Forum per una notte!

Sto per vedere RaiX1Notte in streaming…

… il programma di Santoro sarà trasmesso anche da skyNews24 (Murdoch ora mi sei molto più simpatico!) e da RaiNews24 (Mineo mi sei simpatico anche tu!)… per la serie quando c’è News e quando c’è 24 c’è anche Santoro!

Santoro ha tanti vizi, tanti difetti, forse molti gli vengono dal fatto di essere un ex-attore pirandelliano (Pirandello mi sei molto più simpatico!) Ma in assolutooo non si può negare il diritto d’informazione!

Quindi?! Quelli di voi che guardano RaiX1Notte… e hanno voglia di commentare… beh, commentate… questo post per tutta la durata della trasmissione sarà un po’ forum… almeno per una notte!

Appuntamento col morto!

Ciao a tutti… eh già ieri non ho aggiornato perchè… già… c’è stato un morto!

Ora i più sensibili di voi si staranno disperando, i più cinici staranno pensando che “Beh, ogni giorno muore qualcuno e ora questa viene a lagnarsi!” e così via…

… non disperatevi, non preoccupatevi. Il morto non “mi apparteneva” come si suol dire dalle mie parti. Questo ovviamente non è un motivo per gioirne, non è proprio questo il punto. Il punto è… che ho sbagliatoooooo funeraaaaaaaleeeeeeeeeeee! 😥

Andiamo con ordine! 

Ieri ero in redazione … tranquilla e serena… pronta alla batosta che mi sarebbe arrivata sotto le mentite spoglie di un’Olivetti Lettera22 lanciatami sul cranio! Quando all’improvviso… uno squillo! E i più logici di voi diranno: “Certo che era all’improvviso… è uno squillo! Il telefono mica ti può avvertire prima dello squillo così che non sia all’improvviso?!” Ehm… ma torniamo a noi!

Era un mio vecchio amico di scuola che dice qualcosa del tipo: “sig Sob… Godot, è morto mio nonno!” 😦

Io ero ovviamente molto dispiaciuta, anche se ovviamente il nonno del mio amico aveva un’età… e così gli dico: “F! Come mi spiace… quand’è il funerale…vengo anch’io… ci vediamo lì…” e cose del genere!

Stamane mi alzo e presami un’oretta di permesso, vado al funerale… arrivo alla chiesta che è già inziato… “Strano – penso – devo aver capito male”

Comunque mi siedo nelle ultime file non essendo neanche una conoscente del morto, ma solo un’amica del nipote… e faccio la faccia contrita! Insomma… la faccia da funerale!

Il prete intanto si lancia in una calorosa omelia… io mi guardo attorno e non riesco a vedere il mio amico… ma non ci faccio caso. La chiesa è grande e gremita, e noi non ci vediamo da un mesetto, magari ha cambiato taglio di capelli… e così continuo a far la faccia contrita… la faccia da funerale!

Il funerale finisce… e io mi avvicino verso le prime file per fare le condoglianze al mio amico e alla sua famiglia… lo cerco ma non c’è. Non vedo neanche i genitori… mi guardo attorno un po’ spaesata… ma riesco chissà come a mantenere la faccia da funerale intatta sul mio volto, finchè non sento dire a una signora singhiozzante: “Povera donna, aveva solo 89 anni!” 😯

Ora… tralasciando il fatto che “89 anni” non sia un’età classificabile con “SOLO” ma “UNA DONNA?” non credevo che il nonno del mio amico fosse una donna?! LA nonna avrebbe potuto esserlo, o almeno era molto probabile… ma IL nonnO una donnA?! No!!!

Così mi allontano dalle prime file… esco dalla chiesa e… guardo il manifesto… ERA IL FUNERALE SBAGLIAAAAAAAAATOOOOOOOO!!!!

Ora la mia faccia mentre il corteo di QUEL funerale usciva doveva essere emblematica… perchè quella che credo fosse la figlia mi ha guardato e ha annuito… come se mi volesse dire: “Si vede che soffre anche lei, chiunque lei sia che si è sentita tutto il funerale!” ma non c’era bisogno di parole… fortunatamente… o chissà che cosa mi sarebbe venuto spontaneo dire!

Mentre il corteo si allontanava… io prendo il cellulare… e mando un sms al mio amico… “Scusa… mi ripeti la chiesa?” Dopo 2 secondi mi arriva la risposta… e io mi sposto celermente… ossia non a passo di funerale e senza faccia da funerale… verso la vera chiesa!

Arrivo a funerale inziato… ma non mi siedo nelle ultime file, non subito almeno. Non prima, cioè di essere andata avanti a tutto ed essermi assicurata che ci fosse il mio amico…

Mi sono avvicinata un attimo gli ho messo la mano sulla spalla in segno di conforto (o almeno così avrà creduto lui, la verità è che volevo assicurarmi fosse lui e lì!) e poi ho indietreggiato fino a che non mi sono seduta in ultima fila… di nuovo! Questa volta… e me ne dispiace, la faccia contrita, da funerale insomma, non mi veniva un granchè…

… però quando dopo ho accennato al mio amico: “Scusa il ritardo ho sbagliato funerale!” la faccia contrita è passata anche a lui! Però… strano ma vero mi è dispiaciuto veramente per il nonno del mio amico! Ma come si fa a fare una gaffe anche in occasioni del genere!??!?!?

Chiacchiere e starnuti…

Ecco che succede quando in pratica si pratica! Ti becchi l’influenza e… eccoti qui, lo stesso a sgobbareeeeeeeeeeee 😥

Don’t worry be happy… ah no, quest’ultima cosa no! Dicevo, non temete, sono ancora viva e conto di rimanerlo fino alla fine del praticantato… il giorno dopo la fine del praticantato stramazzerò al suolo mormorando le mie ultime parole… che saranno: “Etciù!!”

Perchè Etciù è la mia nuova filosofia di vita… Etciù è il mio nuovo mantra… Etciù è il mio nuovo Etciù!

E così non ci son Jukebox che tengano… oggi mi dedico un post pieno di Etciù e da domani ricomincio con il solito Jukebox, senza se, senza ma e senza Etciù!

Ma mentre stavo in pratica praticando ecco che tra uno starnuto e l’altro la chiamataaaaaaaa… no… non era l’editore… era il mio EX caporedattore… quello bastaaaaaaaaaaaaaaardooooooooooooooooooooooo!!!! 😡

E c’è di più… aveva l’allergia… così io Etciù, starnutivo per l’influenza, lui per l’allergia… diciamo che la nostra chiacchierata telefonica è andata più o meno così!

CAPRED: Godot?! Etciù Che fine hai fatto?!

GODOT (cioè io!) Ciao CapRED,  ehm… come che fino ho fatto?!

CAPRED: Sì… tu! che fine hai fatto… non si sparisce così!

GODOT (cioè sempre io!) Ma non sono sparita… Etciù mi sono licenziata… anche se licenziata è una parola grossa… diciamo che ho detto al direttore che ho avuto un’altra offerta!

CAPRED: Eh Etciù io!?

GODOT (cioè IO!): E tu?! 😯

CAPRED: E io non lo sapevo…Etciù non ti pareva il caso di avvisarmi!? Ti ho anche Etciù cercata a Natale… ma non mi hai risposto!!!

GODOT: Ero in giro Etciù per l’Europa!

CAPRED: Sei la solita capafresca!!! Si avverte! Etciù si avverte!!!

GODOT: Ma io ho avvertitooooo!! Etciù!

CAPRED: Non me! Etciù… io aspettavo che mi chiamassiii… qui ci sta un idiota al tuo posto! Etciù – sì parlo Etciù di te idiota! (ehm… ma stava insultando in diretta il mio sostituto???!)

GODOT: EHm… ma Etciù io ora lavoro per un altro giornaleeeeee!

CAPRED: CHEE?!??!? Etciù! 👿

GODOT: Già! Etciù!

CAPRED: E io che faccioooo!? Ora mi devo tenere a ‘sto deficente racchio!? Lo sai?! Lo sai che l’ultima volta Etciù mi ha portato un’intervista a Etciù un megalomaneee… e me la vendeva per buonaa?!?! Lo sai?! NOOO non lo sai perchè non ci seiiii!?!?! Etciù!

GODOT: Etciù… già! 😈

E così è finita la nostra telefonata… dopo una sorta di interrogatorio al quale non ero tenuta a rispondere e sul quale ho glissato… e dopo tanti ma tanti convenelvoli del tipo:

CAPRED: CREPA!

GODOT (cioè sempre io…) Etciù! 😯

Abbiamo riattaccato… alleluiaaaa… perchè qui in redazione mi guardavano straniii!!!

Quello però che mi domando… è… chissà che volevaaaaaaaaaaaa?!?!?

Perchè voi… ve lo ricordate il bastardissimo Caporedattore?! No?!

Viaggio nel tempo… ossia un post di ricordi… e saggezza!

Ciao a tutti… ebbene sì è arrivato il momento del post per Esteruccia… la piccola blogger che vuole sapere: “Come si fa a fare gli occhi da cerbiatto al ragazzo che ti piace in pullman senza rischiare di fare la faccia da pesce lesso?!” 😯

La risposta è: “BOH!” Ehm… ok… come non detto… però devo scavare un po’ nei ricordi! Però senza esagerare, vabbè che non sono proprio più una ragazzina, ma Matusalemme ai miei tempi era già anziano! Insomma… ho ancora meno di 30 anni… pur mi ricorderò come fare il filo al ragazzo carino sull’autobus no?! E allora… cara Esteruccia tu sarai la nostra  cavia… prova così:

Tentativo n°1: Il tentativo più classico è quello dell’attaccabottone… FERMA CON QUELL’AGO! non intendevo di attaccargli bottone… ma del coinvolgerlo in una conversazione più o meno scialba… ma che ti possa dare l’occasione di parlare con lui una prima volta. La possibilità che lui sospetti le tue vere intezioni è alta… ma non ne avrà mai la certezza… quindi dovesse andar male potresti sempre ritirarti con l’onore integro! La più gettonata frase d’attaccabottone è quella dell’ora: “Scusa la sai l’ora?!” ma ormai è abusata… invece sedersi vicino a lui e commentare sul libro, giornale o simile che sta leggendo può essere un modo carino! Ovviamente non devi attaccare a parlare per 2 ore di fila… un commento quando finisce di leggere perchè il pullman è quasi arrivato… e se scendete alla stessa fermata chissà che non possiate farvi un tratto di strada insieme! 😉

Ai miei tempi n°1: Ma quando ero giovane io il miglior approccio era far cadere il fazzoletto e dire: “TOH Come sono sbadata da quando mi hanno promessa in sposa a un conte cattivo che io non amo! Me lo raccogli baldo GIOVINE!!!”

Tentativo n°2: Sperare nell’imbranataggine di qualche altro passeggero… una battuta detta al momento giusto e nel modo giusto conquista più di tutti i trucchi e belletti di questo mondo! Senza ovviamente infierire… se uno casca non è che corri e gli salti allo stomaco! Sii spiritosa… ma con garbo… sorridi… non scoppiare a ridere indicando il malcapitato… se il malcapitato è anziano… AIUTALOOOOOO!!! Se invece l’imbranataggine di qualche altro paseggero è nei tuoi confronti… allora scherzaci pure senza ritegno… sempre senza esser perfida! Del tipo: Se un controllore arriva ed è sgarbato e magari fa una gaffe… ZAC colpisci e sorridi!!! 😀 Magari gli strappi una risata e una chiacchierata!

Ai miei tempi n°2: Non usavo molto questa tecnica… perchè c’era il rischio che il baldo giovine di cui sopra finisse per lo scontrarsi in duello dietro la cattedrale… all’alba… però quando Maria Antonietta disse la famosa frase: “Dategli delle brioches” (nota di prof. Godot: che poi veramente non fu così ma se l’inventò Rousseau!) io conquistai non pochi giovani deridendola!

Tentativo n°3: Sii imbranta TU… ma non troppo… farti cadere qualcosa da mano e farti aiutare è un ottimo modo per iniziare qualcosa… l’importante è che tu non faccia cadere una bomba a mano… una penna una matita… non esagerare! Fai cadere una cosa e fatti aiutare, giocando a essere imbarazzata, ma non troppo, sorridendogli e chiedendogli scusa… ma non chiudendoti a riccio… ovviamente… se prendi il tuo zaino, lo apri e lo metti a testa in giù finchè non è vuoto e poi dici: “OPS!” allora spera che lui non abbocchi… perchè sennò è veramente tonto!

Ai miei tempi n°3: Aspettavamo tutti che ci organizzassero matrimoni… quindi non era necessario far tutto ciò! :mrgreen:

E questo è tutto… spero che Esteruccia e chiunque avesse bisogno di una mano in fatti “amorosi” abbia trovato utile questo post… che poi è un postino per quanto è piccolo… ma sapete com’è alla mia età!!! 😉

“Non oltrepassare la linea gialla” VS. “Mind the Gap!”

Ovvero… ecco il posticino sulle regole chiesto dall’aquilotto pennutoso per il Jukebox! L’aquilotto dedica il post alla fatina dicendo: “Ma quale richiesta!? Io ho solo detto che me ne impippavo delle regoleeee!!!” 😡

E quindi per farlo contento…ehm… eccovi un bel post regolamentare! 😯

Le regole sin dall’antichità sono quella cosa che è tanto ma proprio tanto antipatica a noi esseri umani!

Ma chi meglio del nostro caro amico (EHM) Piero Angela potrebbe spiegarcelo?! E così…

… gli Speciali di SuperQuark presentano…

Non oltrepassare la linea gialla e il suo epico scontro con Mind The Gap”

Cari amici e amiche… nemici e nemiche… amici e amiche dei nemici e delle nemiche… e nemici e nemiche degli amici e delle amiche… sono sempre io Piero Anglea! (EHHM…) Benvenuti a questa nuova puntata di SuperQuark…

Sin dai tempi della pietra… poco dopo che venne inventata la ruota l’homo sapiens era noto per la sua allergia alle regole… la loro era una battaglia contro la regola di tutte le regole… ossia “Non oltrepassare la linea gialla”… così infatti morirono tanti ma proprio tanti homi sapiens… proprio perchè quando leggevano “Non oltrepassare la linea gialla” l’oltrepassavano senza pensarci due volte… e così… cadevano in burroni vari, perchè durante il paleolitico tutti i burroni erano contornati da linee gialle!

I tempi passavano… morivano anche i dinosauri, sempre perchè avevano passato la linea gialla… era una moria generale! Ma chissà come alcuni homi sapiens erano sopravvissuti!!! Evidentemente non avevano mai letto il cartello “Non oltrepassare la linea gialla”… forse non sapevano leggere!

Ma poi fu inventato l’altoparlante… giusto dopo la ruota! E così nelle grandi vallate incominciò a risuonare questa sorta di profezia… un singolare anatema: “Non oltrepassare la linea gialla!” e gli uomini non potevano fare a meno di… oltrepassare… perchè gli uomini si sa quando sentono dire di “Non fare” una cosa… allora DEVONO FARLA!!!

E così passa il tempo… e tranne gli analfabeti e i sordi migliaia e migliaia di uomini cadevano in burroni e crepacci… finchè non decisero di togliere questa linea gialla…

… secoli dopo… fu inventato il treno… e dopo il treno le stazioni… e all’interno delle stazioni i binari, con le rispettiva banchine (con la b non la p!) Ma la gente evidentemente sovraffollava troppo le stazioni… perchè qualche mente malefica decise di… ebbene sì… risuscitare l’antico nemico del mondo… la linea gialla!!!

E così ancora oggi… in tutte le stazioni italiane possiamo notare questi fossili gialli… le linee gialle… e sentire l’eco di quelle antiche minacciose profezie… “Non oltrepassare la linea gialla!” eppure…

… Mi spiegate perchè tutti quando sentono l’annuncio “Non oltrepassare la linea gialla!” inevitabilmente l’oltrepassano… non erano “Oltre” la linea un minuto prima… ma appena lo sentono… ZAC… uno o due passi e sono OLTRE la linea gialla… che sia ancora quella vecchia allergia alle regole?! Probabile… è un’allergia al “NON” che è nel DNA umano!

Voi direte… “E’ italiano… non tutti fanno così!” E invece io vi dico… che il segreto è nel NON! In Inghilterra… infatti è noto, per le magliette etc. etc. il “MIND THE GAP” che si legge e si sente all’arrivo dei treni… ma “STAR ATTENTI” non significa “NON!” e quindi tutti stanno a sentire… è un consiglio… non una regola!!!

E io che sono Piero Angela (EEHHHMMM!) non capisco perchè ho fatto questa puntata di SuperQuark… ah già… mi era stato detto probabilmetne di NON farla! :mrgreen:

Eh sì… Questa era la puntata di SuperQuark… ehhhhhhmmm… e ora una piccola riflessione…

… perchè è vero che siamo più propensi a seguire un consiglio che una regola… vale per le piccole cose come il non oltrepassare la linea gialla… e per quelle più grandi… e allora forse, non sarebbe il caso di far finta che le regole siano in realtà consigli?!

Allora ho un consiglio per i potenti del mondo, consiglio perchè non uso la parola “NON” e non uso l’imperativo:

  • Forse sarebbe meglio evitare di rubare e appropriarsi dei beni pubblici, anche perchè forse così la gente potrebbe apprezzarvi di più…
  • Posso chiedervi di dire la verità?!
  • Posso chidervi di seguire la legge?! Giusto per fare bella figura, mica per altro!
  • Sarebbe carino ogni tanto giocare a fare i politicamente corretti…
  • Divertente anche star a sentire la gente… e accontentare le loro esigente…
  • E’ poi uno spasso mettere in secondo piano i propri interessi… almeno provateci, solo una volta!!! L’avete mai fatto… credo vi potrebbe piacere!
  • Posso consigliarvi di farvi processare se c’è qualcosa per cui si richiede GENTILMENTE il processo?! Sarebbe gentilissimo da parte vostra!
  • Vorrei farvi notare che la libertà di opinione, di stampa, di informazione è importante… voglio solo farvelo notare… nient’altro!

Questi sono i miei CONSIGLI… non sono ORDINI… non sono REGOLE… poi vedete un po’ voi!

“Cof Cof” perchè ci vuole un colpo di tosse prima di fare un discorso!

“Cof Cof” :mrgreen:

Cari amici di blog, cari vicini di blog… sono qui per ringraziarvi… come gentilmente chiesto anche dalla nostra amica Michi… per ringraziarvi di questo premio… che in realtà non è d’oro… ma è un po’ taroccato come l’oscar, che è fatto con la carta dei Ferrero Rocher! 😯

Ehmm… cari amici, e amiche di blog, vicini e vicine di blog, vicini e lontani amici di blog, sono esterefatta… anche solo l’essere nominata per i 5000 commenti più commentosi è stato per me un sogno. Trovarmi in nomination per la categoria dei 5000 commenti con i blog di Piero Angela, della Signora in Giallo e il blog del maggiordomo… 😥 scusate le lacrime, ma per me è troppo onore!!! 😥

COF COF scusate la tosse… ma cerco di darmi importanza… ehm… cioè no… questo non l’ho detto, nè scritto… beh che dire da questo podio, che assomiglia tanto alla mia scrivania… voglio ringraziare chi mi ha aiutato a raggiungere questo traguardo…

Un grazie va al mio rivale di blog Piero Angela… 😯 …  per essere stato così spesso ospite di questo blogghino! 😯 E soprattutto per non avermi ANCORA querelato per usare il suo nome a mio piacimento… grazie grazie grazie… e pietà pietà pietà!

Grazie anche alla Signora in Giallo… per aver ucciso tanta gente…EHM… scoperto tanti omicidi!

Grazie al Koken… per essere così poco Ninja!

Grazie a Samuel… per essere così TANTO Samuel!

E a Jerry per essersi rifatto vivo fornendoci tanto di cui parlare in futuro!

Grazie al preside per essere così… beh… così!

E grazie al prof. di ed. fisica per provarci con tutto e tutti… compresa la pianta grassa che c’è in segreteria! 👿

Grazie a lui… l’omino occhialuto per il suo sostegno… sempre 8) Omino occhialuto ti voglio bene!!! 😥

Grazie a tutti voi cari amici… senza il vostro sostegno non immagino cosa sarebbe stato questo blog…

Grazie a parenti e amici… per aver ignorato così grandemente la presenza di questo blog! 😯

Grazie a tutti… grazie anche a COF e COF per avermi dato importanza durante questo discorso! 😕

E con questo concludo il discorso… perchè non ho mai sentito un discorso così lungo… e quindi c’è il rischio che l’omaccione buttafuori che minaccia star e starlette nelle varie premiazioni qualora dovessero sgarrare… venga fin qui… in questo misero blog a scacciarmi! Meglio evitare! No?! 😉

5000!

5000 commenti per questo blog! Sono contenta… i commenti sono la cosa che preferisco di più del blog, è un modo per fare 2 chiacchiere e fare conoscenza con i miei “Vicini e amici di blog!”

E così quando stasera aprendo il blog ho trovato che eravamo arrivati, tutti insieme, a 5000 commenti ho pensato… “GIUBILOOOOOO!!!” poi però mi sono ricordata… devo portare avanti il jukebox di questa settimana… domani ci penso! E non faccio alla Totò che dico “Domani” e “domani” non arriva mai… perchè oggi non è domani e domani sarà oggi mentre oggi sarà ieri! 😯 EHm… dicevo?! AH sì… domani incomincio con i post chiestimi per il Jukebox… e se avete ancora idee… chiedete chiedete chiedete… siete ancora in tempo! 😉

P.S. Grazie mille per l’amicizia e per i commenti… e per quelli di passaggio che sono un po’ timidi per commentare… beh, che aspettate?! Non vedete che siamo solo una banda di matti, che si divertono tanto!? Commentate anche voi!!! 😀 Ed entrate a far parte di questo gruppo di amici di blog! 😉