Giorno #1: ossia… che si deve fare per andare in vacanza!

Buooooooooooondìììì! Non temete… il Giorno #1 del titolo non significa che ci sarà un post per ogni singolo giorno di vacanza… forse… comunque… facciamo grazie alla macchina del tempo che non ci piace assai perchè non condotta da Piero Angela… dicevo?! Ah sì… facciamo grazie alla macchina del tempo un saltello indietro nel tempo…

Non mi ricordo il giorno… perchè sprovvista di calendario e perchè durante le vacanze non ho la forza per afferrare il primo passante che mi capita e urlargli: “DIiiiiiiiiimmiii che giorno èèèèèè!!??” come invece faccio sempre in città 😯

Ehm… ma ricordo che era il Primo giorno di vacanza… ero quasi quasi tentata di partire con una maschera rilassante sul viso… tanto per sottolineare il fatto che l’ozio era ufficialmente iniziato! Ma poi ci ho ripensato… eravamo io… il fido catorcio e Godot madre… ebbene sì… perchè i primi e gli ultimi giorni del mio mese li ho passati Nella casa al mare di FAMIGLIA!!! cosa che… se conosceste la mia famiglia vi farebbe venire la pelle d’oca!

Ad ogni modo… eravamo io, il mio catorcio, mia madre… contro di noi si stagliava il nemico… la Salerno-Reggiooooo!!! E un mare di altri catorci stracarichi di bagagli e “bagattelle”… anzi nell’ordine vi dirò ho visto: una canoa, un motorino e un oggetto non meglio identificato nella macchina davanti a me al casello!

Ma non è questo il punto… dopo aver trascinato i 98 valigioni taglia MAXI preparati da mia madre… perchè le scarpe vanno abinate al vestito che va abinato alla borsa che va abinata alla biancheria che va abinata a… non mi ricordo più cosa… dicevo?! Ah sì… io e mia madre ci saremmo avviate la sera prima… solo che… aggiungi questo aggiungi quello… ci siamo avviate la mattina dopo!

Ma dietro di noi… c’erano ancora mio padre… eravamo con un discreto anticipo… ero fiera del catorcio… mia madre aveva un sano colorito verdastro dopo i primi 5 sorpassi! Cantava… o forse erano coliche… mmm…  comunque… ci fermiamo… ed essendo partite all’alba ci permettiamo il lusso di caffè e cornetto… mmm… se non fosse che al bar in cui ci eravamo fermate non hanno cornetti… così rinviamo… e dopo ore ore ore ore ore di viaggio… optiamo per una sosta!!! Per il tanto agognato cornetto… e cappuccino (intanto la fame era aumentata!)

Vi dirò solo che… ci si è piazzato a tutte e due sullo stomacoooooooooo!!! 😥

Nooo!!! non era colpa del cornetto! Ma di qualcuno… chissà chi, diciamo che ha un rapporto di parentela sia con me che con mia madre e vive con noi e sarebbe partito di lì a poco per raggiungerci… che ha telefonato mentre ci accingevamo a dare il primo morso e il primo sorso di cappuccino…  per dirci… per dirci…:

“Scusate?! Non è che mi mandereste un fax con le fotocopie delle vostre carte di identità?!” 😯

Eh?! FAX?!? E mentre mia madre oltre il cornetto per la rabbia e per la consapevolezza che nel bel mezzo della Salerno-Reggio era quasi impossibile trovare un fax… si morsicava anche il teschio del barista (stile conte Ugolino) perchè quest’ultimo aveva avuto la faccia tosta di ridere quando ci eravamo girate e avevamo chiesto: “Dove possiamo trovare un fax?!” Dicevo?! Ah sì… e mentre mia madre finiva il suo spuntino… e io cercavo di catturare un piccione da usare al posto del fax… ci siamo rimesse in macchina… un metro e una sosta… mezzo metro e una sosta… un metro e mezzo e una sosta…

Non era il fido catorcio che aveva il singhiozzo… eravamo NOI che cercavamo un Fax! Sulla Salerno-Reggio… vi ricordate il detto: “Cercare l’ago nel pagliaio?!” beh… PEGGIO!

Eravamo disperate… e così dopo essere uscite sulla statale per avere qualche possibilità in più… avevamo chiesto nell’ordine:

1) Al giornalaio

2) Al caseificio

3) Al motel

4) Al rivenditore d’auto

5) Al tizio che vende i 7 nani sotto un anonimo cavalcavia (ogni cavalcavia ne ha uno… di tizi che vendono i 7 nani… che sia un franchising?!)

etc. etc. etc.

Alla fine… disperate… e con 3 ore di ritardo sulla tabella di marcia… mia madre aveva incominciato a compilare le carte per il divorzio… mentre… io… TADAN!

All’improvviso vedo davanti a me una visione!!! UNA BANCAAAA!!! NO! Non ero una rapinatrice in cerca di bottino… anche se… quasi quasi… ripensandoci! Mmm… vabbè… ho pensato: BANCA–> FAX!

Ok! La cosa non era poi così ovvia… ma è ovvio che la Banca dovesse avere un Fax! No?! Quisiquiglie e pinzellacchere che la Banca non fosse la MIA banca… era l’unica speranza di arrivare al Mare prima di Capodanno… questo mentre mio padre aspettava ancora in città l’arrivo dell’amato fax…

… faccio un’inversione a U non da niente… freno come una criminale fuori la piccola Banca… e intimo a mia madre di rimanere in macchina… mia madre vorrebbe seguirmi… perchè sa che ne va del suo matrimonio… ma io la blocco con queste parole:

“Se non dovessi farcela… corri nella cartoleria del primo paesino che trovi… e manda questo dannato FAX!!!!” 👿

Così lei opta per restare in macchina… mentre io… incurante del pericolo entro nella Banca…

al suo interno… un impiegato e  il direttore… e qui attacco con il mio monologo:

“Vi preeeeeeeeeegooo… sono ore che vago senza sosta sulla Salerno-Reggio, ditemi… che avete un fax… lo so! Lo so… non sono cliente vostra… ma vi prego… ne va della serenità della mia famiglia… e soprattutto ne va delle mie vacanze… in cambio posso darvi mio fratello e con un po’ di sforzo… anche i miei risparmi… che poi non sono tanti… quindi… non è questo grande sforzo!!! HO BISOGNOOOO DEL FAX!!!”

E dopo essersi asciugati una lacrima… e aver rifiutato sfortunatamente mio fratello… hanno accettato di mandare il tanto agognato Fax! Ma… ma i documenti li aveva mia madreeeeee!!! 😯

Così telefono a mia madre che è nel fido catorcio e le dico: “Mamma portami i documenti da faxare… o parola mia esco di qui e mi metto a dare testate contro l’insegna della banca!”

Mia madre deve aver pensato che fosse una bella insegna… perchè dopo 2 secondi circa eccola arrivare… e… e…

DINDINDIN!

Non aveva vinto alla Slot Machine… semplicemente era così piena di cellulari… chiavi… e cose varie da non poter entrare in banca… così io… sempre a telefono le dico: “Posa tutto mi servono solo i documenti!” Ma lei che fa?!

Attacca prende la carta di identità e la mette nella porta e va via… la porta si richiude… io da questo lato apro la porta e prendo la carta d’ìdentità… le ritelefono e le dico… serve anche la patente e il codice fiscale…

Torna… prende la patente… la mette nella porta… che si richiude mentre io sto dicendo: “Anche il codice fiscaleeee!!!”

Lei serafica… prende il codice fiscale… aspetta che io prenda la patente… poi riapre la porta vi zombetta dentro posa il codice fiscale esce mentre la porta si richiude…

Il tizio che dal mio lato… l’unico cliente della banca… aspettava che mia madre finisse la sua tiritera per uscire… scoppia a ridere… ma io non lo pesto… anzi… sorrido… sapete perchè?????

Perchè finalmente mi era possibile mandare quel DANNATISSIMO FAX!!!!

Così dopo i classici 7 tentativi… il fax viene inviato correttamente… all’istante uno squillo di cellulare… è LUI… che ricevuto il fax commenta: “Grazie… così faccio tutto molto prima!” 😯

😯

😯 Molto prima?! Ma se nel frattempo erano passate ORE!? Ovviamente non ho voluto sapere quale fosse l’alternativa… perchè se questa avesse comportato solo una firma in più… credo che avrei sfasciato tutte le macchine per inviare Fax nell’arco di 90 chilometri! Voi no?!

Beh questo è stato l’inizio delle mie vacanze! E il vostro come è andato?!

10 pensieri su “Giorno #1: ossia… che si deve fare per andare in vacanza!

  1. a77… per come è iniziata la vacanza… ci sono 2 alternative:
    1) Entrerò a far parte del franchising che vende i 7 nani sotto i cavalcavia…
    2) Inaugurerò il mio “FaxPoint” nel bel m ezzo della Salerno Reggio! :mrgreen:

  2. L’inizio delle mie vacanze?

    Dopo 180 km di viaggio perfetto, sul raccordo anulare, allo svincolo per la Roma-Civitavecchia, la mia macchina ha iniziato a rantolare…..non mi do per vinta…proseguo dritta per l’autostrada…..spingo l’acceleratore e ad alta velocità la macchina va una cannonata….
    Arrivo al casello di Civitavecchia….scalo la marcia e la mia Fiammetta (si chiama così) rantola di nuovo….con la prima e la seconda praticamente piange….arrivo all’imbarco e, mentre le continua a piangere, io tiro fuori un fazzolettone e le dico “dai, sfogati pure, piangi, urla, strepita ma ricordati tutto il bene che ti voglio, che ti faccio sempre controllare, che ti tengo come un gioiello, che sei la gioia dei miei occhietti ciecati, ma CA##O, ARRIVA VIVA E PORTAMI IN SARDEGNA!”
    Si sarà impietosita ed ha tirato per altre quasi due ore, mi ha portata a destinazione, mi ha consentito di trovare un meccanico che se l’è tenuta TRE GIORNI e me l’ha riconsegnata poi con un conto da pagare mostruoso, che a Maranello quasi quasi mi ci avrebbero dato il parabrezza della Ferrari. E, visto il suo pessimo comportamento, l’ho mandata a quel paese, l’ho disconosciuta, non è più la mia preferita e questa è stata la sua ultima Sardegna.
    Non viaggerà mai più con me.
    Mi spiace, ma se l’è voluta.

    E dove s’è visto mai che SAMANTHA si fa fregare da una Focus?
    La Toyota Rav, da super sborona, da oggi in poi sarà la SAM-MOBILE.

    E quando ce vò, ce vò.

  3. Io pensavo che Samantha volasse fino alla Sardegna… ah, ma quando va in vacanza Samantha viaggia in incognito 😆

    Un inizio vacanze in perfetto stile Godot! Non ti annoi mai vero? Ma scommetto che ogni tanto ti incavoli 😛

  4. Ho iniziato le ferie col mancato omicidio nei confronti di un meccanico che mi ha vampirizzato il conto in banca bloccandomi a Torino…
    Ora gli auguro di dover fare la Salerno-Reggio in cerca di un fax… a colori e con la ruota di scorta bucata, Tiè!! (non tiè a te, ma tiè a lui! 😉 )

  5. Karmuzzoooo… non temere dopo essermi messa il mio negozio: “Fax e Nani”! sotto il solito cavalcavia della Salerno-Reggio… farò sì che il tuo meccanico si fermi da me per vampirizzargli il SUO di conto in banca… Tiè! Sempre a lui! 😉

  6. VeniVidiWc… di ritorno dallo scioperoooo!!! Beh… chissà perchè c’erano solo caricaturisti sulla Salerno-Reggio neanche un ritrattista SERIO! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...