Parcheggiatore… My Love!

Per la serie “me la suono e me la canto” fatemi esclamare:

“Che bel titolo intriso di romanticismo!!!!!!”

Finita la serie “me la suono e me la canto” proseguiamo con il post… standard… ammesso e per niente concesso che il post “standard” in questo blog ci sia!

Oggi per la terza volta consecutiva… ho schivato le avances del parcheggiatore che si trova sotto casa di Samuel da un paio di settimane a questa parte! E la cosa mi ha dato non poco da pensare!!!

Ora… non mi reputo particolarmente classista… anzi direi che il fatto che il suddetto parcheggiatore ritenesse di avere qualche speranza può voler dire solo due cose:

1) Sono particolarmente alla mano!

2) Sono particolarmente racchia… e quindi il parcheggiatore pensa: “Questa è così abituata a essere racchia che ormai ci sta con tutti!”

Mmm… bella gara! Potrebbe essere anche un miscuglio di tutte e due!

Comunque quello che è certo è che… il parcheggiatore è un po’ lento di comprendonio! Anzi… il parcheggiatore è così lento di comprendonio che non è arrivato nemmeno a capire cosa significhi “essere un po’ lento di comprendonio”!

Ma andiamo con ordine… nel narrare quello che è stato amore a prima vista! Il che ci fa anche supporre la necessità del parcheggiatore di usare dei buoni occhiali!!! Per la gioia del “punto due”sulla mia “racchietudine!!!”

In principio c’era un altro parcheggiatore… in secondo principio c’era la polizia… e qualcosa… non sappiamo cosa che l’altro parcheggiatore doveva aver fatto!

Dopo il principio e dopo il secondo principio…l’altro parcheggiatore è finito in gattabuia! O così si narrà nelle legende popolari! Dopo tutti questi principi… è arrivato lui: “Il parcheggiatore dei nostri sogni!” o dei nostri incubi… ma dipende dai punti di vista!

Prima di tutti questi principi c’ero io… Godot… che andavo da Samuel… un giorno Godot… incontra il nuovo parcheggiatore… e questo quando va via le fa pagare meno… ah già dimenticavo di dirvi che tutti questi parcheggiatori erano abusivi… e la saluta con un “Ciao Mia Cara!” 😯

Ma Godot è alla mano… oppure molto racchia… una delle due o tutte e due… e sorride e va via… con i 10 centesimi risparmiatiiii!! (Mamma mia se continuo a risparmiare di questo passo mi compro la Jaguar!)

Un altro giorno… prima della sua incursione alla Stazione Termini… Godot torna da Samuel, anzi si incontra anche con la cugina… una delle tante… per un caffè perchè lì c’è un bar niente male!!!!! Quindi scesa da Samuel… il parcheggiatore le si avvicina per il pagamento e lei con tutto il suo fascino racchio dice: “Scusa… non ho ancora finito… ti posso pagare  dopo vero!?” E il parcheggiatore sorride… con 4 denti mancanti e dice: “Non preoccuparti cara!” 😯

Vabbè… la cugina… chiede: “Cara?!” E Godot dice: “Beh… è amichevole!” Si prendono il caffè… chiacchierano del più e del meno… e si preparano ad andare via!

Godot sale sul suo fido macinino… la cugina nella sua macchina che è subito dietro… perchè il suddetto parcheggio è in un vicolo… è si preparano ad andar via… ognuna per la sua strada… Godot abbassa il finestrino per dare i soldi al parcheggiatore… questa volta senza sconti e lui dice: “Ma sei fidanzata?! No perchè sai che mi piaci proprio assai!!! Come posso fare per invitarti a prendere un caffè?!” 😯 Godot imperterrita dice: “Vadodifrettacosìdifrettachenonmettonemmenoglispazzitraunaparolael’altra!!!” E il parcheggiatore esclama: “Mannaggia!!! Ya! Dimmi che fare!??” 😯 Godot ancora imperterrita dice: “Tieni!!! 50 centesimi!!!!” E lui offeso: “Non li voglio!!! Ya! Esci con me!!!” 😯 Per fortuna la cugina… iena… bussa e io con un: “Vedi che c’è folla!!! Devo scappare!!!” Scappo… la cugina si ferma paga il parcheggiatore e dopo due secondi squilla il mio cellulare… rispondo… è mia cugina: “Ma scusa! Te la intendi con il parcheggiatore?!! No perchè mi ha detto ‘Quanto me piace chella guagliona!’ MA allora c’è del teeeeeeeneeeeeeeeeeeeerooooooooo!” Ehm! Che caaaaaraaaaaa mia cuginaaaa!!! Comunque… io sono scoppiata a ridere e ho proseguito per la mia strada!

Voi direte: “Ma sei senza pietà! Un poveraccio dopo mesi che stai in bianco rivela un qualche interesse per la tua racchietudine e tu?! Non fai nulla! Non accetti la sua dichiarazione!!!! Carogna!!!! Classista!!!” Ehm… che dire… certo mi immagino la mia vita con il parcheggiatore…

Alla mattina stirargli i grattini abusivi e metterglieli nel marsupio pezzottato… mmm… ma non è nemmeno questo!

E’ il suo immenso fascino che mi ha fatto desistere…

Certo lui mi ha sorriso dicendomi: “Mannaggia!!!” Peccato che gli mancassero 4 denti!

Certo lui non mi ha fatto pagare il parcheggio… Peccato che abbia una gamba di legno!

Certo lui mi ha buttato un bacio… oggi… quando obbligata ad andare da Samuel sono passata di lì… parcheggiando altrove… peccato che ad occhio e croce non si faccia una doccia da settimane!

Che dire… il mio è un cuore di pietra… forse il parcheggiatore è la mia metà… il mio principe azzuro… potrebbe essere l’amore della mia vita… ma non ci riesco!!! Provate anche voi… a fissare lo sguardo nel suo occhio guercio e a urlare al mondo: “Parcheggiatore… My Love!!!”