Gli utilissimi utili consigli utili dell’utile nonna Godot!

Eh già… cioè no! Ma in realtà sì! 😯 Ehm… andiamo con ordine… Psicosito i cui post mi fanno sempre un pessimo effetto insieme con la piccola giovanissima Ester e la Piccola Perla… infatti si chiama Perlina! Dicevo?! Ah già… tutta questa bella combriccola mi ha fatto avere una visione di uno stralcio del mio futuro… quello di nonna… o di PROzia, nel caso PROBABILE che io resti zitella!

Ma come sarà Godot a 100 anni?! Sempre sperando che sia ancora viva!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Vedo il mio futuro in Rosa… nel senso che sarò vestita con un completo rosa confetto (bleah!) e truccata, anche maluccio con ombretto e rossetto (anche un po’ sbavato!) Rosa confetto… (Bleah!) e magari avranno sbagliato a farmi la tinta facendomi i capelli Rosa Confetto… beh… meglio che azzurro turchino! (visto che se dei calzini turchesi sono stravaganti… figuriamoci dei capelli!) Rosa anche gli occhiali MULTIfocali e il deambulatore… in tinta con l’anca d’acciaio… la dentiera NO… non nel senso che non l’avrò ma nel senso che sarà bianca e non rosa confetto! 😀

Ovviamente la mia faccia avrà una leggera plastificatura… ma quelli son dettagli! 😀

Eppure… dispenserò perle a destra e a manca… non perle vere, perchè sarò povera e vivrò con il sussidio di povertà… ma perle di saggezza! Le stesse perle di saggezza che dicono tutti i nonni, e i prozii zitelli… di questo mondo! Quali… ecco una classifica delle perle di saggezza ALIAS utilissimi utili consigli utili dell’utile nonna Godot! 😯

1) Per non far rovinare i libri… mettete tra le pagine delle foglie di lauro… che poi dove trovarle non lo so… sono nonna Godot mica una botanica!

2) Per far durare di più i fiori in un vaso dovete bruciarne l’estremità… non quella con i petali però… sennò sai che tristezza… se poi ve li dimenticate sul fuoco… beh… sono nonna Godot mica un vigile del fuoco!!!

3) Hai la cellulite… mettiti una guaina streeeeeeeeeeeettaaa streeeeeeeeeeeeeettaaa non fa nulla che poi straborda tutto… l’importante è l’effetto d’insieme! Non respiri?! Beh… avrai capito che sono nonna Godot mica una bombola d’ossigeno!!!

4) In amore vince chi fugge… specie se non è innamorato… o se il palazzo è in fiamme! 😯

5) Per pulire le scarpe si usano le bucce di banana 😯 ovviamente non sotto la suola altrimenti è come se vi mettesse lo sgambetto da soli!!!

6) Non vai d’accordo con il tuo/a fidanzato/a moglie/marito??? CAMBIALO!!! Sono nonna Godot non un’esperta di terapia di coppia!

7) La vita  è fatta a scale c’è chi scende e c’è chi sale… ma se rimani chiuso in ascensore non chimare ME sono nonna Godot non il tecnico dell’ascensore!

8) Se un omino occhialuto ti compare in tutti i post… RASSEGNATI!

9) Quando bollite la verdura… scolatela in modo da conservare l’acqua da riutilizzare una volta raffreddata per annaffiare le piante! Vi siete dimenticati di farla raffreddare?! BENE più verdura bollita per voi… il cactus non si mangia?! Beh… sono sempre Nonna Godot mica uno chef!

10) L’amore fa soffrire… le scarpe con i tacchi anche… quindi l’amore è una scarpa con un tacco 15! 😀 Anche se forse è il caso di specificare che sono nonna Godot, non un calzolaio!

11) Per non schizzarvi con l’olio mentre friggete buttatevi degli stuzzicadenti… ATTENZIONE però a non portarli a tavola commensali affamati potrebbero mangiarli e lamentarsi di non digerire la frittura… e io sono sempre nonna Godot non un gastrenterologo!

12) Avete una tovaglia sporca di vino?! Provate a versarci dell’acqua frizzante e poi lavarla… non funziona… mettete sopra la macchia un centrotavola! 😯 Non sono una lavandaia ma sempre nonna Godot!

13) Avete voglia di avere altri consigli o rimedi?! CHIEDETE GENTE! Nonna Godot è qui per accontentarvi… però non aspettatevi troppo… ho la mia età… voi avete la vostra… loro la loro… e così via… ognuno la sua… certo io non potevo avere l’età dell’altro… comunque… direi che è tutto… ora vado che c’è il coprifuoco all’ospizio! 😯

Gli speciali di Super Quark presentano: Vai col Liscio!

Buondììììì a tuttiii… 😯 Ehm… ok! Mi ricompongo… ecco a voi cari amici e care amiche… un nuovissimo speciale di SuperQuark… dal titolo:

Vai col Liscio!

sottotitolo: Non sono Casadei ma sempre Piero Angela!

Cari amici e amiche… benvenuti a questa nuova puntata di SuperQuark! Questa sera studieremo gli usi e i costumi di quella categoria di gente nota ai più scentifici tra di voi con il nome di: “Wellàllà come mi liscius i capellus riccius”

I “Wellàllà come mi liscius i capellus riccius” sono solitamente femmine (anche perchè la specie maschile di cotanta specie si chiama: “Wellàllà come mi appiccico in fronte i 4 capelli che ho!”)…  comunque… questi esemplari sono animali estremamente sociali che sin dall’età della pietra quando tentavano di trovare l’altra metà camuffandosi da: “Sono una liscius naturalius”

Proprio per queste tecniche di lisciamento… spesso le “Wellàllà come mi liscius i capellus riccius” hanno vita breve… durante l’età della pietra erano numerosi  i decessi per “Wellàllà PIETRAS lisciantes Roventes su cranius dolorantes” ma gli uomini della pietra pensavano fossero zampate di mammut a uccidere le donne e non si accorgevano di nulla… oggi grazie ai nostri moderni mezzi siamo riusciti finalmente a ricostruire gli ultimi momenti di vita della “Wellàllà come mi liscius i capellus riccius” morente… le cui ultime parole  erano quasi sempre: “Passami un po’ di lacca!”

Ai giorni nostri… dopo secoli e secoli di lisciate suicide le “Wellàllà come mi liscius i capellus riccius” sono arrivate a estremi di perfezione strabilianti! Infatti il tasso di mortalità (non l’animale, la percentuale!) è sceso ai minimi storici… era più basso solo durante l’epoca dei Bee Gees, per ovvi motivi, direi! Ciò nonostante la specie ha subito una lieve evoluzione da: “Wellàllà come mi liscius i capellus riccius” a “Wellàllà come mi liscius i capellus riccius però che bitorzulus che mi sono fatta con quella piastras sul mio povero cranius ammaccatus!”

I suoi modi però sono sempre gli stessi… capello rovente che assomiglia ad uno spaghetto… movenze sinuose e mano in testa per controllare che il riccio infame non si sia ripresentato, nel frattempo la “Wellàllà come mi liscius i capellus riccius” è a caccia… punta la preda… si fa offrire da bere e… e… e infine… urloooo liberatorio quando inspiegabilmente i capelli si arricceranno come per magia sotto gli occhi sorpresi della preda della serata!

Non sappiamo quale ulteriore mutazione genetica subiranno le “Wellàllà come mi liscius i capellus riccius”… come non sappiamo perchè nonostante l’amore per il liscio… non amino il liscio! (Il primo nel senso di capelli… il secondo nel senso di ballo!)

Ci domandiamo ancora se il detto ogni riccio un capriccio…perda di significato in presenza delle “Wellàllà come mi liscius i capellus riccius” o se il capriccio di cui sopra sia solo camuffato da necessità!

Quello che sappiamo di certo è che… senza tutte queste evoluzioni genetiche… SuperQuark sarebbe finito da un pezzo! Quindi?! VAI COL LISCIO… e col riccio… e con quello che vi pare… basta che troviamo altri argomenti per gli speciali!

Chi di piastra ferisce…

AHIA!!!  EHm… scusate… sono appena tornata da una piastrata eccezionale… mmm?! AH sì… oggi devo uscire con le cugine ma dato il nuovo taglio di capelli senza piastrata rischio di sembrare la famosa scarola riccia… così… TADADAN! Piastra alla mano sono andata da una delle cugine con le quali devo uscire… mi sono fatta lisciare… e poi… reccomi qui! Per cambiarmi… solo che… AHIA!

Ma non sarà che mia cugina ce l’aveva con me per qualche recondito motivo?! Più che una passata di piastra mi ha dato un COLPO di piastra… anzi 2 … e anche un paio di colpi di Spazzola… e 2 o 3 tirate di capelli!

Ovviamente… io le ho reso il favore 👿 ma in maniera molto più delicata! 😥 Non ho avuto il coraggio di STROPPIARLA  come lei ha fatto con me! 😦

Quindi non è vero che chi di piastra ferisce di piastra perisce…o lei sarebbe già morta sotto i colpi della mia piastra… certo che però avrebbe i capelli di un liscioooooo… mai cadavere sarebbe stato più “lisciato!” 😯

OK! Scusate questi pensieri macrabi.. ma questo post breve breve è stato postato solo per dirvi:

1) CIAO!

2) Visto?! Ho postato anche di domenica, la componente “Daily” del blog sta quindi tornando prepotentemente!

3) AHIA! Ma che l’è avrò fatto io a mia cugina?!

Comunque… a domani… con i risvolti della serata piastrata! 😀

Ho deciso di darci un taglio!!!

Ebbene sì… oggi parleremo di una cosa della massima importanza… qualcosa che può salvare le balene in via di estinzione… rimpicciolire il buco dell’ozono… mettere fine a tutte le tragedie di questo mondo… liberarci anche di qualche “leader politico” che mi è alquanto antipatico!

Di che parliamo… di ciò che negli ultimi 3 giorni è stato l’argomento di maggior interesse nella scuola, al giornale e in famiglia… del mio nuoooovooo taglio di capelli!!! 😯

Premettendo che non è che io mi sia rapata a zero… cosa che ammetto avrebbe suscitato un certo scalpore… effettivamente questo taglio di capelli sta riscuotendo commenti da tutti i lati… la maggior parte dei quali senza senso!

Ma andiamo con ordine… il primo a commentare il nuovo taglio è stato lo stesso parrucchiere… eh già… si commenta d solo, proprio come me! 😆 Poi a ruota sono seguiti… il preside, la mia famiglia, il mio medico curante, i colleghi, i ragazzi, i colleghi del giornale… il giornalaio… (i casi della vita… “casi”… non “Caci!”) il vicino di casa… una conoscente di mia madre… il benzinaio… (ma commentano proprio tuttiiii????????????????) e infine i colleghi che non mi avevano ancora “ammirata!!!!” con questo nuovo sconvolgente taglio… quindi… ecco a voi

COMMENTI E RISPOSTE CHE VI SENTITE DIRE QUANDO DECIDETE DI DARCI UN TAGLIO!

Commento del Parrucchiere! Brava! Ora con questo taglio da 24 anni ne dimostri 17!

Godot… veramente non ne ho 24! Ne ho un po’ di più

Commento del Parrucchiere! Ehm… da 25 a 18!

Godot… di più!

Commento del Parrucchiere! 26?! 😯

Godot… di più! ho solo 1 anno meno di te!!!

Commento del Parrucchiere! 😥 ma a me dicono che ne dimostro QUARANTAAAAAAAAAAAAAAA!!!!

Godot: Ma no! 39 al massimo!!! 👿

Poco dopo uscita dal Parrucchiere (novello Figaro!) … telefona il preside (costante rompiscatole!)… “CORRI!!! C’è un’emergenza!!” Resistendo l’istinto che mi suggerisce di girare la telefonata ai vigili del fuoco… vado a scuola!

Commento della collega che m’incrocia all’entrata! Taglio nuovo?! Sei anche liscia!? Durera!? Credo di no!?

Godot 😥 Peeeeeeeeeeeeerchèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèè!!!!!!!!!!!

La lascio che sghignazza e corro dal Preside che mi dice…

Commento del Preside Qui siamo in crisi e tu ti tagli i capeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeelliiii!!!

Godot: Non tema… non sono Sansone che perdo la forza!!!

Commento del Preside Sì ma così sembri un’alunna!!!

Godot: Ho più di 12 anni!

Commento del Preside: Siamo sicuri?!

EHM! 😯 Comunque a quel punto il preside mi dice di fare da “Guida” a qualche mamma di passaggio… tra cui una già incontrata… che mi dice…

Commento Mamma già incontrata: tOH! Sembra una bimba! Ma sarà brava?!

Godot: veramente il taglio di capelli non costituisce un titolo di studio valido! :mrgreen:

Finito il giro vado in classe dove devo far lezione… mentre attraverso il corridoio… seguita dal brusio degli studenti… “Ma si è tagliata i capelliiii… uh si è tagliata i capelli…. i capelliiii…” etc etc. incrocio una collega anziana… che dice subito:

Commento collega anziana: AH! Ora 7, 8, anche 9 fidanzati per volta!!!

Godot: Mi è stato garantito!!! Opzione soddisfatti o rimborsati! 😉

Entro in classe… nella terza e…

Studenti della terza: WANAM’ PROFESSURE’ MA ‘E CAPEL VUOSTR… ARROSTANN??? 😯

Godot Se non parlate inglese almeno parlate Italianooooooooo!!!

Di passaggio c’è il prof. di ed. fisica… che

Commento di ed. fisica: Ohi non ti avevo riconosciuta quasi quasi… ma che hai fatto???!

Godot: Mi sembra ovvio… mi sono tagliata i capelli… l’alternativa sarebbe stata sdraiarmi sul prato della villa comunale e aspettare che il giardiniere di passaggio… oltre il prato si prendesse anche i miei capelli!  👿

Commento di ed. fisica 😳

Passano le ore… e finalmente arrivo a casa…

Commento Godot Fratello: We ma ti sei tagliata i capelli!!!

Godot: Tanta sagacia mi sorprende!!!

Commento Godot Madre: Brava… era ora!

Godot: Eh sì

Dall’altra stanza arriva Godot Padre…

Commento Godot Padre: WE! Ma che hai fatto!  Stai bene!!!

Godot: E’ un taglio di capelli…

Commento Godot Padre: Finalmente un po’ di faccia fuori!

Godot: Ho capito… ti piace… grazie!

In questi altri giorni si sono rapidamente susseguiti i commenti del

Caporedattore: Finalmente fai prendere aria al cervello!

Giornalaio: Toh! Com’è carina… sembra… sembra… non so cosa… ma mi piace!

Vicino di casa: Uh! Anche mia figlia quando aveva la tua età li portava un po’ più corti… (la figlia ha 4 anni meno di me!) 😯

Amica di mamma! Ti sei tagliata i capeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeelliiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii… (e detto questo mi ha dato una botta su una spalla mai vista!!! MA molto sentita!!! 😥  )

Benzinaio: Ma sapete che con questi capelli mi sembrate una francese???! (eH già… commentano tutti!)

E infine oggi i colleghi che ancora non mi avevano visto!

Prof. di Matematica 🙂

Prof. di Italiano: Uh ti sei tagliata i capelli!

Prof. di Matematica 🙂

Prof. di Italiano: Stai bene! Sembri un po’ francese!

Prof. di Matematica… (che almeno smossosi dalla catalessi annuiva! ) 😀

Prof. di Musica… ora tra voce e capelli sei di una delicatezza unica!

Prof. di Matematica :mrgreen:

… ed è stato all’ennesima faccia da ebete del prof. di Matematica che ho capito il loro piano… ma troppo tardi… dopo 2 secondi me li sono ritrovati che mi stavano spettinando!!! 😕

Io ci avrò dato pure un taglio… ma quand’è che loro ci daranno un taglio con i commenti sulla mia decisione di darci un taglio??????? ❓

Figaro qua Figaro là! Una tragedia quotidiana risolvibile grazie a Piero Angela!

Oggi parliamo… di PARRUCCHIERI!!! Ehm… so… da commenti vari… che alcuni di voi diranno: “Parrucchieri?! Esistono queste creature mitologiche?!” Quindi scendiamo nello specifico… PARRUCCHIERI… Coiffeur pour Dames!

Oggi mi guardavo allo specchio… stupita di non autotramutarmi in pietra come Medusa… e pensavo al fatto che vorrei tanto tagliarmi i capelli… tanto tanto… ma il mio rapporto con i parrucchieri è sempre andato a fasi alterne… amore e odio si sono sempre bilanciati… così che un mese io ero disposta a sottomettermi ai più infami colpi di spazzola… il mese dopo avrei voluto uccidere il parrucchiere di turno con l’infame colpo di spazzola di cui sopra!

Di Parrucchieri… ne ho conosciuti tanti! Quanti? Tanti!

1) C’era la tizia che quando ero bambina… mi faceva venir voglia di andare da lei con il salvaggente… per la quantità di acqua che mi faceva bere durante lo shampoo…

2) C’era quello che, in un’altra città, in un’altra regione, un po’ più grande ma sempre bambina aveva la figlia che era in 3 elemenare con me… e uscivo con i capelli peggio di prima perchè andavamo a giocare nel cortile…

3) Poi c’era quello che usava prodotti con la sua foto sopra… boh…

4) Poi c’è stato il parrucchiere di mia zia… poveretto… che eseguiva tutti gli ordini di mia zia… e mi guardava attraverso lo specchio strabuzzand gli occhi!

5) Poi c’è stato Figaro… che è molto bravo MA non vuole che gli si dica come farti i capelli… perchè lui… è FIGARO… e non accetta consigli da clienti che non fanno  i parrucchieri! Ehm… ma… ma io… così… lasciai Figaro… ne trovai un altro…

6) Ma il nuovo parrucchiere mi salutava con “ciao bella”… e io odio che mi si saluti con “ciao bella”… e VeniVidiWc lo sa… e tornai da …

7) Figaro… poi Figaro si sposò (Le famose nozze di Figaro) e fece in modo che la moglie lavorasse con lui… la moglie aveva i capelli giallo mimosa… e voleva per forza mettere le mani sui miei capelli… e io cambiai di nuovo parrucchiere…

8) Ci fu il parrucchiere occhialuto… ok non è vero… ma ogni volta non posso farne a meno di nominare l’omino occhialuto!

9) Ci fu quello che mi passava la piastra… e si prendeva 30 euro… ma io a casa ho la piastra e l’ho pagata 20… e così tornai da…

10)  Figaro… specificando che io no mi tingo i capelli… quindi… vaderetro enorme MIMOSA! Figaro dovette prendermi troppo sul serio sulla questione del vaderetro… perchè… dopo un mese… si mollò con la MIMOSA… e caddè in depressione… così in depressione che con lui tutti i ciuffi finivano sotto il naso… ma io non ci vedevo… e cambiai di nuovo parrucchiere…

11) Andai da quello che iniziava ogni frase con: “Vuoi comprarti un prodotto!?” ma io non ne volevo di prodotti… cambiai di nuovo parrucchiere…

12) Entrai in un nuovo salone… e mi ritrovai… la figlia di Figaro: “Sì, papà mi ha aperto il salone… ma a me non piace!” E allora… dato il suo scarso entusiasmo io uscì… e andai non da Figaro… ma

13) Andai in Inghilterra… voi direte: “Esaggerata… per una messa in piega!!!” Ma non era per la messa in piega che ero andata lì… ero andata a trovare una mia amica… e m trovai di fronte a casa sua… e dopo che lei mi aveva fatta sistemare nella stanza degli ospiti…affacciatami alla finestra… vidi che di fronte c’era un salone di parrucchieri… FUCSIA! Ehm… era tutto FUCSIA… anche il maggiolino davanti alla vetrina era FUCSIA… le divise delle phoniste erano FUCSIA… i capelli della propietaria erano FUCSIA… e anche parecchie ciocche delle clienti che uscivano erano FUCSIA!

Al vedere tutto questo Fucsia… pensai a Figaro… tornata dall’Inghilterra… senza capelli FUCSIA… tornai anche da Figaro… gli chiesi di tagliarmi i capelli… lui mi chiese: “COME?!” Ed io lo guardai esterefatta!!! Pensai anche… “Mi chiede come?! O mi ama… o ha bevuto!” Era l’ultima… Figaro era un po’ brillo… infatti dopo che io gli risposi disse… “Ma lo sai che io li faccio come voglio io!” Io pensai: “E allora che me lo chiedi a fare!” Mi tagliò i capelli… il taglio era orribile… il  colore per fortuna era il mio… ma prima o poi… arriveranno i capelli bianchi e dovrò ricorrere ai ripari… e penso a Figaro… che mi fa i capelli del colore che vuole lui! E rabbrividisco al pensiero… e così penso… CERCASI NUOVO FIGARO DISPERATAMENTE!!! Ma vorrei un nuovo Figaro… un Figaro affidabile… che si ricorda che se mi fa l’onda… io mi ritrovo con i capelli come Medusa nel giro di 15 minuti… voglio un Figaro vero… come quello di cui parla Piero Angela:

Il Figaro è quel parrucchiere canterino che è bravo bravissimo, e che porta anche “a te fortuna a te fortuna” perchè è di qualità… là làlàlà là làlàlà! Lui è il factotum della cittàààà! Fortunatissimo Fortunatissimo per verità! Ma soprattutto che non ha evoluzioni in FigaroSposus… in FigaroMollatus e in FigaroUbriacus…

Insomma… io voglio un Figaro che mi faccia fare la cliente… e non l’assistente sociale!