borse… con fare arcigno mentre devo dire l’altra commessa… quella alla cassa… con sorriso imbarazzato diceva: “Beh… sapete… a volte capita… e noi dobbiamo controllare!!!” Ma nelle borse non c’era nulla… OVVIAMENTE!!!

E così… Godot ha detto al simpatico (oh ma che simpatico!) commesso… “Il pacchetto!” e lui: “Eh?!” e Godot: “Deve essersi dimenticato di togliere l’anti-taccheggio… controlli il pacchetto!!!”

Lui un po’ scocciato ha controllato e TADAN! C’era un bel Anti-Taccheggio… che parola mia si abinava malissimo con il pagliaccetto!!! Lui ha tolto l’anti-Taccheggio… e poi… preso il completino… l’ha messo nella busta… senza scatola e senza pacchetto! 😯

Allora sempre Godot che è una gran rompiscatole… mentre l’altra eroina era rossa per l’imbarazzo (manco l’avesse rubato il pagliaccetto!) ha chiesto: “Scusi ci rifà il pacchetto!!!” E il commesso: “E’ necessario?!” E Godot: “Certo!” E il commesso: “Uf… vabbè… ha preso la carta STRACCIATA del pacchetto precedente e… Godot è intervenuta: “No! No! Ci vuole della carta nuova… quella è strappata!” E lui: “Sì ma è la carta del vostro pacchetto!” 😯

Maaaaaaaaaaaaaaaaaa alloraaaaaaaaaaaaa mi odiaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa… oppure era venuto dall’inferno per spingermi all’omicidio e portarmi agli inferi con luiiii!!!! E lo so che non parlo più in terza persona… ma che ci volete fare… sono fatta così!!!

Allora io (perchè ho abbandonato la terza persona nel periodo precedente!) gli ho detto: “Sì… e l’ha strappato lei!” E il commesso: “Ma lei me l’ha detto!” E io: “Sì… ma lei altrimenti non ci avrebbe mai fatto uscire!!!” E lui: “Ho fatto il mio dovere!” E io: “Ne sono sicura… e ora faccia un altro piccolo sforzo e ci impacchetti di nuovo il regalo!” Lui ha sbuffato e ha preso altra carta… ha piegato il pagliaccetto… e… e… ALT! Ancora una volta l’ho fermato: “La scatola… rimetta il pagliaccetto nella scatola!!!” E lui: “Perchè la volete?!” E io: “Certo!!! La volevamo 10 minuti fa… la vogliamo ora!!!”

Al sentire nominare i 10 minuti la collega è andata nel panico… “Inizia l’ora INizia l’ora… Godot dobbiamo muoverci inizia l’ora!!!” Io mi sono girata e le ho detto: “Incomincia ad andare… io prendo il regalo e ti raggiungo!!!” e lei è schizzata via! Sembrava Flash… un Flash zoppicante…sempre per via dei tacchi!!!

Io ho guardato storto il commesso che rifaceva il pacchetto… segnalandogli ogni piega fatta male… e il nastrino… e quello… e il bollino del negozio… e la busta!!! Ho preso il tutto… e SGUISH! 😯 sono sfrecciata anch’io… anzi sono sfrecciata a tal punto che all’angolo precedente la strada della scuola ho superato la collega claudicante! Urlandole:

“Coooooooooooorrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrriiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!”

Alla fine siamo arrivate a scuola 8 minuti prima dell’inizio delle rispettive ore… e poi siamo andate nel pomeriggio a trovare F. come promesso… e vi devo dire che lei ha gradito molto il regalino…

E il commesso?! Si chiederà qualcuno di voi… Beh… non so se venisse realmente dall’inferno… certo che con gli accidenti che gli abbiamo mandato… quasi quasi ce l’abbiamo mandato noi!!! 😉