DISassistenza Clienti: “francobollo addio”? … meglio un piccione!

Ciaoooo sono giorni che lotto con la PEC che non è parente della TAC e nemmeno dei TAG e soprattutto non della HACK!

La Pec, al secolo “Posta Elettronica Certificata” è quel mezzo di comunicazione con le istituzione obbligatorio, oramai, nei casi di concorsi statali e simili…

… tutto iniziò in una notte buia e tempestosa… ossia una settimana fa. Era giovedì, mezzogiorno! Quando il Miur, ministero istruzione università ricerca e chi più ne ha più ne metta mi scrive una mail in cui dice:

“Cara Godot, in quanto precaria dell’insegnamento TIENI ti regaliamo la PEC così che alla prossima richiesta di supplenza anche tu abbia una PEC!”

Ok! Penso… “Mi può tornare utile!” L’ho pensato anche perchè ero convinta fosse un’analisi del sangue… ma poi ho capito e ho pensato: “OK! Mi può essere utile!” E così ho avviato la procedura del MIUR!

Il Miur così mi dà una password, un userID etc. etc. E devo solo completare la registrazione sul sito…

… vado su sito della posta inserisco userID e password e mi viene detto che la password è sbagliata… vabbè… la scrivo più lentamente con più attenzione… sbagliata! Vabbè… copio e incollo… sbagliata! Ok! Chiamo l’assistenza clienti!

Dopo una lunga trafila di premere tasto 1 premere tasto 7 premere tasto 19834 😯 … mi risponde E.

E. Come posso esserle utile!?

Godot: Ho fatto la posta certificata ma non riesco ad accedervi visto che mi viene segnalato un errore di password!

E. Sicura di essersi iscritta?!

Godot: 😯 Ehm… sì!

E. Ok! Sicura di aver immesso la password correttamente?!

Godot: 😯 Ehm… sì!

E. Per favore ritenti ancora!

Godot: … ehm… ok! … sbagliata!

E. Ritenti ancora con il copia e incolla!

Godot: … ehm… ok! … sbagliata!

E. Ritenti facendo molta attenzione alle maiuscole…

Godot … ehm… ok! … mi dice che ho fatto troppi tentativi!

E. Già… non se ne possono fare… richiami tra 24 ore!

Godot… ma… ehm… ok! 😯

DOPO 24 ore… ritelefono e mi risponde A.

A. Mi dica?

Godot: …. blablà… posta… blà blàà… non funziona blà blà!”

A. Riprovi a inserire il codice password…

Godot: ehm… ma la sua collega…

A. Si fidi! Sono l’assistenza… si faccia assistere!

Godot: “OK!”

Dopo 3 tentativi lo stesso messaggio: “Hai provato troppe volte… ritenta tra 24 ore!”

😯 Ehm…

DOPO 24 ore… Richiamo mi risponde F.

F. Blà blà

Godot Blà Blà problema… blà blà collega…

F. Ok! La invito ad aspettare 24 ore!

Godot (la cui pazienza ha un limite) E poi?!

F. e poi riprovi a mettere la password!

Godot: Sono 3 giorni che provo… 3 giorni che aspetto di volta in volta le 24 ore!

F. Sicura di aver inserito il codice correttamente… perchè non riprova?

Godot: NO! 👿 Ho riprovato almeno una decina di volte… so leggere … non credo che un codice di numeri e lettere sia difficile da interpretare!

F. Ma magari lei è convinta e invece

Godot Lei è assistente alla clientela!? Beh… mi assista!

F. Io ho disposizioni di far aspettare 24 ore…

Godot. Io ho già aspettato 48 ore!

F. Altre 24?

Godot: NO! 😈 Ma se vuole può farmi parlare con chi le ha dato la disposizione…

F. Beh non l’hanno data oggi ma un mese fa?

Godot: Quindi chi l’ha data è stato già licenziato? Non mi sorprende è una disposizione idiota…

F. OK! Ma le chiedo di aspettare 24 ore…

Godot: E poi?

F. Non so…

Godot 😈 Bene… so che si chiama F qual’è il suo cognome?!

F … Perchè?

Godot: Perchè voglio fare causa alle poste…

F … ok … aspetti un attimo!

… dopo mezzo minuto d’attesa

F. riprovi a mettere la password si fidi!

Godot: OK! 👿 …

… e la posta funzionò! O meglio ha funzionato la minaccia di rappresaglie… ma la prossima volta mio caro Miur… regalami un francobollo o un piccione! Grazie!

Annunci

Non è vero ma ci credo? Puntata n°17… ehm!

Già… la napoletana che è in me fa fatica a non diventare scaramantica davanti a una X o a un cerchietto sul calendario che segna il diciassettesimo giorno del mese… di un mese qualsiasi!

Ok! Ammettiamolo… il 17 dovrebbe essere venerdì e ieri era domenica… ma ieri valeva lo stesso… ieri è stato peggio di un qualsiasi venerdì 17 di cui io abbia memoria…

… why?

Perchè nell’ordin:

1) Ero uscita da poco di casa quando mi è stato versato addosso un caffè… freddo… Avevo un impegno per pranzo e così sono andata a cambiarmi di fretta e furia!

2) Cambiatami arrivo al pranzo e ZAC il cameriere fa cadere una saliera che va in mille pezzi! Attirando l’attenzione di tutta la sala!

3) Cambiato posto per via dei troppi frammenti di vetro un ALTRO cameriere inciampa e SPLASH versa addosso a me una bruschetta che casca dal vassoio che portava… 😯 Non mi sono arrabbiata con il cameriere… ma per protesta mi sono alzata e sono andata via… per cambiarmi!

Ma ciò non basta… la sera una fetta di anguria si spiaccica sul terrazzo di casa mia e una penna “scoppia” praticamente mentre la tengo in mano… sporcandomi la mano d’inchiostro!

… Non è vero che il 17 porta male… ma se vi dico che IERI  i gatti neri quando mi incrociavano facevano gli scongiuri voi ci credete?????

La fuga da Jerry… e continua…

Mi manca solo la canoa e la divisa dell’orsetto Energizer per continuare a scappare da Jerry… che è successo?
Avrei in teoria finito il libro… e in pratica? Direte voi…

In pratica circa un mese e mezzo fa ho risposto alla chiamata… sempre di Jerry, (che avevate capito?) e gli ho detto “Don’t worry be happy, ho finito!”

E lui: “Il capitolo?” e io: “NO!” e lui: “Due capitoli?” e io: “No!” e lui: “Non prendermi in giro” e io: “NO jerretiello ho finito il libro!” … e lui: “Il libro che stavi leggendo la sera prima di addormentarti?” e io: “Nooooo quello che stavo scrivendo la sera prima di addormentarmi!”

E lui: “… “  Finito il lungo silenzio poi ha aggiunto: “No!” e io: “sì!” e lui: “Ma va là!” e io: “Sì!” e lui: “OK! Vengo a prenderlo di persona” e io: “Non c’è bisogno te lo invio via mail…” e lui: “ok… accendo il pc!” e io: “No… ora sono in giro… te lo invio stasera, domani mattina al massimo” e lui: “Che vuoi che sia una giornata di attesa… TU hai FINITO il libro!”

Già! E se solo sapesse “Come” l’ho finito… eh già perchè ho finito il libro dove ho cominciato questo blog… ossia… “con questo blog” :mrgreen:

Quindi Jerry avrebbe saputo del blog… e così… mi sono data alla fugaaaaaaaaaaa… è un mese e mezzo che attende la mail… i primi giorni nulla! Avrà pensato che squinternata come sono l’avevo dimenticato… e poi… mi sono letteralmente data alla fuga… non rispondendo a msg e mail e chiamate… ed ecco che due giorni fa mi arriva il msg minatorio nella cassetta della posta (visto che Jerry ovviamente sa dove vivo! e deve anche aver saputo che sono tornata)

Il msg? Beh 😯

Io sto ancora aspettando!

E ora che facciooooooo????? Mi faccio prendere dal panico? O non mi faccio prendere dal panico?! e soprattutto dove nascondo il libro? E dove nascondo me?!?! Insomma… voi non l’avete visto Jerry!!! Ma è il più alto autore di tascabili che si sia mai visto!!! Sarà almeno 2 metri e 5!!! Ho pauraaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!! 😥

Ritorno con delitto… il post!

Eccomi tornata qui… fresca fresca… nonostante 40 gradi all’ombra da Roma. Nell’ultima settimana ho giocato a Evita Peron… senza dittatura e senza balconi e : “Godot guarda che se non vai a salutare zia M lei si offende…” oppure “Godot come? Hai salutato zia M e non vai a salutare a zio G!” e ancora  “Godot se sei una vera amica stasera esci con noi!” e infine “Godot ieri sei uscita con quelli! E con noi?!”

Vabbè… fa piacere essere pensata… ma qui si straborda nel tour mondiale!

Comunque… nella puntata precedente (ehm) volevo dire… nel post precedente vi avevo anticipato di un delitto!

Ebbene sì!

Tutto iniziò la sera della mia partenza… o meglio il pomeriggio della mia partenza… o meglio…. vabbè… andiamo con ordine!

L’ultimo giorno di lavoro mi si avvicinano i colleghi e mangiando i due dolcini che avevo portato giusto per fare bella figura… mi dicono “Godot stasera si  esce e si festeggia!”

Avrei voluto fargli notare che non era cortese festeggiare il fatto che me ne andassi… ma non posso mai dir di no a “festeggiamenti vari” e così ho accettato.

Poche ore dopo mi portano in un locale e tra un brindisi e l’altro… vedo un uomo affacciarsi sulla soglia del locale e dico al collega vicino a me: “Toh… il sosia di Gheddafi!” 😯

Tutti i miei colleghi ne convengono… la somiglianza è impressionante!

Comunque… proseguiamo i festeggiamenti… ed ecco che all’improvviso vedo ill sosia di Gheddafi agirarsi tra i tavolini con aria sbadata… estremamente sbadata…troppo sbadata… cosa che mi convince ad osservarlo!

E così mentre continuano i festeggiamenti… io noto che Gheddafi si avvicina a una sedia e prende la borsa che vi era appoggiata sopra… e diciamo la verità! La borsa non era in tono con il suo abbigliamento! E mentre lui si dirige spedito verso l’uscita io  urlo: “Ghedddafi si è rubato la borsaaaa della signora!!!”

Ecco che scattano all’inseguimento il cameriere, un mio collega e un ragazzo che scoprirò essere la guida turistica del gruppo d’americani cui apparteneva “la vittima”!!

La derubata intanto si guardava attorno con aria spaurita ma ignara chiedendo: “What?!” Ma prima che le si possa spiegar nulla ecco rientrare il trio di inseguitori con la borsetta trafugata! La signora americana vede il bottino che le viene restituito e esclama: “OOOKKEEEY!!!!”  Così scatta l’applauso della folla entusiasta!

Io intanto mi avvicino al mio collega e gli chiedo: “Scusa chi ha recuperato la borsa!?” e lui: “La guida?” e io: “E il cameriere?” e lui: “no lui stava per andare dall’altra parte!” e io: “come mai?” e lui: “Ma non deve averlo visto, fortuna che io appena uscito l’ho visto infilarsi nel viottolo opposto!” e io: “Ok!”

… tutto bene quel che finisce bene … quindi…

L’unica cosa che mi domando è… “Chissà cosa stava mormorando il cameriere a Gheddafi pochi attimi prima che questo afferrasse la borsa dell’americana?!!!” :mrgreen:

Ripartenza con delitto… o quasi! (solo un’anticipazione!)

Ciao a tutti sono di ritorno nella mia terra Natale… anche se è estate e dicembre è lontano. il mio è un ritorno temporaneo probabilmente… ma vi aggiornerò una volta tornata a casa… quando potrò avere una connessione in grado di farmi caricare un post senza imprecare troppo!

Vi do una piccola anticipazione… i festeggiamenti per la mia dipartita (ehm… suona un po’ male… vero?) si sono conclusi con un delitto… quale? Ehm… ve lo dico nel prossimo post… questa era solo un’anticipazione! :mrgreen: