Firma e controfirma…

Scrivo con una penna che non firma più! EHm… ok! Mi si scusi la “parafrasi” giornalistica… ma mi si dice sempre che quello è il miglior incipit mai scritto!

Oggi Godot si reca in una delle numeroseee (o numerevoli!? Boh?!) redazioni con le quali collaboro per rinnovare il mio contratto di collaborazione… appunto!

Dopo essermi persa… 2 volte… e vi assicuro che è strano perchè ho un discreto senso dell’orientamento… tranne che in quella redazione… dicevo?! Ah sì… dopo essermi persa 2 volte, ed essermi trovate prima nella sezione cronaca nera… Brrr… e poi al Bar… meno Brrr… ed essere tornata dal portiere per dire: “Mi sonooo scordaaaaaataa dov’è la sezione personale?!?!?!?” e aver seguito le sue indicazioni (indicazioni che mi ha dato sghignazzando!) sono giunta all’ufficio collaboratori!

Busso… dico: “Ehm io!?” e la tizia addetta al personale, per così dire: “Collaborativo!” mi dice: “Sì Godot ti aspettavo, siediti che finisco con “Tizio e Caio” e poi tocca a te!”

Laddove “Tizio e Caio” è un altro collaboratore… sulla quarantina!

“Tizio e Caio” scrive forsennatamente sui moduli… finisce, firma mi fa un cenno fa un cenno alla tizia… tutto in misurato silenzio… ma sì sa “Tizio e Caio” è sempre così! Arriva il mio turno! 😯

Mi trascino con la sedia (quella con le ruote) verso la scrivania… che sembro una bimba sul girello commentando: “Uh bello quello… uh quello non me lo ricordavo! Uh!UH! UH!!!” Alla fine di aver indicato tutto l’indicabile… mi fermo davanti alla tizia che SPAF! Mi mette davanti 8 fogli da compilare! 😥 ogni volta la stessa storia…

Codice fiscale qui… codice di quello là! Etc. Etc. Dopo una serie immane di codici… scribacchiati in maniera composta e compita… ossia facendo un casino pazzesco! :mrgreen: e prendendo in giro il vicino di scrivania della tizia del perosonale… e ridacchiando e minacciando di fare barchette di ogni nuovo modulo… arriva la firma…

… o meglio le firme… 19! Non scherzo… 19! Le solite 19 firme che mi toccano quando mi rinnovano il contratto!

E così io incomincio a firmare… e la tizia del personale dall’altro lato della scrivania prende ogni foglio firmato 2 o 3 volte e lo timbra per poi controfirmarlo! Va così per 18 firme… e poi… alla diciannovesima… la penna si rifiuta!!! 😯

Ok! Niente di strano… Prendo in prestito la penna della tizia… non funziona… non scriveee!! Ci giriamo verso il compagno di scrivania della tizia del personale e … ci guarda e dice: “La mia penna è blu!” 😡

Lei dice: “Aspè Godot, vado alla stanza accanto!” Torna… dopo un paio di minuti e vittoriosa dice: “Trovata!!!”

Io firmo… e lei… pure! Poi incomincia a spillare il tutto… le finiscono anche le spillette… va a prendere anche quelle nella stanza accanto! Finiamo lì e poi dice: “Godot gli riporti spillatrice e penna che sennò chi se li sente!?”

Io annuisco esco scherzando ancora sul fatto che, come dice il vicino di scrivania della tizia del personale che la carenza di inchiostro è stato un tentativo di boicottaggio fallito… e… spillatrice in mano, e penna in mano… mi avvio… verso l’ascensore… sto per uscire… quando il portiere mi dice: “Ma dove vai con la spillatrice?”

E io… mi rendo conto che mi sono portata dietro penna e soprattutto… spillatrice… ehm! Già… son dovuta tornare indietro… e mi sono persa di nuovo… una volta sola! Però! Questa volta mi sono trovata nella sezione fotografica… li ho guardati ho sorriso e ho detto “Ehm… già… dovreste portare questa spillatrice e questa penna nella sezione personale!” :mrgreen: Ovviamente loro mi hanno creduto! 😉