Gli speciali di Super Quark presentano: Vai col Liscio!

Buondììììì a tuttiii… 😯 Ehm… ok! Mi ricompongo… ecco a voi cari amici e care amiche… un nuovissimo speciale di SuperQuark… dal titolo:

Vai col Liscio!

sottotitolo: Non sono Casadei ma sempre Piero Angela!

Cari amici e amiche… benvenuti a questa nuova puntata di SuperQuark! Questa sera studieremo gli usi e i costumi di quella categoria di gente nota ai più scentifici tra di voi con il nome di: “Wellàllà come mi liscius i capellus riccius”

I “Wellàllà come mi liscius i capellus riccius” sono solitamente femmine (anche perchè la specie maschile di cotanta specie si chiama: “Wellàllà come mi appiccico in fronte i 4 capelli che ho!”)…  comunque… questi esemplari sono animali estremamente sociali che sin dall’età della pietra quando tentavano di trovare l’altra metà camuffandosi da: “Sono una liscius naturalius”

Proprio per queste tecniche di lisciamento… spesso le “Wellàllà come mi liscius i capellus riccius” hanno vita breve… durante l’età della pietra erano numerosi  i decessi per “Wellàllà PIETRAS lisciantes Roventes su cranius dolorantes” ma gli uomini della pietra pensavano fossero zampate di mammut a uccidere le donne e non si accorgevano di nulla… oggi grazie ai nostri moderni mezzi siamo riusciti finalmente a ricostruire gli ultimi momenti di vita della “Wellàllà come mi liscius i capellus riccius” morente… le cui ultime parole  erano quasi sempre: “Passami un po’ di lacca!”

Ai giorni nostri… dopo secoli e secoli di lisciate suicide le “Wellàllà come mi liscius i capellus riccius” sono arrivate a estremi di perfezione strabilianti! Infatti il tasso di mortalità (non l’animale, la percentuale!) è sceso ai minimi storici… era più basso solo durante l’epoca dei Bee Gees, per ovvi motivi, direi! Ciò nonostante la specie ha subito una lieve evoluzione da: “Wellàllà come mi liscius i capellus riccius” a “Wellàllà come mi liscius i capellus riccius però che bitorzulus che mi sono fatta con quella piastras sul mio povero cranius ammaccatus!”

I suoi modi però sono sempre gli stessi… capello rovente che assomiglia ad uno spaghetto… movenze sinuose e mano in testa per controllare che il riccio infame non si sia ripresentato, nel frattempo la “Wellàllà come mi liscius i capellus riccius” è a caccia… punta la preda… si fa offrire da bere e… e… e infine… urloooo liberatorio quando inspiegabilmente i capelli si arricceranno come per magia sotto gli occhi sorpresi della preda della serata!

Non sappiamo quale ulteriore mutazione genetica subiranno le “Wellàllà come mi liscius i capellus riccius”… come non sappiamo perchè nonostante l’amore per il liscio… non amino il liscio! (Il primo nel senso di capelli… il secondo nel senso di ballo!)

Ci domandiamo ancora se il detto ogni riccio un capriccio…perda di significato in presenza delle “Wellàllà come mi liscius i capellus riccius” o se il capriccio di cui sopra sia solo camuffato da necessità!

Quello che sappiamo di certo è che… senza tutte queste evoluzioni genetiche… SuperQuark sarebbe finito da un pezzo! Quindi?! VAI COL LISCIO… e col riccio… e con quello che vi pare… basta che troviamo altri argomenti per gli speciali!