Piero Angela presenta: “Ma che tempo che fa!”

Tornando ai nostri, cioè ai miei soliti scleri… cari amici e care amiche di questo blog che ormai è partito per la tangente… nel senso che scrivo tutto e il contrario di tutto… e giusto per non sembrare troppo seriosa… dopo aver segnalato la GRANDIOSA iniziativa di Antonio… per gli amici di blog Circolo dei Viaggiatori… accontentiamo l’ultima richiesta rimasta dall’ultima tornata di Jukebox… vi ricordate?! Quella sorta di post in cui voi chiedete l’argomento dei post successivi… e io… ovviamente parto con i miei scleri!?

Comunque… la cara Michi… che evidentemente ha una passione per Piero Angela… o forse ha capito che questo blog è il Blog di Piero Angela… equivoco comprensibile… sembra quasi un PieroAngelaFanClub! Eh?! Dicevo?! Ah sì… ha chiesto: Non è che ti andrebbe di scomodare Piero Angela per parlare del tempo Atmosferico?!

Ehm… beh… certo convincere Piero Angela, si sa è un’impresa… anche perchè non dovesse mai capitare di qui… allora la querela è assicurata… quindi prima di partire una supplica:

“Signor Piero Angela, la supplico!! Non è colpa miaaaaaa!!!!” 😯

Fine della Supplica… e inizio del post vero e proprio!

Piero Angela presenta… “Ma che tempo fa!” ossia… uno speciale di SuperQuark!

“Cari amici e amiche di SuperQuark… oggi parliamo dell’evoluzione, partita dai tempi del Big Bang  del tempo atmosferico… certo i microrganismi non avevano golfini di lana, ma quei fetenti… dal nome: “Migrorganismus mo’ mi azzeccos a una bestia rara e trovo un po’ di sollievo!” riuscirono a sopravvivere all’era glaciale… ci provarono anche i Dinosauri… ehm… ma come dire… le altre bestiole tendevano ad accorgersi di quel energumeno dentuto che si appiccicava e provava a dire… “Non far caso a me, sono un microrganismo!” e  così scacciati da tutti… si estinsero! 😯

E pensare che se avessero seguito il meteo… niente… tanto non ci azzeccava mai, all’epoca… ora invece… ehm, ma non tergiversiamo, andiamo con ordine, cari amici e amiche di SuperQuark!

Dopo l’età della pietra… il tempo atmosferico… passò da: “@§*°#&%$£!!!! che freddo fa!” a… temperato… e così formiche e cicale si diedero alla pazza gioia… per le formiche che però erano stacanoviste e un po’ krumire (non nel senso di biscotti) darsi alla pazza gioia significava lavorare… per le cicale NO! Poi il tempo atmosferico cambiò di nuovo… e le cicale schiattarono tutte… con somma gioia di quelle egoiste delle formiche… che non gli diedero manco una briciola di pane… anche le cicale non guardavano il meteo… e meno male… sennò sarebbero state trovate in bikini nella bufera… perchè all’epoca il meteo non ci azzeccava mai! ora invece… ah no! Andiamo con ordine cari amici e amiche di SuperQuark!

Napoleone… aveva guardato il meteo prima di arrivare in Russia… ma il meteo non era un granchè all’epoca! 😯 Invece… oggi… ah no… dobbiamo sempre andare con ordine, sennò poi sembra un documentario di mio figlio… e non uno speciale dello speciale di SuperQuark speciale!

Oggi… diciamoci la verità il meteo non è un granchè… dicono che piove quando già sta piovendo e non ti serve saperlo dalla tv… perchè o guardi dalla finestra o ti rendi conto della cosa quando uscendo pensi… “Ma la doccia non l’avevo già fatta!?” Di contro ti dicono che fa caldo quando… quando presentano il meteo con un ventilatore in faccia per non farsi squagliare il trucco!

Oggi, la vittima del meteo si chiama: “Michis caloriferas con i gelonis!” La “Michis caloriferas con i gelonis” è colei che tenta di seguire il meteo… ma non ci riesce perchè è imposssiiiiiibbbbbbbbbbbiiiiilllleeeeee!!!

L’effetto collaterale di questa allergia della “Michis caloriferas con i gelonis!” è che si mette in bikini quando fa freddo… tipo cicala… e con il colbacco quando fa caldo!

Il consiglio di Piero Angela… lancia una nuova moda… metti il bikini con il colbacco in testa e le calosce ai piedi! Perchè… non solo “Non esistono più le mezze stagioni!” qua non esiste proprio nessuna stagione… per la somma gioia dei negozianti di abbigliamento… vuoi mettere la soddisfazione di vendere un cappotto ad agosto e un bikini a dicembre?! Soddisfazione che li fa evolvere al successivo stadio… non quello della partita… da Negoziante d’abbigliamento diventa: “Mo ti vendo il cappotto e mo l’infradito… che fa fino!” 😯

Noi della redazione di SuperQuark, io, Piero Angela, in prima linea speriamo nella precoce estinzione di questa specie… ne va della conservazione dell’umanità, in primis delle “Michis Caloriferes con i Gelonis” e delle “Godotus Ma che tempus de @§#*%&$^§ fa?! Sorbolus!”

Fine di SuperQuark… e se ci volete mettere una sigla che questa volta sia di qualche pubblicità di gelati!

Annunci

4 pensieri su “Piero Angela presenta: “Ma che tempo che fa!”

  1. La “Michis ches in seguitus a unus colpus di freddus non puòs piùs uscires das unas particolares stanzas dell’appartamentos” ringrazia Piero Angela e esulta… domani torna a casa… CAAALDOOOOOOOOOOOOOO

  2. Noooo Michi… il post è arrivato troppo tardi o avresti, seguendo gli infallibili consigli di Piero Angela (sì come no!) evitato il catarro! Noto ai più come “catarrus parlus con la B e la D al Bosto di Dande alDre LetteBe!” Guarisci presto! 😉

  3. Gli unici che sono, senza margine di errore, sempre precisi nelle condizioni con le previsioni sono i venditori ambulanti. Quando piove hanno gli ombrelli , se c’è il sole… tac! occhiali da sole, se c’è la neve… beh, un pacco da 12 di Tempo e vai giù liscio. Più precisi di un termometro… 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...