E dopo lo sciopero… la tempesta! Cronache della Repubblica che non c’è più! e del Regno degli Immuni

Salve a tutti… lo sciopero di ieri ha fatto parlare (e commentare) tanto.

C’era chi era d’accordo e chi non lo era… e questo va bene perchè infondo se si sciopera per la libertà di espressione è anche giusto che la libertà di pensiero si manifesti!

Eppure… io ho scioperato! Perchè?! Perchè credo sia giusto di tanto in tanto fare gruppo… andare tutti nella stessa direzione, per far vedere a quelli che sono al potere che l’unione fa la forza.

E’ anche vero che non è sempre vero che il “silenzio fa rumore”… ma spesso si rischia di confondere “silenzio” con “rassegnazione”…

Ho anche espresso i miei dubbi… e alcuni giustamente mi hanno frainteso pensando che non volessi schierarmi… e invece no! Eccomi qua! Ho scioperato e ora spiego le mie ragioni!

Ho aderito allo sciopero di ieri perchè avevo tutta l’intenzione di far RUMORE oggi!

Come?! Eh lo so… sarà un limite e i più impegnati di voi lo troveranno ridicolo, assurdo e completamente inutile. Come?! Ah già non ve l’ho detto… A modo mio!

Ricordate il post: Notizia dalla Repubblica che non c’è più e dal Paese dei Contrari?

Direi che questo blog sia pronto per la seconda tragica puntata!

Cronache della Repubblica che non c’è più! e del Regno degli Immuni

C’era una volta la Repubblica che non c’è più!, e questo forse già lo sapete, dove tutti avevano libertà di parola e di pensiero… i poveri e i meno poveri, i rossi i gialli i bianchi i neri e anche i blu. Non c’erano differenze… almeno per quanto riguarda il pensiero… tutti potevano pensare… e anche respirare!

Lì vicino, oltre al Paese dei Contrari c’era un altro paese… il Regno degli Immuni. Il Regno degli Immuni aveva sì una bella organizzazione! Infatti il Regno era costruito come fosse un grattacielo… tutto in verticale… in alto c’erano i potenti… in basso i poveri… più ci si spostava verso l’alto più l’aria era buona e salutare… più ci si spostava verso il basso e più si faceva onnipresente il tanfo dell’oppressione.

Nella Repubblica che non c’è più! i poveri avevano almeno l’aria e la parola.

Nel Regno degli Immuni, i potenti potevan dire e fare quel che volevano i poveri non potevano neanche respirare se non propriamente autorizzati!

Nella Repubblica che non c’è più! arrivavano giornali dagli altri paesi… per poter guardare con occhio diverso quello che succedeva e quel che facevano i potenti!

Nel Regno degli Immuni tranne i giornali degli stessi Immuni tutta l’altra carta stampata era buona solo per incartarci il pesce!

Nella Repubblica che non c’è più! c’era una piccola categoria di persone… i blogger venivano chiamati… persone che quasi sempre non guadagnavano nulla dalle loro parole… ma che amavano esprimere le loro opinioni…

Nel Regno degli Immuni c’era una piccola categoria di persone… i rettificatori venivano chiamati… persone che quasi sempre non guadagnavano nulla dalle loro parole e che avrebbero voluto esprimere le loro opinioni ma che rettificandole prontamente almeno si risparmiavano la GOGNA!

Nella Repubblica che non c’è più! i blogger potevano scioperare… per far sentire la loro voce…

Nel Regno degli Immuni i rettificatori non avevano modo di scioperare…

Nella Repubblica che non c’è più! i blogger erano pur in grado di creare una tempesta… perchè è vero che quando si parla 364 giorni all’anno… l’unico giorno di silenzio FA VERAMENTE RUMORE!

Nel Regno degli Immuni le tempeste erano vietate… e i trasgressori… quali trasgressori?! Non esistevano trasgressori!

Nella Repubblica che non c’è più! una come me poteva scrivere un post come questo… e dire che non capisce perchè un omino basso e senza grosse capacità, se non quella del proprio conto in banca, la passa sempre liscia e viene reso immune… mentre un povero blogger che non ha altra capacità che di digitare alcune parole e cliccare sul tasto “pubblica”… e il cui conto in banca è sempre in rosso e non per fare pendant con la stanza in cui si trova… beh questo povero blogger passa un guaio per una parola fuori posto… mentre l’omino è immune a parole da lui pronunciate in mondo visione!?! E una ragazza come me poteva ancora dirlo nella Repubblica che non c’è più!

Nel Regno degli Immuni verrei querelata per aver detto la verità… e dovrei rettificare come Galileo che la terra gira intorno al sole… pur di far contenta quelli ai piani alti del Regno degli Immuni!

La morale è sempre quella… sveglia! Forse forse possiamo ancor far qualcosa prima che gli Immuni ci schiaccino completamente!

Annunci

20 pensieri su “E dopo lo sciopero… la tempesta! Cronache della Repubblica che non c’è più! e del Regno degli Immuni

  1. Brava Godot! Concordo in pieno con il tuo “sfogo”, e auspico che si sia sempre più in tanti a “sfogarsi”… – indirizzando tale sfogo nella giusta direzione…

  2. Il problema è capire cosa possiamo fare di concreto, oltre a non spegnere il cervello.
    Per prima cosa cercare di NON votare il pifferaio magico, dietro il quale andremo tutti in mare… e non certo alla sua villa!
    Poi nel quotidiano combattere l’illegalità e l’inciviltà.

  3. Grazie Rota! Eh sì… come ho detto lo sciopero è servito per farci vedere uniti… ora ci vuole qualcos’altro… anche se credo che questo qualcos’altro ci sia sempre voluto!

  4. Cieluzzo sono d’accordo con te… il guaio è che guardandomi attorno spesso mi capita di vedere che la maggioranza di cervelli sono spenti!

  5. Il guaio peggiore Cieluzzo e che quando pensi di far qualcosa e fargli notare lo spiffero che corre tra le orecchie… accusano anche TE (te me… non te cielo!) di essere lobotomizzata!!!

  6. Io più che scioperare ho aderito allo sciopero, nel senso che mi sono astenuto dal pubblicare qualcosa ma più per spirito di gruppo (un po’ il concetto di cui scrivi tu) che per protesta.
    E’ vero che la legge contiene una norma che potrebbe limitare la libertà di noi blogger, ma l’obbligo di non dare notizie false e offensive c’è già adesso, e io almeno non ho trovato traccia nel disegno di legge (che mi sono preso la briga di leggere) di questa famigerata supermulta di 25 mila per mancata rettifica.

    Insomma, forse la battaglia era un po’ prematura, ma la guerra è giusta.

  7. Sai FraPuccino… il mio blog non è che sia particolarmente offensivo o altro… perchè è vero… l’obbligo di non dare notizie false e offensive c’è… quello che veramente mi fa incavolare è che c’è chi è già “immune” e chi potrebbe diventarlo… a queste stesse regole… quindi… se vale per loro deve valere anche per noi!

  8. Io non ho aderito allo sciopero perchè ho pensato: se non parliamo ora che ancora possiamo, allora quando?
    Ma ho pubblicato un post sulla Rivoluzione francese, alla quale dobbiamo certi diritti… tra questi la libertà di parola.
    Altro diritto, l’uguaglianza di tutti sul piano non solo teorico ma pratico: ciò vale per governanti e per governati.
    Non sarebbe male, comunque, analizzare anche sui blog la famosa norma e seguire il percorso storico grazia al quale i nostri padri hanno conquistato per loro e per noi la libertà di parola…

  9. ehiiiiiii, wonderG… dove sei finita??? !!!!!
    è prontamente intervenuto il dottore “a distanza”: alice è guarita!!!
    ci metterò un po’ per recuperare gli arretrati.. vabbè 🙂
    In quanto al topic: in zona cesarini (grazie ad alice col singhiozzo) io ho aderito più per spirito di gruppo – come dice già fra (cap)puccino (ma è lo stesso capkid di kataweb? passerò a verificare..)- ed ho ripostato una versione video de “l’uomo col megafono” 😉 di daniele silvestri che mi piace tanto !!
    buon weekend!!

  10. @ Godot: ma non volevo assolutamente dire che il tuo blog possa essere offensivo, era solo per dare un’indicazione generale… anche se, è questo vale per tutti noi, dobbiamo stare attenti anche ai commenti, perchè da un punto di vista legale siamo responsabili che di quelli :/
    Quanto alle immunità di alcuni e non di altri, hai perfettamente ragione!

    @ 1,2,3 stella: non sono chi sia questo cappuccinokid, ma nel caso ho già dato mandato al mio studio legale di valutare se c’è la possibilità di procedere legalmente nei suoi confronti; 😀

  11. A77… Ferie!!!
    Stella… Ferie!!!
    Cappuccino… Ferie… ah no! Non era quello che hai chiesto! 😀 No lo so che non intendevi dire che il mio blog fosse offensivo… volevo solo dire che proprio per questo… perchè cerco di fare del politically correct uno stile di vita… ecco che m’incavolo ancora di più se rischio di venire “censurata” su quelle poche cose che dico.. 🙂

  12. Facciamo così….in caso ci venga chiesta una rettifica, possiamo sempre dire: “SONO STATO FRAINTESO”.
    Funziona così, adesso, mi pare.

    Ah…..forse nel Regno dell’Intoccabile.

    Io allo sciopero ho aderito, anzi, qualche giorno prima l’ho segnalato ad altri. Devo ringraziarti cara Godot, perchè sono talmente rintronata in questo periodo che, confondendo il giorno 13 con il 14 non avevo nemmeno messo il logo. Se non mi avessi inviato quell’e-mail avrei scioperato il 15. Vabbè, l’essere alternativi e controcorrente, ma quello sarebbe stato troppo….pure per me!

    Quanto alla norma che non si trova….pare sia stata infilata talmente bene nel maxi pacchettone sulle intercettazioni che per trovarla davvero ci vuole un giurista.

    Ma allora mi domando….fa così paura una poveraccia come me, con un bloggerino piccolo piccolo, con una paginetta di stupidate in rosa, che magari ha un’opinione diversa da chi mi governa? Posso almeno non essere d’accordo, visto che LIBERAMENTE non ho votato per la parte politica al potere, probabilmente perchè non mi trovo d’accordo con il suo operato?
    O tra un po’ verremo tacciati di essere dei sovversivi, solo perchè magari uno può dire: “scusa, io la penso diversamente”.
    La domanda è sempre quella: esiste ancora una possibilità di libertà di espressione?

  13. Alessia forse non temeranno la tua identità blogger ma sicuramente temono la tua identità con l’acca! 😀 Scherzi a parte… beh… grazie a te per avermi avvertito con la mail dell’esistenza dello sciopero o avrei rischiato di saperlo chissà quando! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...