Samuel! Una vita per lo schermo!

Dopo la settimana folle del Jukebox… torniamo alla nostra consueta routine… con la promessa/concessione di accettare le vostre richieste e esaudirle nei weekend! Quindi chi vuol chiedere chieda! Nei commenti ovviamente… e io cercherò di accontentarvi alla mia maniera contorta e poco salutare (non nel senso di “ciao” ma nel senso di salute!)!

Eppure… la settimana scorsa con il Jukebox siete riusciti a fare quello che Samuel tenta di fare da più di un anno… farmi scrivere  a comando! 😀 Odeee a voiiiii piccoli Samuel in crescita!

Se Samuel sapesse quello che si combina su questo blog… ehm… gli verrebbe un colpo apoplettico! Ma non temete… piccolo piccolo! 😀 E probabilmente si licenzierebbe… o forse si murerebbe nella sua convinzione che io, ormai non scrivo per far dispetto a lui!

E’ quanto mi ha detto oggi… “Godot! Ma tu ce l’hai con me?!” E io avrei tanto voluto chiedergli:

“Samuel! Ma tu, conosci il prof. di ed. fisica?! No perchè parola mia questa domanda l’ho già sentita!”

Comunque… io gli ho risposto di “NO!” che non ce l’ho con lui… che ce l’ho con nessuno… nemmeno con il parcheggiatore sotto casa tua che sabato scorso mi ha chiamato “Mia cara” e che oggi mi ha chiesto “sei fidanzata?!”, sono una pearsoncina a modo… quando voglio esserlo… che non ce l’ha con nessuno per partito preso… MA… se mai dovessi “avercela” con qualcuno… sarebbe con gli editori… non con Samuel! Samuel è la mia vittima sacrificale… il mezzo che ho per far uscire di testa l’editore! Perchè io e gli editori abbiamo sempre avuto un rapporto di odio e amore! Più odio… che amore… molto più odio!

A tutta questa mia riflessione… fattagli veramente… Samuel ha sorvolato su tutto e ha chiesto: “Il parcheggiatore?!”

E io gli ho risposto… “non temere ha 7 denti in meno del dovuto per poter essere il mio principe azzurro!” Lui ha sorriso e ha detto ciò che avrebbe sconvolto la mia vita:

(rullo di tamburi…)

“Mi sono comprato una tv al plasma!”

😯

Beh… che dire… stavo per rispondergli: “Sorbole! Ora sì che mi è passato il blocco!” ma gli ho solo detto: “Ah sì!?” E lui: “E’ di là! Vieni!” E io per un attimo ho temuto ce la tv al plasma avesse sostituito la “collezione di farfalle”… ma per fortuna… entrata nell’area domestica dello studio di Samuel… TADADADAN! La  tv… c’era… ed era tutta scollegata!!!

Samuel ha preso una pezzuola e mentre lucidava lo schermo… alitandoci pure sopra commentava: “Io non ne capisco nulla! Tu?!” E io: “Beh… non sono il tecnico della televisione… ma suppongo che la spina vada nella presa… e l’antenna vada nella presa dell’antenna!” E lui: “Ehm… sì! Ma non ci entra! E le istruzioni sono solo in Inglese… ed Hurdu!” E allora ho capito… no… non ho capito perchè le istruzioni sono sempre in Hurdu… non so nemmeno com’è  l’Hurdu…quel che ho capito è che:

Samuel voleva che gli collegassi la tv!

Stavo per mandarlo a quel paese… non il paese del periodo Edo… proprio “quel” paese! Ma poi ho visto la sua faccia speranzosa… ho sospirato e ho detto: “Dove sono le istruzioni?!” e ho passato la mezz’ora successiva a collegare la tv con il videoregistratore e con il lettore dvd e con il decoder e a programmare la tv con tutti quei bei canali satellitari… come una nota tv in Hurdu… e tutti i canali locali con un dialetto napoletano così stretto che  è più difficile dell’Hurdu!

Nel frattempo Samuel… beh… che dire… a ogni mia “ditata” arrivava con la sua fida pezzuola e puliva la “ditata”… io cercavo di fargli capire che sarebbe stato meglio non pulire ogni ditata in contemporanea ma alla fine delle operazioni di collegamento… ma lui era felice così! Boh!

Comunque… dopo mi ha chiesto: “Bene! Ora potresti scrivere una bella pagina su quest’esperienza!” Mmm… certo… collegare una tv è entusiasmante! E’ più avventuroso del rafting sulle cascate del Niagara… meglio di un campeggio nella foresta Amazzonica… o di una scalata sul K2! Non gli ho detto tutto questo… ma il mio sguardo deve averlo fatto… perchè con la consapevolezza di chi sa che sta per essere strangolato con il filo della presa scart… Samuel si è corretto e ha detto: “Oppure potresti non scrivere nulla! E riposarti una volta tanto… infondo ogni tanto ti ci vuole un po’ di riposo! Ma sì! Rimandiamo tutto alla prossima!  E all’editore non dico nulla!” VITTORIA!!! Niente “compiti a casa!” 😀 Giubilooooo!!!

A saperlo… che sarebbe stato così riconoscente per due cavetti collegati… l’avrei spinto a comprarsi la tv al plasma molto prima!!! Chissà se ora posso convincerlo a comprarsi un I-pod! Le istruzioni di quello varrebbero un intero mese di pacchia! No?!

E non dimenticate! Si accettano richieste per il weekend! 😉

Annunci

9 pensieri su “Samuel! Una vita per lo schermo!

  1. Che esperienza elettrizzante, ho ancora i brividi leggendo la tua impresa!!!
    Avrai avuto l’adrenalina a mille per mettere a posto due cavi!!!
    Visto che hai questa abilità, che ne diresti di cambiare una lampadina alla luce di notte delle mie figlie? ne uscirai galvanizzata!
    BUONGIORNO!

    P.S.: accetti richieste anche per battesimi e comunioni?

  2. Quando ho letto il titolo per un attimo giuro che ho pensato alla canzone di Elio su John Holmes… e mi son venuti i brividi temendo ciò che avresti potuto scrivere!!
    Ma, si sa, la realtà supera spesso l’immaginazione perciò davvero non mi aspettavo che fossi così avventurosa da attraversare lo studio di Samuel e dirigerti nella cable-jungle a collegargli il plasma… non nel senso di trasfusione o che soffre di anemia, ma di tv.
    Sono esterrefatto dalla tua audacia, forse hai addosso ancora un po’ di strascichi dell’Indiana Jones!! 😀

    ps: io aspetto la seconda puntata delle avventure di 8) e la banda del giandujot!!

  3. CieloLibero… il pericolo è il miooo mestiereeeeee!!!! Si accettano prenotazioni anche per funerali e messe nere!

    KarmaBurning vedi sopra… Il pericolo è il miooo mestiereeeeee!!!! L’avventura della banda del giandujot proseguirà a giorni! 😀

  4. 😀
    Ma che sfruttatore questo Samuel!! però devo dire che è il mio mito…e probabilmente, non sapendo del blog, deve aver pensato che avendo il blocco dello scrittore faresti meglio a darti a qualche cosa d’altro, per esempio all’installazione di schermi al plasma…
    Ma che ridere, me lo vedo con la pezzuolina e il fiato per pulire la macchia del tuo dito….poteva darti i guanti no? un vero mito 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...