Godot, l’inserzionista e il pubblicitario assenteista!

Ciao a tutti… passata una buona Pasqua??? Io no… perché? Tutto è partito da un tortano bruciacchiato e poi è andato a cadere… ma non temete… c’è qualcosa di peggio della Pasqua.

C’è la mia vita di tutti i giorni! 😥

Cosa accade nella mia vita di tutti i giorni? Se avete dato un’occhiata al post precedente ne avete un’idea… se no… FATELO!! >_< che sono troppo nervosa per spiegarvi tutto dall’inizio!!!

Ehm… ok… espiro e inspiro… espiro e inspiro! Io sono zen… la mia vita è zen. Tutto ciò che mi circonda è zen. E’ zen la piantina di cactus sul mio terrazzo… è zen il venticello primaverile… è zen il vicino rompiscatole che sbircia sempre dalla finestra mentre uno parcheggia… -_-

Tutto ok! Mi sono ripresa da questo piccolo momento di crisi! Che mi dura da più di 30 anni ma è un dettaglio!

Cosa mi ha fatto sclerale più di tutto in questi giorni? Dopo la multa, l’attitudine al darmi incarichi con cui non c’azzecco niente… e ripeto… NIENTEEEEE!!!! ??? Cosa?
Ebbene la goccia che ha fatto traboccare il vaso… il vaso della pianta di cactus che non dovrebbe essere annaffiata poi tanto… è stata versata da una persona che lavora nel mio stesso giornale. No. Non vi parlo di un giornalista o di uno dei tanti capi SUPERRIMI e SPLENDENTI da cui sono attorniata… no… non parlo nemmeno del signor A. che ha il brutto vizio di finire il caffè e non avvertire… anche se prima o poi gli scambierò le bustine di Dietor che tiene nel cassetto con delle bustine di Sale Himalayano! 😈

No. Non è il signor A. La persona che rischia di farmi scorollare bensì uno dei pubblicitari… voi vi direte… che c’entri tu con i pubblicitari?

Già. E’ la triste legge del giornalismo… esistono gli inserzionisti. Ora ci sono fior fior di inserzionisti che si fanno il lavoro “all inclusive” si scrivono il testo, si mettono la foto… etc etc etc. Poi ci sono inserzionisti più poverelli che vogliono che gli si scriva il testo, gli si scatti la foto … etc etc etc … e poi ci sono gli inserzionisti Rompi-Inserzione! Quelli che chiamano 24ore su 24… 7 giorni su 7… 12 mesi all’anno.

Magari producono ghiaccioli eppure sono capaci di chiamarti a ferragosto (ottimo) come a Capodanno… e non ne vogliono sapere di mollare quel telefono!!! Continuano imperterriti…

Magari vendono puntine da disegno da usare sull’ipad o monetine da lanciare nella fontana di Trevi.. non importa. Ti chiamano sempre.

“Ti chiamano”… già “Ti”… perché il pubblicitario, furbo, è assenteista… già e loro chiamano TE. Il pubblicitario che dovrebbe occuparsi di queste cose in effetti non si trova mai… o meglio si trova. All’inizio dell’anno quando l’inserzionista manda un cadeau per Natale, onde poi defilarsi lasciando tracce di bigliettini da visita… dei TUOI bigliettini da visita! 👿

MALEDETTIIIII LA PESTE A LORO E AI LORO SPAZI PER I PUBBLIREDAZIONALI!!!!

Così da giorni uno di questi inserzionisti mi è stato affibbiato … io l’ho chiamato… l’ho incontrato perché non voleva parlare dei ghiaccioli che vende agli eschimesi via telefono… ho fotografato i ghiaccioli con tanto di eschimesi… ho scritto il pubbli-redazionale… gli ho dovuto permettere di controllare cosa avevo scritto perché mi ero trasformata da giornalista in pubblicitaria… ho rivisto, corretto, aggiustato… e poi…

… e poi … il pubblicitario non si è fatto trovare… già. Il pubblicitario che doveva fare l’unico, piccolo sforzo di “piazzare” il tutto in pagina… nello spazietto già predisposto per i pubbliredazionali… si è dato alla macchia… non quella d’inchiostro che con il ghiacciolo e l’eschimese poteva anche fare pendant. Proprio alla macchia. E’ sparito! 😯

Il primo giorno aveva mal di testa. Il secondo mal di denti… il terzo non ha risposto… e il quarto… non ha risposto!!!! >_<

E giustamente l’inserzionista che fa? Chiama me: “Perché lui non risponde!” mi ha detto… Sì… ma io sono stata “prestata” per mettere in italiano più o meno corretto la storia dei ghiaccioli e degli eschimesi…una volta chiuso il pacchetto non è problema mio…

… non dovrebbe esserlo nemmeno prima, visto che vengo pagata uguale uguale… neanche un cent in più. Ma è la dura legge del precariato… a volte tu fai quello che devi per portarti la pagnotta (e anche il ghiacciolo omaggio) a casa!

E allora perché rompono le inserzioni proprio a me? ❓

Annunci

Godot e l’approssimazione professionale!

Ciao a tutti… sebbene all’appello manchino molti di voi i cui blog… ahimè… sono stati chiusi o messi in standBy durante la mia assenza.

Ad ogni modo lo sapete oramai… più scrivo più sono stressata!!!! T_T è come un circolo vizioso…

Io mi stresso e voi vi sorbite le mie paturnie.

Ebbene? Ebbene dopo un periodo particolarmente placido lavorativamente parlando sono un paio di mesi che vengo stracaricata di impegni assurdi e che… in teoria… e anche in pratica… non sarebbero di mia competenza.

Ma ormai si sa… tutto il mondo è paese. Tutti sono TUTTOLOGI e si aspettano che sia tuttologa anche io!

Io non sono d’accordo… sono più per il bertinottiano Lavorare Meno Lavorare Tutti.

Non tanto dal punto di vista delle “quantità” visto che sono un moderna stakanov… ma per quanto riguarda le “competenze”… beh sì! IO NON SO FARE LA PARRUCCHIERA!! Se vuoi tagliarti i capelli non venire qui… potresti pentirtene amaramente!

Bleach_hawk2

No… ok… era un modo di dire… nessuno mi ha chiesto di fare la parrucchiera! :mrgreen:

Ma da un po’ di tempo mi si chiede di fare tutto il possibile per non fare il mio lavoro… o meglio … i miei lavori!

A Scuola, le cui ore mi si riducono sempre più drasticamente… mi si è chiesto di fare una lezione di italiano… ora… dico io… ok… quello che volete… so parlare in italiano… ma NON POSSO FARE UNA LEZIONE SULLA DIVINA COMMEDIAAA!!! >_<

E invece sì… ok… non è un problema… nessun danno… forse… la prof era in ritardo e io ho incominciato e lei poi ha concluso… DUE ORE DI LEZIONE FATTE DA ME DOPO! >_<

Comunque… è il mondo della BUONA SCUOLA… una scuola così buona dove ci possono essere i tablet e le lavagne luminose… ma poi ti cadono i calcinacci addosso e la prof d’Italiano si ritrova con la polmonite perché non funziona il riscaldamento! -_-

Tutto fa gioco…

Ma quello che mi urta più di tutto è la TUTTOLOGIA applicata al mio secondo lavoro… che in realtà è il primo… il giornalismo.

Si lo so… vedo colleghi in Tv trasformarsi in criminologi e in psicologi… in esperti assaggiatori di vini e finger food e fare delle “GIANNINATE!” spacciandosi per esperti economisti laureati con 110 e lode… (loro non lo dicono mai badate bene ma tu lo pensi perché uno che parla sempre di economia sarà pur preparato… e invece no!)

Ad ogni modo in questa TUTTOLOGIA generale vogliono per forza gettare anche me. Così prima mi mettono a scrivere di cose che non capisco nemmeno se me le spiega Einstein in persona… ad ogni modo dopo il mio articolo su LA FISSIONE NUCLEARE 😯 ehm… dopo una serie di articoli sui quali non sapevo molto (lo confesso) il capo Superrimo (cioè il contrario di Miserrimo) mi chiama… e…

CAPO SUPERRIMO!!! : Godot!

Io: Sì? 🙂

CAPO SUPERRIMO!!! : Godot ti devo affidare un importante REPORTAGE!!!

Io: Ok…

CAPO SUPERRIMO!!! : Un reportage sulla vita ai tempi del  colera ( :mrgreen: è un esempio… ma l’assurdità è reale)

Io: Ehm… non ero nata!

CAPO SUPERRIMO!!! : Lo so… intervista qualcuno che è morto di colera!

Io: EH? 😯

CAPO SUPERRIMO!!! : Ma soprattutto… vai con la telecamera!!! Che ci serve per il sito…

Io 😯 Eh?

CAPO SUPERRIMO!!! : Vai con la telecamera!!! Che ci serve per il sito…

Io 😯 Come?

CAPO SUPERRIMO!!! : Vai con la telecamera… Che ci serve per il sito.. 😈

Io: Ehm… ma io non ho telecamera!!!

CAPO SUPERRIMO!!! : Nessun problema… la chiedi a un cameraman! 

Io: Ehm… non potrei prendermi anche il cameraman?

CAPO SUPERRIMO!!! : Non c’è bisogno… so che tu te la puoi cavare anche senza! 

Io: Ehm… scusa capo superrimo come ti è venuto in mente ciò? Io sono una giornalista… di quelli che scrive… non faccio video!

CAPO SUPERRIMO!!! : Ci riuscirai… e mi raccomando… tante interviste alle persone morte di colera!

Io 🙄

Alla fine… più o meno riesco nell’impresa… recupero il mio morto di colera… lo faccio sembrare sofferente… e via intervistona… poi vado… credevo che il peggio fosse passato… e invece …

CAPO SUPERRIMO!!! : Godot!

Io: ODDIO DI NUOVO?

CAPO SUPERRIMO!!! : Cosa?!

Io: Ehm… niente… che c’è?

CAPO SUPERRIMO!!! : Godot! Ti devo dare un incarico fondamentale!!!

Io: Un altro?

CAPO SUPERRIMO!!! : Certo! Devi fare un focus sull’uso di dentiere tra gli adolescenti! (:mrgreen:)

Io 😯 Eh?

CAPO SUPERRIMO!!! : Ci vedrei benissimo un infografico… con tanti dati… tipo chi mette i denti d’oro… chi ha la dentiera e il piercing… chi usa il Polident… chi prende in prestito la dentiera del nonno!

Io 😯 Ehm…  quindi devo raccogliere tanti dati!

CAPO SUPERRIMO!!! : Anche ordinarli! E farci un bel grafichino, magari 2 o 3!

Io: Capo Superrimo ma io non sono un grafico!

CAPO SUPERRIMO!!! : Godot sono certo che riuscirai nell’intento… mi raccomando… una cosa professionale deve sembrare fatta da un grafico!

Io: Capo… scusa …. abbiamo i grafici… perché non farlo fare a loro?

CAPO SUPERRIMO!!! : Perché so che puoi farlo! Puoi riuscirci! Sono certo che farai un mega-grafico… ora considera… che la pagina sarà per 3/4 occupata dall’infografico… e l’articolo sarà una didascalia!

Io 😯 Ehm… ma iooooo sono una giornalista non un grafico!!!

CAPO SUPERRIMO!!! : Godot… vai… c’è un grafico che ti aspetta!

Io 😥

Ce l’ho fatta… sembrava un disegno di un bimbo in terza elementare… ma alla fine … barando clamorosamente e chiedendo una mano al grafico… ce l’ho fatta! :mrgreen:

Pensavo fosse finita qui… e invece…

CAPO SUPERRIMO!!! : Godot!

Io NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!

CAPO SUPERRIMO!!! : Godot!

Io NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!

CAPO SUPERRIMO!!! : Godot! Ho un incarico per te… fondamentalissssssssimoooooo!!!

Io: Ok… devo fare un video di un grafico? 😥

CAPO SUPERRIMO!!! : Ma che dici! Certo che no… non sei mica un cameraman o un grafico!

Io: EVVAIIII Sì… ok… che devo fare!?

CAPO SUPERRIMO!!! : Un bel reportage fotografico… per il nostro settimanale!

Io: OK… (di solito la foto dei miei articoli la faccio comunque io!)

CAPO SUPERRIMO!!! : Godot! Voglio anche che fai la foto della copertina del nostro magazine!

Io 😯 Eh?

CAPO SUPERRIMO!!! : Copertina! Quel foglio plastificato con una bella foto a tutta pagina!!! Ricordi?

Io: Ma… non la fanno i fotografi quella?

CAPO SUPERRIMO!!! : Di solito sì… ma siamo sotto Pasqua… e i fotografi sono in ferie!

Io 😥

CAPO SUPERRIMO!!! : Godot! Sbrigati… che voglio passare Pasqua in famiglia e non ad aspettare la copertina!

Io 😥

Godot: un giorno da Fantozzi! Anzi settimana… anzi vita… Murphy era un dilettante!

Anzi dovrei dire settimana… BUONDI’ A tutti voi… YUHU… c’è nessuno????

Eh sì … sono sparita anch’io… ma voi ricordatelo siete spariti prima di me… sono ormai un paio di anni che quelli che un tempo erano i miei amici di blog hanno iniziato a chiudere i loro angolini lasciando me, e pochi altri, a crogiolarci nella solitudine!!!

TORNATEEEE!! STO BLOG ASPETTA A VUJE!

Ehm… comunque… perché sono tornata? Semplice… SOFFROOOO TANTISSIMO!!! :sigh:

In teoria, e anche in pratica non ho tempo per scrivere post… da un po’ di mesi a questa parte sono più impegnata di un funambolo che mentre fa … beh per l’appunto il funambolo … si cuoce 2 uova al tegamino, stende la lavatrice sulla fune, si cuce un bottone, attacca bottone con la vicina di fune… e manda un fax! -_-

Ma oggi è stata la giornata più fantozziana della mia vita… giornata che segue una lunga serie di giornate che partono… beh più o meno il giorno della mia nascita. 😕

Comunque giornate come quella di oggi raramente sono state viste al mondo… so che Murphy ha chiamato casa mia per chiedermi di cedergli i diritti di questa pessima giornata… ma io ho rifiutato. Murphy è un dilettante, solo io posso avere giornate così.

Che è successo? Ok… prima un po’ di “riassunto” delle puntate precedenti… giusto per farvi capire come si è arrivati al culmine.

Godot, acida pulzella che  se ne frega della sua racchietudine vive ancora in famiglia… anzi in una casa multifamiliare… peccato che il multi sia tutto occupato da parenti… e quindi fa lo stesso…

Ciò impone a Godot ritmi serrati di “cucinamento acrobatico”, “stiramento carpiato” e “pulizia sincronizzata”… Che impone chi? Ovvio la mia famiglia. In primis Godot Madre che ha un piglio da generale di Stato Maggiore…

Ora proprio lei, la Generalessa madre si è pure fatta male a una spalla. Ciò fa in modo che i compiti di Godot si siano moltiplicati… aggiungendo al solito anche “il pranzo per il genitore padre” e lo scarrozzamento della madre dal fisioterapista…

Ora non so perché ma nella mia vita avere un carico di lavoro non indifferente va solo a moltiplicare il carico di lavoro stesso… ESPONENZIALMENTE!

Circa 2 settimane fa mi chiama uno dei capi-megacapi del mio giornale che mi chiede di fare una grande inchiesta su XXXX… 24mila battute di articolo che nemmeno Dante Alighieri sarebbe riuscito a scrivere… e visto che non invento di sana pianta… 24 mila battute significano un’infinità di interviste, contro-interviste. dati da analizzare e chi più ne ha più ne metta.

Tutto qui? Macchè!!! Mentre tralascio un pochino i miei doveri di prof d’inglese part-time affidandomi a lezioni di riserva che mi tengo pronta solitamente in caso di influenza … mia madre sentendosi sola decide di invitare tutto il parentado ogni sera… Ciò significa tornare di corsa da lavoro… fare la spesa… tornare e cucinare… sempre per la spalla offesa di cui sopra. ENTRO UNA CERTA ORA CHE GLI OSPITI HANNO FAME! >_<

MIA MADRE SI SENTE SOLA… Ma non è l’unica… mio fratello e la sua DEGNA consorte… con pargolo al seguito si sentono soli anche loro… così trovano una serie di commissioni impossibili da svolgere per la sua DEGNA consorte visto che non è auto-munita.

Si sente solo anche mio zio… il fratello di mio padre che decide di venirci a trovare con la sua nuova compagna… venirci a trovare a pranzo di domenica… EVVAIIII!!!

Tutto qui? Macchè… mentre la mia famiglia trova altri interessanti modi di impegnare la mia giornata mi si chiama dal giornale e mi si manda a fare altre INCHIESTONE!!!

Ed eccoci arrivati a oggi…

Oggi Godot si sveglia… e sa che deve correre perché se il leone… ehm… scusate … ricomincio!

Oggi Godot si sveglia e sa che deve correre perché alle 8 e 30 ha una prima intervista… corre… e alle 8 e 30 è lì… pronta per intervistare l’onorevole G sulla Questione XXX .. lei è lì. Ma l’onorevole G non c’è. Ha avuto un contrattempo… e ha mandato un sms… evidentemente sul numero sbagliato! >_< perché a me non è arrivato niente che ti possinooooo!!!

Godot però non si arrende… e procede… si riunisce con i suoi capi che le dicono “FOTOOO VOGLIAMO FOTO DI XXX!” ma lei le foto non le ha… Godot non è una fotografa ma i capi non accettano questa sua precisazione… e alle 9 e 45 Godot è in strada cercando di raccattare foto… con poco successo aggiungerei!

Alle 10 e 30 poi la chiama un altro capo e le dice di andare dal punto dove si trova… A al punto B… 30 km più in là per una conferenza importantissima. Godot corre… va… e … e il capo la chiama e le dice… “Scusa ho sbagliato indirizzo… non è a B… è a C…”

… C è dall’altra parte! 👿 ma Godot non si arrende e va… sfrecciando sul suo macinino…

Riesce nell’intento… rientra in macchina e scrive lì… sul suo computer nel parcheggio del centro congressi C! :sigh:

Ha quasi finito quando le dicono di intervistare il signor D! TELEFONICAMENTE! Lei lo chiama … sempre nel parcheggio… e ci riesce… evvai… poi la spediscono all’albergo M… per una conferenza… lei corre… ce la fa… scrive prima di ripartire… è esausta… ma alle 14 e 30 si è appena ricordata di avere un’intervista con il capo di un’azienda per un focus sull’occupazione…

Accosta… parla e riparte… verso la cittadina di S. Nella cittadina di S. c’è lo studio del videomaker che sta curando l’inchiesta XXX con Godot. devono occuparsi della prima selezione del montaggio… intanto viene chiamata, richiamata… etc. etc… addirittura la chiama l’addetto stampa N per chiederle di andare lei alla sua conferenza perché l’altro tizio (un mio collega) non capisce un benemerito! 😈

E in tutto ciò.. mentre la GENERALESSA Godot chiama per dire alla poveraccia che deve comprare gli ingredienti per la pastiera prima di tornare a casa perché .. con quella spalla la pastiera quest’anno sarà responsabilità esclusiva di Godot… Godot va … fa la spesa… e decide di tornare verso casa… dove l’aspettano 24mila battute da scrivere entro DOMANI! 😯

Mette in moto nel parcheggio del supermarket… esce e … TROVA L’INGORGO… il cellulare fa il bip che ti vuole dire:

“STO MORENDOOOOO! TI SUPPLICO AIUTAMI::: ATTACCAMI AL CARICATORE!!!!”

Così Godot.. sesta macchina in fila prima di un semaforo rosso… prende il cavetto del caricatore e stacca per mezzo minuto il telefono dal gancio del vivavoce… attacca il cavetto lo sta per riattaccare (TUTTO CIO’ FERMA!) e … sente fischiare!!!

-_-

GIà… sono stata multata… 5 punti in meno e centinaia di euro in meno… perché secondo il tizio in divisa avevo il cellulare in mano e quindi stavo facendo un’infrazione stradale.

Niente da fare… gli ho detto del caricatore… gli ho detto che non stavo nemmeno parlando… la sua risposta:

“FACCIA RICORSO! Sarà la sua parola contro la mia… e io ho la divisa!” 😯

Ma è… mi sono fermata giusto in tempo… stavo per insultarlo ma ho fatto bene a bloccarmi perché subito dopo ha detto:

“Attenta che finiamo nel penale e le ritiro pure la patente!”

Ora però dico io… a parte la colpa… forse ok… avevo comunque una mano occupata sebbene fossi ferma… ma voi non avete politici corrotti, appaltatori collusi, criminali incalliti, camorristi che si danno alla macchia, criminali scappati chissà dove da acchiappare???

Sono passati due camioncini… uno di prodotti caseari e uno di prodotti vari che uscendo dal supermercato e vedendo l’ingorgo hanno fatto infrazione … pochi metri più in là… e il tizio di cui sopra… mentre il collega mostrava tutta la sua abilità di scrittore avendo difficoltà anche a leggere i numeri del libretto… e scrivendo 2 righe di verbale (che poi non mi è stato riletto) in 30 minuti buoni… dicevo?

Ah sì… e il tizio di cui sopra mi dice: “Eh ma io ho fermato lei… mica posso fermare tutti!”

MA PORC… #ò[[#¶è∂߀∞ª¨™Ω†˜å∞!!!

No giusto… non c’è da arrabbiarsi… si vede che però sia Fantozzi che Murphy erano dilettanti rispetto a me… sarà la legge del Karma? Cosa ho fatto nella vita precedente? Mah…

186809-vlcsnap-37498

Godot … vs… Feltrinelli!

-_- sì…la mia è una dichiarazione di “guerra”! Questa è SPARTAAA!! Ehm 😯 Ok… calma e sangue freddo! Questa non è Sparta.  Questa sono io in cerca di regali estivi! Regali librosi … non lebbrosi sennò era un’altra cosa… Libri… qualche cd e dvd… ma soprattutto libri per grandi, piccini e anziani! -_- In cerca di qualche biglietto per qualche concerto estivo… per le categorie di cui sopra!

E la Feltrinelli… invece di assecondare le mie richieste… si è mostrata per quella che è. Un nemico! 👿

Un nemico capitalista che schiaccia le librerie vecchio stile… ma che a quanto pare non ha voglia di incassare il mio capitale… vi assicuro che i miei euro sono buoni come quelli degli altri. Ok. Ho l’abitudine di piegare e ripiegare i 50 euro… i 100 euro poi li ho visti solo in mano agli altri…. ho sentito storie sui 500 euro… ma non li ho mai visti! 😥 MAI! MONDO INFAME!

Ricordo che in tempi non sospetti evitavo la Mondadori come un untore in piazza Duomo ai tempi della Peste, per via del suo proprietario. Non mi andava che i miei soldi andassero spesi in festini e festoni (tutti rigorosamente elettorali)

E la Feltrinelli, nonostante il suo aspetto da Megastore, e le sue sorelle minori sparpagliate per la regione, era comunque un porto sicuro. Poi però c’è stata la trasformazione. Una trasformazione avvenuta poco per volta. Eppure irrimediabile. In principio sono cambiati i dipendenti che da librai si sono trasformati in commessi… e poi il male ha avuto la meglio!

Il male… >_< Karmuzzooooo non contraddirmi e allontanati lentamente da quella tessera “FELTRINELLI MULTIPIU'”! >_<

Ora che abbiamo allontanato Karmuzzo dal nemico per metterlo in salvo in una torre formata da libri e cd di Nick Cave…possiamo continuare. 🙄

Qui ci sono tanti fattori da tenere in considerazione…

1) La caduta libera delle piccole (e meno piccole) librerie… a Napoli ci sono state delle tragiche chiusure e se ne promettono altrettante. Una tra tutte la storica Guida con la saletta rossa amata dagli pseudo-intellettuali napoletani più competitivi… e poi la Loffredo… e tante altre. Certo ci sono anche progetti interessanti… ho persino sentito mormorare della nascita di una “libreria” collettiva ma la verità è che stanno scomparendo le piccole librerie, quelle con il libraio un po’ nerd che se gli chiedi “Mi dai una copia dell’Amleto” ti risponde “Di che anno?” come fosse una bottiglia di vino. OK! Uno di questi librai era anche un po’ pervertito… ma era un caso unico… e la fonte non so quanto fosse attendibile… Certo… in alcune di queste trovavi il libro impossibile del 1903 … e poi tra le novità trovavi “Piccolo Mondo Antico”! -_- Ma è un dettaglio!!!! IO voglio la libreria piccolaaaaaa!!!! Che una di queste aveva anche un libraio belloccio! UFFA!

2) La questione BIGLIETTOSA! All’inizio dell’estate Godot PADRE ha chiesto a Godot (che sono sempre io) di trovare dei biglietti per lui e Godot MADRE per uno spettacolo a Paestum… sempre per quella strana convinzione che Godot sia una sorta di “addetta alla clientela” della famiglia che trova biglietti, prenota visite dai medici, manda fax e fa fotocopie… ad ogni modo il mio primo pensiero è andato alla biglietteria online… il mio secondo pensiero però è andato alla mia carta di credito… e così ho deciso di fare un ulteriore passaggio… andando alla TICKETTERIA “Made in Feltrinelli” di Piazza del Martiri…

… ovviamente visto che il parcheggio più vicino a piazza dei Martiri è il Morelli che praticamente ogni ora di sosta è un rene venduto  al proprietario… complice tutta la storia delle ztl e l’impossibilita di scorrazzare per Napoli come un tempo… ho pensato… telefono per sapere se vendono questi particolari biglietti e il prezzo di prevendita…

… SIMPATICA la musichetta delle “LIBRERIE FELTRINELLI NAPOLI!” … praticamente ho sentito solo quella… ho chiamato a ogni ora del giorno… dopo colazione, prima del caffè di mezza mattinata. dopo il caffè, prima di pranzo, durante il pranzo, dopo il pranzo, nell’ora della siesta… etc. etc… NON RISPONDONO MAI!!!! Ergo?

Ergo sono andata di persona… ho lasciato il rene sinistro al Morelli e sono arrivata alla Feltrinelli… dove… TADAN! C’era il tipo della biglietteria… con tanto di telefono urlante… telefono urlante rigorosamente ignorato mentre parlava con 2 amici…

… mi avvicino e chiedo il biglietto… 7 euro di prevendita… esclusivamente Feltrinelli a cui andavano aggiunti quelli della prevendita normale…

… ora dico io… ma se mi devo salassare per “pre-comprare” … allora ditelo… ho lasciato già un rene al Morelli… ora posso anche lasciare l’aorta da voi! Cmq torno alla mia idea dell’online e vado via… risparmiando ben 7 euro a biglietto! 😯

3) Ma la mia avventura Feltrinellosa non è finita qui… ad Agosto ci sono una serie di feste e festicciole … compleanni, onomastici etc etc. Il mio regalo MUST è sempre il LIBRO! Al massimo qualche CD o DVD… ma il LIBRO è il regalo che preferisco fare…

… con sommo rammarico di mio fratello che a ogni occasione mette le mani avanti urlandomi “RICORDA CHE NON LEGGO!” -_-

Vado quindi alla ricerca di un libro… evito come la peste la Feltrinelli di via dei Martiri perché quando chiedi un’informazione loro ti guardano come fossi un tipo strano… e ti guardano anche un po’ schifati… e le signore alla cassa non mi hanno mai fatto un sorriso in tanti anni… ecco sparpagliarmi per le altre Feltrinelli della Regione… devo prendere un libro richiestomi da GODOT PADRE! Libro che chiameremo:

“L’apoteosi dell’incapacità per PC!”

Ecco il risultato!

GODOT ENTRA NELLA FELTRINELLI n° 1

Godot: “Avete l’apoteosi dell’incapacità per PC?”

Commesso: “Eh? Non so!”

Godot: “Ehm… potreste guardare?”

Commesso “Ha già guardato nell’area saggistica?”

Godot: “Ehm… no ho guardato in quella informatica e mi sembra che non ci sia…”

Commesso “Guardi in quella saggistica!”

Godot: “Non potrebbe controllare al terminale?”

Commesso “UFFA!”

Godot 😯

Ovviamente il libro non c’era… tempo di ordinazione 3 giorni con Mastercard… ma a me serviva entro il giorno dopo… e ho desistito!

GODOT ENTRA NELLA FELTRINELLI n° 2

Godot: “Avete l’apoteosi dell’incapacità per PC?”

Commesso: “Veramente stiamo chiudendo!”

Godot 😯 “Ma scusate non fate orario continuato? (era ora di pranzo)

Commesso “No in questo periodo estivo no!”

Godot: “Ok ma eccezionalmente…”

Commesso “Torni pure alle 4…”

Godot … … …

GODOT ENTRA NELLA FELTRINELLI n° 3

Godot: “Avete l’apoteosi dell’incapacità per PC?”

Commessa “Un attimino ora guardo!”

Godot (che quasi non poteva crederci!) “GRAZIE GRAZIE GRAZIE!”

Commessa: “No… però abbiamo l’apoteosi dell’uncinetto, il pc spiegato al telefonino, un telefonino per tutti, l’uncinetto per tutti, e il ricamo della nonna!”

Godot 😯 Ma a me non interessa niente di ricamo e uncinetto!

Commessa: “Oppure può cercare nell’area saggistica!”

Godot 🙄 Mi scusi ma se le ho chiesto un libro… non mi può dire se quello c’è o non c’è?

Commessa “Non c’è. Ma le proponevo delle alternative… abbiamo anche un libro di cucina molto interessante!”

Godot -_-

Ovviamente ho desistito anche lì.

Sconfitta sono tornata alla macchina… ma ho ricordato una di quelle poche piccole librerie ancora aperte… ho fatto inversione a U sfrecciando verso la meta… ho parcheggiato a spina di pesce controsenso e corsa verso il caro vecchio libraio (non il pervertito di cui sopra) ho chiesto:

“Avete l’apoteosi dell’incapacità per Pc!” e il libraio GIUBILO mi ha chiesto: “Quale edizione? Abbiamo quella del 2013 e quella del 2010!”

*_*

La litigata… non del secolo… ma del giorno!

Salve a tutti. E’ innegabile… lo confesso… sono litigiosa. E’ un tratto imprescindibile dalla mia persona. Penso una cosa e la dico in faccia, spesso in maniera molto schietta. E la cosa non va molto d’accordo con le orde di persone con cui sono a contatto ogni giorno. Queste “orde” … si chiamano FAMIGLIA GODOT!

Eh già. Secondo l’Istat (Ehm) il 90% dei miei litigi sono in ambito familiare (o collaterale). L’istituto nazionale di statistica che è stato ben lieto di prendere in esame le mie litigate quotidiane per farne uno studio (ehm… ok… fate finta di crederci) ha esposto chiaramente i dati.

Il 10% delle litigate sono dovute a motivi seri.

Il 20 % delle litigate sono dovute a futili motivi.

Il 70% delle litigate sono dovute a un altro familiare (o collaterale) che si impiccia degli affari non suoi

Il 100% delle litigate finisce con padre Godot che s’interroga sul perché ha una figlia tanto litigiosa e sacramenta tutta la mia diretta discendenza (poi uno si chiede perché evito di avere una discendenza… praticamente dalla peste bubbonica alla sinusite gli è stato malaugurato di tutto)

Il 100% delle volte l’incursione delle opinioni altrui… ossia l’arte di spettegolare in famiglia mi fa incavolare ancora di più facendomi barricare sulle mie opinioni… risultato? Altre sacramentazioni e anatemi alla mia inesistente discendenza diretta.

Il 70% delle volte (forse anche di più) ho litigato per motivi di orgoglio e/o coerenza. Spesso e volentieri per difendere l’orgoglio e la coerenza paterna… ma il padre in questione era troppo impegnato a sacramentare per accorgersi di questo dettaglio.

Eh sì. Sono le dinamiche della famiglia Godot. Dite che l’Istat (ehm) ha dato numeri a caso? Non direi. Eccovi qualche esempio di litigio accaduto di recente.

LITE ATAVICA ISTITUZIONALE! 

Tutta la mia famiglia è di sinistra. Niente Grillini. Niente Renzini. Niente Berluschini. Eccezione è lo zio A. Lo zio A. è bigotto pressoché fascistoide, con influenze leghiste (nonostante sia partenopeo nell’anima… e all’anagrafe)… si tratta di uno zio di terzo grado fortunatamente. Ovviamente nella mia famiglia… ciò significa vederlo a tutte le feste comandate e non. Nei weekend. Nei mesi estivi. Nel periodo di Pasqua e di Natale. Tutti sono contrari alle idee politiche di zio A. Tutti… ma per una sorta di patto silente … nessuno lo dice a zio A. che continua a sputare sentenze su tutto e tutti. No agli immigrati. No ai matrimoni gay. No all’aborto… no a tutto. Sì ai festini e alle “cene eleganti”. Ebbene? Ovviamente ora lo zio A. si professa renziano. Ecco la lite atavica istituzionale che ne è derivata.

Zio A. “Beh Renzi sarà anche di sinistra… ma almeno fa le cose!”

Godot: “Renzi è fintamente di sinistra. Un uomo di sinistra non sarebbe sceso a patti con Berlusconi!”

Zio A. “E’ questo il problema della vecchia sinistra. Lui come nuova sinistra l’ha capito. E’ un giovane!”

Godot: “E’ un quarantenne. Dovrebbe smetterla di considerarsi giovane…”

Zio A: “Ma lo è… quindi qualche errore è pur giustificato!”

Godot: “La gioventù non è una buona scusante per l’inadeguatezza e la mediocrità. L’hai sentito parlare inglese? Una cosa patetica. Neanche il nonno parlava così inglese!”

Zio A. “Certo tuo nonno, quello scellerato era pro-americani!”

Godot: “Si. Di quelli che ci hanno liberati dal fascismo… non di quelli che dicono sì alla pena di morte e buttano bombe a casaccio!”

Zio A. “Comunque Renzi è di sinistra…”

Godot: Renzi non è di sinistra. Un uomo di sinistra pur modificando il senato non si sarebbe sognato neanche lontanamente di non renderlo elettivo. E la legge elettorale? Strano. Vanno bene a tutti le preferenze… eppure neanche si sognano di renderle possibili. Li senti in tv che dicono: IO SONO PRO-PREFERENZE… e poi niente preferenze…”

Zio A. “A me piace… quasi quanto Berlusconi!”

Godot: “Ecco… ora ho la conferma che non mi piacerà mai… lo sai che ho idee opposte alle tue”.

Zio A. “Male … tu dovresti ascoltare i più anziani!”

Godot: “No. Soprattutto se gli anziani hanno idee politiche obsolete e che non tengono conto dei diritti umani”

… E QUI SUCCESSE IL PATATRAC! 😯

CONCLUSIONE LITE? La mia famiglia incredibilmente ha dato ragione a lui… adducendo alla motivazione non una ragione politica ma una ragione “generazionale”. Era vero che è più anziano… quindi era vero che io dovevo ascoltare! 😯 MAH!

LITE VISCERALE MOTORIZZATA!

Sapete da anni dei problemi che abbiamo con le macchine e il garage. Ebbene circa 2 settimane fa dopo un’altra lite condominiale si decise di non permettere più a nessuno di mettere le macchine nei posti non destinati alle macchine. Sinceramente io non l’ho mai fatto… non capisco perché con il mio bel posticino macchina devo mettere la macchina davanti all’uscita garage… risparmierei 30 secondi? Nemmeno … Darei noia agli altri che devono uscire? Assolutamente.

Il problema è lo zio F. Che non solo mette la macchina davanti all’uscita in maniera originale (a spina di pesce, con il muso in avanti, con il muso indietro… con il freno a mano abbassato o alzato e i fari accesi) ma dà il permesso anche ad amici e conoscenti… che non vivono  nemmeno nel nostro condominio…

L’ultima volta che l’ha messa il vicino folle è venuto dalla sottoscritta… perché lui si era ben guardato dal rispondere al citofono e me ne ha dette di sante ragioni… sacramentando come neanche mio padre sa fare. La reazione dello zio? “A me non mi ha detto niente! L’ha detto a te! Ahahah!” 😯

Ecco che ieri arrivando a casa… ho trovato 2 macchine davanti al garage. Quella di mio zio e un’altra. Chiamo mio zio che ridacchiando dice: “Un collega mi ha chiesto di lasciare la macchina per un paio di settimane perché va in crociera. Ma non temere. Io parto dopo ferragosto!” 😯

PATATRAC NUMERO 2!

Ecco che a quel punto non ci ho visto più. Sinceramente non mi piace l’ipocrisia e non mi piace chi si arroga diritti non suoi. Non è che perché il tipo in questione è mio zio io dimentico che sta facendo un torto agli altri condomini. Così ho espresso il mio disappunto. Reazione? Mio zio si è offeso… e mio padre ha iniziato con la sacramentazione dei miei discendenti diretti.

La cosa assurda? La richiesta di non mettere più alcuna macchina… è stata fatta da mio padre. Allora mi chiedo… perché non si arrabbia con mio zio? Se fosse stato il vicino “Pollo” a metterla si sarebbe arrabbiato… no?

LITE STILE DOMINO PROPEDEUTICA ALL’ULCERA ESTIVA!  

Per quest’anno non cambiare stessa spiaggia stesso maree…. Ehm! 😯 Ops scusate. Ebbene sì. La famiglia Godot… dal nucleo centrale fino agli estremi collaterali da anni si reca per la settimana di ferragosto nello stesso paesino di mare in costiera. TUTTI INSIEME… 😯 La lite è assicurata! La cosa comica è che la lite… parola mia… non parte mai dalla sottoscritta. L’esempio lampante? L’anno scorso. La cugina E. aveva litigato con la zia I. perché la sorella della zia I, la zia G. non aveva voluto prestarle la sedia a sdraio (questioni della massima importanza). La cosa ha provocato una rappresaglia da parte del figlio di N. (il fratello anziano di E.) che è andato in discoteca senza invitare le nipoti più grandi della zia I. e della zia G.

Ecco che a quel punto la zia G. ha chiesto a mia madre di intervenire. Mia madre è intervenuta, scatenando un’altra reazione a catena che ha portato al boicottaggio del compleanno di mio padre da parte di tutta la famiglia! 😯

Ecco che il giorno dopo il compleanno di mio padre incontro E. I. e G. che stanno prendendo una granita al bar… ridacchiando tranquille e serene. Le tre ovviamente mi hanno visto e mi hanno chiamato offrendomi una granita. Io le ho guardate un po’ basita… e ho chiesto “Avete fatto pace?” e loro “Sì. Però tua madre ha sbagliato a intromettersi!” A quel punto io ho ricordato loro che era stata proprio la zia G a chiedere il suo intervento e che avrebbero potuto evitare di boicottare il compleanno di mio padre…

PATATRAC NUMERO 3!

G. E. e I. si sono offese… hanno fatto pace con mia madre che ha detto a mio padre che io ero stata scortese RIFIUTANDO LA GRANITA! 😯 Ecco che mio padre ha iniziato la sua schiera di sacramentazioni solite…

E quest’anno? Sicuramente succederà qualcosa di analogo… granite… lettini solari… giocattoli dei bambini… festicciole… operai… mia zia, mia mamma e mio zio si litigavano un pittore e un giardiniere un paio di anni fa. Il tutto con mezzucci e senza però usare la parola litigio… in definitiva io sono litigiosa solo perché… beh… quanto litigo lo dice l’Istat! 🙄

Racconti di blatte, nerd milionari e sputafuoco!

Salve a tutti… in attesa della tanto paventata querela la mia vita scolastica continua con correzione di compiti e affini e con la battaglia interna con il presidente di commissione (infamone!) … e intanto anche la mia vita giornalistica continua… con i soliti incarichi assurdi. Vi ricordate di quando mi fecero intervistare l’imbianchino e il titolare del sexy shop? Tzè… era niente a confronto! 😯 

Proprio un paio di giorni fa arriva il direttore e urla “GOOOOODOOOOOOT!!!” e io contrastato l’impulso di nascondermi nell’armadio dell’archivio per non farmi trovare … convinta che venisse di persona a notificarmi la querela e la cacciata dal paradiso (ehm… questo è sarcasmo!) Dicevo? Ah sì. Contrastato l’istinto di sopravvivenza che mi suggeriva una rapida fuga mi avvicino con aria innocente (in caso di notifica di querela la mia reazione sarebbe stata “CHI? IOOO!?) e gli chiedo cosa voglia. 

La sua risposta è schietta e inaspettta. “Il marito della sorella della cugina della zia di mia moglie… ha una sorella”

Godot 🙄

Direttore: Chiedimi cosa ha fatto!!! Coraggio!

Godot: Cosa ha fatto? 

Direttore: Un’invenzione meravigliosa di cui tu ti occuperai per il nostro giornale… ha anche vinto un premio!

Godot: WOW! Certo… che ha inventato?

Direttore: INDOVINA!!! 

Godot: Ehm… riguarda il campo tecnico, informatico, medico?

Direttore: Diciamo medico!

Godot: Qualche tipo di medicinale!?

Direttore: Fuochino! Un uccidi blatte istantaneo! :mrgreen:

Godot: 😯 Ma che schifo!

Direttore: Cosa? 👿

Godot: Ehm… le blatte non l’invenzione! (mentendo spudoratamente… perchè fanno schifo entrambi)

Direttore: Ah ecco… mi credevo! Questo è il suo numero… intervistalo sul sempiterno problema della blatte! :mrgreen:

Godot: Sempiterno! Ok! 

E ho passato 2 ore e 3/4 a parlare di blatte e blattoidei, scarrafoni e scarafaggi, zecche e affini! 😯 Dopo quasi quasi invece dell’articolo scrivevo una petizione per l’installazione di una doccia in redazione… Bleah! 😕

Poi però mi è giunto all’orecchio un altro urlo:

GODOOOOOOOOTTTT!! 

Sono corsa nella stanzetta di uno dei capi e lui: “Ti ricordi il Nerd milionario che ha inventato quel gioco di ruolo incasinatissimo e abbastanza scemo? Ha vinto una competition! Ti aveva in simpatia… intervistalo!”

Ho passato 2 ore e 1/2 a cercare a telefono il Nerd milionario… dopo tanti tentativi lui mi risponde: “PRONDO!?” 

Godot 😯 Ehm.. Nerd milionario?

NM: Zi… zono io! Ghi è? 

Godot: 😯 Godot…la giornalista… ma tutto ok? Ha una voce strana… (mi sarei pentita amaramente di questa domanda superficiale! 😥 )

NM: Zono raffreddado… zoffro dando… dandissimo… colpa dei convegni… hanno l’aria condizionada al mazzimo… e io non zoppordo l’aria condizionada! Zoffro… zoffro dando… dandissimo! 😥

Godot: Ehm… mi dispiace … ma… 

NM: Za cosa è peggio?

Godot: No?

NM: La gende non capisce quando zoffro! (Quando non so se fosse “quando” o un “quanto” raffreddato… mah!) 

Godot: Ehm… si… mi spiace però…

NM: Ho prezo due confezioni di Dachipirina… eppure ancora niente… ho bevuto tea con il miele… niente… zoffro! 

Godot: Ehm… si… però… la chiamo per la competition XXX … è vero che ha vinto? 

NM 😥 Non me ne parli… abbiamo perzo… ma raffreddado come sono ho sbagliado… e ho mandado il comunicado sbagliado… quello che avevo preparado in caso di viddoria e non quello in caso di sconfidda o piazzamendo!

Godot: EHM! OKEY! Allora magari la chiamo più in là così mi aggiorna sulle ultime news…  mi raccomando guarisca presto! 

NM: Lo spero… lo spero davvero dando! Dandissimo! 😥

E quando ho riferito al capo dell’errore il capo ha risposto: “E perchè non hanno vinto?” … il mio sospetto? Gli organizzatori hanno voluto tenere il nerd alla larga! Tzè! 

Ero quasi al sicuro… da tutto e tutti… ero pronta a sorbirmi la mia querela… ad affrontarla con coraggio supplicando in ginocchio l’azienda di querelare il direttore o il capo invece di me… quando… 

… quando… 

GGGGOOOODDDDOOOOTTT!!

Un altro capo mi chiama… “Devi intervistarmi questo performer eccezionale… è un tipo fantastico che ora viene in tour anche dalle nostre parti. E’ uno degli artisti più famosi del suo genere… gettonatissimo… richiestissimo… amatissimo. Al sud viene veramente poche volte…”

Godot: Ehm… scusa ma questo nome non mi dice niente. Cosa fa nella vita? 

Altro capo… LO SPUTAFUOCO! :mrgreen:

Godot 😯

Allora ditelo che le cose più strambe le assegnate a me… lo fate apposta! >_<

Godot fusion… anzi… “fusa”!

Ciao a tutti… come proprio ieri ho commentato con il futuro novellino sposino Karmuzzo Burning il blog è per me sempre stato terapeutico. Ma nelle ultime 2 o 3 settimane più che di un blog terapeutico avrei bisogno di una confezione magnum di valium!

Cosa mi è successo? La mia vita! Ecco cosa! 👿

No sul serio. Vi rendete conto cosa significhi essere tanto precari quanto me? Nooooooooo sono certa di noooooo!

Alterno momenti di gloria a momenti di paturnie interrotti da momenti di follia.

Che io scenda di casa nelle vesti di una supplente d’inglese presso una scuola privata per racimolare qualche punto nella speranza di un concorso al quale possa accedere anch’io… che io scenda di casa nelle vesti di giornalista… che io scenda di casa nelle vesti di… GODOT! io sono e resto fermamente convinta di essere l’esempio pratico che “Murphy era un ottimista!” 😥

Andiamo con ordine… ovviamente sono stati periodi di esami di terza media… e vabbene ovviamente i ragazzi sono più nervosi di noi.. ma se uno già ha appena il tempo di fare uno shampoo… e corri da un lato all’alto della casa zombettando su una scarpa mentre ti piastri i capelli e urlando frasi contro la tua persona del tipo:

“Maledetta mentecatttaaaa sei in ritardooooooo muoviiiitiiiiiii!!!” 👿

E zombetti sull’altra scarpa rispondendo: “E’ colpaaaa del trafficoooo… arriveròòòò in ritardo per colpa del traffico!!!” 😥

Allora gli esami di terza media non ci volevano. Hai già pochissimo tempo. Non ti ricordi nemmeno che faccia hai perchè quando vedi uno specchio quasi lo rifuggi come fossi Dracula… (anche perchè con la pioggia a caterve che ha fatto… il mio colorito “casperiano” è diventato pressocchè fosforescente! E lo specchio ha paura!)

E invece no… ovviamente il precariato, soprattutto in campo creativo o culturale che sia non ha pietà.

Ti sommergono di compiti tediosi e lunghissimi… e tu non ce la fai più… sbotti come una bustina di popcorn messa nel fornetto delonghi invece che in un micronde! 😯

Quindi gli esami hanno visto la me insegnante d’Inglese ringhiare allegramente… non verso i ragazzi… verso i colleghi… verso le porte… verso i registri e i verbali… verso la Betulla che si trova nel cortile della scuola e che mi taglia la strada mentre corro verso l’aula magna!

FUORI UNO! Fusione iniziata! Indossare gli occhiali protettivi! 😎

Ci si sono messi i vari speciali mondiali… speciali moda… speciale estate… speciale che ti frega… speciale sì che mi frega…

… per un totale di 19 ore di lavoro al giorno per 7 giorni alla settimana… l’ottavo giorno mi riposavo! 🙄

FUORI DUE! Fusione in proseguimento! Prego allontanarsi dal segnale pericolo! 😈

Ci si sono messi i settimanali (quelli soliti che ci sono TUTTE le settimane) che ovviamente invece di dire “Sai Godot sei già carica evitiamo di schiantarti al suolo….” Hanno detto:

“Inizia l’estate (dove quando… qui piove) gli anziani vanno al mare… tu lavori… devi fare in media 4 articoli al giorno!”

FUORI TRE! Fusione verso la conclusione! Prego salvare donne, vecchi e bambini! PERICOLO! 😈

Ovviamente tra tutto ciò c’è la famiglia… la famiglia Godot non è una famiglia normale… è una famiglia che sta sempre incollata… sempre insieme… costantemente insieme… troppo insieme… e che pretende che IO cucini, pulisca, e faccia da babysitter…

… sono single… (ma chiamatemi anche zitella) e quindi non ho diritto al riposo!

Ovviamente tra tutto ciò c’è anche lo stalker… conscenza alla lontana che dopo avermi chiesto un appuntamento ha confessato:

“SAI TI HO GOOGLATO SPESSO!” 😯 Ovviamente l’appuntamento è stato rifiutato e io ho fatto in modo di bloccare il suo numero facendogli dire che sono partita per il Guatemala convinta che si tenessero lì i mondiali invece che in Brasile!

Ovviamente tra tutto ciò c’è il lavoro per il quotidiano!

FUORI QUATTRO! Fusione… inizia fase finale.. ALLONTANARSI PERICOLO… ALLONTANARSI PERICOLO! 👿

E poi arriva lui… il capo… che mi mette in crisi facendomi rischiare forse una querela e sgridandomi come fossi una bimbetta…

… come? Aggiungendo una piccola parola a un mio articolo … senza dirmelo… una parola che potrebbe risultare abbastanza… come dire… “DIFFAMATORIA!”

E quando io gli ho fatto notare la cosa lui ha detto “Abbassa le penne!” 😯

… “Abbassa le penne”??? Non nel senso di “Cala la pasta… stasera penne al sugo!” Ma nel senso di “CHETARMI!” “DARMI UNA CALMATINA!” “NON LAMENTARMI!”

👿

FUORI CINQUE! FUSIONE ALLA MASSIMA POTENZA!!!!! 👿

£$%&§°ç<§é*+]@#@#£$%&§°ç<§é*+]@#@#$%&§°ç<§é*+]@#@#$%&§°ç<§é*+]@#@#£$%&§°ç<§é*+]@ £$%&§°ç<§é*+]@#@#£$%&§°ç<§é*+]@#@#£$%&§°ç<§é*+]@#@#£$%&§°ç<§é*+]@#@#£$%&§°ç<§é*+ £§$%&§°ç<§é*+]@#@#£$%&§°ç<§é*+]@#@#£$%&§°ç<§é*+§]@#§@#£$%&§°ç<§é*+]@#@#£$%§&§°ç<§

E alla fine? E alla fine non so… certo che è triste lavorare tanto e raccogliere solo calci… e qualche gomitata… e qualche sms da qualche stalker googlatore! E magari… nei prossimi giorni… la lettera di una querela… MILIONARIA! 😥